In Amazon il parcheggio si fa in retromarcia: lo strano obbligo in nome della sicurezza

23 Gennaio 2022 210

Siamo al limite di HDtroll, ma la notizia è talmente vera che merita un post(o) nella pagina principale del nostro blog. Stiamo parlando di Amazon e del suo stabilimento di Castelguglielmo, in provincia di Rovigo. Se passate da quelle parti, noterete che il parcheggio riservato ai dipendenti ha una caratteristica davvero particolare: tutte le auto sono parcheggiate in retromarcia, con il muso in avanti così da poter ripartire senza dover fare ulteriori manovre. Non ce n'è una fuori posto.

Ed è proprio questa la volontà dell'azienda: semplificare l'uscita a fine turno evitando che gli stanchi lavoratori si esibiscano in fantasiose retromarce potenzialmente pericolose per l'incolumità dei colleghi e delle rispettive auto. É un'idea nata dall'alto, ovvero dal management della sede del Polesine, e non è nemmeno un caso isolato: a quanto pare, diverse aziende hanno adottato questo stratagemma per ridurre il rischio di incidenti, specie quando i dipendenti escono dal lavoro meno lucidi a causa della stanchezza accumulata durante il turno. Meglio dedicare qualche secondo alla retromarcia al mattino, quando si è più freschi.

Il centro logistico di Amazon a Castelguglielmo, in provincia di Rovigo

Non è nemmeno un consiglio: è un vero e proprio obbligo, con tanto di cartelloni sparsi nel grande parcheggio del centro logistico che lo ricordano ai 1.200 dipendenti. E tutti, diligentemente, rispettano la regola senza fiatare - o, almeno, al momento non è ancora arrivata nessuna lamentela pubblica.

In Amazon, la salute e la sicurezza dei lavoratori sono la nostra priorità. L'introduzione della norma di sicurezza relativa alla modalità di parcheggio in retromarcia ci permette di prevenire eventuali incidenti dovuti alla visibilità di eventuali ostacoli o pedoni di passaggio,

spiega l'azienda. Non solo: avere l'auto pronta per uscire dal parcheggio senza troppe manovre può essere d'aiuto anche in caso d'emergenza e di necessità di evacuazione. E, in questo caso, il pensiero va a casi come il tornado che, negli Stati Uniti, ha provocato il decesso di sei dipendenti.

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Tecnosell a 330 euro oppure da Amazon a 415 euro.

210

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Federico Marengo
Nickever_Professional™

Se mi dai il tuo indirizzo di casa ti invio la risposta tramite posta

saetta

infatti quelle regole di riferiscono in caso venisse dato allarme evacuazione, con un tornado non viene dato allarme evacuazione

CiKappa

Ultimamente ci vanno pesante con articoli-indignati

C’ris

Gente frustrata

Fabrizio Spinelli

Guarda, il problema non è nemmeno la correzione. È che in realtà non saprebbe scriverla meglio (altrimenti lo avrebbe fatto): sarebbe stato corretto scrivere "quando uscimmo la sera", quello sì un mio errore...

Fabrizio Spinelli

Mai quanto i tuoi. Ma continua a guardare il dito, invece della luna... almeno quello sappiamo di sicuro dove lo infili con soddisfazione :D

il Gorilla con gli Occhiali

Il popolo si è epresso, abbiamo lo stesso numero di upvote quindi entrambi ragione o nessuno dei due.

C’ris

Pensa te quanti ne hai che vai a correggere e offendere le persone che non conosci

criticoMaNonTroppo

Ti voglio vedere in caso di allerta tornado andare a raccogliersi nei punti di raccolta.

MarioT

"Mi parcheggiai". "Essermi parcheggiato". Tu hai problemi ben più gravi di un parcheggio.

MarioT

Ovviamente tutti manovrologi a commentare.

MarioT

Ma tu non devi immaginare, devi guardare dove vai, punto. Altrimenti hai torto, ci fosse pure un dinosauro sulla carreggiata.

saetta

wow... alle 17:00....vuol dire che sei gia davanti alla timbratice ... quindi stacchi un bel po prima, be dipende dalle distanze ovviamente

saetta

se tutti facessero cosi ci sarebbe il caos nei supermercati nelle ore di punta, gia non sanno parcheggiare con il davani figuriamoci in retro per non parlare dei danni che farebbero alle altre auto...troppa fiducia al genere umano

saetta

1) la regola che non si corre verso la propia auto c'è, punto

2) si va verso i punti di raccolta, punto

3)"avere l'auto pronta per uscire dal parcheggio senza troppe manovre può
essere d'aiuto anche in caso d'emergenza e di necessità di evacuazione"

è quantomeno fuorviante, da cui il mio post, punto

Brutus8890

Oltre che una questione di sicurezza, parcheggiare in retromarcia è la scelta più sensata da un punto di vista fisico: dal momento che le ruote sterzanti sono davanti, entrare con il muso vuol dire:

1. Rischiare di toccare l'auto a destra se ci si allarga troppo
2. Rischiare di toccare l'auto a sinistra se ci si stringe troppo
3. Avere poco margine di manovra, quindi spesso ci si trova troppo vicini all'auto accanto per uscire
4. Di nuovo i punti 1 e 2 in fase di uscita
5. Avere poca visibilità in uscita

Fabrizio Spinelli

Ipotizzo una camicia hawaiana, pantaloncini da mare e infradito...

