WhatsApp, altre emoji gender-neutral e ancora novità per i gruppi

16 Giugno 2022 156

WhatsApp sta puntando molto sui gruppi, e l'introduzione dei sondaggi e soprattutto il recente aumento del limite dei partecipanti a 512 (raddoppiando il precedente di 256) è una testimonianza chiara di come la piattaforma di messaggistica voglia venire incontro alle esigenze di un utilizzo orientato alle community, cercando in questo senso di recuperare il terreno perso da alternative più equipaggiate come Telegram.

Da grandi numeri, però, derivano grandi responsabilità. Per questa ragione, come emerge dalla versione 2.22.14.6 della beta per Android, il team di sviluppo sta lavorando all'introduzione di una funzionalità inedita che fornisce maggiore controllo agli amministratori dei gruppi.

APPROVAZIONE MANUALE ANCHE PER CHI ARRIVA COL LINK

Se con la possibilità di uscire dal gruppo "senza fare rumore" WhatsApp sta pensando ai gruppi visti dal lato dei partecipanti, con la novità di cui vi parliamo oggi invece si concentra sul ruolo degli amministratori.

L'opzione scovata nell'ultima beta per Android si chiama "group membership approval" e, una volta abilitata dagli amministratori, consente loro di approvare manualmente ogni singolo ingresso nel gruppo ottenuto utilizzando un link di invito. La cattura di schermata qui sotto, fornita da WaBetaInfo, mostra come all'innesco o al disinnesco della funzione corrisponda un messaggio nella chat di gruppo.


Per intervenire sull'opzione occorrerà agire all'interno delle impostazioni del gruppo. Attualmente comunque la novità è ancora in fase di sviluppo, e non sappiamo quindi quali siano le tempistiche dell'effettiva introduzione. Infine, c'è da segnalare che la versione 2.22.14.6 della beta di WhatsApp per Android introduce anche le sei emoji gender-neutral che vedete qui sotto.


5G senza compromessi? Oppo Reno 4 Z, in offerta oggi da Teknozone a 245 euro oppure da Amazon a 297 euro.

156

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LordRed

Si ma stai calmo. Dove vivi? forse in un mondo parallelo normale. Nel mondo reale non si fa altro che parlare di politicamente corretto. Proprio qualche giorno fa una sce*a ha condiviso un video ripubblicato da netflix dove si lamentava che un ginecologo le avesse chiesto se aveva avuto rapporti non protetti. È solo un esempio questo, non un fatto isolato.

ste

Quasi tutti viviamo il male, anche profondamente. Ma ti ripeto apri gli occhi, ciò che è bene per te non è bene per tutti così come il male. Di fatto sono concetti astratti che però la società e la nostra coscienza ci danno l'illusione che siano veri. Ma in natura non esiste un ordinamento giuridico in cui se uccidI, rubi, stuprl vieni punito, in natura vieni punito se sbagli scelta se ti fermi a pensare troppo se sei debole etc..
Cosa pensi? Pure io vivo con la mia morale pensando di fare del bene, ma di fatto quel bene è solo astratto, ma ne sono consapevole.

NerdHerd1985

https://media3.giphy.com/me...

Jaws 19
ste

Quelle che tu scrivi sono solo cose personali dettati dal tuo processo culturale, sociale etcc.. In cui sei cresciuto, questa non è evoluzione sono solo seghe mentali che ogni essere umano si fa, e più ha la pancia piena più ne fa. Non sto dicendo che sarebbe meglio dover lottare per la sopravvivenza, ma semplicemente ammettere che la morale personale è solamente un invenzione del nostro subconscio. Come ho gia scritto bene o male sono concetti astratti inventati dall'uomo, così come di0, jave o zeus. Quello che sto mettendo in dubbio è che la nostra società probabilmente mette a repentaglio la nostra evoluzione biologica perché il troppo "benessere" non estirpa le erbe matte dal prato, così facendo i soggetti geneticamente più deboli o difettosi hanno la possibilità di vivere tanti anni e di riprodursi trasportando e moltiplicando i difetti. Questa io penso che non sia evoluzione ma il contrario.
E bada pure io ho concetti morali abbastanza forti, ma riconosco che è solo una cosa astratta che serve a vivere la vita un po meglio, non c'è nulla di concreto. Sto solo facendo un escursus su come io penso l'uomo stia perdendo il suo istinto e quindi il senso della vita, osssia evolversi, ma come ho scritto per evolversi una specie deve lasciare indietro i soggetti più deboli, malati e stupidi, così i geni migliori si mescolerebbero con più frequenza ed efficacia.

Jaws 19

Fino a prova contraria, però, io sono un essere umano. Difatti, parlavo di me... e dei miei simili.

Simili, anche se a volte talmente "distanti" da non sembrare affatto tali.

Nel corso deglii anni ho maturato una notevole paura riguardo ai miei simili che di fatto paralizza i miei rapporti umani, riducendo al minimo i contatti. Perché io ho guardato MOLTO a fondo dentro me stesso, questo perché inizialmente fui "costretto" (virgolette che PESANO) a farlo. Conosco le mie virtù e i miei limiti, per tutte quelle situazioni che perlomeno hanno un vissuto. Ma c'è anche lui, il mio lato oscuro. Egli è sempre lì, pronto a fornirmi indicazioni utili e a volte meno utili su chi io sia veramente. Su quanto ho ancora da scoprire. Ma è stato proprio lui a rivelarmi gli aspetti più VERI e più PURI della Vita. Mi è costata molta sofferenza. Tante lacrime, quand'ero più giovane.

Non voglio farle andare sprecate, anche se non è per niente facile essere in perfetta sintonia con gli altri, finanche provare una certa empatia. Perché gli altri non li conosco, soprattutto non conosco il loro lato oscuro; non so se potrebbero essere una minaccia per la mia integrità o per quella delle persone a me care. Purtroppo, la società contemporanea è talmente "variegata" (in questa parola puoi davvero infilarci di tutto) che non posso affidare le mie emozioni (e non solo quelle) più profonde al primo che passa.

Questo è l'aspetto che più di tutti mi preme. Io so cos'è il bene e cosa è il male, ma TU (in senso lato, non mi permetto di giudicarti) lo sai???

Di mio pugno non farei MAI del male ad un qualsiasi animale del pianeta, a meno che non fossi costretto per difendere la mia incolumità. Ti faccio notare che io sono uno di quelli che pone una certa attenzione anche quando cammina nei prati, cercando di evitare di calpestare (perlomeno) i fiori. Nulla di ossessivo, solo una modesta attenzione.

Le tue "paure" su chi potrebbe in futuro ereditare questo pianeta, dovrebbero fare affidamento su quanto appena riportato. Perché se da un lato è vero che stiamo andando allo sbaraglio, o perlomeno così sembra, è anche vero che al mondo ci sono persone come me, sempre molto attente a tutto ciò che hanno intorno. Nel massimo rispetto della vita, dove anche quella di una formica HA LA STESSA IDENTICA IMPORTANZA di quella del Papa, per citarne uno a caso. Il "peso specifico" è logicamente differente, ma in questo caso... è lo spirito che conta!! Il modo in cui si avverte la VERA SACRALITÀ della Vita, che con le religioni non c'entra assolutamente nulla.

L'animale può uccidermi, ma di sicuro io non ucciderò lui. Neanche (e soprattutto) per divertimento. Lo farei per nutrirmi, ma qui entra in gioco la sopravvivenza, che è un altro discorso. Almeno io non sono ancora capace di nutrirmi solo di carboidrati, verdure e frutta. Se un domani ci dovessi riuscire, perché costretto o per naturale disposizione, ben venga.

