Paramount+, il servizio streaming arriverà in Italia a settembre

21 Giugno 2022 102

È ufficiale: Paramount+, il servizio streaming premium di Paramount Global, arriverà in Italia a settembre. L'annuncio conferma le precedenti anticipazioni fornite dalla stessa Paramount. L'espansione del servizio in Europa coinvolgerà anche Francia, Germania, Svizzera, e Austria dove Paramount+ arriverà a dicembre. Al lancio sarà disponibile un catalogo che offrirà oltre 8.000 ore di intrattenimento tra produzioni internazionali, originali e anche italiane. Si parla per la precisione di titoli Paramount+ Original, SHOWTIME, Paramount Pictures, Comedy Central, MTV, Nickelodeon, NickJr e Smithsonian.

Tra i franchi se più polari, disponibili al lancio, citiamo "Star Trek", "South Park", "MTV Shores" e show per il pubblico più giovane come "SpongeBob SquarePants" e "PAW Patrol". Il comunicato ufficiale sottolinea che tra i nuovi contenuti in anteprima vi saranno anche quelli che coniugheranno un respiro internazionale con una forte connotazione locale.

Jaime Ondarza, EVP & South EMEA Hub Leader, Head of Streaming Southern Europe, Latin America, MIddle East & Africa, ha dichiarato:

Siamo entusiasti di annunciare l’arrivo di Paramount+, il nostro servizio streaming, in Italia. E siamo orgogliosi di presentare al pubblico l'offerta di titoli disponibili, un’integrazione perfetta tra contenuti globali, quali Scream e il franchise Star Trek, e contenuti locali disponibili al lancio come Circeo, 14 giorni, Corpo Libero e più avanti Miss Fallaci. Un’offerta forte e strutturata composta di cinema, serie, prodotti originali di MTV, grandi titoli per bambini e famiglie che fanno capo a Nickelodeon e documentari che si rivolge a un pubblico vasto ed eterogeneo facendo leva su prestigiosi Paramount+ Original tra cui The Offer, The First Lady e Tulsa King. Il lancio di Paramount+ in Italia rafforza il nostro posizionamento nel segmento dello streaming, arricchendo e completando il nostro vasto ecosistema che vanta così due piattaforme OTT (l'altra è Pluto TV - N.d.R.) e i nostri canali lineari, pay e FTA (Free-To-Air, quelli gratuiti e non criptati - N.d.R.).

LE PRODUZIONI LOCALI E ITALIANE
Circeo

La lista di titoli italiani in arrivo comprende titoli come "Circeo", la serie prodotta che ripercorre tutte le fasi del processo seguito al terribile caso di cronaca del 1975. A seguire la sinossi:

La serie ha come protagonista Greta Scarano nei panni di Teresa Capogrossi, un avvocato che si batte con convinzione per la riforma della legge sulla violenza sessuale e che prenderà le difese di Donatella Colasanti, (interpretata dalla giovanissima Ambrosia Caldarelli), cercando non soltanto di vincere il processo ma anche di cambiare la legge. La serie, tratta da un'idea di Flaminia Gressi e da un soggetto di serie di Flaminia Gressi e di Lisa Nur Sultan, è scritta dalle due autrici insieme a Viola Rispoli e diretta da Andrea Molaioli. Vede, tra i suoi interpreti, anche Angelo Spagnoletti, Pia Lanciotti, Enrico Ianniello, Francesca Antonelli, Benedetta Cimatti e Guglielmo Poggi.

Il catalogo italiano di Paramount+ Original, includerà poi "14 giorni", la commedia romantica scritta e diretta da Ivan Cotroneo che racconta la storia di una coppia, Marta (Carlotta Natoli) e Lorenzo (Thomas Trabacchi). Il materiale stampa ne fotografa la trama con poche parole: una casa, una crisi esplosiva e due settimane di clausura forzata. Proseguiamo con "Corpo Libero", una serie thriller tratta dall'omonimo libro di Ilaria Bernardini e scritta con Chiara Barzini, Ludovica Rampoldi e Giordana Mari. Alla regia troviamo Cosima Spender e Valerio Bonelli, gli autori della docuserie "SanPa". Corpo Libero è ambientata nel mondo della ginnastica artistica e si inserisce nel genere "teen drama".

Nel 2023 arriverà "Miss Fallaci", la serie che racconterà con ironia e irriverenza le esperienze della giovane reporter Oriana Fallaci nelle New York e Hollywood di fine anni '50, prima che diventasse la prima donna italiana inviata di guerra e una famosa scrittrice conosciuta in tutto il mondo. Concludiamo l'elenco con "Bosé", serie biopic in sei puntate sulla vita del cantante e attore spagnolo.

I TITOLI PARAMOUNT+ ORIGINAL E SHOWTIME
1883

I contenuti disponibili da settembre comprenderanno numerose produzioni Paramount+ Original. Iniziamo da "The Offer", la miniserie con Miles Teller e Juno Temple che porterà gli spettatori nel dietro le quinte del cult "Il Padrino". Si prosegue poi con "Jerry & Marge Go Large", una commedia con protagonisti Bryan Cranston e Annette Bening. Tra le altre novità citiamo "1883", serie western ideata da Taylor Sheridan e prequel di "Yellowstone", "Grease: Rise of the Pink Ladies", il prequel dei celebri film basati sull'omonimo musical di Jim Jacobs e Warren Casey, "Star Trek: Strange New Worlds" e "Star Trek: Prodigy", le due nuove serie ambientate nell'universo narrativo di Star Trek.

In autunno debutterà invece "Rabbit Hole", serie definita "spy-drama" in 8 episodi con protagonista Kiefer Sutherland nel ruolo di un maestro dell'inganno nel mondo dello spionaggio aziendale, incastrato per omicidio da forze potenti con la capacità di controllare la popolazione. Seguirà poi "Tulsa King", "crime-drama" con Sylvester Stallone che interpreta un boss mafioso. Helen Mirren e Harrison Ford saranno invece i protagonisti di "1932", serie incentrata sulla famiglia Dutton durante il periodo dell’espansione occidentale, il proibizionismo e la Grande Depressione.

Completato l'elenco delle produzioni Paramount+ Original passiamo a quelle SHOWTIME cominciando da "First Lady", serie dedicata a tre iconiche first lady della storia degli Stati Uniti: Michelle Obama (interpretata dal premio Oscar Viola Davis), Betty Ford (Michelle Pfeiffer) e Eleanor Roosevelt (Gillian Anderson). Arriveranno poi "American Gigolò", la serie basata sull’omonimo film, "Super Pumped: The Battle for Uber", con Joseph Gordon-Levitt e Uma Thurman, e "The Man Who Fell to Earth", serie tratta dal romanzo di Walter Tevis che ha ispirato l’omonimo film del 1976 con David Bowie, la serie comedy "I Love That for You" e anche "Halo" con Pablo Schreiber, la serie tratta dall'omonimo videogioco già trasmessa in Italia da Sky.

I FILM BLOCKBUSTER E I CONTENUTI PER BAMBINI
Scream

Le serie TV non saranno gli unici titoli proposti da Paramount+: gli utenti avranno accesso anche all'ampia libreria di film. Si parla anzitutto dei grandi classici, come "Grease", "Il Padrino", tutte le incarnazioni di "Star Trek", "Top Gun" e "Transformers". A questi si aggiungeranno periodicamente le uscite più recenti che saranno disponibili in esclusiva sulla piattaforma: uno dei primi film che vedremo è l'ultimo capitolo della saga di "Scream".

Non mancherà poi un'ampia sezione dedicata alle famiglie e ai bambini: da settembre sono in arrivo il revival della serie "iCarly" con l’attrice Miranda Cosgrove, la nuova serie animata "Big Nate", il reboot dei "Rugrats" e "Due Fantagenitori: ancora più fanta", una nuova serie in tecnica mista, live action e animazione, tratta dalla storica serie animata di Nickelodeon. Tra le pellicole si fanno i nomi di "Clifford – Il grande cane rosso", "Rumble" e "Sonic 2".

LE PRODUZIONI ORIGINALI INTERNAZIONALI
Tulsa

Il corposo comunicato stampa diffuso da Paramount si conclude con le produzioni originali internazionali: il progetto prevede 150 contenuti in arrivo entro il 2025. L'idea è quella di portare i contenuti locali di forte impatto anche negli altri Paesi, in modo da offrire una maggiore varietà e soddisfare i gusti di ogni tipologia di pubblico. Tutti gli Original di questo tipo saranno realizzati in collaborazione con VIS, lo studio internazionale di Paramount.