Fabrizio Spinelli

Ma infatti non ci vedo nulla di strano :)

Ricordo quando 20 anni fa andammo con mia moglie per la prima volta ad Eurodisney a Parigi. Arrivammo prestissimo e c'erano poche macchine, così non ci preoccupammo troppo di vedere dove avevamo parcheggiato. E mi parcheggiai così, di "sedere". Quando siamo usciti la sera c'era il delirio. Fortunatamente ero l'unico ad essermi parcheggiato così e ritrovammo la macchina abbastanza velocemente :)

Fino alla fine

È un carcere

Starelse X

in parecchi cantieri era la regola...
in caso di evacuazione diminuisce i tempi di uscita
penso che qui il problema sia che a fine turno escono centinaia di persone assieme, e visto che è un parcheggio privato, amazon non vuole perdere tempo a fare da "paciere" in caso di incidenti...

Alexv

Gli specchietti protestano.

Andrea

Penso sia così in tante aziende, pure da me in FCA e da Amazon Vercelli di mia moglie

Alessandro Mian

Se zia maria è sbadata non è certo colpa del parcheggio. Comunque il centro commerciale è forse l'unico caso in cui parcheggiare in avanti sarebbe vantaggioso per le operazioni di carico.

pietro passarini

Da noi l'azienda lo ha consigliato da una vita anche perché come norma anti incendio è ottima, se devi uscire velocemente. Che novità non novità

Alessandro Mian

Una normale camera posteriore (360 a parte) non copre gli angoli ciechi, uscire in avanti ti da comunque più visibilità

Sergio Amato

io lo faccio in automatico... anche perchè qui in Italia abbiamo la cattiva abitudine di camminare per strada, nonostante i marciapiedi... mi è capitato un paio di volte parcheggiando di muso (fronte marcapiede) di fare retromarcia per uscire e trovarmi il pedone di turno sulla carreggiata

Luke

l'unico incidente che ho visto finito lavoro ad Amazon è stato un driver ad inizio turno che ha incul4t0 la punto di un magaziniere alla prima rotatoria

R4gerino

Negli USA è l'opposto in molti stati. Devi parcheggiare di muso, perche le auto hanno la targa solo sul retro.

Alex Neko

perchè si dovrebbero lamentare pubblicamente di una norma si sicurezza

personalmente ho sempre parcheggiato in questo modo all'interno di parcheggi (in strada spesso il traffico impedisce di entrare in retromarcia.

articolo stupido

Francesco Tili

Mai vista la regola che non si può correre verso l'auto (?!) ...si va nei punti di raccolta in caso di emergenza.

SarDIO

Sembra strano vederlo in Italia ma in effetti da altre parti è la norma: anni fa mi trovai sul parabrezza un bel foglio di minaccia di richiamo da parte di Alstom a Reichshoffen perchè da bravo italiano parcheggiai la macchina di punta anzichè in retro

saetta

In caso di eventi naturali la prima cosa che viene detta, in questi casi, è non correre verso la propia auto, in Amazon invece vale il liberi tutti?

Roberto

E con ciò?

Luke

Non è solo Castelguglielmo ma tutte station, a Vicenza è uguale

Gianclaudio Lertora

e l'avete scoperto adesso?
tra parentesi sarebbe una regola (scritta o meno) della sicurezza sul lavoro in generale . per la sicurezza in caso di evacuazione e per un migliore deflusso del traffico a fine giornata.
nelle aziende da più di 15 dipendenti è conosciuta

DjMarvel

dovrebbero parcheggiare così tutti in ogni occasione.

P47r1

Che non è vero, anzi ha delle paghe superiori alla media.. evidentemente ti ha chiamato un'agenzia esterna per fare le pulizie

TheAlabek

Con moltissime clausole, quindi è relativamente semplice non riconoscerlo

TheAlabek

Assolutamente, ma prevedono moltissimi "ma"...molto più facile districarsi da tale condizione rispetto al parcheggio

P47r1

Che non è assolutamente vero, ma l'importante è comunque dire la propria parola anche se non si sa un benemerito nulla..

realist

Il problema e che molta gente e così da quando si sveglia al mattino

Kinto

Praticamente in tutti i Cantieri Oil&Gas è cosi e immagino lo sia da tante altre parti. NON lo si fa per la "stanchezza di fine giornata" ma per un deflusso migliore in uscita e soprattutto in caso di emergenza

iBat

è responsabilità dell'azienda anche quando esci, si chiamano incidenti in itinere e riguardano il tragitto sia per andare a lavoro sia quando rientri a casa dopo il turno.

Kinto

In America non ne sono sicuro, ma in Italia sì.

Maurob

No, ipotizzo scollature esagerate o cose simili.

Rino Uggeri

Salve non e' una novita pure dove lavoro io si posteggia in retromarcia da un bel po,

TheAlabek

Se il pacco me lo garantisci il giorno dopo, me lo aspetto il giorno dopo e magari lo ordino proprio per tale motivo...

TheAlabek

Mi pare che le assicurazioni non siano in linea con il tuo "le donne sono notoriamente più prudenti" ma tant'è

TheAlabek

Beh, li non è già più un problema dell'azienda

HDMotori.it

Incentivi auto elettriche 2022, 10 modelli da comprare con autonomia sopra i 350 km

HDMotori.it

Askoll eS3 e NGS3: provata la nuova gamma di scooter elettrici per il 2022

Android

Recensione OPPO Reno7: bel design e cuore da fascia bassa

HDMotori.it

Mazda MX-30: la prova dei consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km