Apple WWDC 2020, cosa aspettarci: iOS e iPadOS 14, macOS 10.16 e tanto altro

21 Giugno 2020 296

Mancano ormai poche ore all'inizio della 31a edizione della Worldwide Developers Conference di Apple che, a causa della pandemia da COVID-19, "andrà in onda" esclusivamente in streaming in un formato completamente nuovo, ricco di contenuti per consumatori, stampa e sviluppatori. Il keynote di apertura si svolgerà lunedì 22 giugno alle 19:00, ora italiana, e verrà trasmesso in streaming direttamente dall'Apple Park di Cupertino.

Durante l'evento, come di consueto, Tim Cook annuncerà le novità per quanto riguarda i sistemi operativi di Apple: iOS, iPadOS, macOS, tvOS e watchOS. Probabile l'annuncio anche di novità per quanto riguarda iMac oltre a l'atteso annuncio dello sviluppo interno di processori basati su architettura ARM. Da non escludere anche l'arrivo di nuovi accessori tra cui gli AirTag e le cuffie AirPods Studio.

INDICE

IOS E IPADOS 14

Prima di vedere quali potrebbero essere le novità partiamo dal nome. Secondo indiscrezioni, Apple avrebbe deciso di rinominare il sistema operativo iOS in iPhoneOS, a sottolinearne l'utilizzo, ormai (quasi) esclusivo su iPhone. Lo scorso anno, ricordiamo, Apple aveva effettuato un "fork" della piattaforma operativa con iPadOS.

Del resto, pensandoci, rinominare l'OS dedicato agli iPhone avrebbe anche senso, visto che in questi ultimi anni la stessa Apple ha categorizzato i suoi sistemi operativi richiamando esplicitamente i prodotti a cui questi sono dedicati direttamente nel nome. E' il caso di macOS, watchOS, tvOS e, ancor più palesemente, di iPadOS. Un'altra indiscrezione, a mio avviso meno probabile, riguarderebbe il cambio di nome da iPhone ad Apple Phone.

Innanzitutto, iOS 14 dovrebbe essere supportato da tutti gli iPhone compatibili con iOS 13:

Probabile che lo stesso discorso possa valere anche per iPadOS e gli iPad.

Per quanto riguarda le novità, a differenza dello scorso anno, stavolta non ci sono tante anticipazioni dettagliate. Quelle note, provengono da una prima versione alpha del sistema operativo trapelata lo scorso marzo.

Innanzitutto, iOS (per ora lo chiameremo ancora così) e iPad OS 14 si concentreranno su prestazioni e stabilità del sistema visti anche i diversi bug che sono stati riscontrati in iOS 13.

Una delle principali novità potrebbe riguardare la possibilità di impostare app di terze parti come predefinite. Apple, quindi, potrebbe aver finalmente deciso di consentire agli utenti di iPhone e iPad di scegliere quali app devono essere quelle predefinite per posta, browser o di streaming di musica. In tal modo, ad esempio, si potrebbero scegliere Chrome o Gmail come predefinite per navigare il web o ricevere posta toccando un link o un indirizzo e-mail.

Concept

Da sempre, su iPhone ed iPad tutte le app sono organizzate tramite una griglia con posizionamento automatico delle icone. Apple, tuttavia, avrebbe deciso di introdurre la possibilità di visualizzare tutte le app installate tramite un elenco ordinato per nome, in maniera simile a watchOS, semplificandone la gestione. Tramite questo elenco si potranno selezionare filtri per visualizzare app più utilizzate o quelle con notifiche non lette.

Concept

Oltre a questa visualizzazione tramite elenco, iOS 14 potrebbe anche offrire l'utilizzo di widget nelle schermate Home con possibilità di spostarli liberamente proprio come accade con le icone delle app.


Novità anche per gli sfondi, che saranno disponibili in un pannello riorganizzato in cui vengono raccolte le immagini separate per categoria (Classic Stripes, Earth & Moon, Flowers). Da osservare le voci "Home Screen Appearance" e "Smart Gradient", che consentiranno di visualizzare il wallpaper dinamico solamente nella schermata home. Le opzioni sono quattro per ciascuna colorazione.

Apple, inoltre, avrebbe previsto di aggiungere il supporto ai pacchetti di sfondi dinamici di terze parti il che consentirebbe agli sviluppatori di creare wallpaper installabili tramite la sezione Sfondi in Impostazioni.


Apple potrebbe essere al lavoro su dei nuovi codici QR proprietari che potranno essere letti da un'app AR che sarà presente su iOS 14. I codici si differenziano da quelli tradizionali per via della presenza di immagini e pattern colorati, ma non solo. Come visibile nell'immagine in alto, quelli centrali offrono un layout completamente diverso rispetto a quanto visto sino ad ora, mentre i 4 più esterni sono abbastanza tradizionali - nonostante la nota di colore - al punto che vengono persino riconosciuti dai sistemi di scansione già presenti (provate ad inquadrarli con l'app Fotocamera di iOS!).

La prossima versione del sistema operativo mobile di Apple potrebbe quindi supportare anche dei codici elaborati e colorati, ben lontani dal design a matrice a cui siamo abituati. Tali soluzioni potrebbero essere personalizzate per rispondere alle esigenze dei partner commerciali, grazie alla possibilità di introdurre i loghi delle aziende.


Apple starebbe anche studiando alcune soluzioni per migliorare l'attuale portachiavi iCloud destinato alla gestione delle password su iOS. Il portachiavi iCloud è il modo che iOS e macOS hanno in comune per salvare e raccogliere le password e i dati delle carte di credito. Tuttavia manca di alcune funzioni, per cui un certo numero di utenti si sono affidati nel tempo ad app sviluppate da terze parti e deputate allo stesso scopo, come 1Password e LastPass.


Apple, tuttavia, sembrerebbe intenzionata a rimettersi finalmente in pari: ad esempio, su iOS14, si sarà avvisati da una notifica quando verrà salvata una password già utilizzata in precedenza, che è una delle vulnerabilità maggiori cui un utente può esporre il suo portachiavi, perché una stessa chiave risulta capace di aprire molte porte. Non si tratta di una novità assoluta, dal momento che già da ora le password uguali vengono elencate con un triangolo e un punto esclamativo proprio per segnalare il problema, ma in futuro sarà molto più difficile non accorgersene.

Inoltre è in arrivo anche il supporto all'autenticazione a due fattori anche per i servizi di terze parti, e non solo relativamente al salvataggio della password, ma anche per quanto riguarda la generazione assistita dei codici.


Altra novità potrebbe riguardare l'introduzione della funzionalità chiamata Clips, grazie alla quale sarà possibile provare delle applicazioni terze - o meglio, parti di esse - senza doverle installare. Tutto ciò grazie ad una nuova API che permette agli sviluppatori di selezionare ed estrarre alcune parti di codice, in modo che le loro app possano funzionare anche senza che sia presente tutto il pacchetto completo.

L'utente può accedere ai frammenti di app tramite la scansione di uno specifico codice QR, il quale contiene tutti gli elementi necessari affinché l'API possa pescare il codice necessario a comporla. Una volta fatto ciò, l'interfaccia dell'app verrà proposta in una scheda interattiva e sarà anche possibile raggiungere rapidamente l'App Store per installare la versione completa, qualora lo si desideri.


La nuova app fitness dovrebbe debuttare per iOS 14 watchOS 7 e tvOS 14; il nome in codice è "Seymour", ma potrebbe essere lanciata con il nome di "Fit" o Fitness". Sarà un'app indipendente e non destinata a prendere il posto dell'attuale app "Attività".

Secondo quanto riportato, l'app consentirà di scaricare video relativi ad allenamenti ed esercizi che si potranno eseguire usando l'App Watch per tenere traccia della sessione. Le attività comprenderanno, tra le altre, la corsa indoor, il ciclismo, lo stretching, la danza e lo yoga. L'app sarà gratuita: niente acquisti in-app o altri costi legati alla fruizione del servizio.


Per la sua app di messaggistica, Apple avrebbe pensato ad una funzione di menzione dei singoli utenti di una chat utilizzando un sistema non molto differente da quello già impiegato con altre app di messaggistica: un utente potrà essere ''taggato'' ricorrendo al simbolo @ associato al nome - dopo aver inserito il carattere, apparirà in automatico l'elenco contatti suggeriti. La funzionalità potrà risultare utile in abbinamento alla funzione "Hide Alert" attivando la quale si riceveranno le notifiche push solo se menzionati direttamente.


iMessage consentirà inoltre di annullare l'invio del messaggio dopo averlo spedito - non è chiaro se ci sarà un limite di tempo per farlo, ma l'operazione sarà comunque segnalata anche al destinatario. Nelle chat di gruppo sarà inoltre introdotto l'indicatore di digitazione che già c'è nelle chat a due. Si potranno infine contrassegnare i messaggi come non letti dopo averli aperti ed è previsto un ampliamento del comando /me per condividere gli aggiornamenti di stato.


La nuova funzionalità di PencilKit consentirà di utilizzare la Apple Pencil per scrivere a mano in un qualsiasi finestra di input ottenendo l'automatica conversione in testo standard. Dai primi riscontri è emerso che la funzione sarà supportata in qualsiasi campo di testo disponibile - quindi anche con le app Messaggi, Note, Promemoria, Calendario, Poste, etc. L'utente utilizzerà PenciKit sfruttando un'apposita interfaccia che apparirà dopo aver toccato un campo di testo con la Apple Pencil.


Aspetto degno di nota riguarda la possibilità che anche app di terze parti possano supportare la nuova API. A ciò si aggiunge la funzione "Magic Fill", ovvero una funzione di riempimento automatico che entra in azione dopo aver disegnato una qualsiasi forma - i dettagli al riguardo sono piuttosto scarsi al momento.

ALTRE NOVITÁ

MACOS 10.16

Si sa davvero poco sulle novità che potrebbero arrivare con la prossima "major release" dei sistema operativo degli iMac e Macbook, a partire dal nome che gli verrà dato.

Su macOS 10.16, tuttavia, potrebbero essere incluse alcune delle funzionalità in arrivo su iOS 14, tra cui quelle all'app Messaggi che potrebbe essere del tutto sostituita da una nuova basata su Catalyst. Probabile anche l'arrivo di altre app Catalyst tra cui Podcast ed Apple News.

Ipotizzavile anche l'arrivo delle traduzioni integrate per Safari, dei miglioramenti visti per quanto riguarda le password nel portachiavi iCloud, l'utilizzo di app predefinite di terze parti ed il supporto per la raccolta di sfondi.

WATCHOS 7

watchOS 7 potrebbe finalmente includere la funzione per effettuare il monitoraggio del sonno. Nuovi indizi sono emersi dal codice di iOS 14: nell'app Salute si potrà fissare un obiettivo in termini di ore di sonno; l'app Salute fornirà inoltre consigli su come migliorare la durata e la qualità del sonno.

Apple consentirà di condividere le watch face con altri utenti: nello specifico, sarà possibile condividere la configurazione di una watch face tramite l'app Watch di iOS, mentre non è chiaro se sarà consentita la condivisione diretta tra due Apple Watch.


Ci sarà una versione Pro della watch face Infograph, caratterizzata dalla presenza di un tachimetro (indica velocità e distanza di uno spostamento). Sarà possibile infine creare una watch face personalizzata utilizzando come sorgente della foto anche gli album condivisi (attualmente è possibile farlo con le foto singole e i gruppi di foto degli album).

Saranno inoltri introdotti i controlli parentali per Apple Watch: la casa di Cupertino consentirà ai genitori di impostare e gestire gli Apple Watch dei figli utilizzando il proprio iPhone. Allo stato attuale un solo iPhone è sufficiente ad attivare e ad accoppiare più Apple Watch, ma è possibile utilizzare solo uno smartwatch alla volta e ogni unità è abbinata allo stesso account usato sull'iPhone. A seguito della modifica in fase di sviluppo, il genitore potrebbe attivare e gestire l'Apple Watch del figlio senza necessità di un secondo iPhone. Tra i controlli previsti rientra la funzionalità Schooltime che permetterà ai genitori di stabilire quali app e complicazioni possono essere usate dai figli durante le ore di lezione.


Ci saranno poi alcune modifiche al Centro di Controllo su Apple Watch con i nuovi toggle per la modalità di tracciamento del sonno e del rilevamento del rumore ambientale. Per quanto riguarda le app si fa riferimento a modifiche introdotte all'architettura delle medesime: con watchOS 6 è stata introdotta la possibilità di realizzare app standalone - ovvero che non richiedono la companion app per iPhone - ma tali app sono ancora basate sulle precedenti estensioni.

TVOS14

Poche le indiscrezioni anche per quanto riguarda tvOS 14 che dovrebbe, quantomeno, arricchirsi della nuova app di fitness vista per iOS ed iPadOS. L'aggiornamento potrebbe anche includere una nuova opzione audio per Apple TV in grado di permettere agli utenti di scegliere un HomePod o un altro altoparlante come opzione predefinita senza doverlo impostare manualmente ogni volta che viene riprodotto l'audio.

Al momento. c'è poco altro da dire su tvOS. Possiamo aspettarci qualche nuovi salvaschermi animato, che Apple aggiunge ad Apple TV ad ogni aggiornamento. Alcune indiscrezioni parlano anche della possibilità di integrazione di una funzione Screen Time su Apple TV per tenere traccia di quanto tempo si trascorre guardando la televisione.

RESTYLING IMAC

L'atteso restyling di iMac potrebbe essere vicino: nel codice di iOS 14 è stata scovata una nuova icona, che mostra un design con cornici simmetriche distante da quello attuale (ma anche dalle ipotesi legate ai brevetti con schermo curvo), e più simile all'Apple Pro Display XDR annunciato un anno fa. Quello che tutti attendono da tempo, anche sul fronte dei MacBook, è un ritocco all'estetica che vada ad assottigliare le cornici, riprendendo il design apprezzato già su iPad Pro.


Trattandosi di un'icona piccola, è possibile che Apple abbia deciso di semplificare le linee per renderle più leggibili: oppure il prossimo iMac potrebbe veramente arrivare con cornici simmetriche, ma ancora ben visibili.

PROCESSORI ARM

La WWDC 2020 potrebbe rivelarsi un evento epocale per Apple. Sembrerebbe, infatti, che la società di Cupertino sia pronta ad annunciare la transizione di macOS verso i processori basati su architettura ARM, più precisamente verso le sue soluzioni realizzate internamente.

L’annuncio non dovrebbe essere accompagnato dalla presentazione del nuovo hardware, in quanto lo scopo sembra essere solo quello di preparare il campo in vista del rilascio del primo MacBook dotato di SoC Apple nel corso del 2021. Le informazioni rivelate oggi sembrano confermare quanto emerso in precedenza, ovvero che la casa di Cupertino stia lavorando su 3 diversi SoC basati sul prossimo Apple A14 a 5nm.


Le motivazioni di questo importante cambio di rotta risiedono principalmente nel forte rallentamento della roadmap di Intel, che non si sta più dimostrando un partner affidabile per Apple. La casa di Cupertino vuole quindi eliminare del tutto la dipendenza dalla casa di Santa Clara, in modo da poter programmare con più efficacia l’aggiornamento della sua lineup di computer. La transizione riguarderà nel lungo periodo ogni Mac progettato da Apple (che continueranno ad usare macOS e non una variante di iOS), anche se inizialmente partirà interessando solo prodotti specifici. Pare che una nuova versione del MacBook 12 sia tra i candidati scelti.

