Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Xiaomi sorprende: Mi MIX avrà una fotocamera con lente liquida

26 Marzo 2021 80

Xiaomi continua a preparare l'evento del prossimo 29 marzo che tra i protagonisti avrà il prossimo Mi MIX. Non si sa ancora se sarà effettivamente il primo pieghevole del produttore cinese, ma una certezza c'è già: lo smartphone sarà equipaggiato con un'innovativa fotocamera caratterizzata da un obiettivo basato su una lente liquida.

Una lente di questo tipo può variare lunghezza focale, quindi permette di avere a disposizione ad esempio un'ottica macro e una tele in un unico gruppo ottico abbinato allo stesso sensore - con il non trascurabile vantaggio di non dover essere costretti a moltiplicare i moduli della fotocamera. L'idea alla base della soluzione è replicare il funzionamento dell'occhio umano capace di mettere a fuoco rapidamente oggetti che si trovano a distanze diverse.

COME FUNZIONA

La soluzione sta proprio nella lente liquida, ovvero un fluido trasparente racchiuso in una pellicola ultrasottile che, controllata da un apposito meccanismo elettronico, può modificare la curvatura consentendo di svolgere le operazioni di messa a fuoco velocemente e con precisione e velocità, e riducendo al minimo la distorsione. Xiaomi sottolinea inoltre che la lente ha un elevato indice di trasmissione della luce, dispersione molto bassa e un'alta resistenza ai fattori ambientali - in teoria quindi mantiene inalterate le capacità di funzionamento anche in presenza di temperature molto basse o molto alte.

Video ricaricato su YouTube per semplificarne l'incorporazione

Xiaomi - come è comprensibile che sia - usa toni molto altisonanti per presentare la nuova tecnologia, definendola il futuro della fotografia su smartphone. In attesa di valutare in concreto la qualità degli scatti di un'ottica con lente fluida, per ora è possibile solo dare uno sguardo al video teaser ufficiale che la mostra in azione.

UN'ALTERNATIVA ALL'OTTICA RETRATTILE

C'è da dire che Xiaomi sta cercando da tempo il modo di razionalizzare i moduli fotocamera degli smartphone, riducendo il numero di obiettivi: a novembre dello scorso anno ha presentato la soluzione basata sull'obiettivo retrattile, anche questo capace di assumere varie lunghezze focali. Il vantaggio della lente fluida è che la variazione della focale non comporta la fuoriuscita dell'obiettivo dalla scocca dello smartphone (come avviene anche nelle fotocamera compatte), basta un curvatura più o meno marcata della lente.


80

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LungaPace& Prosperità

Quindi...meglio lo smartphone con 4/5 fotocamere?? XD cmq grazie per la risposta

Nico Nick

In realtà il primo a portare lenti liquide sarà i p50 pro di Huawei
Che rispetto a xiaomi continuo a preferire anche senza gms

lucas

E bisognerà vedere la durata nel tempo, le lenti professionali vengono maltrattate per più di 10 anni... un telefono dopo un paio d'anni si cambia

PositiveVibes

Perché questa soluzione non ha la trasparenza e la resa delle lenti di un obiettivo

LungaPace& Prosperità

Non sono esperto del settore...ma come mai le camere mirrorless di livello non utilizzano ( o non hanno bisogno di utilizzare) qs tecnologia?

zdnko

Colpa dei cinesi che ci mettono l'acqua dello stagno, come nelle palline antistress:

https://ilsalvagente.it/2019/06/28/microbi-e-batteri-fermato-alle-dogane-lantistress-in-plastica-per-bambini/

Luis

Avevo già annunciato questa notizia da altre fonti, bisognerà vedere adesso se i risultati sperati saranno confermati. Purtroppo però il problema è il software, xiaomi sta spingendo molto lato hardware e ha fatto passi da gigante anche nel comparto fotografico rispetto a qualche anno fa ma lato software mi sembra rimanga perennemente in beta, cioè c'è sempre qualcosa che non va per ottimizzazioni o problemini vari.. Colpa dei troppi modelli? Non credo molto a questo, anche brand come Samsung e Oppo fanno abbastanza modelli eppure la qualità software è completamente diversa..

Pietro
Just.In.Time

Vero, ieri ho scattato con android un raw ed un jpeg...
Imbarazzante quanto peggiorino la qualità con il processamento perché sparano contrasto riduz.rumore con effetto acquarello.
Questo perché a colpo d'occhio senza zoommare sembra più bella.

Marco

Ragiono non tanto differentemente da quanto non abbiano fatto sinora i camera lover.

Riconosco i traguardi raggiunti finora, ma mi pare innegabile non si sia ancora giunti ad eccezionali risultati.

Poi, te lo ripeto per l'ennesima volta: si deve investire sia in un campo, che nell'altro.

Non ti ho detto, lascia stare quel frangente, ma occupati anche delle batterie.

