Recensione Apple MagSafe Battery Pack: buona l'idea, ma è troppo acerbo

27 Luglio 2021 267

Apple è famosa per rilasciare prodotti che fanno discutere per il loro prezzo - specialmente in relazione a quello dei diretti rivali - come ad esempio le famose custodie con batteria Smart Battery Case, introdotte a partire dal 2015. Lo scorso anno Apple ha presentato la tecnologia MagSafe su tutti gli iPhone della serie iPhone 12 e questo ha causato diverse modifiche e novità all'interno della lineup di accessori, ora tutta compatibile con la connessione magnetica.

Anche lo Smart Battery Case si è adeguato, andando a perdere la funzione di case e trasformandosi in un semplice blocco batterie in grado di sfruttare la tecnologia MagSafe per aderire agli ultimi iPhone. Arriva quindi il MagSafe Battery Pack, un accessorio molto interessante e ben costruito, realizzato in una plastica dura e ben levigata, con un retro gommato pensato per aderire meglio al retro di iPhone e con davvero pochi fronzoli. L'intera scocca bianca (peccato per l'assenza di altri colori) è interrotta solo dalla porta Lightning inferiore dedicata alla ricarica e dal LED che l'affianca, pensato per fornire indicazioni luminose sullo stato della batteria.

MagSafe Battery Pack è un accessorio più compatto e leggero delle cover che va a sostituire (pesa 114 grammi e 95 x 63 x 11mm) e, considerando la facilità con cui può essere applicato e rimosso, si presenta come una variazione interessante rispetto gli Smart Battery Case che va a sostituire. Il passaggio di consegne sarà stato indolore? Purtroppo no.

I VANTAGGI RISPETTO AGLI SMART BATTERY CASE

L'idea alla base di MagSasfe Battery Pack è senza dubbio vincente e molto interessante per il futuro di questo accessorio. La scelta di abbandonare il form factor basato su una custodia - infatti - permette al Battery Pack di essere molto più versatile e di adattarsi non solo a tutti i modelli attualmente in commercio, ma anche a quelli che verranno rilasciati nei prossimi anni (sempre che Apple non abbandoni il MagSafe in futuro).

Per alcuni versi ricorda l'idea di modularità attuata da Motorola in passato con i suoi Mods, delle vere e proprie estensioni magnetiche che si adattavano a più di una generazione di smartphone, permettendo quindi all'utente di assorbire il loro costo nel tempo. Ovviamente gli accessori MagSafe non presentano PIN per la comunicazione e non raggiungono quindi quel grado di versatilità, tuttavia la scelta è quella giusta se si vuole immaginare un ecosistema di accessori che possa durare nel tempo.

MagSafe Battery Pack va quindi a risolvere il problema di compatibilità che caratterizzava le Smart Battery Case e lo fa abbassando il prezzo di listino dell'accessorio, visto che ora è assente la custodia protettiva, passando dai 149 euro del precedente modello ai 109 euro di quello attuale (con la differenza ci comprate la cover MagSafe che più preferite).


Se consideriamo il prezzo di listino degli accessori ufficiali di Apple, la combo Battery Pack + Custodia MagSafe sfora i 149 euro dello Smart Battery Case (si parla di 109 + 55 euro, ovvero 164), ma qui stiamo valutando lo scenario più costoso; nulla vieta di non acquistare una cover - qualora non si voglia ulteriormente aumentare l'ingombro - o di rivolgersi a soluzioni di terze parti, sempre compatibili con il MagSafe o l'accessorio non avrà presa sufficiente.

La nuova soluzione è quindi più versatile, ma i suoi aspetti positivi non finiscono qui, dal momento che il Battery Pack è persino capace di trasformarsi in un vero e proprio caricatore wireless da tavolo, in grado di sostituire completamente l'Alimentatore MagSafe ufficiale (costa 45 euro). In questo caso si potrà accedere alla ricarica a 15W tramite pass trough (serve un caricatore da almeno 20W) e si hanno le stesse identiche funzioni dell'alimentatore, con la sola differenza data dal peso: usare lo smartphone dal letto mentre si usa il Pack come semplice caricabatterie non è la cosa più comoda al mondo, ma comunque si può fare.

Come tutti gli accessori MagSafe, anche in questo caso la presa dei magneti è molto salda ed efficace, senza però andare a rendere difficile la sua rimozione, che può essere effettuata rapidamente facendo scorrere la batteria sul retro dell'iPhone. Superata - pur se con qualche riserva - pure la prova tasca: tendenzialmente la batteria resta allineata correttamente mentre la si tiene in tasca attaccata all'iPhone, ma attenzione a quando lo si estrae.

UNA SOLUZIONE POCO EFFICACE: SERVE LA RICARICA RAPIDA

Come avrete notato dal titolo del paragrafo, gli aspetti positivi di MagSafe Battery Pack sono già finiti e nessuno di questi riguarda il suo utilizzo come batteria aggiuntiva per iPhone. Nel corso di questi giorni abbiamo testato anche soluzioni alternative (non perdete la live di oggi per un confronto diretto) e effettivamente abbiamo riscontrato le stesse problematiche in tutti gli accessori che si pongono questo obbiettivo: diventare delle batterie aggiuntive compatibili con gli standard Apple.

Allo stato attuale c'è una criticità di fondo che rende quasi inutile questo genere di accessori e che, sul punto di vista funzionale, rende insuperabile lo Smart Battery Case di scorsa generazione, ovvero l'utilizzo della ricarica wireless a 5W come unico sistema di ricarica. Ad oggi 5W sono troppo pochi, specialmente se rapportati alla capacità della batteria dell'iPhone 12 Pro Max utilizzato durante i test.


Al pari degli Smart Battery Case, il Battery Pack deve essere inteso come un oggetto in grado di fornire energia supplementare all'iPhone, per poi essere rimosso una volta esaurito. Apple lo concepisce in questo modo e per tale ragione non lo equipaggia con una batteria in grado di garantire una ricarica completa; sebbene gli 11,13 Wh la rendano la batteria esterna ufficiale più capiente mai realizzata dalla casa di Cupertino, questa non è sufficiente a ricaricare più del 50% di un iPhone 12 Pro Max (ha una 14,13 Wh, pari a 3.687 mAh) e per fare ciò ci impiega ben 2 ore. Ma non è questa la criticità peggiore.

Il pregio degli Smart Battery Case era quello di avere a disposizione una batteria esterna in grado di alimentare iPhone in maniera diretta - senza mettere in carica/scarica la batteria interna -, il tutto senza attivare la modalità di consumo elevato che solitamente viene innescata dall'utilizzo di una normale power bank (iPhone, infatti, riconosce l'accessorio ufficiale e continua a funzionare come se fosse alimentato da batteria, senza mettere in moto i processi di sincronizzazione aggiuntivi che si attivano quando è collegato alla presa della corrente); una volta scaricata la batteria, bastava rimuovere la cover per trovarsi lo smartphone al 100%, pronto a continuare la giornata con il pieno della carica.

Con il MagSafe Battery Pack ciò non avviene, nonostante restino valide tutte le funzionalità smart appena descritte (aggiungiamo anche la possibilità di visualizzare la carica della batteria esterna direttamente dai widget di iOS). Il problema è che i 5W convogliati attraverso la ricarica a induzione non sono in grado di alimentare a sufficienza lo smartphone durante l'utilizzo in scenari pesanti, come ad esempio il gaming, scattare foto all'aperto in estate (al consumo della fotocamera si somma quello del display sparato al massimo) e in molti altri scenari che vadano oltre il semplice utilizzo social, messaggistica o navigazione web leggera.


Nella maggior parte degli scenari, infatti, vi ritroverete con la carica del Battery Pack e della batteria interna in diminuzione costante, portandovi nella situazione in cui alla rimozione dell'accessorio avrete comunque consumato sino al 20% della batteria interna. Ovviamente l'autonomia del Battery Pack è fortemente influenzata da ciò che state facendo, tuttavia la sua scarica è decisamente più costante rispetto a quella dello smart Battery Case, in quanto l'output energetico in uscita ha un limite molto basso (non eroga comunque più di 5W) e la differenza viene compensata dall'utilizzo della batteria interna, mentre i vecchi Case potevano attingere in maniera più efficace dalla loro batteria tramite la connessione diretta con la porta Lightning.