ALTRO

Torna sotto i riflettori AirTag, ovvero il supporto ai tag per il tracciamento degli oggetti che aveva lasciato traccia di sé anche nel codice di iOS 13. Ecco ulteriori dettagli sul prototipo del dispositivo

  • Il nome commerciale sarà AirTag
  • Agganciato ad oggetti come una borsa, un mazzo di chiavi, uno zaino, consentirà di visualizzarne la posizione
  • Il dispositivo sarà alimentato da una comune pila a bottone sostituibile, in formato CR2032
  • Il tag è progettato per funzionare in abbinamento all'app "Trova il mio" che sarà ampliata con la nuova scheda "Item". Gli utenti potranno attivare un avviso sonoro sul tag che permetterà di individuarlo (insieme all'oggetto ad esso agganciato) o ricevere notifiche quando l'oggetto viene sganciato dal tag

Come detto, le prime tracce di AirTag sono emerse con iOS 13 e precedenti previsioni hanno fatto riferimento ad un debutto entro la prima metà dell'anno.


Le cuffie over-ear di Apple potrebbero chiamarsi AirPods Studio. Sappiamo che Apple sta lavorando per entrare in questa categoria di prodotti già da qualche tempo, con l'obiettivo ultimo di eclissare il marchio Beats, e la scelta di mantenere il nome AirPods sembra perfettamente sensata visto l'enorme successo ottenuto nel settore degli auricolari. Secondo indiscrezioni, il codice modello delle cuffie è B515 e per quanto riguarda il prezzo si parla di 349 dollari.

Le AirPods Studio integrerebbero una serie di sensori per riconoscere quando la cuffia è posizionata sulla testa o è invece appoggiata sul collo, soluzione simile a quella già presente su diversi dispositivi tramite cui la musica in ascolto viene fermata automaticamente una volta che le cuffie / auricolari vengono tolte dall'orecchio. In questo caso, la cuffia appoggiata al collo dovrebbe fermare il brano in riproduzione restando tuttavia accesa.

A quanto pare, inoltre, potranno essere indossate in qualunque senso. Altri sensori, in questo caso, correggeranno automaticamente il suono impostando i canali audio. Insomma, niente padiglione destro e sinistro: a definirli, di volta in volta, saranno le cuffie stesse.

Per quanto riguarda infine il chip che troveremo all'interno, dovremmo attenderci l'Apple H1 in sostituzione del più datato W1 che troviamo sulle Beats Studio: il più moderno ed evoluto H1 aggiunge alcune funzioni come Bluetooth 5.0, riconoscimento "Hey Siri", e latenza nettamente inferiore rispetto a W1 (-30% circa).


Durante la conferenza potrebbe esserci un piccolo spazio per chiudere una vicenda che va avanti ormai da fine 2017: AirPower. L'accessorio per la ricarica wireless dei dispositivi Apple sarebbe stato completamente riprogettato con nuove bobine (ridotte di numero, ma di dimensioni più ampie) e con l'integrazione del chip A11che avrebbe il compito di gestire dinamicamente temperatura e consumo energetico.


Pronta al lancio ci sarebbe anche una nuova Apple TV 4K. I dettagli sono pochi ma sostanziosi: 64 o 128 GB di archiviazione interna e SoC Apple A12X Bionic. Il nome in codice del prodotto dovrebbe essere Neptune T1125.


Si ipotizza, infine, che Apple stia sviluppando un HomePod più piccolo, circa la metà delle dimensioni di quello attuale, e più economico, per competere maggiormente con le soluzioni offerte da Google ed Amazon.

COME SEGUIRE LA WWDC

Come sempre, HDblog.it seguirà e commenterà l'evento con una diretta condotta da Antonio Monaco e Lorenzo Angotzi che inizierà Lunedì 22 Giugno a partire dalle ore 18:30. A seguire, ci saranno news, approfondimenti e video sulle novità che verranno annunciate.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 279 euro oppure da Unieuro a 359 euro.

296

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Resti

ok però allora non è bordless...

lore_rock

Se quei bordi li riporti su un 23” manco te ne accorgi

Marco Resti

l'iPad infatti ha i bordi...

OnlyKekko
Anziani arrabbiati su HDBlog

Solita solfa ma io, che sono utente android puro aspettavo i widget sulla home. Finalmente, poi la storia che sono "dinamici" a mio parere li rende ancora più interessanti. Infine, il popup per le chiamate in arrivo e le funzioni di carplay mi lasciano un parere positivo

TITANO

Si tutto è possibile sono pienamente d'accordo, ma alla fine le gesture sono una delle cose principali che fa differire i vecchi modelli dai nuovi.. infatti non la hanno implementata ..

Davide C.

Tutte. Perché se mi rompo le balle di scrivere con tastiera virtuale da casa collego al monitor e ti scrivo e faccio tutto su scrivania mouse e tastiera. Le app si adattano allo schermo, non tutte ma Dex va abbastanza bene ( meglio con Dex Station a parer mio )

OnlyKekko

Per capirci: tutte le app sono utilizzabili su desktop?
Immagino di no, quali in particolare sono ottimizzate e sono utili?
Per guardare un film c’è già AirPlay e altre app.
In portabilità io non mi porto dietro un monitor esterno né tastiera e mouse, e se devo lanciare una presentazione ecco ancora AirPlay, che è pure senza fili.
Le possibilità maggiori di dex vengono dal poter utilizzare tastiera e mouse in ambiente desktop, pertanto chiedo ancora una volta: all’atto pratico quali applicazioni funzionano su dex e trovi comodo utilizzare?
Lo chiedo a te perché mi pare che hai esperienza nell’utilizzo di dex.

Davide C.

Non sto polemizzando. Puoi avere un pc collegando semplicemente a un monitor o tv, a portata di mano, SEMPRE. Se come me ci piazzi mouse tastiera praticamente hai PC e Telefono nelle stesse mani, per non parlare poi in portabilità la comodità che sarebbe, non sarebbe vedere iPhone ah Tv, ma avere maggiore produttività con App e funzioni dedicate Collegando a monitor esterno, se si chiama iPhone Pro deve essere professionale e completo per me

Account Anniversario

È un telefono. Oukitel WP6

efremis

Non c'è live importante che si rispetti con i suoi tr0ll XD

D@VIDS
ZioThor

A sensazione sarà deludente, ios 14 la solita solfa, qualche modifica, qualche aggiunta, niente di nuovo di hardware, spero di essere smentito clamorosamente.

lore_rock

Stavo guardando l’offerta per un TV Samsung Frame, é valido?
Mi piace moltissimo la soluzione “invisibile connection “, esiste nulla di simile al di fuori di Samsung?

Desmond Hume

Hai comunque capito quello che intendevo dire. Non credo che non esista un Carlo Conti della telefonia ma era comunque in senso giocoso. Il fatto è che non basta averli nella propria scuderia, vanno valorizzati. Mi sentierei un attimino discriminato se ogni morte di papa mi dai puntualmente da recensire roba dozzinale come Umidigi o l'Alcatel di quelli che in TCL neanche come telefono aziendale si sognano di usare.

Ancora di più quando all'ultimo arrivato dai da provare il ciaomi best seller di turno dal quale acquisisce una visibilità infinitamente maggiore mentre di me si ricorderanno solo le minne quando per queste cose c'è Instagram.

In Italia di donne techblogger la prima che mi viene in mente è Fjona ma immagino si sia dovuta mettere in proprio per avere un minimo di spazio.

Snapdragon

Le notifiche non mi interessano nella lock screen, uso il menù a tendina apposito e/o mi bastano i badge, comunque la vorrei come opzione così uno può scegliere se guardare notifiche e perdere tempo swipando o tornare subito dov era rimasto prima di bloccare
La barra sanni tutti dove sta, per pulizia si può anche dare l opzione di toglierla, in molti ne sarebbero felici, inclusi gli schermi OLED
Magar peri il bluetooth ti do ragione, ma wifi completamente spento mi farebbe comodo per batteria extra, idem la posizione

Migliorate Apple music

titano suvvia tutto è possibile. Sugli ipad le metti e non sugli altri iphone?

Peppol
neripercaso

Apple ritirerà dal mercato MacBook Air 2020 ufficiale anche su Repubblica

OnlyKekko

È utile in quali frangenti?
La mia è una domanda seria visto che non l’ho mai utilizzato né ho visto qualcuno che lo utilizzasse, ma se il tenore è continuare a fare polemica sterile su Apple o Samsung o chiunque altro contro il resto del mondo, non è la mia tazza di tè.

Stefano Bortoletto

Io recensori colorati in Italia non ne vedo da nessuna parte non solo su HDblog, ora capisco il rappresentare le minoranze ma se non ce n’è uno di colore capace di fare questo mestiere mica devono tirare su il primo che capita a caso solo per il politically correct, per quanto riguarda io resto del discorso invece ti do ragione, in effetti alle donne son sempre stati fatti recensire prodotti secondari ma anche in questo caso non ne vedo molte altre in giro...

Stefano Bortoletto

Cos’ha la tastiera di iOS che non va?

lore_rock

Ma che senso ha?

lore_rock

Che problemi hai?
Non bastava spiegarsi direttamente?

Davide C.

Se la fanno bene è utile. Punto

OnlyKekko

Che c’entra? A me non interessa chi lo fa, mi interessa quanto senso abbia.
Se ha senso faranno bene a farlo Apple o Motorola o chiunque altro come lo fa già Samsung, altrimenti rimarrà una feature con poco senso pratico.
Siccome non l’ho mai usato né ho esperienza di confronto con persone che lo usano ed anche nelle recensioni viene semplicemente accennato senza capire poi quanto veramente cambi l’esperienza d’uso, sono curioso di sapere se ha delle effettive utilità.

Davide C.

Io credo che a meno di rivoluzione l’iPhone sarà lo stesso per i prossimi 5 anni, che mi arrivi a iOS 20 e poi è uguale lato funzionalità non so che farmene francamente

Luca Vallino

anche io ho 11 e la penso alla stessa maniera..al massimo ritorno alla serie note o provo con i fold..ma fra qualche anno. Gli basta poco per essere perfetti, ma si perdono nelle cavolate

Peppol
Peppol

Sono d’accordo ma la maggior parte dei nerd non uscendo mai di casa note solo quello

Davide C.

Pochi ma se lo fa Apple lo farà meglio quindi sarebbe rivoluzionario

OnlyKekko

Ironia a parte, quanti utilizzano davvero dex per farci qualcosa?

MK50
Davide C.

Caro Luca concordo su tutto, ecco perché dico che Apple deve svegliarsi e iniziare a innovare... Google è meglio quasi in tutto... con Samsung faccio cose impossibili che con l’iPhone.. che tra l’altro ho.. parlo di app e di funzionalità in generale... alla tua lista aggiungerei tastiera.. traduttore.. dettatura vocale.. ma di che parliamo? Apple vuole tornare al centro ed essere riferimento anche lato software, o si sta semplicemente addormentando sul brand?? Questo è il punto... e finché non innovano non compro più, e mi terrò 11 finché non vedo miglioramenti in tutto lato SO e funzionalità

Luca Vallino

a me basta poter scegliere alcune cose di default che la concorrenza oggettivamente fa meglio... non è pensabile che una società faccia meglio di tutte in tutti i campi..per questo una apertura in tal senso sarebbe gradita.
esempi che mi vengono in mente dove apple pecca:
mappe rispetto a google maps
mail rispetto a gmail o outlook
safari rispetto a chrome o altri(ma da quanto ho capito su ios gli altri browser non possono esprimere il 100% del loro potenziale..)
siri che è 1000 volte peggio della controparte google
ci aggiungo anche foto di google che è meglio per me della galleria di apple..
mi vengono questi in mente subito. Se saranno selezionabili benvenga..tanto da queste apple non ci fa soldini(forse per le foto, in quanto vende il suo cloud..ma per il resto...)

Felix

Non avvera mai niente di tutto ciò, per ovvi motivi

1) come le vedi le notifiche nel blocco schermo se appena guardi il telefono questo ti riporta nella home? Non potresti neanche banalmente guardare l’ora.
2) la barra deve essere presente come punto di riferimento per attivare le gestures.
3) è completamente inutile spegnerli del tutto, a maggior ragione se solo temporaneamente... lo spegni del tutto dalle impostazioni se non lo usi mai, non ha senso stare lì a fare continuamente spegni/accendi dal centro di controllo.

Davide C.

Non e innovazione, è COMODITÀ, cose che se ci sono è meglio e che un telefono moderno a quel prezzo DEVE avere, possessore di S10 e iP. Non c’è paragone tra le Funzionalità del primo, l’iPhone è solo un telefono, un ottimo telefono. fine. Con l’altro ci faccio qualsiasi cosa

Davide C.

Condivido, ma non lo faranno sarebbe come issare bandiera bianca, ciò detto per me iOS Ha bisogno di una rivoluzione, altro che cambio nome..

Davide C.

Era ironica la cosa, mi auguro arrivino al livello delle funzionalità di Ui 2.1, da possessore di entrambi non c’è paragone tra i due

Davide C.

Era ironica la cosa, infatti mi piacerebbe un iOS completo come la UI 2.1 da possessore di entrambi non c’è paragone lato funzionalità

Davide C.

Una tastiera decente e moderna quando?
iOS è sempre uguale da anni, Apple si svegliasse e smettesse di contare i quattrini, e innovasse e rivoluzionasse iOS, che da utente da anni, possessore ip11+ questa di quest’anno è stata la peggiore esperienza mai provata, da iCloud che non sincronizza iBookmamers ne su Mac ne su Win, dall’app mail che già sapete.. dagli aggiornamenti e dopo un giorno JB servito alla faccia della sicurezza, da Siri sempre uguale e che non sente mai.. amo Apple ma o vedo innovazione lato software e anche camere e design, o questo è veramente l’ultimo iPhone

Dajant

Le icone dal basso per quanto sensate sono davvero antiestetiche. Uso Smart Launcher e l'avevo impostato così, ma dopo poco sono tornato indietro. Purtroppo (almeno io) sono troppo abituato agli elementi che partono dall'alto

Desmond Hume

La cosa particolare è che più si cerca di coprire la cosa a livello di immagine e più si è vittime del proprio retaggio patriarcale.

Se devo addirittura fare delle leggi per avere delle quote rosa significa che siamo arretrati fino al midollo.

Dajant

Vale anche il contrario eh

Purtroppo la gente ama buttare m€rda sulle cose e sulle persone

Ansem The Seeker Of Darkness

Aggiungo:
- possibilità di caricare suonerie in maniera normale, non in formati e lunghezze proprietarie
- far partire le icone dal basso e non dall'alto

Desmond Hume

Quei commenti vedevano ulteriormente sminuita la sua dignità di blogger. Ci restavo male per lei, mi chiedevo quanto sarebbe stato brutto provare unicamente prodotti mediocri e ricevere solo commenti inerenti le mie imponenti minne per le quali non ho alcun merito essendo parte della mia naturale dote.

dicolamiasisi

meglio iOS 13 o iPhoneOS 13.1?

Dajant

Il tuo italiano. Ho paura non tornerà mai più.

Peppol
Peppol

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

macOS Big Sur ufficiale: benvenuti processori Apple

iPadOS 14 ufficiale: ecco come cambia iPad

iOS 14 ufficiale: tutte le novità, widget inclusi