Tra i contenuti locali che debutteranno in tutti i Paesi, inclusa l’Italia, troviamo i seguenti titoli:

  • "Murder of God’s Banker" (internazionale): docu-serie che racconta l'omicidio del banchiere italiano Roberto Calvi, il cui corpo viene trovato appeso a un ponte di Londra. Inizialmente dichiarato un suicidio, si scopre in seguito che molti volevano la morte di Calvi, che aveva presieduto al crollo di una grande banca italiana il cui maggiore azionista era il Vaticano.
  • "MASK: Marie Antoinette Serial Killer" (Francia): serie thriller-fantasy per ragazzi basata sul romanzo "Marie Antoinette Serial Killer" dell'autrice Katie Alender. La serie è incentrata su quattro giovani ragazze di Toledo, Ohio, in vacanza a Parigi. Mentre esplorano il lato più pericoloso della città, si ritrovano coinvolte in una misteriosa serie di omicidi. L'assassino potrebbe essere il fantasma della defunta regina Maria Antonietta?
  • "A Thin Line - Una linea sottile" (Germania): le sorelle gemelle "hacktiviste" Anna e Benni hanno un unico scopo, quello di denunciare le malefatte ambientali con ogni mezzo. Ma quando la loro intrusione all'interno di un server governativo porta a un raid della polizia, Anna viene catturata e Benni scompare nella clandestinità iniziando a prestare le sue forze a un nuovo gruppo terroristico radicale che non lesina azioni violente contro lo Stato e le aziende. Le sorelle si ritrovano quindi su fronti opposti.
  • "The Sheikh (Der Scheich)" (Germania): racconta la storia vera di un artista della truffa. Ringo, un uomo ridicolizzato nella sua città, si reinventa erede di una fortuna araba e porta il sistema politico ed economico della Svizzera sull'orlo di una crisi nazionale.
  • "Sinaloa's First Lady" (Messico): serie che racconta la vita affascinante ma instabile della famigerata Beauty Queen Bride di El Chapo, Emma Coronel, un'innocente contadina diventata un'icona feroce dopo aver spostato il criminale più formidabile del Messico. Una storia di amore, sesso, droga e pericolo.
  • "One Must Die" (Messico): thriller incentrato su sette persone che vengono rapite e si ritrovano improvvisamente a far parte di un gioco mortale. Mentre il tempo scorre, per sopravvivere i sette partecipanti devono sceglierne uno che muoia e il prescelto dovrà essere d'accordo.
  • "The Chemistry of Death (Simon Becketts Die Chemie des Todes)" (Germania): serie crime psicologica basata sui bestseller di Simon Beckett che avrà come protagonista Harry Treadaway (Penny Dreadful) nei panni dell'antropologo forense Dr. David Hunter, insieme a Katie Leung (The Wheel of Time), Nick Blood (Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.), Amy Nuttall (Downton Abbey), David Hayman (Fisherman's Friends) e Hardy Krüger Jr (Uppercut).
DISPONIBILE PER GLI UTENTI SKY CINEMA SENZA COSTI AGGIUNTIVI

Paramount+ sarà disponibile on line tramite il sito ufficiale, su smartphone e tablet iOS e Android, Sky Q e Smart TV. Per queste ultime non è stato ancora fornito un elenco completo dei modelli supportati. Ricordiamo che Paramount Global ha stretto un accordo con Sky che abiliterà l'accesso senza costi aggiuntivi a tutti gli abbonati Sky Cinema.

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Phone2go a 249 euro oppure da Amazon a 389 euro.

102

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Leopoldo Cagnone

Se ci trovo la serie tv tutti amano Raymond un piccolo pensiero glielo faccio.....

rsMkII

Sono la cosa più imbarazzante che esista, si sente proprio da lontano la puzza di americanata.

rsMkII

Si chiama nuovo giornalismo e si basa su due pilastri fondamentali che sono stati teorizzati da più esperti del campo:
1. la dettatura vocale
2. la non rilettura di quanto scritto

Il tutto, se condito con il giusto impiego di Google Translate per certi articoli o di copia incolla in altri, con combinazioni lineari dei due, porta a questi risultati di tutto rispetto che affondano le radici nella libertà di espressione libera, che è la corrente di pensiero dello scrivere ad minchiam senza preoccuparsi del come e del perché e facendo leva sul saggio intitolato "ciascuno vale per uno e la tua grammatica non la accetto".

rsMkII

Lo attendo quanto si attende il Nothing Phone.

