DJI Osmo Mobile 4: lo smartphone si attacca col magnete

25 Agosto 2020 8

É passato un anno dalla presentazione di Osmo Mobile 3, il gimbal di DJI che può essere ripiegato su se stesso per occupare meno spazio durante il trasporto. Un prodotto "pratico", lo avevamo definito nella nostra recensione, che presto - molto presto - lascerà spazio al suo successore Osmo Mobile 4, il cui punto di forza è stato svelato da Winfuture che ne riporta oggi dettagli tecnici e immagini.


L'elemento nuovo sarà infatti il sistema di fissaggio dello smartphone al gimbal: DJI dice addio alla classica pinza, sostituita da un più pratico - sulla carta, almeno - attacco magnetico. Il magnete del gimbal si attaccherà a quello installato sulla scocca posteriore dello smartphone (ci saranno diverse opzioni, ad anello o stile fascia), rendendo il supporto stabile e sicuro. Osmo Mobile 4 mantiene la possibilità di essere ripiegato, rendendolo così ideale e comodo per il trasporto senza occupare spazio.

Ci saranno novità anche dal punto di vista delle prestazioni e degli strumenti messi a disposizione per le registrazioni, incluso il DynamicZoom per ottenere effetti zoom con stili cinematografici. ActiveTrack 3.0 garantirà invece il tracciamento automatico delle persone inquadrate, e non mancherà nemmeno una modalità "storia" per permettere anche ai principianti di creare clip ad effetto con il gimbal.

In sintesi:

  • supporto magnetico per collegare lo smartphone
  • foro sotto l'impugnatura per collegare un tripod esterno o il piccolo treppiede in dotazione
  • effetti e funzioni: DynamicZoom, ActiveTrack 3.0, creazione di storie
  • batteria da 2.450mAh con ricarica via USB-C, autonomia fino a 15 ore
  • peso: 390 grammi
  • connettività: Bluetooth 5.0

Il prezzo dovrebbe essere di poco inferiore ai 150 euro, e il suo debutto è atteso a breve.

Le massime prestazioni al miglior prezzo? Realme X50 Pro è in offerta oggi su a 558 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TheEfho

bho, a me scazza il non poter usare un terzo smartphone/table per gestire movimenti/track/liveview. tipo quelli (anche economici) per fotocamere. Altra cosa e' che la funzione stabilizzatore funziona anche senza l'apppì dji. così puoi registrare video con l'app che preferisci. Ma coi timelapse non puoi. Vorrei impostare i movimenti, anche aprendo l'app, ma poi vorrei usare la mia app. così da poterlo usare anche coi controlli manuali o avere i dng e non solo il filmato. inoltre mi piacerebbe non avesse movimenti limitati, soprattutto l'asse z mi da fastidio così limitato. le dimensioni per le funzionalità son già al minimo. ridurlo di più lo renderebbe più limitato, e per me siamo già ad un buon equilibrio :)

Tiwi

sto per comprare il 3, aspetto solo una buona offerta, questo non mi sembra poi tanto diverso

berserksgangr

Perfetto per questa estate

Ricky

Hai detto tutto, per il resto nessun altro vantaggio

Ricky

Veramente a me sembra una cag@ta, la criticità del 3 sono sempre le dimensioni nonostante il buon lavoro fatto rispetto al 2, ci sono soluzioni più compatte ma stabilizzano solo a 2 assi, per essere perfetto dovrebbero aumentare il peso sostenuto e ridurre ancor di più gli ingombri ma in modo più intelligente di questo, un’altra gradita aggiunta sarebbe portare le funzioni software del gimbal oltre che sullo smartphone anche sulle action cam dji.Il prezzo di 150 euro poi è fuori mercato, a 250 ormai si trova la osmo pocket.Quanto sarebbe comodo poter staccare il modulo fotografico da uno smartphone e usarlo su altri dispositivi.

Federico Mecugni

Ho un mobile 3 da poco, mi rode solo per la borsetta più comoda

Riccardo

è ancora pesantino, stavo pensando al concorrente "vlog pocket 2" seconda versione della quale non ci sono ancora rencesioni...

TheOffWild

Hanno pensato alla criticità più grande del prodotto e l'hanno risolta nel migliore dei modi.

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi