Apple TV+, in arrivo l'ex CEO di HBO e "papà" di Game of Thrones

13 Novembre 2019 10

Apple TV+ sta per arricchirsi di un nuovo pezzo grosso: secondo le indiscrezioni riportate da Deadline, sarebbe nelle fasi finali la trattativa per assumere Richard Plepler, ex amministratore delegato e membro del consiglio di amministrazione di HBO. Plepler è stato dipendente del famoso canale televisivo premium per trent'anni, e al timone dal 2012: è attribuito a lui il merito dell'esistenza di Game of Thrones - show che, a prescindere da come la si pensi sul finale, ha avuto un successo e un impatto fino a quel momento inimmaginabile - ma più in generale del grande successo di HBO negli anni.

Plepler si è dimesso dalla sua carica presso HBO pochi mesi fa per fondare una sua casa di produzione; le voci indicano che sarebbe in procinto di firmare un contratto di esclusiva con Apple. L'obiettivo, chiaramente, sarà la realizzazione di contenuti per la neonata piattaforma di streaming, ma non ci sono dettagli più precisi sugli eventuali progetti in lavorazione. Plepler è noto per la sua creatività, esuberanza e inclinazione a prendersi rischi importanti, quindi possiamo aspettarci produzioni ad alto profilo in stile Game of Thrones. È stato fortemente voluto direttamente dai due responsabili di TV+, ovvero Jamie Erlicht e Zack Van Amburg.

In questa fase di lancio iniziale, il catalogo di Apple TV+ include quattro serie TV, alcuni film originali e altri contenuti, con ulteriori in arrivo nei prossimi mesi. La critica non ne è rimasta particolarmente colpita, mentre il pubblico sembra apprezzare di più. Lato qualitativo, è la piattaforma migliore ad oggi sul mercato - nell'attesa di analizzare meglio Disney+, che ha fatto il suo debutto in USA, Canada e Paesi Bassi proprio ieri (non senza qualche difficoltà tecnica).

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus è in offerta oggi su a 648 euro oppure da ePrice a 715 euro.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessio Alessio

verissimo, ma contenuti di media qualità ci possono stare...

Maxxi

Francamente meglio di no.
Aggiungere contenuti solo per fare numero preferisco di no.

Maxxi

Serve pazienza e tempo...

Alessio Alessio

Intendo come quantità di contenuti... potevano buttarci dentro qualche cosa in più...

Bruce Wayne

perchè di grazia?

Jon Knows
Demetrio Marrara

Per dare un giudizio all'inglese sul servizio, secondo me è un "too Little too late".

Sinceramente ho visto le prime 4 puntate delle due serie di punta "See" e "for all mankind" e non mi sono dispiaciute. Anche se per essere serie di punta di un servizio all'ingresso su un mercato altamente competitivo sono delle carte "deboli" da giocare.

Netflix, ad esempio, trasmette 80% di roba scadente, ma ha quei 4/5 punti fermi sin dal suo esordio che hanno riscosso parecchio successo scuotendo il mercato a suo favore.

Comitato_no_Disqus

Ecco la forza di Apple
"La critica non ne è rimasta particolarmente colpita, mentre il pubblico sembra apprezzare di più" La critica, non gli vomita veleno addosso, i suoi clienti ne rimangono estasiati, anche se è peggio di un clistere

Zoro

lato qualitativo la migliore piattaforma in circolazione con 4 serie in croce? ahahahhahaha

Alessio Alessio

Speriamo in bene allora... parte molto svantaggiato questo servizio...

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro 16 | Video

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video