ZiuZiu

corro subito !!!!

PyEr

Mai sopportate le locandine dove gli attori ti fissano, ma che vogliono?

Lukinho

Ormai tutti i producer hanno il proprio servizio in streaming, a discapito di noi consumatori, che prima avevamo contenitori quali SKY che cercavano di comprare i diritti un po' di tutti i produttori per offrirli ai propri clienti, mentre invece non è più così. Ma credo che arriverà il punto di rottura...cioè che molti capiranno che non possono offrire 10-15 piattaforme di streaming.

TheRockO

Vai, un altro ancora.

FrancescoB
Tra i franchi se più polari, disponibili al lancio, citiamo

che lingua sarebbe?

MatitaNera

Quelle foto con quelle pose e la faccia "intensa" fanno ridere chi ha un minimo di buon gusto. Per gli altri... ci sono queste scemenze.

Migliorate Apple music

si

Rapidashmarino

dovrebbe essere incluso per i clienti sky cinema

Riku

Servizio in streaming evitabile e di dubbia utilità, rimarrà ad una nicchia ristrettissima di utenti

Migliorate Apple music

Diciamo che il costo di 1 BD appena uscito non è proprio paragonabile

Migliorate Apple music

Sicuramente ci sarà. La quarta era andata su pluto tv e la trovi su un paio di store al momento

Io detesto già di mio ogni genere di etichetta

Portobello

per me l'offerta in chiaro è più che sufficiente. E poi vuoi mettere goderti un bel film dopo aver sudato sette camicie per trovarlo?

Marco

mah guarda, per me guardare un film la sera è un modo di staccare ... solo l'idea di dovermi mettere a cercare su torrent, mettere nella pennina mettere nel televisore... o cercare lo streaming sul pc , trovarne uno decente , colegare il pc alla tv ecc... mi sarebbe già passata la voglia

BlackLagoon

Per due film/doc/partite che vedi ogni tanto devi pagare, ci mancherebbe. Se non te lo puoi permettere non li vedi. Se invece non lo ritieni economicamente sensato, aspetti di aver accumulato materiale per cui vale la pena pagare l'abbonamento e te li vedi tutti in un mese.

Allora ho capito male.

I due film ogni tanto puoi prenderli a noleggio da Google / Microsoft / Apple / PlayStation / Amazon ecc.
Ripeto che non sono il paladino della legalità, ma oggi come oggi diciamo che è facile restare nel legale senza svenarsi anche se un po' a tutti è capitato e capiterà quel contenuto che vedi in streaming e che magari non avresti mai pagato se non l'avessi avuto gratis.
Però contenuti interessanti che cerchi e desideri vedere sarebbe opportuno pagarli finché si può.

pollopopo
boosook

La frammentazione in effetti sta diventando eccessiva. Così non è più sostenibile, a meno di non fare continuamente attiva/disattiva di un singolo servizio (e guardare un mese Netflix, uno Paramount, uno Disney eccetera) o condividere pesantemente gli account, il che però aggiunge scomodità e riporta in auge la pirateria.
Purtroppo l'esosità delle case di produzione ha impedito il ripetersi della situazione che si è avuta con la musica, dove basta un servizio singolo e poi è il servizio che redistribuisce le royalties, e che ha sostanzialmente sconfitto la pirateria.

Walter

ci voleva l' ennesimo servizio di streaming

pollopopo
pollopopo

Ribadisco, pago netflix 4k, sky, disney e prime video e in esclusiva, usati su una sola tv praticamente

Se mi offrono una soluzione gratuita con pubblicità posso valutarla, se non ne la offrono, come già detto, non perdo il sonno dietro gli abbonamenti....

Portobello

su questo hai ragione, infatti non dico di essere nel giusto. Ma nel mio caso, ste robe in abbonamento non le faccio perchè per due film/doc/partite che vedo ogni tanto devo pagare anche per il resto dei contenuti che non sono di mio interesse e che mai vedrò.

Komparema

si beh come detto è un evento più unico che raro, ma accade purtroppo

Certo, sappiamo farlo tutti, ma a che pro? Se tutti facessero così semplicemente non si produrrebbero più contenuti e/o diffonderli legalmente costerebbe ancora di più.
Oltretutto attori, regista, sceneggiatori, costumisti, montatori, truccatori, dirigenti, pubblicitari, tecnici, ecc. non si pagano da soli.

Portobello

io non spendo un c4zz0 e guarda un po'? ho accesso via streming/torrent/altro a tutti i contenuti che desidero... certo si fa più fatica e si perde più tempo ma considera a costo praticamente nullo.

Portobello
ho di meglio da far nella vita

oltre a vederti sky, netflix e disney?

ErCipolla

Quelli ci sono solo per i film al cinema. La roba proveniente dai servizi di streaming la trovi subito in alta qualità, se guardi nei posti giusti.

Marco

proprio qualche settimana fa mi sono guardato kill bill vol1 su netflix e poi il giorno dopo non ho trovato il 2 perchè non in catalogo... fortunatamente era su tim vision che ho , se no mi sarebbero girate un po' le pelotas

momentarybliss

Volevo dire l'ultima che è uscita anche su Pluto, era già la quarta quindi. Non è che mi faccia impazzire, per quello ho perso il conto, però in periodi di magra va comunque bene

T. P.

ahahaha

ErCipolla
Felix

Ennesimo valore aggiunto per l’abbonato Sky, ottima notizia.

Forse vorrai dire la quinta stagione (che stanno girando in questo momento). La terza stagione è stata trasmessa anni fa su Netflix e non credo esista ancora un solo fan che non l'abbia vista.

T. P.

a me pare di ricordare che in qualche episodio si incontravano proprio in Daria ma forse ricordo male!
ricordavo la cosa dello spin-off ed è quindi possibile che, in realtà, mi confonda con B&BH

ErCipolla

In B&BH era compagna di classe dei protagonisti, e spesso sottolineava la loro idiozia.
In Daria loro non compaiono quasi mai mi pare di ricordare, è ambientato in un'altra città.

Io non faccio il moralista e sono il primo che è consapevole che se magari vuoi vedere UN film specifico, sulle piattaforme non lo trovi e se il noleggio del singolo film costa 12€ mentre sul sito vattelapesca costa 0€ la tentazione è forte.
Non ci sta, ma è comprensibile.
Però tu parli di un sistema studiato e sistemico, con applicazioni dedicate, magari anche dietro un pagamento al ribasso.
Sinceramente questo atteggiamento va fuori dalla comprensione e diventa abbastanza opinabile.
Prima che esistesse Internet si andava alla videoteca e con 1,5€ noleggiavi il film o speravi uscisse in TV.
Ora abbiamo tanta roba a basso costo e continuiamo a cercare metodi per non pagare nulla per queste opere, sinceramente non è un atteggiamento più accettabile.
Ripeto, un film una volta ogni morte di Papa lo capisco, ma così... No.

T. P.

se ben ricordo, infatti si incontravano con una certa frequenza...
o ricordo male?

Jaws 19
ErCipolla

Haha, mitico Celebrity Deathmatch.
Daria per chi non lo sapesse era proprio uno spin-off di Beavis & Butt-Head. Molto valido anche quello, più "serio" ma comunque divertente grazie al sarcasmo estremo della protagonista

PyErSeiSc3mo

gli stupydi parlano così

Gold

Ma più che altro una volta che ti abitui a vedere i film in buona qualità è difficile tornare a vedere film in streaming illegale a 480p con i sottotitoli in coreano

PyErSeiSc3mo

parla per te. Io sono ricco e faccio l'abbonamento singolo a ogni membro della mia family

momentarybliss

Grazie per aver citato MTV così mi è venuto da controllare se era già uscita la stagione 7 di Fear the walking dead, è in streaming dal 11 giugno e su Now non ne avevo vista traccia

PyErSeiSc3mo

ehehehehe

PyErSeiSc3mo

quanto sei old. ma vai in tomba

Gamma TV LG 2022: tutte le novità su OLED evo, QNED, Smart TV e processori

Samsung annuncia ufficialmente i TV QD-OLED S95B: si parte da 2.200 dollari

Samsung annuncia la gamma TV Neo QLED 2022: tutte le caratteristiche e i prezzi

Sony LinkBuds: le cuffie true wireless che controlli a gesti | Recensione