Facebook: come capire se una notizia è falsa con 3 domande

01 Luglio 2020 54

Facebook ha dato il via ad una campagna di alfabetizzazione mediatica con lo scopo di informare le persone sulla fonte delle notizie diffuse in rete, mettendole in condizione di prendere delle decisioni informate su ciò che vedono online.

L'iniziativa è portata avanti in collaborazione con alcuni partner di fact-checking, prevede una serie di annunci pubblicitari e un sito web dedicato (link in FONTE) e si colloca nel più ampio progetto portato avanti dal colosso dei social e volto a combattere la diffusione delle notizie false, esigenza particolarmente sentita durante l'emergenza sanitaria.

Un aspetto centrale della nuova iniziativa è la campagna "Le tre domande per aiutare a sradicare le notizie false".


Sono tre semplici interrogativi che ciascuno dovrebbe porsi per esaminare al meglio le informazioni contenute nei post (di Facebook, ma più in generale di qualsiasi piattaforma social):

DA DOVE VIENE LA NOTIZIA?
  • E' consigliato controllare la sezione "Chi siamo" della fonte
  • E' opportuno chiedersi perché la fonte sta condividendo una notizia
  • Se non c'è una fonte bisogna cercarla
  • Nel caso delle immagini è possibile scoprire dove sono apparse in precedenza
  • Per le storie, i motori di ricerca possono aiutare a scoprire dove sono state pubblicate per la prima volta
  • Attenzione ai particolari poco convincenti: le notizie false possono essere diffuse da siti web creati per sembrare affidabili. A svelare l'inganno possono essere dettagli come indirizzi URL strani, errori grammaticali o un aspetto poco professionale
COSA MANCA?
  • E' opportuno andare oltre il titolo e leggere tutto l'articolo
  • Nella lettura del testo si deve fare attenzione a immagini, numeri e citazioni senza fonte o usati fuori contesto
  • Le immagini e i video possono essere stati modificati; anche immagini reali possono mostrarsi per quello che non sono se data e didascalia sono false
  • Controllare quello che riportano anche altre fonti affidabili (testate giornalistiche e fact-checker): una notizia importante - viene subito ripresa
COME TI SENTI?
  • Facebook sottolinea che chi realizza false notizie punta a manipolare le emozioni: se chi crea la notizia falsa riesce a far arrabbiare o preoccupare chi la legge è più facile che chi la legge la condivida subito. Se la notizia provoca agitazione è bene fermarsi un attimo e riflettere su come verificarla prima di condividerla
  • Chi crea notizie false punta anche sul sentimento della speranza per manipolare chi legge: nella maggior parte dei casi la cura miracolosa però non esiste
  • Attenzione alle battute e alla satira online, non sempre possono essere facili da individuare. Possono aiutare a capire che si tratta di satira e non di una notizia vera aspetti come dettagli divertenti o sopra le righe e lo stesso tono con cui la notizia è scritta
NEL DUBBIO NON CONDIVIDERE

Se il percorso articolato nelle tre domande sopra illustrate non è sufficiente per stabilire se una notizia è falsa o meno, l'invito che Facebook rivolge all'utenza è quello di non condividerla.

Facebook ha recentemente introdotto le notifiche di contesto per avvisare gli utenti che si apprestano a condividere una notizia che è stata pubblicata più di 90 giorni.


54

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AndreP

Speriamo di riuscire a dormire dopo aver perso i contatti con un'ameba del genere.

Andee Kcapp

Vedi scrivi solo castronerie. Addio piccolo cervelletto mononeuronico non voglio più perdere tempo con te.

AndreP

Dai allora non farmi un favore ma stai zitto. Vai a fare il mentecatto insieme al verme verde.

Andee Kcapp

No a te il favore non lo faccio visto che scrivi castronerie.

The Evil Queen

“.... è pubblicata a caso da un over 50 dopo un buongiornissimo?”
FAKE!

AndreP

Dai bello,falla finita, facci il favore.

Danylo

Appunto. La maggior parte delle notizie (vere) sono omicidi, guerre, eventi catastrofici, incidenti di treni/aerei/stradali, ....

QuelMattacchioneDiJohnMalkovic

Bello, uccide il virus, ma poi il cancro a bocca gola e esofago è un poco più antipatico.

Andee Kcapp

tu scrivi ben di peggio.

Ratchet

Usate il cervello.

virtual

Eh ma dovevano mettere la nota di leggere l'intero articolo nel titolo, altrimenti non lo leggerebbe e conseguentemente non applicherebbe i dettami indicati nell'articolo stesso!

OlioDiCozza

Almeno io non scrivo usando le k al posto delle c

ilmondobrucia
Gigiobis

ricordo quella fregnaccia, arrivava tramite "amici" di whatsapp.
"il virus muore sopra i 30°, bevete bevande calde, etc..."

D'altronde... la temperatura corporea è di 22°...

Andee Kcapp

Grande commento, Fà capire che il primo a non distinguere le notizie false sei proprio tu.

Andee Kcapp

Hai ragione e tu primeggi in questa virtù.

Andee Kcapp

No chiunque pubblica notizie false è da bannare e, poi, tu credi alle notizie false anche se vengono dalla tua parte politika. E le condividi anche sapendole false?
Se si complimenti.

Andee Kcapp

E si dovrebbe fare il registro dei falsificatori di notizie e bannarli, ovviamente quando l'evidenza è accertata

Andee Kcapp

L'hai detto tu !!
Io condivido, ma prendetevela con AndreP.

AndreP

La stupidità si nasconde bene ahahaha

Andhaka

Mediamente nemmeno legge la notizia prima di condividerla, altro che seguire "le tre domande". :D

Ma è un vizio molto, molto, molto diffuso.

Cheers

ilmondobrucia

Leggendo da fonti "affidabili " non su Facebook a volte si hanno notizie contrastanti .
Cmq io verifico sempre qualsiasi notizia che sento e leggo. Dovrebbe essere la prassi per tutti .
Immagino che ci sono fonti affidabili anche su facebook ma tanto bisogna sempre verificare le fonti . Difficilmente le persone lo fanno.

La più bella che mi viene in mente é di una mia amica ...
Ha letto che bere cose calde uccide il virus ...beveva di continuo lei e i suoi colleghi the bollente e lo teneva anche il bocca bello caldo almeno uccide per bene il virus ..

Ora potevo capire se era dentro una casa di cura per malattie mentali e credeva di avere un lavoro e amici ... Ma è appartenente sana ..non capisco .

AndreP

Io non so voi che facebook avete ma basta usare il cervello e scegliere bene le fonti per avere notizie affidabili.

AndreP

4 PUNTO: l'ha detto quel verme di salvini?
Allora fake.

Suppongo che la casalinga di Voghera scelga di seguire questi step prima di premere condividi sulla notizia del "sono indinniata" che segue immediatamente il buongiornissimo kaffeee

Stefano Ferri

Ma se chi diffonde contenuti non veri venisse penalizzato , tipo con una licenza a punti , quando li hai fini ti per 3 mesi non puoi più pubblicare nulla .

OlioDiCozza

Per Facebook, Twitter, Reddit etc c'è solo una domanda da fare? Favorisce i conservatori? Allora loro la considerano falsa.

LaVeraVerità

La vera domanda è:
- perchè leggere?

L'ignoranza è una virtù.

Squak9000

la vera domanda è:
- perché leggere notizie su Facebook?

Salvatore Provino

A)Tua domanda iniziale contestata: "Esistono notizie vere su Facebook?"
B)Mia risposta: Non esiste il concetto di notizia su Facebook
A)Mi hai fatto un esempio di come i tuoi amici credano che esistono notizie prettamente su Facebook
B)Io continuo a dire che non esistono le notizie su Facebook. checcè ne pensino i tuoi amici
Mio consiglio: cambia amici (scherzo)

momentarybliss

Sì, certo, adesso Facebook con qualche suggerimento buttato lì riesce a rimediare alla debacle socio-politica a cui si sta assistendo. Per me l'unico rimedio è regolamentare la condivisione pubblica dei link a pagine e contenuti di siti accreditati preventivamente sulla piattaforma o per lo meno presenti in una white list certificata. Se l'utente X vuole condividere collegamenti a siti al di fuori di queste liste queste esce un bel messaggione con scritto "ci spiace, puoi condividere questo link solo con i tuoi amici"

ilmondobrucia

??

Salvatore Provino

Nah

Salvatore Provino

Di certo lo stile comunicativo è molto importante per capire le intenzioni di chi scrive, però le notizie più cattive sono fatte molto bene, capita pure che siano scritte in buona fede e certe volte bastano titolo e sottotitolo per fare un disastro. Anche in generale la presenza di un argomento quotidianamente crea nelle popolazioni degli effetti enormi, caso limite ma calzante il discorso migranti in Italia. Durante lo scorso governo c'era nella popolazione (e nota che mi tengo sui grandi numeri) una sensazione generale di invasione (se eri di un lato politico) o di emergenza umanitaria straordinaria (altro lato). Le redazioni hanno deciso di combattere questa battaglia su due fronti perché c'era in ballo una questione prettamente politica con i leader del momento che ne facevano un vessillo. Da quando è cambiato il governo, la politica ha praticamente abbandonato il tema e lo stesso i giornali (sopratutto il lato dell'emergenza umanitaria) ma in realtà continuano ad esserci persone sui barconi anche in questo momento nello stesso numero che tentano di attraversare il mare di Sicilia - ma l'emergenza sembra essere svanita, da un lato e dall'altro.
Altro esempio nello stesso contesto dell'anno scorso, l'emergenza reati in particolari piccoli che se guardi i dati in realtà sono al minimo storico ma il solo mettere delle notizie VERE di scippi, stoopri, furti &co continuamente in prima pagina ha dato luogo ad una sensazione di insicurezza totalmente ingiustificata. Insomma, è un casino e noi umani siamo scemi tutti.

ilmondobrucia

Per loro si

LaVeraVerità

Io ho fatto di meglio. Mai avuto Facebook e ho risparmiato un sacco di tempo che posso dedicare a "La vita in diretta" e "Non è la D'Urso"

Kamgusta

Con questi 3 metodi di verifica sono praticamente da ritenere false TUTTE le notizie che vengono date e soprattutto quelle dei giornaloni (sfatti quotidiani, corriere della sega, phonpage, etc).

Mao Tze

Concordo, se parla alla pancia e non alla testa 90 su 100 è fake e quindi solo uno spottone pubblicitario con intenti poco nobili.

qandrav

ma voi di hdblog credete veramente a ste str0nzate?

https://www.buzzfeednews.com/article/ryanmac/facebook-instagram-profit-boogaloo-ads

Salvatore Provino

Aaah probabile ma resta sempre il discorso che non esiste il concetto di fonte affidabile, ci sono tantissimi indicatori che a mio modestissimo parere si imparano sì col tempo ma anche con una corretta educazione nell'uso del metodo scientifico - mai credere a qualcosa senza evidenze insomma

Salvatore Provino

Io non uso proprio facebook, e twitter a la carte per verificare se i giornali stanno riportando correttamente un tweet, specialmente se in un'altra lingua e di personaggi controversi - mi vado a vedere anche il contesto etc, la buona vecchia regola di saltare l'intermediario è pure molto importante. Tipo, la metà delle cose scritte su Donaldz sono semplicemente false e basta andare a vedersi il video/tweet per capirlo, l'altra metà purtroppo no xD

Salvatore Provino

Ma facebook non dice cose

roby

Facebook dovrebbe prima capire quanti profili fake e truffe ci sono nel suo sito altroché

Mao Tze

Per essere nella bolla giusta probabilmente hai già fatto fact checking in precedenza. È un gran casino, passa la voglia di provarci, anche il solo chiedere di provare a fare una seconda lettura di un "articolo" può diventare uno sforzo disumano, ed alla fine è tempo perso.

ilmondobrucia

Ti faccio un esempio .
Due miei amici mi tiravano fuori di quelle perle di "news " ma conviti.. poi quando gli chiedevo dove l'abbiano letta..
Già bisogna stare attenti a quello che dicono le fonti ufficiali che a volte dicono una cosa ...e poi è un'altra .
Figurati facciadalibro.

Connor Rk900

Basta fermare il feed degli amici
Però a quel punto uso twitter onestamente

Snapdragon

Il problema non si pone Facebook l ho cancellato e perdo meno tempo a scrollare il nulla durante il giorno

Account Anniversario

"Attenzione ai particolari poco convincenti: le notizie false possono essere diffuse da siti web creati per sembrare affidabili. A svelare l'inganno possono essere dettagli come indirizzi URL strani, errori grammaticali o un aspetto poco professionale"

Tipo HDblog? LoL

Account Anniversario

"Facebook: come capire se una notizia è falsa con 3 domande"

È una notizia falsa?
No.

Sicuri che non sia una notizia falsa?
Sicuri.

E chi ve lo ha detto?
Nostro cuggino.

Apposto. Laik e cndvd.

Salvatore Provino

Mi sembra una follia, la gente già non legge le notizie intere figuriamoci il vademecum (con una terza parte che io boh) su come capire se una notizia è falsa.
Ad esempio la prima regola dovrebbe essere di non credere ad alcuna notizia e non farsi un'idea a proposito, a meno che non siano mostrate verifiche indipendenti sul campo, prima che passino 48 ore dalla prima pubblicazione.

Android

Recensione Sony Xperia 1 II: tra eccellenze e black out

Android

Realme X50 5G ufficiale in Italia | Recensione e Confronto X50 Pro

Android

La carica degli Snapdragon 765: sono gli smartphone del momento | Video

Windows

Migliori Notebook, Portatili e UltrabooK: i top 5 fino a 600 euro | Luglio 2020