Amazon, Apple, Facebook e Google: rendez-vous con il Congresso USA | Live

29 Luglio 2020 46

Il Congresso degli Stati Uniti si prepara ad affrontare una delle più importanti audizioni legate al mondo della tecnologia. Oggi 29 luglio verranno chiamati sul banco dei testimoni i CEO delle 4 più grandi aziende del settore: Jeff Bezos per Amazon, Tim Cook per Apple, Mark Zuckerberg per Facebook e Sundar Pichai per Google.

L'audizione ha lo scopo di raccogliere nuove prove in merito all'indagine Antitrust avviata nel giugno del 2019, con la quale si cerca di capire se i big della tecnologia abbiano realmente messo in piedi un oligopolio capace di controllare il mercato del commercio digitale e se siano state in grado di azzerare la competizione nei rispettivi settori.

L'esito di questa audizione potrebbe porre le basi per una legislazione che punti a frenare lo strapotere delle grandi aziende e che le riporti all'interno di regole volte ad evitare la creazione di monopoli, anche se ci sono grossi dubbi e incertezze riguardo l'efficacia di questo intervento. I 4 CEO, infatti, verranno chiamati a testimoniare tutti insieme - in teleconferenza - e a rispondere quindi a domande generiche e in un periodo di tempo limitato.

Il timore è che l'audizione possa trasformarsi in uno show mediatico e nulla di più, in quanto sarà impossibile scendere nei dettagli e nelle specificità di ogni singola azienda, così come sarà altrettanto difficile stabilire delle regole che si possano applicare in maniera uguale a tutti i soggetti coinvolti. Sebbene si tratti di colossi della tecnologia, Amazon, Apple, Facebook e Google sono società profondamente diverse tra di loro sotto diversi punti di vista: dal business trattato alle modalità con cui viene messo in atto.

Le aspettative sono quindi molto alte, ma il rischio di trovarsi davanti ad una commissione non in grado di mettere i 4 CEO con le spalle al muro è davvero elevato. In attesa di scoprire quale sarà l'esito dell'audizione, che potrà essere seguita in diretta qui di seguito, diamo uno sguardo ai punti che potrebbero essere toccati dal Congresso, azienda per azienda.

AMAZON

L'occhio è puntato sul business dell'ecommerce e in particolare sulle sue politiche in grado di danneggiare i piccoli venditori che operano sulla sua piattaforma, una problematica sollevata anche dall'Antitrust italiana. L'accusa è quella di utilizzare i dati dei suoi partner per decidere quando realizzare prodotti Amazon a basso costo che si pongono in diretta concorrenza con quelli venduti dai commercianti che operano su Amazon. Questa sarà la prima audizione di Bezos.

APPLE

Per quanto riguarda Apple, le domande dovrebbero concentrarsi attorno ad App Store e alla quota del 30% che trattiene sulla vendita delle applicazioni. L'ultimo ad essersi espresso sul tema è stato il presidente di Microsoft (società che non è stata coinvolta nell'indagine).

Apple ha sempre difeso la sua quota affermando che si tratta di uno standard dell'industria, mentre i principali danneggiati da questa politica - come Spotify, Hey e molti altri servizi - sostengono che si tratti di una distorsione del mercato che offre ai servizi di Cupertino un vantaggio competitivo enorme. Secondo quanto riferito, pare che Cook non sia molto soddisfatto di dover prendere parte all'audizione, specialmente dopo aver lavorato a lungo per restare nelle grazie dell'amministrazione Trump.

FACEBOOK

Facebook torna davanti al Congresso, questa volta non per parlare dello scandalo Cambridge Analytica o per rispondere ai dubbi riguardo Libra. Sotto esame ci sono diversi comportamenti anticompetitivi e la creazione del duopolio Facebook/Google per quanto riguarda il mercato delle pubblicità online. È possibile che durante l'audizione emergano nuovi dettagli riguardo le discussioni interne alla società su questi temi e a come siano stati gestiti dai vari responsabili.

GOOGLE

Per finire c'è Google, anch'essa nell'occhio del ciclone per via dei suoi comportamenti anticompetitivi nel campo della ricerca online, oltre che in quello della pubblicità. L'azienda di Mountain View è già sotto esame presso due corti statunitensi e l'accusa è quella di favorire i propri prodotti e servizi a discapito di quelli rivali. Per fare ciò ha sfruttato la sua posizione dominante in Android per rendere Google il motore di ricerca predefinito e ha un accordo miliardario con Apple affinché la casa di cupertino faccia lo stesso con Safari su iPhone. Ricordiamo che nelle ultime ore è emersa un'ulteriore accusa di abuso di posizione dominante, anche se questa non verrà affrontata dalla commissione del Congresso.


46

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TocToc

quindi alla fine com'è andato?

Darkat

Non avete riportato la cosa più importante, le accuse che verranno fatte sulla strategia Copy, Acquire, Kill che le grandi aziende americane, specialmente Apple, hanno adottato nell'ultimo decennio per uccidere la concorrenza e creare un monopolio mondiale (americano soprattutto). Verranno fatte delle accuse formali soprattutto ad Apple, finalmente direi.

Aster

Almeno hanno usato webex;)

PassPar2_

Gli americani sono alleati affidabili, non si capisce cosa vi lamentate, volete i server in Cina?

xAlien95

Oof, e dopo 5 ore e mezza di live posso tornare a fare altro.

ciro mito

Oramai qualsiasi trasmissione si veda il gay ce lo infilano sempre dentro

Matteo

Sono di tre aziende americane ma i datacenter rispondono alle leggi locali, dove si trovano. È fatto apposta perché molte aziende, soprattutto quelle che trattano dati sensibili, non possono far uscire i dati dai confini nazionali.

Ansem The Seeker Of Darkness

Gli unici serie sembrani Pichai e Cook.

Poi ovvio che tutti neghino ogni tipo di accusa a prescindere.

Aster

Ma parli di consumer o business?! Perché molte aziende li hanno in Uk e ora paesi bassi.O dové c'è la casa madre

matteventu

Madooooo che leccaculo che è Pichai!!!!!!!!

matteventu

Certo che i quattro ricconi potrebbero spendere 20$ per un microfono decente.

matteventu

Ma non è assolutamente vero.

(o meglio, la maggior parte sì probabilmente saranno di aziende americane, ma non le "solite tre")

momentarybliss

eh ma il problema sono i server cinesi

adimo

Io sarei più preoccupato che la quasi totalità dei datacenter cloud del mondo siano di tre aziende americane.... il resto del mondo nisba!

matteventu

Non vedo l'ora di sentire le domande dementi che potranno ai quattro capoccia.

Stefano

Chissà chi porterà i tarallucci e chi il vino

ahahah ha clonato anche me, però ho cambiato nome...

momentarybliss

Ah ah, prepariamoci alla solita sceneggiata

https://uploads.disquscdn.c...

random

Vabbè ma che vertice è senza Stonex?

Loris
@mk50

Edit post sbagliato

Alexv

Prenderanno una bella strigliata per non aver spiato abbastanza gli "alleati".

MK50

Grazie mille Santosss, ora che mi hai clonato posso segnalarti alla moderazione. :D

Alessio Ferri

Soprattutto Google. Google che non riempie di soldi il partito repubblicano. Ma esattamente cosa c'è di sbagliato nel tuo cervello che ti impedisce di guardare i dati prima di scrivere vaccate?

@mk50

Edit post sbagliato

momentarybliss

Solito buffetto sulla guancia ad uso dei media?

giuseppe millotti

squadra mia squadra tua, sti complottisti non vanno oltre quesa banalissima spartizione del mondo.
cosi la capiscono, al di fuori di questo ci sono robe complicate che no.

MK50

È Santosss, lascialo perdere. ;)

MK50

Ci crediamo Santosss, tranquillo.

Code_is_Law

sinceramente fra le aziende richiamate le accuse nei confronti di Apple sono quelle meno gravi

Turk

I quattro della F.A.G.A.

ErCipolla

Certo, foraggiano entrambi i partiti, vedi il grafico che ho postato sopra, riferito all'anno scorso, quando Donnie era già su da 3 anni.

ErCipolla

Eh si certo, infatti:
https://uploads.disquscdn.c...

ma come fate a credere alla favoletta che le megacorporation abbiano degli ideali politici? Sono aziende, oliano le ruote di TUTTI i politici.

Saranno c...i amari per apple

Un combattimento della WWE sembrerebbe molto più realistico di questa udienza. ;)

lurdz

Considerato che molte di quelle società sanno gli altarini di tutti i politici, oltre ad avere un potere di mercato immenso, mi sa più di buffonata per cercar di far credere al popolino che non sono i nuovi oligarchi..

Dark!tetto

Per quanto in linea teorica sia una cosa buona e giusto, le probabilità che sia l'ennesima buffonata all'americana sono altissime.

Alex

si certo di sicuro finanziano Trump. Ahahahahahah

Nino Entradalbar

E' troppo forte, E sei forte. cit Celentano.

Nino Entradalbar

E le tasse che Bill li vuole pagare di piu' :)

Aster

Sei troppo avanti per questo blog

SuperDuo

Tu credi alla favoletta che questi finanzino i democratici? Questi finanziano TUTTI i partiti e TUTTI i candidati.

fabbro

pecunia non olet, detto latino che gli americani applicano benissimo

Aster

Certo che siete fissati con questa politica di casa vostra,l'orticello americano funziona diversamente.

Aster

Vediamo.

Aniene

In pratica tutti i finanziatori del partito democratico statunitense. Sarà interessante sentire l'audizione.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

macOS Big Sur ufficiale: benvenuti processori Apple

iPadOS 14 ufficiale: ecco come cambia iPad

iOS 14 ufficiale: tutte le novità, widget inclusi