Instagram, 100 mila account utilizzati su siti clone: la denuncia di Facebook

20 Novembre 2020 5

Il caso di scraping denunciato in queste ore da Facebook richiama alla mente quello di enormi proporzioni emerso la scorsa estate con 235 milioni di account esposti: si tratta di una pratica con cui vengono utilizzati software ad hoc che recuperano dal web informazioni di dominio pubblico riorganizzandole in database alternativi.

La causa intentata negli USA ai danni di Ensar Sahinturk riguarda proprio questo tipo attività: il cittadino turco rilevava di fatto le informazioni degli account Instagram creando una rete di siti clone, senza che l'utente ne fosse ovviamente a conoscenza. Si tratta di un'attività vietata dalla legge e contraria ai termini d'uso della piattaforme social.

Il rischio per l'utente è palese: in questo modo non può essere in grado di tenere sotto controllo i propri dati, né di sapere chi questi dati li visualizza. Gli account Instagram coinvolti sono più di 100 mila, tutti re-inseriti all'interno di siti clone da cui era possibile accedere a profili, foto, video, storie, hashtag e localizzazioni.

Gli account Instagram e Facebook del responsabile sono stati tutti bloccati, così come le piattaforme alternative da lui create tra cui figurano jolygram.com, imggram.com, imggram.net, finalgram.com, pikdo.net e ingram.ws. Il primo di questi risale addirittura al 2017. La parola passa ora al tribunale.

Credits immagine d'apertura: Pixabay


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
PuckBeastOfTheEnd

cioè ci sono siti come internet archive e la copia cache di google che fanno la stessa cosa ma quelli sono ok?

Mostra 1 nuova risposta

Ho trovato tutti i miei dati di lavoro che avevo messo su linkedin, compresa la mail, su una strana piattaforma che aveva evidentemente copiato tantissimi altri profili dal loro database, poi son spariti nel nulla, comunque quando avevo chiesto la rimozione dei dati comunque avevano rimosso il profilo

Toc

Non ho capito. ti creavano un clone del profilo ig dove?

Gef

ciò che t'è successo?

Mostra 1 nuova risposta

Fastidiosissimo, è successo anche a me con i dati di Linkedin, ma non sapevo che fosse un reato mi ero limitato a contattare sta piattaforma sconosciuta intimandogli di cancellare tutto, e dopo qualche giorno lo hanno fatto.

-7KG in 30 giorni: ecco la tecnologia che ha monitorato la mia dieta!

Recensione OnePlus Nord N10: difficile da comprendere

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica