Apple Music: rinnovati gli accordi con le major, ma l'abbonamento unico non c'è

13 Marzo 2020 3

Apple ha rinnovato gli accordi con le principali case discografiche per continuare ad arricchire l'offerta di contenuti del suo servizio di streaming, Music. La notizia riportata dal Financial Times è rilevante anche per un altro aspetto: torna a parlare dell'ipotesi che la casa di Cupertino possa includere Music in un pacchetto unico, una sorta di servizio "Prime" targato Apple, comprendente anche Apple TV+, Apple News+ e Apple Arcade.

Secondo quanto riferito dalla fonte, Apple ha portato a termine negli ultimi mesi accordi pluriennali con Universal Music, Sony Music e Warner Music, grazie ai quali artisti come Taylor Swift, Adele e Mariah Carey continueranno a pubblicare i propri brani nella piattaforma di Apple. Per quanto riguarda l'abbonamento unico, si dice che Apple abbia comunicato alle grandi aziende musicali la volontà di aggregare i suoi servizi mediatici, mancherebbe però un accordo sui dettagli.

E' verosimile che l'esitazione delle case discografiche sia determinata dalle stesse preoccupazioni nutrite dagli editori che supportano il servizio News+: il prezzo dell'abbonamento cumulativo dovrebbe essere per forza di cose inferiore alla somma dei prezzi dei singoli servizi, e ciò potrebbe incidere sull'ammontare delle royalty. Per il momento, quindi, non sembrano essere stati fatti passi avanti rispetto alla situazione di stallo che Bloomberg aveva descritto nell'autunno dello scorso anno; Apple sarebbe comunque ancora intenzionata a convincere la parti interessate a trovare un punto di incontro.

Gli ultimi dati ufficiali (giugno 2019) hanno fatto riferimento a 60 milioni di utenti paganti per Apple Music, mentre a febbraio scorso erano 124 milioni quelli di Spotify; rendere ancor più conveniente e ricca la sottoscrizione al servizio potrebbe contribuire ad allargare la base installata.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 457 euro oppure da Unieuro a 572 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Truth

iTunes non esiste più da mesi e Apple Music offre comunque un web player

Paolo

Il migliore in tutti i sensi é Spotify!!

Valerio Minervini

Apple Music non è male ma il fatto che su Windows si debba usare quel programma orribile, ovvero iTunes, me lo fa scartare a priori.
L’integrazione che ha Amazon Music Unlimited con tutti i servizi Amazon non la dà nessuno...
Se si hanno dispositivi con Alexa, Amazon Music Unlimited è una scelta quasi obbligata, funziona decisamente meglio dei concorrenti. Se solo migliorassero gli algoritmi sarebbe quasi perfetta... è assurdo vedere nella pagina di un artista album e brani che non c’entrano solo perché hanno nomi simili. Da questo punto di vista Spotify è l’unico che non fa casini e ha una organizzazione reale, seria e coerente.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

macOS Big Sur ufficiale: benvenuti processori Apple

iPadOS 14 ufficiale: ecco come cambia iPad

iOS 14 ufficiale: tutte le novità, widget inclusi