Recensione Nacon MG-X: il pad Android per Xbox Game Pass quasi perfetto

30 Settembre 2021 29

Lo scorso anno Nacon ha presentato diversi nuovi controller dedicati al mondo Xbox, alcuni pensati per essere utilizzati proprio con le console Microsoft di nuova generazione, altri invece per permette di fruire al meglio del Xbox Game Pass da dispositivi mobili. Tutti i nuovi controller sono gradualmente giunti sul mercato nel corso del 2021 - quindi a molti mesi di distanza dall'annuncio - e alcuni sono disponibili solo da pochi giorni, come nel caso di Nacon MG-X, il pad per smartphone Android che abbiamo avuto modo di testare per qualche settimana e che ora siamo pronti a recensire.

UN CONTROLLER PENSATO PER IL GAME PASS

Il mondo Android (ma anche quello mobile in generale) è da tempo aperto all'utilizzo dei controller esterni come sistema di input nei giochi e negli emulatori, motivo per cui esistono già tantissime alternative sul mercato. Tuttavia è innegabile che con il debutto della componente cloud di Game Pass qualcosa sia cambiato e che si sia creata una nuova fetta di utenti che ha bisogno di una periferica che riproduca nella maniera più fedele possibile il controller originale di Xbox One e Series, in modo da ridurre al minimo le incompatibilità con il servizio.

Per alcuni questa risposta può essere data dall'utilizzo del pad Xbox sul proprio smartphone tramite l'ausilio di uno stand, tuttavia questa soluzione non è certo la più pratica e stabile, specialmente se si sceglie di accedere al Game Pass in mobilità. Nacon MG-X vuole rispondere proprio alle esigenze di questa categoria di giocatori, andando a proporre un pad che adotta il classico design a pinza che permette di incastonare uno smartphone al suo interno, rendendoli - almeno idealmente - un blocco unico in stile Nintendo Switch.

Questo tipo di design garantisce alcuni vantaggi e qualche svantaggio, ma andiamo con ordine. Partendo dagli aspetti positivi, la scelta adottata da Nacon per il suo MG-X permette di rendere la periferica il più universale possibile, dal momento che può essere espansa per ospitare smartphone con dimensioni sino a 152,4 mm di lunghezza, ovvero circa 6,7".

Si tratta di un'apertura sufficiente a contenere la maggior parte dei dispositivi in commercio, persino uno ingombrante come il Galaxy Z Fold 2, che abbinato a MG-X si trasforma in uno dei migliori dispositivi Android da gioco grazie al suo ampio schermo interno. L'alta compatibilità è garantita anche dall'assenza di elementi nella pinza che possano delimitare in qualche modo la sagoma dello smartphone e dall'assenza di una porta Type-C per il collegamento diretto; il tutto avviene tramite Bluetooth 4.2 (c'è un tasto dedicato e un LED che segnala la connessione).

Quest'ultimo punto è sia un vantaggio che uno svantaggio, in quanto è vero che la mancanza della porta non pone problemi in termini di compatibilità, ma è altrettanto vero che elimina la possibilità di ricaricare lo smartphone e accedere ad un eventuale passtrough per le cuffie cablate. L'unica porta presente sul controller è una Type-C che serve solo a ricaricare la batteria interna da 500 mAh del pad, che garantisce circa 15-16 ore di utilizzo (a fronte delle 20 dichiarate).


Al netto di ciò, Nacon MG-X si presenta comunque come un ottimo controller. Ottimo il feedback di quasi tutti i tasti, ad eccezione delle levette dorsali LT e RT che risultano effettivamente un po' troppo dure alla pressione (però sono progressive). Buono il feed della croce direzionale e quello dei tasti frontali principali, che risultano comodi anche se potrebbero sembrare troppo ravvicinati ad un primo sguardo.

Le levette analogiche restano asimmetriche - proprio come sul pad Xbox - ma convesse, quindi il feeling sarà più simile a quello degli analogici di Switch o del DualSense. In questo caso la preferenza è esclusivamente personale. Molto buona anche la presa, garantita dall'utilizzo di una texture gommata su buona parte del retro di MG-X, che contribuisce - assieme alla forma del pad - ad offrire una presa salda in ogni occasione. La stessa gommatura la troviamo anche all'interno dell'alloggiamento dedicato allo smartphone, in modo da evitare il contatto del dispositivo con parti dure e per aumentarne la presa.

Buono anche il comfort generale durante le sessioni di gioco prolungate, visto che i 205 grammi di peso dell'unità sono ben distribuiti, grazie anche al suo layout molto orizzontale. Utilizzandolo assieme ad uno smartphone di dimensioni generose ci ritroviamo su valori di peso e ingombro molto simili a quelli del modello base di Switch.


Nonostante l'utilizzo della connessione tramite Bluetooth 4.2, Nacon MG-X riesce ad offrire una latenza molto bassa e in linea con quella dei migliori controller Bluetooth. Certo, siamo sempre su valori più elevati di una soluzione cablata, ma si tratta comunque di un risultato accettabile. D'altronde è davvero difficile immaginare che MG-X possa essere utilizzato per partite competitive ai titoli proposti su Game Pass, visto che la stessa natura del servizio pone grossi limiti in questo senso.

Si tratta comunque di un ottimo pad Xbox su licenza, in grado di restituire in maniera molto fedele la sensazione di avere tra le mani un pad ufficiale. Trattandosi di una periferica Bluetooth tradizionale, MG-X può anche essere utilizzato per qualsiasi altro gioco o emulatore Android che offra il supporto nativo al controller, con alcune eccezioni. Esistono infatti alcuni titoli che richiedono espressamente l'utilizzo di un controller Xbox, DualShock 4 o DualSense e che non riconoscono la presenza di altri pad, come ad esempio Genshin Impact o Call of Duty: Mobile, per citarne qualcuno.

In tutti questi casi - che comunque rappresentano una minoranza - Nacon MG-X non viene riconosciuto come controller Xbox, quindi non è possibile utilizzarlo. Purtroppo si tratta di una limitazione che colpisce ogni periferica diversa da quelle ufficiali di Microsoft e Sony, quindi non può essere considerato come un difetto del pad, ma è comunque bene tenerlo presente prima di effettuare l'acquisto. Segnaliamo invece la perfetta compatibilità con emulatori come RetroArch, PPSSPP e molti altri, quindi in questo caso MG-X può essere un'ottima scelta. Assente del tutto, invece, il supporto verso iPhone e iPad.

CONCLUSIONI

Nacon MG-X è una proposta senza dubbio interessante per chiunque sia alla ricerca di un pad da usare con il proprio smartphone per sfruttare le potenzialità di Xbox Game Pass anche in mobilità. Il design scelto da Nacon convince, in quanto rende la periferica perfettamente compatibile con una vasta gamma di smartphone e non presenta tutte le criticità tipiche della soluzione gamepad + stand, garantendo quindi solidità e stabilità durante l’esperienza di gioco.

Il fatto di essere un accessorio praticamente universale porta con sé qualche piccola rinuncia, come ad esempio l’assenza di un collegamento diretto con lo smartphone tramite porta Type-C che avrebbe permesso sia di abbassare ulteriormente la latenza sia di ricaricare il dispositivo connesso, ma questo genere di versatilità può essere trovata solo in accessori pensati per modelli specifici o comunque non compatibili con la totalità delle soluzioni presenti sul mercato (e la nostra prova con Fold 2 lo dimostra).

Peccato per la mancata compatibilità con il mondo Apple e per il fatto che non tutti i giochi Android - in particolare quelli che richiedono esplicitamente l’utilizzo dei controller Xbox o PlayStation (come Genshin Impact o Call of Duty Mobile) - supportino la periferica, ma questo non è un problema imputabile direttamente a MG-X, quanto ai titoli citati.

Nel complesso Nacon MG-X è un controller sicuramente riuscito e interessante se state cercando un compagno di viaggio per esplorare il mondo Game Pass anche da smartphone, il tutto senza rinunciare all’utilizzo del pad su alcuni giochi Android e sugli emulatori come RetroArch ma non solo. Il prezzo di listino di 99,99 euro è in linea con quello di periferiche simili, ma forse un po' troppo alto in senso assoluto, considerando anche che l'unico canale di distribuzione attuale è lo stesso store Nacon, quindi difficile aspettarsi promozioni importanti che possano renderlo più accessibile.

VIDEO LIVE

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Carlo Raffaele Valentino Molin

tutto molto bello... ma una cosa simile per i tablet? o un qualsiasi supporto per il controller ufficiale per i tablet? assurco che dal divano devo bestemmiare in tutte le lingue del mondo per usare il tablet come schermo remoto della xbox

SynovialRaptor

Bellissimo si può anche inserire un mini tablet, proprio quello che cercavo

Uppercut

A 129 comprai nuova la mia Xbox One versione digital ...

Pistacchio
Dark!tetto

No no, la latenza tra device e server stadia è minima, specie su wifi 5Ghz, invece il controller ha il BT 4.2 che già di per se ha latenze più alte di una wifi. Tra l'altro non va a sostituirsi, ma la latenza BT si aggiunge a quella del Wireless dato che a differenza del controller stadia che ha collegamento diretto, passa comunque dal device. Quindi abbiamo l'input che parte dal controller, passa con il BT al device che poi lo manda in wireless al server. Molto meglio una connessione Type-C rispetto ad una BT 4.2, anche in virtù del fatto che stadia comunica con il device in modo sincronizzato sulla base della qualità e velocità della connessione con il server.

Riccardo sacchetti

Scusa eh, ma é probabilmente più alta la latenza tra device e stadia che tra controller e device..

SimoneGus

preferisco aspettare una soluzione adeguata senza dover far modifiche al controller. grazie comunque

Dark!tetto

Avevo letto di qualcuno che ci è riuscito, forse rimuovendo o limando i bumper laterali in gomma, ho visto che sono 3 millimetri, potrebbe andare...altri di questa dimensione non ne conosco se non sempre della gamesir il G4s, ma è un claw più che un controller vero e proprio.

justmt

Io ho Gamesir X2 e va una meraviglia

SimoneGus

eh mi sa che non ci sta per pochi millimetri. dovrei vedere un video di qualcuno che ha il mio stesso cellulare per vedere se ci sta anche forzando

SimoneGus

per ora credo valga solo per il pad series e non one. dovrebbe arrivare un aggiornamento anche per quest'ultimo in futuro. non so però nel mio caso specifico se andrà bene perchè collego il pad con l'adattatore usb microsoft al pc

Ritornoalfuturo

cmq io ti consiglio il cavetto . ci sono quelli piccoli e corti apposta da collegare da tablet a controller. la connessione è immediata e senza lag

Dark!tetto

Prova a vedere le dimensioni del Gamesir X2 se vanno bene, mi pare d'aver letto che messo al massimo qualcuno è riuscito a farglielo entrare nella versione bluetooth.

PS: Confermo che gli iPega sono da scartare totalmente

Ritornoalfuturo
Dark!tetto

Si, ma è con il bluetooth, io uso il Kishi di Razer e mi trovo benissimo con stadia con 0 lag grazie al collegamento con la Type C

SimoneGus

si ho il controller xbox one e una clip che ci sta al pelo il mio cellulare senza cover. non so mi sembra un po' un accrocchio non particolarmente comodo inoltre devo sempre stare a risintonizzare tra pc e cellulare. tu mi dirai comprati un secondo pad e non rompere che costa anche meno del razer kishi e avresti anche ragione

Carino ma 99€ non fatemi ridere

piervittorio

Funziona anche con Stadia?

DiRavello

anche io ho preso un ipega su amazon e restituito quasi subito. indecenti

DiRavello

proprio la cosa che cercavo da abbinare al mio fold2, bravi

Ritornoalfuturo

ipega fanno schifo . avuto
il migliore è quello di xbox o ps4\5.. originali

SimoneGus

in giro ho letto opinioni piuttosto negative sugli ipega. speravo in qualcosa con qualità un po superiore ma per tablet. grazie comunque

LoveSmg

Ciao, io ho avuto il Kishi fino ad un paio di settimane fa (poi ho fatto il reso per il problema di compatibilità dei controller sui dispositivi con Android 11).
A mio avviso la connessione type C rimane la migliore e su quel punto di vista niente da dire, piuttosto di spendere 100 € per un aperiferica bluetooth ne spenderei 5 per una clip da collegare direttamente al joystick dell'xbox.
Con il kishi non mi trovavo bene negli sparatutto per via della posizione degli analogici, però può essere una cosa personale

GianL

Ho letto bene degli iPega / McBazel

kenzorollo

come layout sembrano molto simili (nell'articolo non si capisce se i trigger posteriori l2 r2 sono analogici come sul kishi), la differenza è nel loro funzionamento. Io ho il kishi e lo preferisco a questo per un motivo funziona e si collega tramite typec, ed è pure passtrough (per la ricarica) questo comporta: che è piu leggero, dalay nel gioco ridotto a zero e una batteria in meno da ricaricare. Pregi rispetto al kishi? che ci entrano telefoni grandi 6.7" mentre sul kishi stanno mi pare massimo sui 6.5" (ci metto dentro un mi9t).
Dimenticavo, il kishi modello android (non specifico xbox, va bene uguale cambiano le icone soltanto) costa una ventina di euro di meno mi sa

Nukysh

Meglio questo o il Razer Kishi?

Ritornoalfuturo

io preferisco di gran lunga il pad di xbox con la clip da attaccare allo smartphone .

SimoneGus

qualcosa di simile decente per tablet esiste? il mio mi max 3 non ci sta in nessuno di questi controller

iclaudio

i prodotti nacon sono ottimi

Recensione Metroid Dread: la serie si chiude con un capolavoro

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato