Reavon UBR-X100 e UBR-X200: in arrivo due nuovi lettori Ultra HD Blu-ray

05 Marzo 2021 13

Due nuovi lettori Ultra HD Blu-ray si apprestano a giungere sul mercato grazie a Reavon, che ha annunciato i modelli UBR-X100 e UBR-X200. Dietro ad un marchio al debutto c'è Groupe Archisoft, la stessa casa madre che realizza anche i media-player Zappiti, premiati all'ultima edizione degli EISA Awards. Diamo dunque per scontato che l'esperienza nella gestione di Zappiti sia stata travasata in questi lettori.

I due prodotti si presentano con lo stesso design: scocca in metallo e una struttura rigida, specialmente sul fondo, per ridurre al minimo le vibrazioni. Le misure sono 430 x 82 x 351 millimetri con un peso di 6,3 chilogrammi per UBR-X100 e 6,8 chilogrammi per UBR-X200. La meccanica di lettura è universale: si possono riprodurre dischi Ultra HD Blu-ray, Blu-ray, Blu-ray 3D, DVD, CD e SACD. Tramite USB o DLNA / SMB c'è inoltre la possibilità di sfruttare varie tipologie di file multimediali tra cui FLAC, AIFF, DFF, DSF, JPG, TIFF, MKV e M2TS.


Sono supportate le tracce audio in Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD, Dolby Atmos, DTS, DTS-HD MA, DTS-HD HRA e DTS:X. Per HDR troviamo invece HDR10 e Dolby Vision; manca pertanto HDR10+ ed è un punto sul quale torneremo in seguito. I lettori supportano la corretta riproduzione del materiale cinematografico a 24 fotogrammi al secondo e possono applicare l'upscaling fino alla risoluzione Ultra HD a qualsiasi filmato.

A gestire tutte le operazioni è il SoC MediaTek MT8581, dotato di CPU quad-core ARM Cortex-A53 e GPU Mali-T860 MP2. Si tratta in sostanza dello stesso chip presente, eventualmente con alcune varianti, su altri lettori Ultra HD Blu-ray come gli Oppo UDP-203, UDP-205 e sui Pioneer UDP-LX500 e UDP-LX800. Le somiglianze con i Pioneer non si limitano a questo aspetto: in comune con la gamma Reavon è anche la mancanza di HDR10+ che avevamo già citato. Pioneer ha promesso da tempo l'arrivo di un aggiornamento firmware che però latita ancora. C'è infine un ultimo elemento condiviso: scorrendo la scheda prodotto di UBR-X200 si può vedere un'immagine del menu Media Information, che riporta tutti i dati sul disco in riproduzione. La schermata sembra identica a quella dei lettori LX500 e LX800. È dunque altamente probabile che la base sia la stessa per tutti e quattro i modelli.

Reavon UBR-X100
Reavon UBR-X200

Cosa cambia invece tra UBR-X100 e UBR-X200? Il modello di fascia più alta, X200, è provvisto di un trasformatore toroidale accreditato di un basso rumore e interferenze elettromagnetiche contenute al minimo. La riproduzione delle sorgenti audio è quindi caratterizzata da una minore distorsione e da una superiore qualità. La maggiore attenzione riposta su questo versante si nota anche esaminando le uscite.

Entrambi i modelli dispongono di due uscite HDMI, una in versione 2.0 e l'altra dedicata solo all'audio, utile per sdoppiare il segnale in modo da garantire una maggiore versatilità nell'integrazione con il resto della catena audio-video. Si aggiungono inoltre un'uscita digitale ottica, un'uscita digitale coassiale e due porte USB (una 2.0 sul frontale e una 3.0 sul retro). UBR-X200 amplia la dotazione con le uscite stereo sbilanciate su RCA e bilanciate su XLR e le uscite analogiche fino a 7.1 canali. La conversione digitale-analogico è affidata a DAC Burr-Brown Audio PCM1690.

La disponibilità è prevista per aprile al prezzo di circa 800 euro per UBR-X100 e 1.600 euro per UBR-X200.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Enrico

Errore :
Offrono altro , sono due cose differenti .
Un conto vedere quello che passa il convento un conto vedete quello che vuoi tu.
Altra cosa importante da tenere in conto , sarei curioso di vedere quanta pirateria esiste nello streaming

Lost

Non hanno più senso ad oggi, neanche per gli appassionati

Michele Cassano

Felicissimo di vedere che il supporto fisico ha ancora una nicchia di appassionati che fanno andare avanti il mercato.
Attendiamo la prova e la recensione dei prodotti

Ricky

Spoiler: no

Ricky

Finché non ne devi fare 1000 che da poco prezzo ognuno diventano tanto

Ricky

C’è chi ancora li compra?

Nacyres

Questo era vero fino a qualche tempo fa, ma con la frammentazione dei prossimi anni secondo me ci sarà un cambio di rotta.

Aleg8

Bene, si sente sempre parlare che le vendite dei DVD bluray e bluray uhd è in calo..... Mi domando dove li hanno presi questi dati. Su Amazon??? Dove i prezzi sono più alti?
Comunque e ovviamente lo streaming fatto attraverso le TV e box android non danno il loro massimo. Prendete un bluray e rifatevi gli occhi e l'orecchio se poi passate al 4k ancora meglio. Ormai i film in bluray 4k hanno prezzi decenti dopo qualche mese dall'uscita. Come successe tanto tempo fa i giochi pirati, li scaricavi e poi non li giocavi xe non gli si davi il giusto peso.....

Lorenzo Poli

Veramente la pirateria sta sempre più diminuendo grazie ad abbonamenti a servizi streaming che per poco prezzo offrono tanto

edd

Son sempre stati di nicchia questi prodotti, chi li acquista ha una postazione audio video che non teme un confronto con niente . Per tutti gli altri ci sono le smart TV, FireStick, Chromecast, etc. e una soundbar, che si trovano ad ogni prezzo. Io ho una firestick 2gen che uso su un plasma LG eheh

Fabrizio

Bene per la compatibilità sacd

Enrico

Il mercato si sposta vertiginosamente verso lo streaming .
La produzione su fisico rallenta , la pirateria a riguardo aumenta e ovviamente per invogliare il settore escono prodotti sempre più di nicchia a prezzi esorbitanti .

Emanuele Sturba

È prevista una prova completa con recensione di questo lettore?

TV Samsung: tutto sui Quantum Mini LED, controllo a 12-bit e intelligenza artificiale

Come scegliere un TV in base alla distanza di visione

Xiaomi Mi TV Q1 75'': vi raccontiamo come va

Mi TV Q1 75’’: ecco come si presenta il primo QLED di Xiaomi