Amazon Luna porta i giochi in streaming su iOS: cosa aspettano Google e Microsoft?

25 Settembre 2020 80

Nel corso della serata di ieri Amazon ha lanciato Luna, il suo nuovo servizio di giochi in streaming pronto a sbarcare a breve nel mercato statunitense.

Da quello che abbiamo visto in fase di presentazione, Luna non è ancora un servizio completo e ci sono diversi punti da chiarire riguardo la formula della sua proposta videoludica. Ad esempio, sappiamo che verranno proposti dei canali tematici a pagamento - si parte con Luna+ e con il canale Ubisoft - dai quali sarà possibile accedere ad una selezione di giochi, mentre non è chiaro se il servizio fornirà anche un catalogo unico in stile Game Pass o se permetterà di acquistare singolarmente i giochi, un po' come accade su Stadia.

Nonostante queste domande, sembra che Amazon abbia comunque fatto qualcosa di più rispetto ad ogni altro concorrente presente in questo mercato: è riuscita a portare il suo servizio su iOS senza ricorrere a trattamenti di favore o violando le regole dell'App Store. Tutt'altro. Lo ha fatto nell'unico modo in grado di garantirle completa indipendenza da Apple, aggirando anche il bisogno di dover utilizzare i metodi di pagamento che avrebbero portato il 30% (il 15% sugli abbonamenti ricorrenti) dei suoi ricavi nelle casse di Cupertino.

Il controller di Amazon Luna funziona esattamente come quello di Stadia: si collega automaticamente alla rete e permette la fruizione dei giochi in streaming senza la necessità di avere una console

Per evitare tutto questo è bastato offrire l'accesso a Luna tramite una semplice web app, eseguibile direttamente da Safari. Tra i requisiti del servizio, infatti, notiamo che per sfruttarlo da iOS e iPadOS è solamente necessario disporre dell'ultima versione dei sistemi operativi e del browser integrato: nulla di più.

Amazon può quindi sbarcare sin da subito sui dispositivi della Mela e a questo punto viene da chiedersi: cosa stanno aspettando i vari Google Stadia, xCloud, GeForce NOW e PlayStation Now? Tra l'altro, Stadia e GeForce NOW supportano già la fruizione del servizio da web su altre piattaforme (utilizzando Chrome), quindi non è chiaro quale sia il reale impedimento che non consenta di sviluppare una web app adatta allo streaming su iOS e iPadOS.

Non vogliamo credere che nessuna delle altre aziende non abbia preso in considerazione questa opzione, ma effettivamente lo scenario che si prospetta è il seguente: o l'azienda di Bezos sta utilizzando una strategia ingenua, già considerata e scartata per motivazioni tecniche da tutti i suoi concorrenti, o effettivamente Amazon è stata l'unica società a pensare fuori dagli schemi e a trovare una soluzione efficace che le consenta di portare i suoi servizi agli utenti iOS in barba alle restrizioni di Apple. Sarebbe interessante avere un commento di Google, Microsoft, Nvidia e Sony sulla questione.


80

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GianTT

Sto pensando (senza sapere se sia qualcosa che esiste o fattibile) a un subset di librerie grafiche in locale richiamate dai giochi in cloud per migliorare la definizione dello streaming via video, facendo quindi un mix che permetterebbe con l'app di avere il gioco in cloud con un consumo di banda più contenuto. Ovviamente lo scrivo senza sapere se quanto detto è una caxxata enorme

PistacchioScemo

Pensa che quella nicchia porta la maggiorparte dei soldi... E' come quando ogni anno si fanno le analisi delle vendite e dei profitti. es: Samsung vende il doppio di apple ma apple guadagna il doppio di samsung.

GeneralZod

La connessione con il controller la vedo piuttosto inutile, lenta e ridondante. Nel browser consumerai solo uno streaming video. O app nativa, o web, sempre un video sarà. Ovviamente potrei sbagliarmi ma ha molto senso per quello che sappiamo.

pako8x

Ah, buono a sapersi, l'ultima volta che ho provato (un po'di mesi fa) era abbastanza scadente.

GianTT

Però è vero che un’app consente di sfruttare API complesse per la gestione dei flussi o per la connessione con il controller, con u a web app molto invece si perde. Tipo Maps su web rispetto l’app, inutile dire quale versione sia migliore su mobile

Babi
Andrej Peribar

Interessante.
Ora non ho voglia tempo ;p

Ma leggerò con interesse i link.

Grazie!

piero

quasi sicuramente utilizzeranno le web api gamepad standard.
qui info sulle classi
https: //www .w3 .org /TR / gamepad/
qui la compatibilità dei browser
https:// caniuse. com/ gamepad

come vedete anche se si tratta ancora di working draft la compatibilità è al 95%

piero

che non ci abbiano pensato è quasi impossibile. la web app è una delle prime soluzioni base onde evitare di creare app native.
le prestazioni non sono le stesse, ma ovviamente è una soluzione a costo minore ed è accessibile da qualunque browser

T. P.

Sarà?
Comunque resta strano che nessun altro non ci abbia pensato o lo abbia fatto...

piero

you win. perfect

Antonio Guacci

?
Se è una web app, non paga nulla a Apple: passa tramite browser.

T. P.

penso: come lo ha fatto amazon, lo potevano fare gli altri...
non ci hanno pensato?
possibile ma forse ci sono anche altre ragioni..
magari non volevano pagare quanto chiedeva apple.
amazon lo ha fatto forse perchè è stata disposta a pagarle o forse perchè ha avuto uno sconto...
ipotesi, ovviamente, solo ipotesi...

xfoprofeta

ma e cosi importante che esca su IOS,?alla fine e una nicchia di mercato,l utenza android e notevolmente maggiore.

Dark!tetto

Infatti mi chiedo se basta per aggirare le regole di game streaming di apple..

Dark!tetto

L'esperienza stadia su Chrome è ottima, almeno al momento.

Dark!tetto

Mah, io non capisco stavolta, se luna può essere avviato da safari senza problemi e senza l'indicizzazione allo store e senza necessità di app dedicata come ha chiesto Apple il problema di bloccare stadia qual'è ?

Andrej Peribar

Potrebbe essere.
Vedremo un po' se hanno trovato l'uovo di colombo o c'è altro.
troppo recente la notizia, non sono riuscito a farmi una idea precisa :)

GeneralZod

Sarà, ma i server grafici che hanno fanno paura.

GTX88 (No alle imitazioni)

Assolutamente, ma a livello gaming fanno ridere, basta vedere lo schifo di gioco free che hanno fatto uscire

GeneralZod

Perciò dico che su Safari o Chrome o altro browser consigliato avrai un comune costrutto HTML 5 / Javascript. Il controller non passerà per il dispositivo per evitare inutili passaggi e relativi delay e tu avrai direttamente il risultato su schermo. Io la disegnerei così, di sicuro usando gli stream di Kinesis.

Andrej Peribar

OK, ma ho ricaricato la discussione perchè non ricordavo esattamente il suo evolvere.
Comunque anche se il pad è collegato in maniera diretta, ciò che vedi passerà sempre o per un app o per il browser. quindi lato lag potrebbe essere lo stesso, lato restrizioni o standard o banali DRM gestiti o meno da safari in modo corretto rendono differente il lato tecnico della faccenda.
Safari non è neutro come una app dedicata.
Come non lo è chrome o altri browser.

GeneralZod
Questo controller sarà connesso direttamente al server cloud, potremo dunque passare senza difficoltà da uno schermo all'altro, senza necessità di effettuare un nuovo accoppiamento


Semplicemente non lo fai proprio l'accoppiamento.

GeneralZod

Tempo fa lessi una cosa analoga per Stadia, che si collegava in modo diretto. Per Luna l'ho letto ieri notte nell'articolo qui su HDBlog.

Andrej Peribar

In che servizio, in stadia? o anche in luna?

Migliorate Apple music

Non so come si strutturi il controller di Luna, so sole che quello di Google l'hanno implementato negli ultimi giorni

GeneralZod

Il controller si collega al server in modo diretto. Sul display vedi solo il risultato delle azioni del server. Il controller non è necessariamente collegato con il tablet.

GeneralZod

L'azienda più indietro. N.1 al mondo per servizi Cloud. Offre finanche risorse in quantum computing. Parliamone.

GTX88 (No alle imitazioni)

Certo

GeneralZod

Non credo sia necessario che il controller sia collegato ad un iPad/iPhone, almeno nel caso di Luna.

GeneralZod

Fondamentalmente su browser vedi solo uno streaming video. E' il controller ad inviare direttamente le istruzioni ai server di gioco. Non vedo grosse differenze rispetto all'uso di un'app nativa che comunque si troverebbe a dover riprodurre uno streaming video allo stesso modo. Poi magari il diavolo è come spesso capita nei dettagli, ma ad occhio potrebbero non esserci problemi.

Watta

eclissato era il temine piu adatto

Lolloso

insomma Microsoft non è più neanche tanto "cloud first" alla fine, va che magari poi viene ritirato e chiuso anche xcloud

daniele

Nn ci guadagna niente apple, luna gira via browser, e tra poco estesa a tutti i browser

daniele

Loro non hanno un bel niente. E non accettano nel loro store nessuna piattaforma di gaming in streming, che sia stadia, game pass o altro

GianL

Loro hanno Apple Arcade :-O
Per ora l'eseguibile gira sul device ma è un attimo centralizzare l'esecuzione del codice.
Poi serve un catalogo degno.

GianL

immagino che nella prossima versione di Safari lo streaming di Luna uscirà "stranamente" rallentato

Antonio Guacci

Web app = non passa per l'App Store.

Ryuza

Quindi di fatto non è un app nativa iOS, ma è un web app accessibile da browser.
Beh, bella m****. Ma la colpa ovviamente non è di Amazon che ha fatto l’unica cosa possibile per portare il suo servizio su iOS, ma delle regole senza senso dell’App Store.

ermo87

sono già pappa e ciccia, amazon è privilegiata sull'apple store e i servizi apple sono in esclusiva sulle firestick. palesemente la cosa si estenderà al gaming ma non è un successo così assicurato ovviamente.

ermo87

stadia non ha abbonamento obbligatorio, puoi comprare semplicemente un gioco e godertelo in fullhd.

ondaflex

6 euro/mese, gamepad generico e fire stick 4k...fosse così proverei a giocare per la prima volta...magari mi piacerà

luca

cambia perché microsoft e google offrirebbero un servizio che compete direttamente con apple, cedere su questo potrebbe costringere la società della mela a cedere su altro in futuro.
Cambia che se le webapp fossero così apprezzate dagli uttenti, tutti gli sviluppatori opterebbero per quelle invece che pagare il 30% a Apple.
Di fatto Apple si sta dando un vantaggio sui competitor.
In ultimo, cambia anche che, tutti i browser su ios devono usare una versione castrata del motore di Safari che di fatto fa si che le webapp siano ancora sotto il controllo di Apple anche se in forma meno stringente.

trodert

Probabilmente il cloud gaming sarà il futuro, ma si rischia di doppiare la situazione dei servizi di streaming video o dello sport, dovendo fare più abbonamenti per giocare. Sicuramente Amazon parte meglio di Stadia, che con la sua formula abbonamento + giochi a parte ha già un piede sul google graveyard, invece il più completo per giochi è Xcloud che però manca del fullHD e del supporto a pc e smart TV

Andrea M.

eh beccati sto PACCO!

Andrej Peribar

È curioso infatti, ma è ancora troppo "fresca" la faccenda per capire in effettivamente quale è il punto. imho

pako8x

È normale che per Amazon questo sia un plus a livello di marketing essendo l'ultima arrivata, come è normale che Microsoft e Google abbiano atteso fino ad oggi sperando di costringere Apple a piegarsi. Ora però credo che saranno costretti ad utilizzare anche loro questa soluzione, dato che rischierebbero di restare indietro.
Poi certo, magari questa soluzione renderà l'esperienza peggiore rispetto alle altre soluzioni su altri dispositivi, ma la presenza è necessaria se vuoi assicurarti una fetta di utenti della mela.

lello

Eh bravo, dannate sedi legali in Olanda....

Watta
Nuanda

Ti posso rispondere per l'esperienza che ho dus Stadia per prestaxiini, qualità e input lag Stadia da il meglio di sé su Chromecast, poi su app Android e solo per ultimo da web...

Recensione iPhone 12, è quello da comprare...per quasi tutti!

iPhone 12 ufficiale: si fa anche Mini, Pro e Max. Caratteristiche e PREZZI | Video

iPad di ottava gen e iPad Air 4gen ufficiali: potenza e tanti colori | Prezzi ITA

Apple Watch Series 6 ed SE ufficiali: tanti modelli per tutte le tasche | Prezzi Italia