Bezos si dà alla fusione nucleare: finanzierà centrale pilota in UK

23 Giugno 2021 232

Parola d'ordine: diversificare. É quello che sta facendo Jeff Bezos, ancora per pochi giorni CEO di Amazon e che a partire da luglio avrà forse un po' più di tempo da dedicare alle sue attività che esulano dal core business dell'e-commerce. Andrà nello spazio, lo sappiamo, e al suo ritorno - sempre che gli sia concesso - potrà occuparsi di ambiente e di altri affari per aumentare ulteriormente il suo cospicuo patrimonio. E così, tra un volo orbitale e un morso alla Gioconda, si viene a sapere che il magnate entra nel settore dell'energia atomica tramite General Fusion, società canadese intenzionata ad inaugurare una "struttura dimostrativa" per la fusione nucleare vicino a Oxford, nel Regno Unito, entro il 2025.

Non si tratterà dunque di un vero e proprio impianto tradizionale, quanto piuttosto di uno stabilimento pilota in cui verrà testata la Magnetized Target Fusion (MTF), tecnologia ancora decisamente acerba su cui Bezos sta investendo da diversi anni tempo e risorse. Non verrà prodotta energia, e le sue dimensioni corrisponderanno al 70% circa di quelle di un reattore normale. É una sfida importante, che sinora non ha prodotto risultati soddisfacenti ma che in futuro potrebbe aiutare l'umanità a generare energia (più) pulita senza i rischi che attualmente caratterizzano la fissione nucleare. Lo stabilimento di Oxford avrà un costo di 400 milioni di dollari.

Quello di General Fusion pare essere uno dei progetti di fusione nucleare più avanzati al mondo: per diventarlo si sono resi necessari diversi round di finanziamenti, e il numero uno di Amazon risulta essere tra gli investitori più attivi.


232

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TheEfho

In questi anni abbiamo i primi casi di vita oltre i 60 anni. Che nulla c'entrano col decomisdioning. Ovvio che sia stimato, come qualsiasi cosa. Nessuno ha la sfera magica. Ma il punto era se venga messo o meno. Va bene tutto, essere pro o contro. Ma non amalgamare in brodaglia le cose per fingere un discorso

sibir

Costi sempre incerti e puramente stimati. Mai reali, dato che le prime in messa in sicurezza sono in corso in questi anni. Quali numeri? quelli sul tavolo degli investitori che ci mettevano i loro soldi, non quelli di pantalone.

TheEfho

Il decomissioning è incluso nel progetto, così come tutti i relativi costi futuri e di scorie. Il caso italiano è un grosso autogoal, le centrali hann un costo tra il 60 ed il 70% del costo nella costruzione, quindi più vivono e meno costa il MW. L'Italia ha pagato e quando doveva "vivere di rendita" ha chiuso e fatto altre centrali pagando di fatto 2 volte per avere 1 risultato. Non so che analisi hai visto, ma attualmente fan priezioni sul minimo della vita della centrale (40 anni, che è appunto lo scenario peggiore.) e metton le stime di ogni costo.

sibir

No, quello del bar è quello delle chiacchiere. Quello reale è quello dei fatti. Che tocchi.

Dark!tetto

Tranquillo abbiamo finito

Dark!tetto

Al bar te l'ho detto, magari riguarda i 2 grafici DA TE postati e capisci che semplicemente il prezzo per KW è aumentato per la Germania dallo spegnimento delle prime centrali. In D la differenza la fanno gli incentivi, tanto che (non te lo ripeto più) quandole pale producono in eccesso l'energia prodotta viene ventuta in perdita alle utilities, perchè le politiche tedesche pagano con gli incentivi l'energia prodotta. Quindi pagano prima la produzione da eolico, poi le utilities lo rimettono sul mercato e l'utente finale ne paga le spese sia come utente che come contribuente, poi mi spieghi chi ne sta giovando se non Gazprom quando non soffia il vento e i gestori dei parchi eolici costriuti con gli incentivi.

Dark!tetto
Il mondo è quello che tocchi, non quello che immagini.

Come no, una visione del mondo giusta, te l'ho detto che quello conta al bar.

sibir

Ti suggerirei di non scadere nei commenti personali tipo "hai bisogno dei colori" perchè ti screditano. Grazie

sibir

No, non è il prezzo incentivato. Apri Eurostat e documentati. Soprattutto prima di scrivere. Non manipolare i dati per dimostrare quel che hai in mente tu, nulla è più vero di quello che è. Grazie. E ti invito formalmente a non commentare la mia persona. Costo di produzione e costo al consumatore hanno come differenza la tassazione, legata a politiche fiscali di ogni singolo Stato.

sibir

In assenza di risposte, ti dedichi a aggredire le persone. Ti sei qualificato da solo. Il mondo è quello che tocchi, non quello che immagini. Ripeto: ti sei qualificato da solo. Rileggiti e lo capirai.

Sul chi sono non sapendolo certo tu, risparmiaci. Di certo le mie scelte influenzano e pesantemente i sistemi, però non riguarda la teoria ma la pratica reale.

3 interventi di getto indicano qualcosa di molto chiaro, anche questo lo puoi capire perfettamente

Dark!tetto

Suggerimento1: rispondi in modo corretto se vuoi una risposta.
Suggerimento2: I due colorini sono l'esatto differenziale tra i soldi del costo dell'energia e quella che paga la germania per coprire gli incentivi enormi stanziati. Ho capito che hai bisogno dei colori, ma non ci riesci nemmeno così

PS: Il mio grafico viene da fonte tedesca di analisi, con tanto di numerino sull'aumento decennale

Dark!tetto

PS: Non sei in grado manco di capire quando ti si risponde nel merito, quello che tu chiami "chiacchiericcio" è uno studio periodico sul quanto incide l'efficientamento energetico, ma tu vivi di sensazioni che ignificano studi e dati.

Dark!tetto

Ahahaha quello che tu chiami fascia bassa è il prezzo incentivato, ma smettila ti prego. Poi genio del male, sono esattamente gli stessi dati, ergo L'ENERGIA IN GERMANIA COSTA DI PIù. Te l'ho detto non sei in grado di sostenere una discussione, fai pure figure di M... confermando quello che dico, che dal 2019 al 2020 l'energia in germania cosa du più rispetto a prima, di cosa dovrei scusarmi ? Del fatto che un cancelliere ha ottenuto una carica, dietro compenso, presso la stessaazienda che oggi è responsabile dell'aumento della bolletta ? Ma tu sei fuori, questi discorsi reggono al bar, perchè da quando la Germania ha iniziato con questa fantamirabolante manovra non solo ha perso il primato di esportatore di energia (scorreva a fiumi prima Banana), ma è passata dal sotto la media come prezzo a paese più caro. E di tutto questo tu sul campo non te ne sei accorto ? Secondo te questo vuol dire fare gli interessi economici della Germania ?

sibir

Suggerimento: usa eurostat e non fonti prive di valenza ufficiale. con colorini fatti apposta per trarre in inganno.

sibir

Il miglior risparmio di risorse è non vivere. Aggiungilo sopra, è la barra più lunga. Su cosa ti basi l'ho mostrato poco sopra, altro che numeri. Invece di copiare tratti di pezzi, prova a rispondere nel merito quando parlo di efficienza. Immagino tu non abbia mai vissuto nel mondo della produzione industriale pesante, altrimenti non citeresti chicachiere di chi vive nel mondo ovattato delle scrivanie e non vede ove l'energia scorre a fiumi verso il cielo.

sibir

Non è lo stesso grafico.Eccoti quello del 2020. Ma potevi cercarlo. Cosa scopri? quel che ho scritto sopra. Non giocare con i numeri, quelli che lo fanno con me fanno brutte figure. Scopri che il costo di produzione è allineato sulla fascia bassa per la D.Quindi è inconsistente il chiacchiericcio sul "frodatore". Dovresti scusarti pubblicamente.

https://uploads.disquscdn.c...

Dark!tetto

Chi ha realizzato quel grafico studia da una vita queste cose, ha pubblicaato uno studio completo su Science che è una rivista scientifica illustre, e gode di peer review. Ripeto hai voglia di chiacchierare, ti ho già detto che IO mi baso sui dati e non sui sentimenti. Continua pure a farti un'idea senza dati a sostegno tranquillo che ce la possiamo fare eh.

Dark!tetto

Nel 2019, peccato che lo spegnimento è avvenuto dopo quel grafico, ecco lo stesso grafico per il 2020

https://uploads.disquscdn.c...

sibir

Naturalmente chi ha pensato quel grafico non ha nulla di interessante da dire se non chiacchiere. Perchè l'efficienza è quel che porta avanti, non "rinunciare".

Dark!tetto

Nb: i Tedeschi hanno le bollette più alte d'Europa e continuano a salire grazie a quegli accordi, che aono stati economicamente vantaggiosi solo per i fautori di sta truffa Schroeder & co.

Dark!tetto

https://uploads.disquscdn.c...

https://www.sciencemag.org/news/2017/07/best-way-reduce-your-carbon-footprint-one-government-isn-t-telling-you-about

Fai pure, la mia unica speranza è che un giorno la politica sia veramente a servizio del popolo e dell'ambiente e si dia retta alla scienza e non alla pancia del popolo. Nel frattempo anche i prezzi del gas schizzano in alto aumentando il nostro costo della vita, senza migliorare però le emissioni, contenti voi.

sibir

Invece di perdersi in chiacchiere i tedeschi da sempre hanno intrecciato interessi economici con RUS. I tedeschi spingono da sempre verso l'efficienza dei sistemi, i francesi invece sono l'esatto opposto: noi siamo bravi, facciamo il nucleare e poi....scaldiamo con sistemi totalmetne inefficienti. Gli obiettivi di contenimento delle emissioni si raggiungono in primis non consumando, quindi tagliando i consumi con motori, impianti e sistemi che a parità di servizio assorbono meno. I muscoli servono solo per mostrarsi palestrati, i risultati li consegue chi è efficiente, anche perchè chi usa meno energia ha costi di produzione inferiori e quindi ha margini maggiori sulla vendita.

Pertanto il raggiungimento di "emissioni zero", ovviamente un chiacchiericcio da giornaletti, si raggiunge partendo dal buon utilizzo dell'energia, dal recupero attivo sui fumi anche industriali ecc ecc.

Il resto per conto mio è pura preistoria. Invece di chiacchieraer sulla fusione, che si lavori. Smettendo di buttare soldi pubblici nella fissione.

Dark!tetto

Il giappone quando ha spento le centrali nucleare ha aumentato la dipendenza dal fossile sia carbone che LNG gradualmente (al 2013) arrivando quasi al 90%, il sole sorge la mattina e il giappone ha tenuto spento i reattori per diversi anni. Quello che è ovvio è che non hanno potuto coprire l'ammanco con le rinnovabili, nonostante avessero l'opzione geotermico.

Io la differenza tra carbone e gas la conosco, non perdo di vista nulla e so benissimo che tra i due mali il gas è nettamente preferibile, non tanto per la Co2 quanto per il resto degli inquinanti. Il fatto è che il Gas non è senza inquinanti, neanche nelle ultime generazioni ci sono nella combusitione tra le altre cose formaldeide, ossidi di azoto, particolato e biossido di zolfo (fonte: isof.cnr) inoltre c'è una cosetta chiamata "Net 0" che è un'obiettivo per il 2050 che ci impone emissioni 0 e uno step intermedio con una riduzione del 55% entro il 2030. Quindi seppur oggi il Gas è tra i fossili quello meno inquinante e con meno emissioni di Co2, non è utile a raggiungere gli obiettivi e continuando ad investire nelle rinnovabili nessuno in Europa raggiungerà gli obiettivi e nel frattempo abbiamo sprecato anni e soldi. Si spera di inventare un qualche sistema di accumulo entro il 2050 che possa sostenre la grid continentale per l'intero continente, ma è un sogno, il nucleare è realtà e sarebbe utile anche in caso di una rivoluzione nello storage. Solo la norvegia ha a disposizione i bacini per una programmazione stagionale e le nazioni limitrofe grazie a degli accordi aiutano a tenerli pieni, noi come faremo ? Saprai che l'Europa è interconnessa e quindi ogni mossa deve essere in grado di fornire una risposta alla domanda di energia comunitaria, sotto questo punto di vista la Germania ci sta mettendo in un bel pasticcio sia economico che energetico oltre a quello ambientale. Semplicemente perchè ha deciso, per un motivo puramente politico e di conflitto di interesse di investire su Nord Stream 2 grazie a quel crimimane di Schroeder, che è anche il motivo per cui si batte per far entrare il gas anziche il nucleare nel quadro dell'energia sostenibile. Ma il gas non è ne rinnovabile ne ecologico, quindi perchè investire ancora e soprattutto perchè noi italiani che già ne abbiamo a sufficienza centrali (tante da tenerle spente) dovremo fare un favore alla germania (dopo che hanno speso 600 miliardi con ii contributi UE in eolico) favorendo il Gas al nucleare che potrebbe esserci utile un domani ?

sibir

In Giappone il bisogno NON era assolutamente coperto, spegnendo di punto in bianco tutti i suoi impianti nucleari senza intervenire sul parco fossile esistente. E' un dato di fatto oggettivo. Come il fatto che la mattina sorge il sole.

Considerato che oltre la metà delle emissioni di polveri è in carico agli addirittura sovvenzionati sistemi di combustione con legna/cippato, in ambito pianura padana, inizia a ragionare su questo. Poi continui a parlare di impianti a carbone, ma chi mai ha detto di tenerli? conosci la differenza tra un combinato e un tradizionale a carbone?

A forza di ragionare solo di CO2, emissioni e il resto perdi di vista, come molti, cosa si intenda per efficienza di produzione.

Dark!tetto

D ha fatto bene? E come si configura questa scelta con l'obiettivo delle 0 emissioni? Sono d'accordo che è meglio il gas del carbone, ma spegnere il nucleare nel 2022 e il carbone nel 2038? Con già oggi un aumento di mortalità accertato e dovuto a questa scelta di circa 1100 vittime l'anno che gravano sul ssn.

In Giappone le motivazioni erano diverse, il fabbisogno era coperto, ma oltre alla qualità di vita peggiorata influì pure la dipendenza da pesi del medio oriente

sibir

No, è storicamente avvenuto che erano rimasti con insufficiente disponibilità e dunque hanno scelto di riaprire. Molto semplice, proprio una motivazione terra terra.

Sulle combinate la D ha fatto benissimo, dipende tutto da come bruci. E da come utilizzi l'energia, sia termica che elettrica.

E la D sta chiudendo pure il vecchio carbone, fermo restando che ha da 20 anni facilitato la diffusione della microproduzione locale, da sempre la più sensata quando utilizza la cogenerazione. Non serve a niente mostrare i muscoli, occorre essere razionali.....

Dark!tetto

No, i giapponesi si son resi conto che aumentava la mortalità e si abbassava la qualità della vita. Quindi invece della scelta politica basata sulla paura ingiustificata del popolo hanno fatto la scelta più giusta, tornare e ampliare il nucleare. Carbone e gas sono esattamente il mix su cui fa affidamento la Germania, stupidamente, perché spegne delle centrali nucleari che potrebbero andare avanti per decenni ancora in favore del gas...hai presente lex cancelliere Schroeder ora cosa fa? Dai un'occhiata

sibir

carbone? ma dai, lascia perdere la preistoria.

Comunque carbone e combinato ovviamente non sono compatibili, dato che in turbina a gas non ci mandi certo la polvere di carbone!

I giapponesi semplicemente prima hanno deciso di spegnere il nucleare poi si son resi conto che nell'immediatezza non avevano disponibilità alternativa sufficiente. Tutto qua.

Dark!tetto

Una pubblicazione, quella di stanford, basata su modelli in 3D che già gli stessi stesori danno come "non riferito nello specifico a quell'incidente" ma come modello per eventuali incidenti futuri. Il resto sono invece pubblicazioni altrettanto autorevoli, ma di numero e citazioni più consistenti e che prendono in analisi non solo i dati sul campo, ma anche aspetti che quelli dei modelli non fanno. Una fra tutte che il materiale con isotopi radioattivi non è volato da nessuna parte, è semplicemente defluito in mare e in parte maggiore si è depositato sul fondo come è normale che sia visto il suo peso. Altro aspetto è che loro parlano di probabili tumori, nello specifico stimano 2500 (non con conseguenze mortali come hai detto, ma tumori alla tiroide) tumori e 1300 morti indirette. Quando altri 20+ studi precedenti e almeno altrettanti successivi non fanno stime, perchè chi è stato più esposto sono i 170 liquidatori e la popolazione evacuata (li ci sono le uniche vittime indirette e non per le radiazioni) che sono monitorati costantemente e le vittime sono...1 ! Ora io mi sono stancato non perchè io non ho detto "non è successo nulla" ma a differenza tua so esattamente quello che è successo e non è di entità così gravi come insinui o credi di sapere. La fusione dei noccioli nei giorni successivi non ha avuto conseguenze se non sul funzionamento, non è successo nulla, non è un RBMK come quello a Chernobyl, non c'è stato nessuna esplosione di vapore che si è propagata dato che il BWR non è scoperto come quello di Chernobyl dal quale prelevavano il materiale fissile a scopo bellico. Non c'è nessun surriscaldamento al punto da dover fare un sarcofago, semplicemente perchè la fissione è stata interrotta e il calore generato è quello del decadimento, quindi non c'è pericolo che sprofondi nel terreno. Quindi il tipo di incidente è meno pericoloso di una centrale a gas che scoppia, una nave con LNB che prende fuoco, una miniera di carbone senza incidenti e una petroliera che rovina chilometri di costi. È la parola nucleare che fa paura, al punto che c'è chi crede più plausibile 6.000.000 di vittime a Chernobyl, 30 volte più di Hiroshima e Nagasaki messi insieme nelle stime peggiori ! Ora non metto in dubbio che lavori, e probabilmente pure bene, nel settore della valutazione dei costi, ma da quello che dici non certo nel settore energetico. Inoltre parlavo dei russi che investono nel ciclo combinato, ma non ti chiedi come mai pur avendolo sul loro territorio ed essendo i maggiori fornitori, hanno quasi 40 reattori operativi ? Altri 5 che sono già in costruzione e entreranno in funzione tra l'anno prossimo e i prossimi 5 e hanno pianificato altri 20 reattori ? È per questi motivi che mi stanco, perchè parli tanto, ma consideri solo gli aspetti che danno sostegno alla tua tesi, trascurando che Fukushima non ha avuto le conseguenze che credi, il costo varia molto in base all'opinione pubblica, non entro nemmeno in merito alla sicurezza che già si vede che hai le tue idee e sono tutte basate su preconcetti come quelli su Fukushima. Inoltre io il manipolare non lo tengo per me perchè è questo che fai con i dati per avere "ragione", ma qua si sta solo discutendo e dovresti prenderei in considerazione l'intero quadro.

Costi
Sicurezza
Emissioni
Potenza/Superficie
Disponibilità immediata di energia
Indipendenza dal meteo

Indipendenza dal combustibile fossile e tutto ciò che ne consegue, dalla politica al trasporto.

Qua stiamo discutendo, io non devo venderti la centrale nucleare e tu non devi vendermi quelle a gas (che in Italia già abbiamo tra le migliori al mondo) e non te la prendere, ma le tue rimostranze nella realtà rimangono un pò deboli, anche quelle economiche perchè non valutano tutti gli aspetti.

Dark!tetto

E nel tuo lavoro sei abituato a non tenere conto dell'impatto dei costi locali ? Se ci lavori nel settore energetico, perchè di questo parliamo, sai che il giappone è tornato sul nucleare perchè il passaggio al ciclo combinato e carbone ha aumentato il carico sui costi sanitari dati dall'inquinamento o questo aspetto lo lasciamo fuori come stanno facendo in germania, mascherando il tutto con gli incentivi ?

sibir

Naturalmente tutti gli altri studi e gli altri numeri, sono redatti da pazzi furiosi che si inventano i risultati.

Ma è anche ovvio che dato il tipo di incidente anche solo pensare che "signori, non è cambiato nulla e non è successo nulla" sia semplicemente disonesto.

E usare una pubblicazione come strumento per dimostrare qualcosa, dimenticando le altre, un bel modo per cercare di propagandare le proprie idee e niente altro!

sibir

Di nuovo.

Manipolare te lo tieni per te, lo scrivi ai tuoi amici.

Se vuoi esporre i tuoi titolo accademici puoi farlo, ma inizia prima a esporre la struttura dei costi. Che non sono quelli...

Probabolmente ti stanchi perchè sei abituato a non confrontarti, non addentrati sul discorso laueree perchè caschi male.Proprio male....

RIpeto: non sono lo scribacchino da tastiera, in questo mondo io ic lavoro. E sentire certe chiacchiere.......

Rick Deckard®

Si, era su tutti i giornali

Dark!tetto

https://m.dw.com/en/un-experts-find-no-harmful-effects-from-fukushima-nuclear-disaster/a-56820805 <\code>

2021...fatti da UNESCAR che ha raccolto i dati, non modelli teorici di stanford del 2017. Sono pure sicuro che non hai nemmeno letto quello studio

virtual

Mi sembra giusto. Dopotutto è come nelle aziende private: quei pochi che lavorano, mettono del loro e idee nuove sono considerati i rompip*lle e gli altri fanno di tutto finché riescono a sfiancarli e farli desistere dal loro intento.

Dark!tetto

Non ci vuole un bel discorso, ma paradossalmente un'analisi dei costi di costruzione che sono per il 50% circa di interessi, perché l'investimento viene messo a rischio. Se durante la costruzione parte una protesta, questa blocca i lavori e il rientro del capitale investito, perché la politica mette nelle mani del popolo questo potere, ne hai diversi di esempi REALI, Germania, Belgio, NewYork, Austria per citarne alcuni. Aspetto il tuo discorso sensato su dati REALI rilevati in seguito a Fukushima.

Che il tuo modo di discutere è intellettualmente scorretto è palese, non è un'offesa, ma sei abituato così a manipolare la discussione. Sai ho una laurea a tal riguardo e posso dirti che probabilmente non te ne rendi nemmeno conto, ma sti giochetti non ti danno ragione senza dati a supporto, semplicemente stanchi l'interlocutore e io sono stanco. Ciao

sibir

Non avendo altri argomenti preferisci svicolare. D'altro canto da uno che ha cercato di negare l'avvenuta fusione in 3 reattori del nucleo....non è che ci si possa aspettare qualcosa di diverso.

Dark!tetto

Già fatto, tranquillo, a differenza di te seguo un metodo accademico, come detto inquina la discussione con qualcunaltro

sibir

Di nuovo: informati bene e non commentare sulle persone.

Il termine "manipolare" te lo tieni pure questo per te.

Se ti diverti a sostenere le tue idee fallo pure, ma la realtà non la cambi. E non credo nemmeno che tu abbia idea di cosa sta dietro le scelte energetiche. Di certo non il chiacchiericcio o la propaganda......

sibir

Sicuramente saprai che di fronte a una situazione di questo genere si contano i morti ma allo stesso tempo una seppur piccola parte di loro lo sarebbe stata comunque, pertanto gli autori delle analisi usano appunto il termine "si stima" non nel senso che "si immagina" ma "costoro sono quelli che noi annoveriamo come conseguenze dirette".

Con un motore di ricerca che preferisci (ehi, non esiste solo google al mondo...) metti Worldwide health effects of the Fukushima Daiichi nuclear accident

e troverai qualcosa di diverso da "tutto a posto!"

sibir

Per la seconda volta, i commenti sulla persona te li tieni per te. Vero? grazie.

Adesso ci spieghi con un bel discorso economico il legame tra "nucleare sconveniente <---> a causa della incertezza politica delle scelte"

Io non insinuo, io dico e basta. Perchè il mondo non gira con i SE e i MA ma con i fatti.

P.S. guarda che perfino gli investitori russi, dato che quello è il mio mondo, scelgono il combinato a metano....ed è ovvio....

Dark!tetto

Già, infatti sta già tornando sui suoi passi, che amarezza proprio, che poi aprirebbe semplicemente la strada per inserire il nucleare nel quadro della sostenibilità non in quello ambientale e quindi non toccherebbe nemmeno gli incentivi per le rinnovabili. Ma come sempre è partita la sh1tstorm, chje poi vien proprio da vomitare a pensare che nella questione nucleare si da contro Cingolani che è laureato in fisica e sa pure di cosa parla e invece si da retta a una come la De Petris laureata in filosofia che ha mostrato di non capirne proprio nulla di nulla in uno scontro live con un fisico in questi giorni, tranmne che gli italiani hanno detto di no e che lei è la fautrice dei referendum. Non ha azzeccato niente, non solo di tecnico, ma nemmeno di politico, economico e ambientale...tristezza

virtual

Leggo ora che il ministro Cingolani vorrebbe proporre il nucleare ma i 5S e Grillo non ne sono molto contenti, tanto da volerlo sfiduciare...

facciamo 9 miliardi di morti allora e non se ne parli più.

Dark!tetto

Appunto il problema è politico e paradossalmente la mafia si insinua nelle rinnovabili, non solo in Sicilia, ma non potrebbe nel nucleare, che è sconveniente solo per via della politica

Dark!tetto

Niente lascia stare l'ho letto, non può esserci confronto onesto con te, come immaginavo, vai a manipolare la discussione altrove.

Giusto per correttezza, non sono stime ottinistiche ma le peggiori, sono appunto solo stime e nell'abstract specificano che si tratta solo di modelli teorici. I 2500 casi stimati sono di cancro alla tiroide che è curabile, altre che 2500 con conseguente morte. 4 anni dopo queste stime si sono rilevati errate e ci sono una decina di studi rivisti (Science, Lancet, Nature) sul argomento che non solo dicono l'opposto, ma che sono citati come smentita.

Ciao, buon divertimento

Dark!tetto

Magma radioattivo che ha preso fuoco? Sicuro che non stai confondendo la realtà con ken il guerriero?

Dark!tetto

Parla della realtà per favore, non di stime, sei tu che lo pretendi. Poi mi posteresti questo studio per favore, così giusto per escludere che la tua dichiarazione non sia faziosa

Dark!tetto

Riecco il tuo ragionamento intellettualmente disonesto, perché parli prima di costi energetici e poi di aspetti meramente economiche. Io non dimentico nulla, semplicemente parlo di una visione equa e completa invece di tergiversare tra vari argomenti quando non fa comodo. Lo so bene che il nucleare è economicamente sconveniente, ma so anche il perché e questo non ha a che vedere costi di costruzione o manutenzione, smantellamento o di sicurezza, ma perché chi deve mettere cassa non rischia di buttare miliardi per un referendum popolare. Che è anche il motivo per cui gli interessi sull'investimento salgono. Perchè vedi puoi fare tutta la retorica che vuoi, ma i costi livellati specie quelli LTO, il rapporto vittime per terawatt e le emissioni parlano chiaro a differenza tua che continui a omettere quali sono le conseguenze disastrose di Fukushima che usi come argomento contro il nucleare in Italia, salvo poi ignorare arbitrariamente che non è replicabile in Italia. Possiamo avere un confronto, ma non retorico e disonesto, iniziando da quello che insinui su Fukushima e come questo sarebbe un problema da noi

sibir

Certo che è negativo in termini di energia, ma dimentichi perchè. Semplicemente perchè essendo non assorbita dalla rete nazionale, in mote fasce notturne, la produzione francese, di notte la vendono a prezzi irrisori, per poi comprarla a caro prezzo in diurna. Quindi?

Non certo perchè manca produzione in ita!

Android

Ho installato la ColorOS 12 su Find X3 Pro, ecco le principali novità | Video

Amd

CPU: ecco cosa ci riserva il 2022 di AMD e Intel. Meglio comprare o aspettare?

Articolo

Netflix, la novità in arrivo a febbraio 2022

HDMotori.it

Recensione Jeep Compass 4xe PHEV: SUV ibrido plug-in a trazione integrale | Video