Mac Mini con A12Z Bionic: parla il primo benchmark non virtualizzato

24 Luglio 2020 153

La transizione dei Mac verso i SoC sviluppati da Apple avverrà a partire dalla fine del 2020, ma il Developer Transition Kit - un Mac Mini dotato di Apple A12Z Bionic e 16GB di RAM - è già nelle mani degli sviluppatori che devono adattare le proprie applicazioni alla nuova piattaforma.

Grazie a ciò abbiamo potuto scoprire il rendimento del SoC - lo stesso che troviamo su iPad Pro 2020 - alle prese con il sistema di virtualizzazione Rosetta 2, il quale permette di eseguire qualsiasi applicazione macOS già esistente anche sui Mac con chip sviluppato da Apple.

I risultati dei primi benchmark ci hanno mostrato in che misura il processo influisca sulle prestazioni del SoC; i punteggi ottenuti sulla versione virtualizzata di Geekbench 5 ci mostrano valori di 833 punti in single core e 2.582 in multi core, i quali si distaccano sensibilmente da ciò che è possibile ottenere nativamente su iOS.

I dati riportati nella nostra recensione di iPad Pro 2020, infatti, ci mostrano ben 1.119 punti in single core, 4.665 in multi core e 9.625 nel test GPU. Oggi però abbiamo la possibilità di confrontare questi valori con quelli ottenuti da un secondo benchmark del Developer Transition Kit; parliamo di un test svolto con una versione di Geekbench 5 eseguita nativamente su macOS 11 Big Sur e piattaforma A12Z Bionic. Ecco i risultati:


Come potete notare dalle tabelle, i punteggi ottenuti questa volta sono molto vicini a quelli registrati su iOS. Parliamo infatti di 1.098 punti in single core e 4.555 in multi core. Stupisce, invece, il punteggio fatto registrare nel test Compute dedicato alla GPU, il quale straccia il risultato ottenuto da iPad Pro e ci mostra un valore di 12.610.

Insomma, l'esecuzione nativa del benchmark ci permette di confermare che Apple A12Z Bionic mantiene (e in alcuni casi migliora) tutte le prestazioni di alto livello a cui ci aveva abituato in ambito iOS. Per fare un confronto in casa Apple, vi segnaliamo che un MacBook Air con processore Intel Core i5 ottiene 1.160 punti in single core e 2.950 in multi core. Ricordiamo che il primo Apple Silicon dovrebbe essere una soluzione 12 core molto più avanzata e performante di A12Z Bionic.

I più attenti si saranno posti due domande: come è stato possibile eseguire nativamente Geekbench 5 sul Developer Transition Kit? Per quale motivo, alla voce Model, viene riportato il nome "iPad Pro 11" e non quello del Mac Mini? La risposta a queste due domande arriva da Steve Troughton-Smith, il quale ha spiegato su Twitter come sia possibile convertire qualsiasi applicazione iOS e iPadOS in pochi passaggi per eseguirla nativamente su un Mac con SoC Apple. Di seguito vi proponiamo una serie di screen che mostrano diverse applicazioni note (come Pages, YouTube, Spotify, Google Maps, Adobe Draw e molte altre) in azione su macOS 11:

Smith spiega che grazie al reinserimento di alcuni framework precedentemente rimossi da macOS (come OpenGLES e varie classi come UIWebView) e reintrodotti con Big Sur, è ora possibile fare in modo che le applicazioni iOS e iPadOS vengano eseguite nativamente senza alcuna modifica al codice; lo sviluppatore deve semplicemente abilitare la compatibilità con macOS in fase di compilazione.

Intervenendo in questo modo si avrà la possibilità di eseguire il porting delle app senza il minimo sforzo, anche se questo non è il procedimento migliore. Le applicazioni convertite in questo modo verranno portate a credere di essere eseguite su un iPad Pro con iPadOS 14 (motivo per cui Geekbench rileva quel dispositivo e non il Mac) e questo limiterà le possibilità di ridimensionamento e di orientamento della finestra di lavoro.

In assenza di ottimizzazione, infatti, le applicazioni per iPad potranno essere eseguite in finestre che imitano gli orientamenti in landscape o portrait, ma nessuna soluzione intermedia che possa rovinare l'interfaccia di base (se l'app supporta la possibilità di essere ridimensionata è possibile farlo anche su macOS, ma occorre comunque effettuare modifiche al fine di evitare comportamenti inattesi dell'interfaccia), mentre le app per iPhone verranno eseguite in finestre ridotte. In questo caso è anche impossibile assegnare gesture personalizzate tramite il trackpad multi touch.

Insomma, è chiaro che il lavoro per spostare le applicazioni da un sistema operativo all'altro è senza dubbio molto più semplice e immediati di quanto si potesse inizialmente immaginare, tuttavia è richiesta una buona dose di lavoro affinché il risultato finale possa funzionare correttamente anche in ambiente desktop.

Un Computer dentro uno Smartphone? Motorola Moto G100, in offerta oggi da Techberry a 388 euro oppure da Euronics a 499 euro.

153

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Goose

Perché Apple esattamente cosa sta facendo adesso? Non si sta giostrando con parco software e sviluppatori? O secondo te esiste una bacchetta magica per convertire un software da fare funzionare con architettura ARM? A tutti gli sviluppatori che utilizzano librerie esterne cosa racconti? Ripeto, Apple ha fatto l'invenzione del secolo e nessuno se n'è accorto? Eppure così fosse avrei giurato per un bancarotta di AMD e Intel. Una CPU che abbiamo sempre visto utilizzare in ambito mobile non può competere con CPU che richiedono più di 90W e un sistema di raffreddamento grande quanto un pugno. Se credi davvero che le soluzioni ARM viste in questo momento siano equiparabili alle soluzioni che troviamo nei PC desktop per me sei folle. Non è un caso che l'A12Z su macOS abbia registrato lo stesso punteggio di A12Z su iPad OS, semplicemente cosa ti aspettavi? Sembra che sia più macOS ad avvicinarsi ad iOS che il contrario e sono seriamente convinto che se mettessi a fare video encoding su un ipotetico MacBook Pro con A12Z e un MacBpok Pro con i7 di 8/10th gen ci rimarresti male. Ripeto, invenzioni così importanti le notano tutti, soprattutto nel settore dei microprocessori in cui si vede la "fine della galleria", al momento solo Apple ci sta credendo veramente, anzi Intel sta anche spronando per il passaggio, fai due conti. Avrei già buttato il mio PC Desktop dal balcone e tenuto il mio iPad Pro con A12.

Ivan Clemente Cabrera

Prima di tutto il secondo non monta processori x86 ma ibm power9, per andare al primo x86 si parla di Thianne che usa 16000 nodi e 3,120,000 cores per ottenere 33 petaflops e consuma 24mw con cooling, di contro su arm abbiamo 158000 nod, 7,299,072 cores con una potenza di 415 Tflops (piu' di 10 volte tanto) e consuma 28mw (quasi uguale) il die e' molto piu' piccolo di un xeon quindi doppio di core consumi poco maggiori prestazioni 10x superiori.

Secondo, Apple non ha mai fatto nulla di simile con powerpc, quello che sta facendo ora Apple e' essere come su ios la prima azienda al mondo ad avere controllo su hardware e software per integrare features, quello e' il motivo principale, integreranno engine specifici che ora stavano nel T2 (engoding deconding per dire) o legati al machine learning come nel caso di ios.
Apple e' semplicemente l'unica che ha controllo su entrambi software e hardware ora, windows deve giostrarsi fra vendors e parco software.

Goose

Bah, se mi tiri fuori i supercomputer con ARM.. ti ricordo che il primo supercomputer è ARM però non so perché non hai precisato che contiene 159000 nodi, ognuno di 48 core. Il secondo supercomputer, x86, ne ha 4000 di nodi, a parità di PCB e grandezza del Die la differenza rimane abissale. Poi ripeto, se fosse la rivoluzione, oggi il mercato consumer desktop e dei PC sarebbe pieno di soluzioni ARM, al momento l'unica che ci sta provando è solo Apple (che voglio ricordare fece una cosa simile con PowerPC e sappiamo com'è finita), infine non ho vista una dichiarazione di Intel o AMD in cui si dimostrano minimamente preoccupate. Insomma, Apple sta rivoluzionando il mondo ma tutto tace? Come funziona?

Ivan Clemente Cabrera

Quindi se tu trovi qualcosa di assurdo invece di informarti su chesso l'a64fxo gli altri processori usati nei supercomputer (i piu' potenti del mondo fra l'altro) le analisi dei silici di anandtech su cortex x1 e gli A series, ti metti giustamente a inventarti le ragioni per cui Apple lo sta facendo senza avere una vaga idea del perche'. Mi piace come ragioni... critical thinking a gogo!

Goose

Comprare un processore Intel così com'è non progettato da Apple costa tanto di più, se rapportato in grossa scala per milioni dispositivi. Progettare un processore in casa e chiedere a TSMC di produrlo costa tanto meno. ARM su Desktop, ripeto, è un mondo inesplorato. E trovo assurdo che un processore Dekstop ad alte prestazioni a 5GHz con un TDP da 91W sia comparabile con questi fatti per dispositivi mobile a 15W.

Ivan Clemente Cabrera

Certo stanno switchando senza sapere bene dove andranno a parare...ha perfettamente senso!

Ivan Clemente Cabrera

lo dici a me? :D

pietro

un iphone, che non registrava video, con connettività edge, è stato l'inizio della fine di nokia/symbian

paolinks

Ecosistema. Windows è troppo frammentato. Apple è una specie di chiesa di Scientology. Apple comanda, gli sviluppatori eseguono.

L'abbiamo visto nello switch 68000 -> PowerPC e PowerPC -> x86.

A questo giro, Apple ha un potente alleato...LLVM!!! Ciò renderà il porting dei software molto più semplice e privo di bug rispetto al passato. Per esempio, l'ordering delle operazioni concorrenti in memoria, è che è garantito dall'hardware nel caso di x86, ma non nel caso di ARM, è però preso in carico da LLVM.

E poi c'è la fortuna che sia Objective-C che C++ sono stati pensati, fin dall'origine, per essere multipiattaforma.

paolinks

Intel sta avendo problemi sul processo produttivo e sulle architetture. Inoltre, AMD, a questo giro, gli ha dato una mazzata sui denti potente.

ARM ormai avanza dappertutto, arrivando addirittura al primo posto nella classifica dei supercomputer.

Le recenti debacle in fatto di sicurezza non aiutano.

E infine gli alti margini che Intel pretende di continuare ad ottenere dai processori.

Apple ha ponderato tutto questo prima di decidere lo switch verso ARM.

Infine vorrei far notare una cosa importante, scritta nell'articolo. Il primo SoC ARM per Mac avrà 12 core!!! Cioè questi infilano 12 core in un TDP da desktop!!! 65W? Massimo 95W. Non credo di più.

E questo è l'ultimo dei problemi produttivi di Intel, ovvero non riuscire ad ottimizzare l'architettura hardware per ridurre la produzione di calore.

DiRavello

Apple quando si muove lo fa perché è sicura di fare bene, altrimenti ci sarebbe già un inutile iPhone pieghevole. se ha deciso questo passaggio di architettura vuol dire che nei suoi laboratori ci sono già processori che vanno meglio degli Intel. in termini di prestazioni e consumi.

PistacchioScemo

mamma mia quanta rabbia che ha scatenato Apple dopo questo annuncio :D :D

PistacchioScemo

fattene una ragione :D smetti di soffrire

DeeoK

No ma sa anche che non è così banale, infatti ha previsto due anni di transizione.

Goose

Se li fanno in casa perché gli conviene in termini di costi e proprio perché Intel si è bloccata. È tutto sperimentale e nuovo anche per Apple, perché neanche loro sanno quali siano le reali prestazioni con applicazioni pesanti riscritte per ARM.
Ripeto: Apple due anni fa ha fatto la rivoluzione del secolo e tutti gli altri che fanno la figura degli ignoranti , compresa AMD ed Intel, oppure questi benchmark equivalenti alla controparte iOS e che vedono un i7 7700K da 91W a pari prestazioni lasciano il tempo che trovano.

Enrico Rolando

Ah perché mi stai dicendo che con Windows su arm funziona qualunque cosa??

Miocardio

Il problema come in qualche analisi più dettagliata è stato fatto rilevare e che non si vuole capire e che è Arm fino ad un certo punto. Tant’è che il Soc Apple è già il più ottimizzato rispetto a tutti i base arm. Lì dentro ci sarà una serie di coprocessori specifici che permetteranno di effettuare operazioni lato software molto più velocemente. Un esempio banale provare a vedere un filmato h265 con un qualsiasi i5 ex top gamma pre codifica hw rapportandolo ad un Soc per box Android da 2 euro. Infatti Apple non nomina assolutamente arm ma Apple silicon.

Miocardio

Sono stati reinseriti per compatibilità in questo periodo di transizione ma saranno abbandonati se non ricordo male è stato specificato in qualche slide.

Miocardio

Apple quindi ha detto una fesseria?

Marzio

Sì, hai ragione, A12Z e i5 non sono la stessa cosa.

l'A12Z è molto superiore, visto che al suo interno, oltre a CPU e GPU, ha anche dei processori neurali per il machine learning.

(senza contare di quanto sono imbarazzanti le GPU intel all'interno del i5)

Luca Lindholm
su windows non funziona una cippa con arm

Ma perché dovete scrivere plateali bugie?

Luca Lindholm

Eccolo la... uno che pensa che un A12Z sia la stessa cosa di un i5, solo per il punteggio identico... ma roba da pazzi...

Luca Lindholm

Pure le app UWP girano su piattaforma x86 e ARM nativamente e con prestazioni massime, che c’entra?

danieleg1

Quando estirperemo quel cancro che sono i benchmark sintetici?

Matteo

Non so da quanto tempo ci lavorano ma una cosa è certa: Microsoft ha provato per anni a far convergere i sistemi facendo flop. Risultato: hanno dismesso Windows Phone che funzionava meglio di W10.
Tutto questo quando Windows ARM era forse un sogno umidiccio.
Questi invece sono già al punto “qualsiasi app può essere convertita con poco sforzo”. Voi pensate ai numerini dei benchmark, io penso a chi ha studiato l’architettura per rendere possibile una cosa del genere in così poco tempo

Mako

ma c'è gente che sta confrontando coi mac con i5, è quello che non mi piace

ManuB

Ciao, ma veramente vogliamo giudicare le prestazioni di un sistema con un test che dura poco più di due minuti e che, con il mio i7-8700, non tocca mai il 100% di utilizzo di CPU per più di 4 secondi? (96,6% di media CPU per 4 secondi da analisi file log di intel power gadget).
Arriverà il sistema vero e proprio con software vero e vedremo e valuteremo pro e contro del sistema rispetto la concorrenza.

Marzio

Ah, e quindi secondo te il 98% dei computer sarebbero dei desktop con un i7?

A me risulta che la maggior parte dei computer esistenti siano dei notebook. Probabilmente dei computer aziendali, che al massimo montano un i5.

E ci può anche stare che quel SoC sia più veloce di questi (che sono la maggior parte dei computer).

Ivan Clemente Cabrera

Pero' guarda che coincidenza....il tutto e' andato a poggiarsi su di un punteggio quasi identico...dopotutto e' lecito che in lettura il punteggio cambi significativamente per le ragioni che ora ampiamente spiegherai in risposta al mio commento.

Ivan Clemente Cabrera

l'unica cosa che ha fuso intel e' la borsa col suo tonfo

Ivan Clemente Cabrera

Com'e' che su os diversi il risultato e' lo stesso a parita di hardware? Lo chiedo perche' si vede sei molto esperto

QuelMattacchioneDiJohnMalkovic

Oppure i test sintetici valgono meno di zero già con sistemi operativi diversi, figurarsi su architetture diverse...

QuelMattacchioneDiJohnMalkovic

Lol certo il confronto col MacBook Air i5 è imbarazzante, è almeno riuscito a terminare il benchmark senza fondere l'alluminio della scocca?

ErCipolla

Calcola che Vulkan vuole essere il "successore" di OpenGL, quindi pian piano tutti quelli che usano OpenGL per applicativi "spinti" (es: giochi) passeranno a Vulkan, perché più a basso livello e quindi più efficiente. Ad esempio, il recente Doom Eternal è scritto in Vulkan.

Ivan Clemente Cabrera

Cosa centra e' un software da mobilita', non hanno mai pubblicizzato di competere con premiere che costa al mese quanto costa luma a vita, ma che paragoni fai? Questo non significa che non faccia nulla di reale,
i lux si possono applicare ammesso e concesso tu sappia cosa siano. Ora spiegami cosa centrano le limitazioni di lumafusion con il processore di ipad.

Ivan Clemente Cabrera

Secondo te perche hanno deciso di farseli in casa? Dico riesci a fare 2+2? E intel secondo te avrebbe dovuto switchare su arm? E windows con tutto il parco software che faceva? Forse ti sei perso che intel e windows son due aziende differenti? Non sono azioni percorribili a meno che non controlli entrambi.
Intel nel frattempo ha annunciato oggi il ritardo dei 7nm fino al 2022 dopo anni di incrementi di pochi punti percentuali facendo un tonfo in borsa mai visto del 15%.Cmq sei un espertone!

Goose

E magicamente fa lo stesso punteggio di iPad Pro su iOS, tornando così alle questioni inutili di 2 anni fa su "iPad Pro è meglio del 98% dei computer, più veloce di un i7 versione desktop". Ma almeno una analisi di questi dati senza fermarsi al numerino calcolato da una media su architettura diversa fornita da Geekbench? No eh? Un i7 7700k da 4 core e 8 thread operante a 4.5 GHz e con un TDP da 91W fa lo stesso punteggio. O Apple 2 anni fa ha fatto la scoperta del secolo, tirando fuori un processore a basso consumo da 15 W più veloce di processori desktop grandi quanto il palmo di una mano da 91W (strano che AMD ed Intel non se ne siano neanche accorti), oppure questi confronti lasciano il tempo che trovano.

neripercaso

No, quello è il finto MKBHD tale Manuel Agostini l’uomo dal gusto rotondo in leggero sovrappeso e fan di Apple (con barba)

neripercaso

Che non ha niente dell’ecosistema di Premiere in termini di plug in e correzione colore, basta cercare luna fusion limitations su Google, prego, per il resto è roba da hipster con le barbe e che dicono “ho faddo un hanno su iBad Bro”

Goose

Sisi dillo a chi non usa librerie proprietarie.

Goose

Non lo è, andrebbero analizzate le prestazioni nelle varie tasks, qui vedo solo un punteggio calcolato tramite media. Se prendi come riferimento il confronto tra due processori con stessa architettura (e quindi stesso funzionamento di base) la media di Geekbench è già un ottimo paragone. Dal momento che stiamo prendendo come riferimento un soc ARM chi mi dice che non fa un punteggio più alto in lettura e scrittura di un file rispetto ad una codifica/decodifica o tantomeno video rendering?
Tanto vale aspettare prove reali, utilizzo di software che stressino realmente la CPU e vedere il confronto prestazionale, che all'atto pratico è quello che ci serve, non il numerino su Geekbench.

NaXter24R

Ho presente le varie problematiche che ci sono. Stiamo andando oltre al concetto che volevo esprimere, ovvero che un bench sintetico non dice assolutamente niente, soprattutto quando parliamo di mele e pere come in questo caso.Hai un valore di riferimento che ti da una vaga idea delle prestazioni, ma non vale praticamente niente se non si entra nello specifico

NaXter24R

Che un conto è parlare di encoding o decoding con accelerazione hw, che sui SoC ARM c'è, un conto è farlo sfruttando il sw, e qui dipende sia da come hai scritto il programma sia dalla potenza del processore.

NaXter24R

Non fanno testo. So che ARM va, ma deve andare a parità di condizioni, per intenderci, a parità di spazio occupato su un PCB, complessità di progettazione, calore, consumi e utilizzi, come son le prestazioni? Non so se ho reso l'idea

Ivan Clemente Cabrera

ci son due licenze, in una hai i chip cortex e puoi cmq customizzare il soc con elementi aggiuntivi (Qualcom) l'altra compri i set di istruzioni e fai il procio da zero (Apple)

Ivan Clemente Cabrera

no, non lo e' motivo per cui Apple non e' interessata.

Ivan Clemente Cabrera

e' un procio ipad vecchio di due anni non per pc

Ivan Clemente Cabrera

avranno os differenti come ora, cosa centra?

MarcoF

E' per dire che per essere un soc di 2 anni non sono risultati schifosi. Visto che le persone gridavano al flop già subito dopo la presentazione.

Qual è il miglior smartphone per foto e video: ecco il confrontone | Video

Quale iPhone 13 comprare: un'analisi sui nuovi e vecchi modelli

Recensione iPhone 13 Pro Max: peso massimo ma l'autonomia è monstre

Recensione iPhone 13 Pro: tanti miglioramenti e pochissime imperfezioni