DTS Play-Fi: per creare un impianto home cinema bastano TV compatibili e Wi-Fi

18 Agosto 2021 5

DTS ha annunciato l'arrivo di una nuova funzione per il DTS Play-Fi, una tecnologia che permette di realizzare sistemi multi-room capaci di diffondere la musica in tutti gli ambienti della casa. A differenza di altre soluzioni, DTS Play-Fi si basa sulla connettività Wi-Fi standard e non richiede pertanto hardware aggiuntivi che impattano inevitabilmente sui costi. Vari produttori supportano la soluzione di DTS sulla propria gamma TV: citiamo ad esempio Philips, HiSense e Loewe.

L'ultima novità sviluppata da DTS prende il nome di DTS Play-Fi Home Theater Technology e permette di realizzare impianti audio multi-canale collegando i TV con speaker o soundbar compatibili. La differenza rispetto al passato è proprio insita nel numero di canali supportati: non più stereo ma fino a 5 con l'aggiunta di subwoofer. La versatilità promessa sulla carta è notevole: gli utenti possono ad esempio partire dalla sezione audio integrata nei televisori ed aggiungere degli speaker per i canali posteriori. Chi desidera fare un ulteriore salto in avanti può sostituire il sistema audio dei TV con una soundbar Play-Fi, creando un impianto home cinema senza bisogno di cavi per il collegamento dei componenti.


Play-Fi permette anche di aggiungere solamente un subwoofer per rinforzare le basse frequenze, demandando il resto al televisore. Ovviamente restano disponibili tutte le opzioni multi-room, utili per raggruppare i prodotti sia per la riproduzione di musica. Tramite l'apposita applicazione si può estendere l'uso anche alle cuffie. La tecnologia di DTS si adatta automaticamente in base al numero di speaker collegati ai televisori.

Nel flusso audio inviato agli speaker si possono inserire anche i canali virtuali con sviluppo in altezza per il Dolby Atmos e il DTS:X. Si può poi gestire l'alta risoluzione con una qualità fino a 192 kHz / 24-bit e una latenza contenuta in meno di un millisecondo. I primi TV dotati di DTS Play-Fi Home Theater arriveranno sul mercato nel terzo trimestre del 2021 (si dovrebbe partire con gli Android TV) e manterranno la piena compatibilità con i prodotti Play-Fi già in commercio. Ricordiamo che sono numerosi i produttori che integrano Play-Fi nei propri dispositivi: citiamo tra gli altri Klipsch, Onkyo, Philips, Paradigm, Pioneer e Polk Audio.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
matteventu

DLNA permette solo di fare streaming da piattaforma a piattaforma di un "intero" contenuto, mentre Play-Fi (oltre ad un più granulare controllo multiroom) permette
1- Di diffondere il contenuto della sorgente su numerosi "target" audio, con audio e video sincronizzati.
2- Guardare video su un dispositivo e streamare l'audio su altri dispositivi (sincronizzato al video).

Nicola Buriani

Veicoli di tutto, anche formati a oggetti e lossless.

Massimo Olivieri

qual'è il vantaggio di usare adesso Play-Fi rispetto al DLNA?

GeneralZod

Non ho capito se poi del comune Dolby Digital possa essere veicolato secondo questo protocollo.
Comunque c'è bisogno di standard come questo che altrimenti ognuno si implementa la sua tech (es. Sonos) e si resta ingabbiati.

matteventu

Per quanto le app Play-Fi facciano pena, come protocollo e' quanto di piu' vicino ad AirPlay 2 ci sia su Android, il che lo rende praticamente piu' unico che raro.

Con Chromecast non puoi fare il 95% di cose che Play-Fi permette (lato diffusione audio).

L'unica cosa che non ho capito e' se con questa nuova funzionalita' sara' anche possibile trasmettere, da un TV abilitato, audio a target come amplificatori di rete con supporto Play-Fi.

O, usando l'app a pagamento Play-Fi HD per Windows, trasmettere (totalmente wireless) il flusso audio di un video che si sta guardando (per esempio un video YouTube sul portatile) ad un amplificatore di rete con supporto Play-Fi.

(gli amplificatori Play-Fi possono solo trasmettere ad altri dispositivi, o possono anche ricevere? oppure la ricezione e' possibile solo dalle casse attive?)

TV Samsung QD-OLED: come funzionano e 25% di luminosità in più degli Oled WRGB

Recensione Cuffie Corsair Virtuoso RGB Wireless XT: versatilità al top

Recensione Sony Alpha 7 IV: l'evoluzione della specie | Video

Apple AirPods 3 ufficiali con Spatial Audio a 199 euro | Disponibili su Amazon