Come ultima nota finale è bene segnalare la totale inutilità della funzione di ricarica inversa che si attiva quando la batteria è connessa ad iPhone e il cavo di ricarica viene collegato nella porta dello smartphone. Servono oltre 3 ore per completare la ricarica - a patto che l'iPhone lo sia già - e non c'è alcun reale motivo per scegliere questa soluzione; molto più sensato utilizzare la porta del Battery Pack che si trova a pochi millimetri di distanza.

CONCLUSIONI: MEGLIO ASPETTARE

Il motivo per cui Apple non ha abilitato una ricarica più rapida - nonostante sia possibile arrivare a 15W quando viene sfruttato come alimentatore - è ovvio e risiede nel calore generato da questa modalità di ricarica. Già con i 5W è possibile percepire un lieve calore quando si utilizza l'accessorio; nulla di eccessivo, ma è chiaro che una potenza superiore renderebbe fastidioso l'utilizzo del Battery Pack e andrebbe ad incidere negativamente sulla salute delle batterie, esposte a temperature non proprio salutari.

Purtroppo però questo è un limite con cui è necessario fare i conti in fase d'acquisto e che Apple dovrà per forza di cose superare nelle prossime generazioni, specialmente se il percorso dell'iPhone senza porte andrà un giorno a concretizzarsi. Al momento è difficile consigliare l'acquisto del MagSafe Battery Pack, nonostante i miglioramenti concettuali lo abbiano reso un prodotto decisamente più interessante dei suoi predecessori, ma che non riesce ad eguagliarli nel suo compito principale proprio per via dei limiti della tecnologia scelta.

A differenza dei suoi predecessori, MagSafe Battery Pack non è un accessorio che svolge alla perfezione il suo compito primario (tralasciando le eventuali critiche su capacità e design), motivo per cui i 109 euro richiesti per il suo acquisto non trovano una reale giustificazione. Imperfezione per imperfezione, in questo caso è meglio investire la stessa cifra in un'alternativa più economica (se proprio si vuole questo form factor, che comunque sconsigliamo) e in grado di offrire risultati simili, come la proposta di Anker. Se volete saperne di più, seguite la nostra diretta di questo pomeriggio.

VIDEO


267

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Birra

E costa pure 109€

Fartman

Se non sai le cose non ne parlare. Eviteresti di dire minkionerie assurde come "batterie normodimensionate" insinuando che le batterie degli iPhone siano insufficienti all'uso.

Pietro

Non è perché c’è la mela allora è per forza un prodotto di successo. Questo per esempio lascia un po’ di perplessità, la batteria della serie 12 è ottima se pur sottodimensionata rispetto alla concorrenza Android che monta mostri di batterie, ma la reale autonomia degli ultimi prodotti si equivalgono agli iPhone 12. Quindi sto robo brutto è antiestetico a che serve ???

Il Covid dei NoVax mi gusta

Tutti convinti, tutti i commenti a senso unico,
Nessuno però l'ha comprato, nessuno ha capito il senso del prodotto.
Io l'ho preso. Lo uso come power bank senza filo per collegarlo.
Ce ne sono altri? Si. Ce ne sono tanti altri, ma nessuno si integra nel sw del telefono. Per adesso non è possibile ancora farlo ma a breve l'integrazione dará la possibilitá di gestione dall'app comandi. Capisco che comandi è per gente che vuole impagnarsi. Non tutti vogliono. A molti basta criticare qualsiasi cosa abbia la mela sopra. Criticare i migliori non migliorerá la vostra vita meschina. Vi fa sentire meglio ma è una cura palliativa, compassionevole, una terapia del dolore. Non vi migliora la vita, ve la fa sembrare meno meschina.

Kekkonen

Non potevano fare diversamente.
Questo lo hanno stroncato tutte le testate.

Kekkonen

Stile direi di no.
Magari comodo in alcune situazioni.
Comunque dal mini mi aspettavo una batteria di gran lunga peggiore.

Zoro

in verità supporta fino a 20w ahahah

LungaPace& Prosperità

Aiuto il bubbone!!!

Pistacchio
E K

"la scelta è quella giusta se si vuole immaginare un ecosistema di accessori che possa durare nel tempo"

e se non ci credete guardate che fine hanno fatto gli stessi identici prodotti di motorola. Un successo insuperabile!

TheBoss

Un powerbank come tutti gli altri ?

Art. 643 c.p.
Circonvenzione di persone incapaci

sagitt

Sono sicuro che gli ingegneri non avranno valutato nessuno di questi punti

Darkat
Alexander
Tambua
Pistacchio
Pistacchio
Pistacchio
Darkat

Si ho capito, ma che ha un cervello di un 14enne? Assurdo

Pistacchio
edd

Terapia sostituitva ormonale o trattamento sanitario obbligatorio?

edd

Ho pagato una cover trasparente CellularLine 12€, cercando di autoconvincermi che impiegasse molto più tempo ad ingiallire rispetto ad una da 2€. Dopo 4 mesi l'ho buttata perché completamente gialla. Inoltre non era sagomata alla perfezione, la finestra del modulo fotocamere posteriore era decisamente più grande del necessario. Quindi sì, pezzi di plastica presi dal cestone, rimarchiati e riprezzati.

Pier Giorgio

Questo articolo è come mettere un vaccinato convinto dentro un corteo No-Bo-Vax

edd

Già Anker aveva commercializzato un prodotto simile (senza boost a 15w quando alimentato) ed si è rivelato una cosa inutile perché 5w sono veramente troppo pochi. Almeno la power bank anker costa meno della metà di questo, se uno deve comprare una simile inutilità conviene risparmiare.

PilloPallo

Ma come ti permetti, è la cosa più fine ed elegante mai prodotta. Siamo noi a non essere alla sua altezza

AlbertoDR

Per esempio?

AlbertoDR

Buono a sapersi. Grazie.

ErCipolla

Niente, ricorda che "sei povero" è l'unica risposta alle critiche dell'apple fanb0y medio, perché sul punto della questione non sanno rispondere.

Zeronegativo

credo che si applauda il fatto che il recensore ha riconosciuto che il prodotto sia una ciofeca nonostante sia di apple.
Anche se non ho sentito nessuno applaudire, a dirla tutta.

Euforia

Ci leggono. Guarda la copertina dell'articolo sulla blockchain lol
Te pensa la coda di paglia

Potresti elencarmene qualcuno?

Tsaeb

Ma che è sta cafonata?

Dayman

ahahahahha

Tastiera

Callea si eccita vedendo Tim Cook, poi per tutte le cose che dice sarebbe da TSO

Tastiera

ok ci sentiamo lì :)

SmallSize
Max Fremps

Si be rapida per il 2016, va benissimo chiamiamola cosi, ma allora le 65,120 e tra poco oppo e xiaomi con la 200 cosa sono se 25 è rapida ahah

Lorenzomx
nutci2nd

Se Tim Cook si ferma di colpo la tua lingua gli arriva alle tonsille.

Ramiel

qui di esclusivo non c'è nulla visto che altri marchi offrono un prodotto uguale

Max Fremps

Ricarica rapidissima da 25w, benvenuto nel 2016

The Dark Knight

Non capisco perché tutti confrontandolo solo con Anker. Ce ne sono anche altri e migliori

Callea

Se quel pezzo di plastica nera lo progetti tu e ci implementi caratteristiche esclusive si parla di valore aggiunto.
Non mi sembri una cima di marketing se associ Apple al rebranding, cosa che Apple non ha mai fatto.

jose manu

Fatto

Windows_hater

niente semplicemente va di moda criticare un prodotto che mediamente costa 6 volte meno del loro preziosissimo merd4fonino

Darkat
Darkat

Invece i tuoi sono preziosi si, coerenti con l'argomento e dettagliati. Ma spostati va

Darkat
Massimo Colli

Da anni ho sul Crosscall Trekker x4 e altri
suoi modelli la batteria esterna che ricarica dal contatto magnetico...

iPhone 13 Pro e 13 Pro Max ufficiali: 120 Hz e fotocamere tutte nuove | Prezzi

iPhone 13 e mini ufficiali: notch più piccolo, batteria più grande | Prezzi Italia

Ufficiale iPad mini di sesta generazione: è tutto nuovo, design incluso | Prezzi

Apple Watch Series 7 ufficiale: schermo più grande e non solo. Prezzi e disponibilità