Qui, l'unico modo che hanno di occuparsene - pare - è incrementare la loro grandezza!

E sia lodato il fast-charge, sia lodata ogni altra innovazione giunta finora, ma ci vuole anche un miglioramento sotto il punto di vista preso in considerazione, prima o poi!

italba

Mica solo per gli smartphone

italba

Tu non ragioni da "consumatore finale" ragioni da ragazzino che fa i capricci perché vuole quello che ha detto e basta. Le batterie al litio dieci anni fa costavano dieci volte quello che costano oggi, si guastavano prima ed avevano minor capacità. Ti sembra un "passo avanti sostanzioso" o credi che le cose le faccia Harry Potter con la sua bacchetta magica? Cosa pensi, ammesso che si possa usare questo verbo, che basti smettere di fare qualcos'altro per avere le batterie "Mr. Fusion" eterne e che si ricaricano istantaneamente con le bucce di banana?

Stefano Bortoletto
Leonardo Massai

E quindi?

nicco

Ahhh ok non avevo capito l' ironia, comunque anche io ho avuto il p40 pro è tanta roba, mi dispiace molto che non sia arrivato il mate 40 pro plus in Europa, lo avrei preso molto volentieri :)

Dark!tetto

Ero ironico citanto i 4 esperti da blog che pensano che senza GMS anche il prodotto migliore sul mercato diventa un fermacarte, io ne uso uno con tranquillità proprio e ne sono contentissimo (p40 pro)

nicco

Magari per te lo perde, per altri no ahahahahaha

Dark!tetto

Si il sensore è arrivato dopo 4 anni che è proprio quello che sto dicendo( comunque quanto quello del P20) , ok per il sensor shift per quanto sia solo su una cam e i vantaggi a quelle focali non ci sono rispetto ad un ois gestito bene. Dubito fortemente che Apple adotterà le lenti liquide prima di 4/5 anni, sempre se funzionano realmente, cosa di cui dubito su questo mix, ma potrei sbagliarmi su tutto e sarebbe solo meglio per noi

nicco

Questo non lo so, ma io intendo il concetto.

Rocco Siffredi

"L'idea alla base della soluzione è replicare il funzionamento dell'occhio umano"
Quindi più signorine fotografi più diveta miope, fino ad arrivare alla cecità completa

Pietro

Dai il sensore più grande è arrivato..e anche il Sensor shift non mi pare ci sia su altri smartphone.

Dark!tetto

Secondo quei 16 secondi di filmato in realtà la lente sembra muoversi oltre a mutare la forma, quindi probabilmente è un sistema ibrido "retrattile" di qualche mm e lente liquida che fa il resto

Marco

Grazie, Salvatore! Risposta piena di informazioni interessanti!
A differenza di quelle di qualcun altro più in basso ;)

Dark!tetto

Ma si sà, può anche produrre oro, ma senza i GMS tutto perde valore, le basi eh

Dark!tetto

Vabbe Xiaomi può dire quel che vuole, difatti però le lenti liquide esistono da tempo e i problemi che elenca, anche se probabilmente in modo ironico, sono reali. Tanto che i prototipi spesso non hanno lasciato i laboratori con ambienti controllati o sono stati usati in ambito industriale con sostitutzione costante delle lenti. Poi magari avrà fatto un miracolo Xiaomi o semplicemente definisce lenti liquide qualcosa che è un pò diverso o con una forma di protezione che snatura un pò il prodotto.

Dark!tetto

Era già in collaudo con Huawei, ma probabilmente hanno posticipato perchè immatura come tecnologia o c'erano problemi. Apple non sa gestire nulla del genere, specie in campo fotografico aspetta che sia più che consolidata la tecnologia e poi forse si decide, altrimenti avrebbe già uno zoom vero, dei sensori più grandi e il binniing dei pixel. Tutte cose che vedremo forse entro i prossimi 2 anni da tradizione Apple.

Marco

A me, consumatore finale, degli investimenti, delle intenzioni non frega nulla.

Io faccio solo constatazioni sui fatti, ed i fatti sono che nonostante sappia, e sia informato (a differenza di quanto gente come te creda) sulla questione, di passi avanti sostanziosi se ne son fatti col contagocce, ed uno dei fattori trainanti è stato anche il preferire l'ingrandimento delle batterie alla loro tangibile evoluzione, perché è molto più semplice stracaricare gli smartphone con placche più grandi, che adoperarsi concretamente per ottimizzare la tecnologia alla loro base.

Della difficoltà e di altri parametri riguardanti lo sviluppo, neanche mi interessa.

Gupi

ho avuto esperienze con le lenti liquide nel mondo dell'imaging indutriale, si sono spesso sminchiate dopo qualche tempo, spero vadano meglio ora

dario

Figata, sono curiosissimo! Può essere veramente il futuro.

Pistacchio
Pistacchio
italba

Appunto, le chiacchiere sono le tue. Se solo ti informassi un attimino prima di agitare le dita a vanvera sulla tastiera ti accorgeresti che sullo sviluppo delle batterie ci puntano già in tantissimi e si investono tantissimi soldi, ma non è che si deve fermare tutto il mondo finché le batterie non sono migliorate. Sono già migliorate tantissimo, migliorano ogni giorno e miglioreranno ancora, ma non è mica il progetto Manhattan dove bisognava correre per sviluppare la bomba atomica prima dei nazisti

DiRavello

chi a parte Apple?

Marco

Tutte queste chiacchiere, sono superflue.

La realtà è che si dovrebbe puntare più ed anche sullo sviluppo del settore batterie, ma non si fa.

Non mi interessa chi lo faccia, o chi non lo faccia, la mia era solo una costatazione.

italba

"Devono investire" chi? Cosa credi, che tutti i soldi ce li ha uno solo e decide lui cosa fare e quando, a seconda come gli gira? Ci sono già migliaia di imprese, centri di ricerca, università che studiano sulle batterie, non è che ci si mettono anche gli specialisti in ottica perché così arriviamo prima!

italba

Sicuramente queste lenti non le fa né Huawei né Xiaomi

psycoscin901
"Xiaomi sottolinea inoltre che la lente ha un elevato indice di trasmissione della luce, dispersione molto bassa e un'alta resistenza ai fattori ambientali - in teoria quindi mantiene inalterate le capacità di funzionamento anche in presenza di temperature molto basse o molto alte."


Forse leggo un articolo diverso dal tuo.

Marco

Ben altrista de che, devono investire sia in un campo che nell'altro

Stefano Bortoletto

Tutto bellissimo a livello hardware,peccato che poi rovinino tutto col software, in attesa che tutto questo ben di d*o venga implementato da chi sa gestirlo bene

gianni

Cosi con un 888 evapora il liquido. Oppure in estate sotto al sole. O anche con entrambe le combinazioni.

Alchimst

Tecnicamente si, io credo che cambi solo la distanza di messa a fuoco ma dato che da quel che ho capito Xiaomi ha messo mano alle lenti liquide di sua iniziativa, non è qualcosa che commercialmente conosciamo, non so dirti su cosa hanno lavorato, sta di fatto che lo vedremo nel mi mix Fold, quindi sarà abbastanza di nicchia

Fabrizio

Grazie, capito. Sempre interessante, ma alla fine dei conti mi sembra di capire che serve sempre e solo per la messa a fuoco quindi.
Vedremo..

Baronz

Ormai l'innovazione nel mercato smartphone viene portata avanti dai cinesi...

Fabrizio

Ok, ma se varia la distanza di messa a fuoco non cambia la lunghezza focale (che determina l'inquadratura). A meni che hanno trovato un modo per ottenere lo stesso effetto a parità di lunghezza focale, vedremo

salvatore esposito

I soldi che ci vogliono per il settore batterie sono molti di più.
in generale si è passati principalmente per cambio materiale
piombo inusabile per dispositivi piccoli
nichel ma oltre l'effetto memoria aveva autonomia ridicola quindi buona solo per dispositivi che consumavano molto poco
litio e varianti sono stati un grande passo avanti ma ormai la sete di autonomia e durabilità sono esagerate.
probabilmente ci vorrà ancora qualche anno per un nuovo e serio cambiamento

Alchimst

Mi 11 Ultra features a new super fast-charging silicon-oxygen anode battery. Core benefits, thinner and faster charging.
This is similar to electric vehicles, adding nano-scale silicon materials to the negative electrode to increase theoretical gram capacity 10x vs graphite.

Alchimst

variando la forma varia la distanza di messa a fuoco un sensore tele può diventare un sensore macro, comunque non conosciamo il reale funzionamento

Alchimst

oppo una lente free form, ossia a forma libera, banalmente una delle lenti della uw ha il centro della lente rettangolare, qui si parla di altro, c'è un sensore con alcune lenti, e le altre lenti sono sostituite da un recipiente pieno di un liquido che stimolato elettricamente '' condensa'' generando una lente fisica, la cosa bella è che a seconda dello stimolo la lente ha una ''forma'' diversa, questo implica mille cose, potrebbe tranquillamente consentire il variare della lunghezza focale del sensore e avere zoom diversi, oltre che a cambiare la distanza minima di messa a fuoco, il principio è quello dell'occhio umano.

italba

Che noia i benaltristi

Mirko

Ma la certificazione IP 67 od IP 68 sarà valida anche dall'interno verso l'esterno?

Recensione OnePlus Watch 2: sfida a Samsung con Wear OS e un'ottima batteria

Recensione Xiaomi 14, il TOP compatto che vorrei! | VIDEO

Xiaomi 14 ufficiale in Italia. Video anteprima 14 Ultra

Xiaomi Pad 6S Pro, Watch 2, S3 e Smart Band 8 Pro ufficiali in Italia | PREZZI