Quand'ero solo che un ragazzino, non ragionavo certo così. Ma poi sono cresciuto, ho acquisito coscienza. Mi sono EVOLUTO. Non credo affatto che questo lungo e produttivo processo possa essere accostato ad una banale "sega mentale".

L'evoluzione non è il risultato di una m@sturb@ zione mentale, non lo è mai stato. Ci vuole solo un po' di tempo.

Un bel po'.

ste

Ricordati che il concetto bene e male è solo una cosa umana, bene o male in natura non esiste, esiste solo la legge della sopravvivenza. Bene e male sono solo concetti da seghe ment@li umane, ma concretamente non esistono.

swampmonster25

Ho letto solo le prime due righe, è inutile che ci provi con me con la tua propaganda sulla pelle dei bambini.
Le tue chicchere sulla scienza che avrebbe dimostrato queste teorie sono solo balle, balle crudeli sulla pelle dei bambini per motivi ideologici. TERRIBILE, ORRIBILE, DAVVERO SPAVENTOSO quanto si può arrivare a fare in quanto a crudeltà.

Sono oltre il disgusto, sono davvero orrificato della tua POLITICA SULLA PELLE DEI BAMBINI.
Quindi siccome non sei in grado di accettare lorrore che promuovi ed insisti a scrivere le stesse balle, ti blocco, tanto ho capito che a te interessa solo propagandare una ideologia , passando addirittura sulla pelle dei bambini.
Io con chi ha questo tipo di pretese non discuto, considero queste cose a livello di Mengele, inaccettabili in ogni caso.
Solo un appunto, richiami il manuale degli psichiatri come se fosse la bibbia, quando la psichiatria è un fallimento su tutta la linea, oltre che ad essere ormai solo un distributori di droghe legali, corrotti fino al midollo, ci sono belle indagini a riguardo che sputt4n4n0 questi criminali.

ADDIO.
BLOCCATO.

thinking_about

la disforia di genere è un disturbo psichiatrico classificato nel DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, semplicemente il manuale di classificazione sistematica dei disturbi psichiatrici più utilizzato al mondo, stilato dalla’Associazione Americana Psichiatri) e nell’ICD (Classificazione Internazionale delle Patologie). Non solo, qualche anno fa è stato pure declassificato, ovvero depatologizzato, come inerente alla salute sessuale, ed è definito incongruenza di genere. È quindi una condizione psichiatrica riconosciuta a livello internazionale e che ovviamente può e deve essere diagnosticata e trattata nel modo più adeguato.
Se a te non sta bene poi sono fatti tuoi, ma è così e sfortunatamente può manifestarsi anche in età adolescenziale, addirittura pre-puberale. E scoprila e trattarla (se necessario) può solo giovare all’interessato

swampmonster25

DI nuovo fai il furbo, si parlava di una "patologia" (inesistente), non di qualunque altro problema che possano avere i bambini.
Con questa hai dimostrato tutta la tua disonestà intellettuale e non i stupisce, perché chi promuove questi orrori sui bambini a causa di una ideologia di certo intellettualmente onesto non può essere.

thinking_about

questa poi. Allora non c’è evidenza di nessun disturbo psichiatrico, ce li siamo inventati tutti! Allora un bambino non può soffrire di schizofrenia, bipolarismo, no, perché non ci sono oggettività.
E te le sei studiate tutte nientemeno, da dai topolini? I manuali di psichiatria non sarebbero molto d’accordo con te, ma non preoccupare, i bambini sono al sicuro finché lontani dalle tue convinzioni

swampmonster25

Non ci provare, ho parlato chiaro, non casco in questi tranelli dialettici infantili.
Tu giustifichi crimini contro i bambini, perché non esiste nessuna evidenza che possano soffrire di quella diagnosi, è politica sulla pelle dei bambini innocenti, un crimine che io considero tra i più terribili che si possano commettere.
Con me non la spunti con queste cose da orrore assoluto, ho studiato la questione ed è oggettivamente una questione esclusivamente politica e quindi lo ocnsidero un crimine gravissimo, da pena di morte per intenderci.
Chiaro?

Fine del discorso.

thinking_about

quindi per te bambini affetti da un disturbo psichiatrico non devono essere seguiti da specialisti?

swampmonster25

Non ti sto leggendo, non discuto con chi giustifica il mettere le mani sui bambini per una ideologia, cosa che ritengo criminale.

thinking_about

gli studi non dimostrano quello che tu sostieni e non è nemmeno quello il loro scopo. Se li lèggessi te ne accorgeresti tu stesso, ma sei talmente accecato dalle tue sciocche convinzione che è inutile spendere ulteriore del mio tempo.
Io non devo smontare nulla, perché non vengono riportati studi, ma inchieste giornalistiche su 1) uno studio norvegese che non dimostra ne vuole dimostrare quello che tu affermi, ma che suggerisce semplicemente potrebbe esserci una componente innata alla base dei generi, 2) opinioni personali e non suffragate da alcuna oggettività scientifica di due medici.
La scienza è metodica, rigorosa. Affermazioni non suffragate da fatti rimangono fino a prova contraria ipotetiche.
I bambini che loro malgrado risultano disforici devono ricevere i tutti trattamenti che possano rendergli la vita più facile e piacevole.
Ma non decido io, né tantomeno e per fortuna tu, quanto la comunità medico-scientifica, che guarda caso ha tutt’altre opinioni rispetto alle tue.
Buona giornata

Jaws 19
LordRed

Espandere è il può essere inteso come il contrario di contrarre

EdEddy

È un argomento delicato, ma non mi pare che ti abbiano aggredito, almeno io non penso di averlo fatto, ma ci vuole comunque tatto, la rabbia di cui parli scaturisce dalla mancanza di volontà da parte degli altri di capire certe cose.
Magari non potrò mai sapere cosa si prova a vivere quella condizione, ma la frustrazione che si prova a causa della costante derisione la comprendo fino in fondo, è penso sia comprensibile per qualunque essere umano.

Michela Belmonte

In effetti era una soluzione più semplice lasciare solo quelle tre faccine gialle e basta hahaha

swampmonster25

Mi sono fermato diopo poche righe.
Sei chiaramete indottrinato da questi criminali che vogliono imporre, anche ai bambini addirittura, una loro IDEOLOGIA.
Non hai smontato nulla degli studi mostrati nell'articolo, hai solo attaccato il messaggero mostrado la tua malafede.
Sono disgustato e quindi la chiudo qui.
Spero che quelli che propagandano questi crimini vengano resi innocui, per il bene di tutti ma soprattutto per quello dei bambini.
Fine.

thinking_about

e tu mi riporti come fonte affidabile un biologo antidarwiniano? Per carità divina.
Mi sono preso in ogni caso la briga di leggerlo e di spulciare anche gli articoli che cita.
Nell’insieme, tutti gli interpellarti suggeriscono che il genere sia innatamente dipendente dal sesso.
Ebbene, l’unico problema è che questo è scientificamente indimostrato. Sicuramente tu non hai letto tutto l’articolo né approfondito le fonti, ma te lo dico io: si citano semplicemente ipotesi. Le affermazioni di Lippa e Diseth sono ipotetiche, in quanto non sono ad oggi indimostrate scientificamente.
Tu come loro sei molto confuso, perché il genere è una definizione sociologica inventata da noi e per definizione è scorrelato dal sesso. Quello che è oggetto di studio ad oggi è se l’identità di genere (ovvero il sentirsi o meno appartenenti al proprio genere) possa essere geneticamente-correlata. Ma sono cose diverse. E te lo dico subito, la possibilità c’è, eccome, ci sono vari studi che lo indicano; se vuoi approfondire ci sono varie review su pubmed, non su enzopennetta. org.
Detto ciò, quello che è certo ad oggi è che ancora servono studi ampi e approfonditi sul genoma umano nel suo intero per determinare se ci sono origini genetiche precise (nell’ordine di geni specifici) dietro l’identità di genere e se e come questa siano state e sono influenzate socioculturalmente.
La definizione di genere non è l’oggetto di studio, ma a te questo non è ancora chiaro

Jaws 19

Siamo costantemente in evoluzione, anche se ai nostri occhi ciò appare come una involuzione. Si va solo avanti, anche se "avanti" coincide con la nostra lenta, inesorabile, rincorsa all'estinzione di massa. Questo, magari, perché il nostro processo evolutivo comprende la possibilità di innescare questa "deviazione", se così si può definire. I capricci morali restano tali, giacché riguardano una cerchia davvero molto ristretta di individui, e poi si attuano perlopiù seduti davanti ad uno schermo e una tastiera. Non avverto preoccupazione per i principi morali, perché la moralità, il senso del giusto, non sono "hackerabili". Nelle fondamenta del mio essere, io so cosa è giusto e cosa no. Posso sbagliare, certo, questo mi viene ancora concesso, ma, per dire, io non ucciderei MAI per divertimento. Non tollero che venga fatto del male a me o a qualcun altro, perché sono in grado di riconoscere il bene dal male. I principi base sono questi. E sono al sicuro dalle mode del momento e dai "capricci" della gente.

Questo è il mio punto di vista sulla questione.

Jaws 19

La disforia di genere è stata citata in primis dall'utente con cui ho avuto una discussione chiarificatrice.

Sì, indubbiamente dovrei approfondire di più la questione, perché DAVVERO non era mia intenzione denigrare qualcuno, tantomeno chi per questi motivi sta attualmente attraversando momenti difficili. È che qui non si sa più come parlare, appena sgarri di un centimetro c'è già pronta una comunità intera di offesi e indignati pronti a farti a pezzi. Anche la rabbia repressa, comunque, sarebbe da analizzare ed eventualmente estirpare, se si vuole vivere in pace con se stessi e (soprattutto) con gli altri.

EdEddy

Cosa vorrebbe dire "si espande"?

EdEddy

Se davvero consideri la disforia di genere un disturbo mentale dovresti cercare di fare un po' più attenzione a come ne parli, queste battutine denigratorie denotano poca empatia.

LordRed

No, perché pensi una cosa del genere? Guarda che il gaysmo non si contrae, al massimo si espande

EdEddy

Chi si fa problemi per queste cose ha un disturbo chiamato intolleranza.

EdEddy

Hai paura di contrarre il gayismo?

ErCipolla

No, non è solo l'estetica, il mio era un esempio. Quello che vogliono in generale è non essere automaticamente associati a tutto ciò che tradizionalmente "maschile" o "femminile" in base al loro sesso di nascita.

Ci@cKi

Beh, sull'involuzione direi che ci sono pochi dubbi, è in atto da qualche anno, dannato Flynn! :D

swampmonster25

CVD lo dico a te.

Fuffa ideologica che non ha uno straccio di evidenza scientifica, ma al massimo interpretazioni di fenomeni opinabili.
Sono criminali, cercano di convincere addirittura che esista una disforia di genere alla nascita e non c’è assolutamente nulla che possa dimostrarne l’esistenza.
Ti sfido a portare delle prove scientifiche, gli studi linkati nell'articolo, che nel frattempo ho guardato, non lo sono, sono PROPAGANDA.
Criminali che mettono le mani sui bambini modificando il loro sviluppo in base a idee che sono solo politiche.

Questo invece è un articolo che smonta questa pazzia.

Prova a confutare questi studi che sono davvero seri.

http://www.enzopennetta.it/2014/06/gender/

ste

Sono molti gli animali che uccidono per divertimento, o comunque senza nutrirsi della loro preda e nemmeno per proteggere il territorio. Molti felini lo fanno, le volpi, i delfini, le orche etc..
Molte cose noi le troviamo disgustose perché la società ci ha insegnato che lo sono o sono sbagliate, ma se provi ad immaginare una società dove il cannibalismo fosse considerato routine saresti te quello strano.

LordRed

il problema è che hanno rotto il ca**o. non ti puoi girare che trovi robe sui lgbtqs ovunque. alla lunga spacca i maroni

PilloPallo
Jaws 19
Supa Hot Fire 2

da quando in quando un omofobo ha il diritto di dire agli altri utenti della rete quando e come intervenire in una discussione pubblica?
ps: da quello che ho letto, qui l'unico utonto che usa le denunce per intimorire gli altri utenti sei tu.
ps2: ora denunciami perché ti ho dato dell'omofobo (naturalmente dovrai dimostrare che dire "non stanno bene con la testa", riferimento alla comunità lgbt, non è una cosa assolutamente omofoba).

rimangono sempre "vecchie" e non "vecchi"

thinking_about

cvd

swampmonster25

Questa non è scienza, è spazzatura politica.
Inoltre ci mettono di mezzo i bambini affermando cose gravissime.
Criminali a mio modesto avviso, un vero pericolo per la collettività.
Se sostieni questa roba politica, che a mio avviso è criminale soprattutto perché coinvolgono i bambini nei loro deliri da incubo, non abbiamo più nulla da dirci.

alleato25 Zz

basta con sti gender io sono nato uomno, poi se voglio diventsre donna ci divento, perche rompere anxcors le scatole, non se ne puo piu, ormai li mettono in ttte le serie tv e film, basta! esitono ok, lo sappiamo ma io non li vedo ttutti i giorni. perche in tv li devono fare vedere come se fossero ovunque basta!

thinking_about

sarei curioso di leggere articoli che sostengono la ‘tua’ scienza

Davide

che schifo.

swampmonster25

Si ho visto, ma viste le “argomentazioni” ridicole me l risparmio.
Questa è roba politica, con la scienza non ha nulla a che vedere.
La politica che influenza, ed in modo davvero pesante, la medicina.
Terribile.

thinking_about

non è autoreferenziale, tanto che a fine pagina sono citati gli articoli di riferimento

swampmonster25

Scusa ma che roba è?
Leggo:

Il sesso si riferisce allo status biologico di una persona: maschio, femmina o intersessuale.

Quale sarebbe lo status biologico “intersessuale”?

Ed il resto è assurdo, tutto autoreferenziale, pura invenzione.
Non c’è nulla di scientifico, quest attribuiscono oggettività un tanto al chilo. Sembta un manifesto LGTBQ o come si dice.

No davvero è una cosa autorevole e seguita? Perché se è così è davvero grave, di scientifico tutto questo non ha nulla, assolutamente nulla.
https://www.msdmanuals.com/it-it/professionale/disturbi-psichiatrici/sessualit%C3%A0-disforia-di-genere-e-parafilie/disforia-di-genere

thinking_about

uno dei manuali diagnostici più utilizzati in ambito medico. Ti basta cercare ‘disforia di genere MSD’

Jaws 19

Ciò che ho discusso con l'altro utente non sono affari che ti riguardano.

Vammi pure a denunciare, se ciò ti fa stare meglio. E porta i miei saluti alla comunità che frequenti. Qualunque essa sia.

LordRed

Io ho sempre più difficoltà a trovare le classiche (magari non le primissime) poi dover scegliere il colore della pelle è assurdo

Supa Hot Fire 2

ma fai sul serio? cioè tu ti permetti di etichettare chi fa parte della comunità lgbt di "non essere tanto a posto con la testa", ma fai l'offeso se qualcuno definisce le "tesi/argomentazioni" delle colossali minch1ate? ma fammi il il piacere

swampmonster25

Cosa è?

Recensione Realme GT Neo 3T: piccoli passi in avanti

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato