Netflix supporta il codec xHE-AAC, migliora la qualità audio su Android

25 Gennaio 2021 8

Arriva un miglioramento alla qualità audio di Netflix ma solo su dispositivi Android compatibili, infatti, il noto servizio streaming ha pubblicato di recente un post sul blog (in FONTE) nel quale annuncia l'arrivo del supporto al codec audio xHE-AAC (Extended HE-AAC con MPEG-D DRC).

La componente audio offerta da Netflix è costantemente migliorata nel tempo, ricordiamo infatti che nel 2010 è arrivato il supporto all'audio surround 5.1, seguito da quello Dolby Atmos nel 2017 e successivamente dall'introduzione dell'audio con bitrate adattivo nel 2019.

Con la più recente modifica si vuole garantire, per ora solo su Android, un migliore controllo sia della gamma dinamica sia della gestione del volume per offrire un output audio coerente tra i titoli e una migliore percezione del suono in tutte le sue frequenze, anche in ambienti rumorosi, condizione spesso presente durante la fruizione in mobilità del servizio.

Il codec supporta anche la commutazione senza interruzioni del bitrate, che in caso di larghezza di banda adeguata è in grado di offrire audio alla massima qualità disponibile. Vediamo qualche caratteristica aggiuntiva del codec xHE-AAC come da indicazioni di Fraunhofer IIS:

  • Codec unico per tutti i tipi di contenuto, inclusi:
    • Audio per servizi video
    • Musica
    • Audiolibri
    • Podcast
  • Qualità migliorata con bit rate stereo da 12 a 500 kbit / o superiori
  • Consente lo streaming adattivo tramite MPEG-DASH o HLS
  • Transizioni senza soluzione di continuità tra i bit rate quando le condizioni della rete peggiorano o migliorano
  • MPEG-D DRC fornisce il volume obbligatorio e il controllo della gamma dinamica per un volume costante
  • Supporto nativo in Android OS 9 e versioni successive, Fire OS 7 e iOS 13.

Come detto in apertura, sebbene il codec offra supporto nativo anche a iOS 13, la sua introduzione interessa esclusivamente i dispositivi del robotino verde e nello specifico quelli con Android 9.0 Pie o versioni successive. Per quanto riguarda il sistema operativo di Apple, è recente la notizia che Netflix starebbe testando l'introduzione al supporto dell'audio spaziale, una sorta di surround simulato in grado di creare una scena 3D complessa e realistica avvalendosi di giroscopio e accelerometro, presenti in AirPods Pro e nelle nuove AirPods Pro Max.

In attesa di saperne di più, vi ricordiamo in chiusura che per provare il nuovo codec audio su Android è necessario aggiornare l'applicazione all'ultima versione, link disponibile a seguire.

  • Netflix | Android | Google Play Store, Gratis

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Joaquin Santana

dipende dal tuo chromecast, il mio (Ultra) riproduce in 5.1

Roberto

Hanno visto che la gente il servizio non l'ha comunque mollato. Tirano finché possibile, secondo me.

ondaflex

Per me non si é più tornati al pre covid nemmeno su prime video

Darkat

A proposito dell'audio spaziale: quello che avete descritto è il Dolby Atmos con ricostruzione dell'audio 3D, standard Dolby, l'audio spaziale è un'utilissima tecnologia di Apple per riorientare il flusso audio con i movimenti della testa (e per l'appunto non sanno nemmeno loro a cosa questo dovrebbe servire)

Roberto

Il problema grosso rimane la pessima compressione video.

Walter

Ma il supporto al 5.1 su Chromecast arriverà, prima o poi?!? Sono anni che aspetto invano e che devo limitarmi al 2.0 sul videoproiettore. Mah...

Bene, sul tablet ho 10.
;)

Aster

Niente ho un android tv 8

Android 12 Developer Preview: tutte le novità nascoste e non annunciate | Video

Oppo X 2021 provato! Il pieghevole che si srotola è quello che vorrei | Video

Recensione Xiaomi Mi 11 5G: difficile chiedere di più

Samsung vs. Apple: confronto tra tutti i Galaxy S21 e tutti gli iPhone 12