Receptionist virtuale e controllo qualità dell'aria: il rientro in ufficio secondo Zoom

04 Febbraio 2021 4

Ognuno se lo sarà immaginato in modo diverso - e qualcuno forse resterà in smart working ancora a lungo - ma al rientro in ufficio potreste essere accolti da un receptionist che vi sorride da uno schermo, in remoto. È il Kiosk Mode presente sui dispositivi Rooms for Touch, ed è una delle soluzioni pensate da Zoom per garantire un graduale rientro al lavoro in presenza votato alla sicurezza.

Non solo: grazie a una Zoom Dashboard, una specie di pannello di controllo, sarà possibile controllare se le stanze riunioni sono occupate e, se sì, da quante persone. In più, grazie a un aggiornamento che verrà rilasciato il prossimo 11 febbraio, si avrà anche la facoltà di controllare la qualità dell'aria in combo con un sensore Neat Sense.

Per evitare di toccare troppe superfici in comune, sarà possibile anche gestire l'andamento della riunione direttamente dal proprio smartphone grazie alla app Zoom Rooms Controller, evitando così di usare un telecomando condiviso. Inoltre, gli utenti dei dispositivi Rooms for Touch possono anche gestire il desktop della persona che sta condividendo la propria presentazione, e un'aggiornamento futuro permetterà di sfruttare i comandi vocali, inclusi quelli di Alexa.


Anche le persone che lavorano da remoto potranno partecipare attivamente alle riunioni attraverso delle "lavagne" collaborative all'interno di una chat Zoom. In generale, i dispositivi Zoom for Home - grandi display touch dotati di microfoni e videocamere annunciati la scorsa estate - permettono di tenere o partecipare a riunioni su Zoom ovunque ci si trovi, anche da casa. Ultimamente sono state implementate le reactions e, cosa ben più rilevante, le trascrizioni in tempo reale.

Anche se il futuro del lavoro - e a maggior ragione quello da remoto - è ancora un terreno accidentato e pieno di incertezze, è probabile che, almeno in alcuni campi, molte aziende stiano progettando un graduale rientro a tempo pieno dei propri dipendenti negli uffici. Un problema, quello del rientro in sicurezza, che dovrà essere affrontato non solo dai responsabili del personale e degli uffici ma anche degli IT, che dovranno garantire un supporto ai lavoratori sia in presenza che in remoto.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Diabolik82

Sicuramente non ha senso tornare in ufficio prima di metà 2022... Ovviamente chi vorrà, io sono in smart working da un anno e va bene così. Non vorrei tornare, mi va benissimo lavorare da remoto e spero l'azienda lo proponga a chi lo vorrà.

zdnko

toninelli si è fatto il mazzo! :D

Crazy999

C'è ancora gente che lavora? Che poveri.

Carlo Cavaliere

Uao che emozione.

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G