Recensione Google Pixel 4 XL e confronto sblocco 3D con iPhone 11

21 Ottobre 2019 1100

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Google Pixel 4 e 4 XL sono stati gli smartphone più anticipati di tutti i tempi. Tra rumor e leak sapevamo ormai tutte le caratteristiche hardware, specifiche tecniche e qualcosina anche sulle nuove funzionalità del software. Nel corso della presentazione ufficiale si sono così concentrati sui servizi, sulle nuove funzioni messe a disposizione e sull'interno ecosistema che vede gli smartphone al centro.

Google sul palco ha detto di essere certa che le lenti grandangolari siano "divertenti", ma che non siano altrettanto utili come la lente zoom 2x che abbiamo implementata nel nuovo smartphone. I pixel hanno da sempre fatto della fotocamera il loro principale punto di forza, ma ora che i sogni grandangolari di molti fotografi amatoriali sono stati delusi, sarà ancora in grado di imporsi come il camera phone per eccellenza?

NON È BRUTTO, ANZI

I render, le foto e video che vediamo online non rendono giustizia ai Pixel 4. Quando i primi leak ci hanno mostrato quello che poteva essere il design del nuovo google phone, anche io sono rimasto un po’ sconcertato. Design apparentemente anacronistico, con un grande cornicione sul fronte, bordi ben ottimizzati, un retro dall’estetica minimale interrotta brutalmente dal grande quadratone delle fotocamere. Tutto è stato poi confermato ma la mia personale idea (e quella di molti dei colleghi con cui ho parlato) è cambiata una volta provati con mano.

È la prima volta che mi capita di avere delle sensazioni così contrastanti tra le prime impressioni e quelle successive, una volta che ho testato un prodotto. Google Pixel 4 è uno smartphone esteticamente piacevole. Ho sempre odiato la corsa alle cornici ultra fini, ai bordi arrotondati e all’eccessiva lotta al notch. Non sono questi gli elementi che rendono un oggetto tecnologico "bello".

La scocca posteriore in vetro - nella colorazioni bianca e arancione - ha una superficie satinata piacevole al tatto che aiuta anche il grip, mentre il frame laterale è in alluminio nero. La particolare fusione di questi due materiali fa si che in mano dia la sensazione di avere un oggetto quasi soffice. Il tatto viene ingannato dalla rifinitura e il retro sembra avere una consistenza morbida. In contrapposizione a queste percezioni si pongono le proprietà del vetro che sotto una pressione più decisa offre un migliore grip ed evita che il Pixel ci scivoli di mano. Queste proprietà rendono il Pixel 4 XL uno degli smartphone più comodi da utilizzare senza custodia, approfondiremo in seguito invece il Pixel 4 che ha dalla sua dimensioni molto contenute.

Le misure del fratello maggiore (160.4 x 75.1 x 8.2 mm) non sono certo quelle di uno smartphone piccolo e maneggevole, il peso di 193g è comunque in linea con la concorrenza e risulta ben bilanciato. Rimane comunque un dispositivo da usare a due mani.

68.2 x 145.6 x 7.9 mm
5.5 pollici - 2160x1080 px
68.8 x 147.1 x 8.2 mm
5.7 pollici - 2200x1080 px
76.7 x 158 x 7.9 mm
6.3 pollici - 2960x1440 px
75.1 x 160.4 x 8.2 mm
6.3 pollici - 3040x1440 px
NON E’ IL DISPLAY CHE MI SAREI ASPETTATO

La parte frontale è dominata dall’ampio display da 6,3 pollici con risoluzione QHD Plus (1440x 3040). Il pannello utilizzato è un OLED con una densità di pixel elevatissima di 534 PPI e un refresh rate di 90Hz. Sebbene sulla carta sembri essere uno schermo incredibile, nell’uso di tutti i giorni ha evidenziato alcune problematiche. In ambienti chiusi è ottimo, si vede bene sotto qualsiasi inclinazione, i colori sono brillanti ma ben tarati e i neri sono ovviamente assoluti, tipici di questa tecnologia.

Il problema si presenta in esterna e più in particolare sotto la luce diretta del sole. Il sensore di luminosità è veloce a reagire ai cambi di luce ma il display non è in grado di spingersi a luminosità elevatissime. Ho incontrato spesso qualche problema di lettura, cose che non ho mai riscontrato con altri device top di gamma come i Samsung della serie Galaxy S10/Note 10 o anche il OnePlus 7T Pro che utilizza uno schermo a 90Hz.

Il refresh rate massimo non è sempre disponibile e non si può forzare manualmente. Il sistema deciderà in automatico se downclockare a 60Hz. Ad esempio il launcher appare fluido a 90 Hz, mentre su Chrome si scende e si passa a 60 Hz. Soluzione evidentemente adottata per contenere i consumi.

SBLOCCO COL VISO UNICA OPZIONE

Tutto l’entusiasmo derivante dal design si scontra con la scomodità e poca sicurezza offerta dai nuovi sensori di sblocco tramite riconoscimento del viso. Google abbandona definitivamente il riconoscimento dell’impronta e, senza passare per i nuovi sensori ottici sotto al display, si dirige verso una tecnologia a infrarossi molto simile a quella già implementata da Apple sui propri smartphone e tablet. L’iPhone utilizza questa soluzione da ormai 2 generazioni (ha fatto la sua prima apparizione sull’iPhone X) e da allora è stata migliorata sempre più diventando oltre che affidabile ed comoda nell’utilizzo quotidiano, anche sicura e priva di eclatanti falle.

Il pixel dall’altro canto, presenta una piccola ma determinante criticità: si sblocca anche se il proprietario ha gli occhi chiusi. Tale problematica potrebbe rivelarsi fatale in diverse occasioni ad esempio un bambino è in grado di sboccare lo smartphone dei genitori mentre questi sono addormentati. Prima di eliminare totalmente il sensore per il riconoscimento d'impronte, Google avrebbe dovuto valutare meglio l'efficacia del proprio sistema a infrarossi anche in questi scenari ipotetici ma pur sempre realistici.

Poche ore fa l’azienda ha confermato che nei prossimi mesi arriverà un aggiornamento per impostare lo sblocco solo con occhi aperti. Attualmente il problema rimane.

HARDWARE PRESTANTE E DISCRETA AUTONOMIA

Google, come ogni anno, aggiorna la piattaforma hardware con le ultime componenti disponibili. Quest’anno non punta sulla versione potenziata ma si "ferma" allo Snapdragon 855. Il SoC di Qualcomm offre la medesima esperienza dell’855 Plus. Nell’uso quotidiano il Pixel 4 XL appare poi scattante e reattivo, durante il gaming non perde un colpo grazie anche alla potente GPU Adreno 640.

Nonostante l’esperienza utente sia pulita, minimale e molto leggera, qualche volta ho notato sporadici lag, specialmente nelle animazioni. Si tratta di finezze e piccoli dettagli che non influiscono sul giudizio finale, ma sono da segnalare perché il Pixel 4 XL non è lo smartphone Android più “veloce e fluido” che tanti si potrebbero aspettare. Il display da 90Hz contribuisce a far sembrare il tutto più rapido, ma in confronto con il OnePlus 7T Pro sembra meno scattante.

È disponibile in due configurazioni con 64 o 128 GB di storage ed entrambe sono accompagnate da 6 GB di RAM. Il nostro modello da 64 GB utilizza delle memorie UFS 2.1 con velocità non al top della categoria. Ci sono numerosi smartphone che riescono a fare di meglio, sopratutto ora con l’utilizzo delle nuove UFS 3.0. La cosa che più delude è il fatto che il modello base abbia cosi “poco” spazio a disposizione. Ormai 64 GB non sono più sufficienti per tanti utenti, specialmente in un top di gamma. Ora che Google non consente più ai Pixel uno spazio illimitato a qualità massima per le foto, 64 GB stanno stretti.

Vi consigliamo la lettura dell’approfondimento sul backup di Google Photo, dello spazio dedicato agli scatti in alta qualità, massima risoluzione e la compressione del nuovo formato HEIC.

La batteria da 3700 mAh è ottimizzata piuttosto bene e offre una discreta autonomia. Con il mio uso quotidiano, dalle 7 del mattino arrivo mediamente alle 23 con un 5% di capacità residua e 6 ore e mezza di schermo acceso. Non sono un grande amante di quest'ultimo dato perché l’autonomia dipende da tantissimi fattori (GPS, cuffie Bluetooth, luminosità del display, etc…) e il display non gioca sempre un ruolo centrale, nonostante ciò il Pixel 4 XL è promosso anche in questo ambito.

SCHEDA TECNICA

  • Display: 6,3″ Quad HD+ 19:9 537 ppi Smooth Display (sino a 90Hz OLED) – Ambient EQ, HDR, Gorilla Glass 5
  • Batteria: 3.700 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18W e wireless Qi
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 855 – Pixel Neural Core
  • Memoria: 6 GB RAM
  • Storage: 64 GB o 128 GB
  • Fotocamera: 12 MP Dual-Pixel f/1,7 e pixel da 1,4micron, con OIS + 16 MP Telephoto f/2,4, pixel da 1 micron, con OIS
  • Cam anteriore: 8 MP con apertura f/2.0 e pixel da 1 micron
  • Video: 720p a 240 fps, 1080p a 30/60/120 fps, 4K a 30 fps. Cam anteriore a 1080p a 30 fps
  • Audio: Altoparlanti stereo
  • Certificazione acqua/polvere: IP68
  • Sicurezza: Titan M Security Module
  • Funzioni: Face unlock, Motion Sense
  • Sistema operativo: Android OS 10 con 3 anni di aggiornamenti di sicurezza e del sistema operativo
  • Dimensioni e peso: 75,1 x 160,4 x 8,2 mm, 193 grammi
  • Connettività: Bluetooth 5.0 LE, NFC, nano SIM + eSIM USB Type-C 3.1 Gen 1, Wi-Fi 2.4 GHz + 5 GHz 802.11 a/b/g/n/ac 2x2 MIMO
AUDIO, VIBRAZIONE E CONNETTIVITA'
Pixel 4 XL ha una sola cassa nella parte inferiore della scocca ma sfrutta la capsula auricolare per offrire un audio stereo. Il risultato è decisamente buono e il volume non solo è forte ma anche abbastanza bilanciato. Chiaramente lo speaker inferiore ha una pressione maggiore ma Pixel 4 convince sicuramente in tutti i contesti multimediali.
Unica pecca, sia la capsula sia la cassa si possono "chiudere" appoggiando la mano cosa che non accade, per esempio, su Galaxy Note 10.
Molto bene la vibrazione con un feedbanck aptico che convince e modulare a seconda del contesto. Vibrazione secca per la scrittura e forte per notifiche e chiamate. Ottima infine la ricezione e molto buono il posizionamento GPS in modalità pedestre: peccato non sia un Dual SIM.
TANTE NUOVE FUNZIONI SOFTWARE

La serie Pixel ha sempre offerto quella che era l'esperienza utente più simile alla stock Android. Fin dal primo modello, Google ha però inserito qualche piccola funzionalità software che lo differenziasse dalla AOSP. Pixel 4 XL ovviamente arriva sul mercato con l'ultima versione del sistema operativo Android 10 con la patch di sicurezza aggiornate al 5 ottobre. Le opzioni principali rimangono invariati rispetto a quelle viste sulla precedente generazione Pixel 3 ma, sul nuovo modello, ci sono alcune interessanti novità.

Registratore vocale con funzione di trascrizione

Il registratore di note vocali si aggiorna nella grafica ma anche nelle funzioni. Grazie a un nuovo motore di riconoscimento vocale è in grado di riconoscere e trascrivere in tempo reale le parole registrate. Inoltre, la barra di ricerca permette di trovare all'interno delle nostre note alcune parole e evidenzierà il minuto preciso in cui sono state pronunciate. Questa funzionalità è per ora utilizzabile solo in inglese ma supporterà altre lingue. Non c'è motivo di preoccuparsi per la privacy, il tutto funziona anche in modalità offline senza connessione ad internet.

Sottotitoli

Una volta attivata l’opzione il sistema rileva quando vi è del parlato ed effettua una trascrizione del testo in una piccola blocca flottante. Anche questa è per ora solo per la lingua inglese ma funziona già benissimo. L’ho utilizzata sui video di YouTube, Netflix e anche con delle canzoni su Spotify o con i podcast. Riconosce sempre molto bene il parlato a patto che la voce sia pulita, non ci siano interferenze e le parole siano scandite bene. Funzione molto carina e sicuramente utile per colore che hanno qualche difficoltà uditiva.

MOTION SENSE FUNZIONA MA NON E’ INDISPENSABILE

Project Soli è uno dei progetti più ambiziosi di Google. In una prima demo simulata, Google ci aveva mostrata come ipotizzava l'interazione col device senza toccarlo. Vi era quindi la possibilità di modificare il volume con ruotando le dita simulando il movimento di una rotella. Questo progetto prende vita con il radar dei Pixel 4 e acquisisce il nome commerciale di Motion Sense. Le promesse di Google erano futuristiche, ma nella realtà sembrano essere solo un esercizio di stile.

Mentre ascoltiamo la musica con un movimento della mano verso destra o sinistra a circa 5/10 cm dallo smartphone si più saltare una traccia o tornare indietro. Non funziona sempre benissimo e un semplice tap sullo schermo è più rapido ed efficace. Comoda invece la possibilità di abbassare il volume della sveglia semplicemente avvicinando la mano allo schermo e l’accensione del display quando rileva un gesto volontario della mano.

NON E’ PIU’ IL RE DELLE FOTO NOTTURNE

Quando Google ha mostrato al mondo al mondo cosa fosse in grado di fare il suo Pixel con la modalità notturna, nessuno ci volle credere. Tutti pensavano si trattasse delle solite foto per il marketing pensate per far sfigurare la concorrenza. Una volta arrivato sul mercato in molti si sono dovuti ricredere e ammettere che Da allora i più grandi produttori di smartphone si sono dovuti mettere in gioco e hanno spinto ancora di più sull'acceleratore per raggiungerli.

La modalità notturna offre le solite ottime foto. Ora non sembrano più finte o troppo luminose come nelle prime versioni, ma spesso mi è capitato di preferire gli scatti dell’iPhone 11, sia per colori, ma anche perché quest’ultimo riesce a mantenere intatte le fonti luce.

Il 4XL è il primo smartphone della casa di Mountain View ad adottare una doppia camera posteriore. Dopo i primi leak si era ipotizzato che ci fosse una lente ultra-wide. Durante la presentazione Google ha deluso tanti utenti, noi compresi, affermando che per quanto le camere grandangolari siano divertenti le tele siano più utili. Il grande modulo sul retro include quindi una classica camera standard da 12 MP e una con zoom 2x da 16 MP.

Quando si effettua uno scatto con zoom oltre il 2X, il software sfrutta i micro movimenti della mano per avere un maggior dettaglio. Sebbene questa soluzione sia piuttosto efficace, non è paragonabile a un reale zoom ottico fornito da una lente periscopica. Messo a confronto con gli scatti 5x di un P30 Pro, le foto del pixel appaiono meno definite e con tanto rumore. Sarebbe stata molto più utile una semplice lente ultra-wide.


Le foto della camera principale continuano ad essere tra le migliori possibili in ambito mobile. Durante il giorno l'HDR Plus è in grado di tenere perfettamente bilanciate le diverse parti. Ora è possibile modulare in che modo l'algoritmo agisce. Quindi con due slider si può aumentare o diminuire indipendentemente l'esposizione delle ombre e luci. Gli scatti con effetto ritratto, sia della camera frontale (8 MP) che della posteriore, sono ottimi. Il soggetto viene scontornato alla perfezione anche sui capelli più disordinati che sono da sempre il problema più difficile del bokeh artificiale.

Anche sul reparto video c’è qualcosa che non mi sarei aspettato. Sarebbe più corretto dire che manca una particolare opzione: i filmati in 4k a 60fps e ci si ferma ai 30 frame. Google afferma di non aver voluto inserire il supporto 4k @60fps perché i suoi utenti utilizzano maggiormente il 1080p, ma questa non può essere una giustificazione. Si deve permette al consumatore finale di scegliere come registrare i propri video (specialmente quando il processore è in grado si supportare questa risoluzione).

CONCLUSIONI E PREZZI

Google Pixel 4XL è ancora la miglior scelta per chi desidera un’esperienza Android più pura e stock possibile. Lui però non è il miglior smartphone Android. Ormai le scelte e possibilità di questo mondo sono tantissime e la quarta generazione non è necessariamente lo smartphone adatto a tutti.

Alla fine dei conti il Pixel 4 XL è semplicemente un altro ottimo smartphone che a 899 euro si pone come il top di gamma Android perfetto per chi ama la stock e la fotografia. A penalizzarlo di certo il taglio di memoria base da 64GB, fin troppo limitante senza neanche l'espansione di memoria.

VOTO: 7,8

PRO E CONTRO

Ottima fotocameraDisplay fluidoFunzioni software innovative per i sottotitoliBuona batteria
Display poco luminosoNo video 4k 60fpsModello base da 64 GB (troppo pochi)Wide Angle: considerando tutto, per noi è una mancanza e lo zoom non fa la differenza
VIDEO RECENSIONE

CONFRONTO SBLOCO 3D

Google Pixel 4 XL è disponibile online da Hwonline a 939 euro.
(aggiornamento del 19 novembre 2019, ore 13:50)

1100

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
FioM7

Scusate la banalità, ma qualsiasi smartphone con sensore di impronta può essere sbloccato mentre dormi. Spesso già la posizione in cui si dorme rende agevole lo sblocco da parte di un'altra persona.

FioM7

Scusate la banalità, ma qualsiasi smartphone con sensore di impronta può essere sbloccato mentre dormi. Spesso già la posizione in cui si dorme rende agevole lo sblocco da parte di un'altra persona. Voglio vedere chi di voi si sveglia poichè hanno appoggiato qualcosa al suo dito.

Bio'

Motivo? perché sono curioso anche io, non per altro, dato che valuto l'acquisto di entrambi

Mr. Robot

Vero da un certo punto di vista. Perché un buon medio di gamma non dovrebbe essere valido?
Il problema più che altro é la rapida evoluzione tecnologica; se tra due anni un medio gamma ha una fotocamera totalmente rivoluzionata, rispetto alla mia, é logico che se sono interessato al comparto fotografico lo acquisto.
Per il resto sto provando personalmente la cosa con uno Zenpad 10.
Nonostante abbia 3 anni continua a funzionare perfettamente senza alcun problema; perché cambiarlo?

Bio'

@Redazione HDBLOG perché non realizzate un Vs tra Pixel 4xl e Iphone 11 NON pro?
sarebbe molto interessante capire quali compromessi si accettano per valutare l'acquisto di uno anzichè l'altro..

Bio'

Fosse completo e perfetto non lo cambieresti dopo 2-3 anni..
C'è gente ( me compreso) che lo cambia dopo 6 mesi perché vuole provare l'ultima feauture sul mercato, spesso è una fregatura. Una cosa è certa, nessuno smartphone esistente sul mercato vale i soldi richiesti.

max76

ho visto anche sui Pixel una pessima scelta che Google ha fatto su Android 10 (che conferma quanto visto sul mio Nokia 8.1):
facendo lo swipe verso l' altro delle app, nella mini-drawer sotto non ci sono più le 5 app di sistema, ma le ultime 5 usate...cosa che ritengo inutile perché sono praticamente sempre le prime 5 che teniamo poco sopra nella home.
secondo me al posto di questa roba inutile, Google dovrebbe sforzarsi un po' di più sul drawer ed implementarlo personalizzabile con 2 o 3 righe di app inseribili.
per il resto, gran telefono, bello il design, belle le cornici, ma non lo comprerei mai per la non espandibilità e per la batteria insufficiente ad arrivare al giorno e mezzo di uso

Gieffe22

vai tranquillo, è molto piccolo e discreto, costruito a regola d'arte (l'y530 intendo) ed è anche molto espandibile in termini di ram-ssd-hdd-wifi.

Un amico ha l'y520 vecchio e non ha mai dato mezzo problema

LastSnake

Infatti stavo valutando proprio il lenovo, rapporto pazzesco fra prezzo/prestazioni/design

Gieffe22

il ryzen 3500u va circa meno della metà dell'8750h però vedi eh (circa 500-600 punti contro 1100-1200), la gpu poi non ne parliamo, la vega 8 è un giocattolo a confronto della 1050 (2000 punti contro 6500 circa) e va circa 1/3 meno della mx250-150 (3500 punti).

Personalmente non scambierei MAI una simile differenza di potenza su cpu e gpu per mezzo cm di sottigliezza o 1 ora di batteria in più.

In tal senso il lenovo y530 vedi che è molto piccolo e sottile (2cm circa), di presenza sembra quasi un ultrabook...

Donato Randazzo

ciao, confrntando il display con quello di pixel 3, ti sembra più "giallognolo"?

LastSnake
Gieffe22

https://www. amazon. es/Lenovo-Ideapad-330-15ICH-Ordenador-GTX1050-2GB/dp/B07R2F6NR3/ref=sr_1_2?__mk_es_ES=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1E9CXOPUDWR13&keywords=i5+8300h+gtx+1050&qid=1571988274&sprefix=i5+8300h%2Caps%2C186&sr=8-2

650 euro un i7 8750h e una 1050, per una configurazione simile in italia servono 100 euro. Certo non aspettarti uno schermo 100% srgb (sicuramente sarà appena un 55-60% visto il prezzo), ma nel complesso è un prezzo assurdo per quella dotazione.

https://www.amazon. es/Lenovo-Ideapad-330-15ICH-Ordenador-GTX1050-4GB/dp/B07JZZZSVG/ref=sr_1_5?__mk_es_ES=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1E9CXOPUDWR13&keywords=i5+8300h+gtx+1050&qid=1571988274&sprefix=i5+8300h%2Caps%2C186&sr=8-5

idem con patate questo, a 630

https://www. amazon. es/Lenovo-Y530-Ordenador-port%C3%A1til-GTX1050-4GB-operativo/dp/B07RZ14SJB/ref=sr_1_8?__mk_es_ES=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1E9CXOPUDWR13&keywords=i5+8300h+gtx+1050&qid=1571988274&sprefix=i5+8300h%2Caps%2C186&sr=8-8

scendendo sotto le 600

https://www. amazon. es/HP-Pavilion-15-bc500ns-Ordenador-port%C3%A1til/dp/B07X5DFXHJ/ref=sr_1_13?__mk_es_ES=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1E9CXOPUDWR13&keywords=i5+8300h+gtx+1050&qid=1571988274&smid=A1AT7YVPFBWXBL&sprefix=i5+8300h%2Caps%2C186&sr=8-13

in italia salvo rarissimi casi non c'è l'ombra di questi laptop (o meglio ci sono, ma stanno tra le 750 e le 900 euro per gli i5 e le 1000 per gli i7)

Donato Randazzo

A tuo parere il display è più "giallognolo" rispetto pixel 3?

LastSnake

Mi dai i modelli che dicevi con tastiera es?

LastSnake
Gieffe22

con 600 schifezze, ma se sali anche solo a 700 hai l'imbarazzo della scelta, ti consiglio gli acer nitro 5 con i5 8300h e gtx 1050, oppure sempre su cifre simili i lenovo y530 (anch'essi stessa scheda tecnica, anzi a qualcosina in piu trovi anche 9300h e gtx 1650 che ti consentirebbe anche di farci gaming).

Se sei disposto a convivere con la tastiera spagnola trovi laptop con la stessa dotazione su amaz es sulle 600- 620 addirittura.

Evita i soliti fake ultrabook, a fronte di quel mezzo kl risparmiato ci perdi in longevità e in raffreddamento.

LastSnake

Secondo te, con max 600€, qual è il miglior portatile in assoluto ad oggi acquistabile?

Francesco Vitti

Il refresh rate fisso è impostabile dalle opzioni sviluppatore.

mttm

Su s10 c'è, come c'è sulla gcam che ho sul mi mix 2s

Jack XForbes

L'ultima volta che ho provato con l's7 di mio fratello comunque non c'era nessun filtro bellezza, ma i visi erano comunque piallati come sempre

mttm

Basta togliere il filtro bellezza, ormai tutti gli Smartphone hanno di default sto effetto per la cam anteriore purtroppo..

efremis

Beh ma fortunatamente un display non è solo neri.
I display di un iPad o un Mac o di una TV Sony full LED di alto livello sono LCD, ma uno spettacolo per gli occhi.

The Jackal™

piccolo estratto dalla recensione: "partiamo col taglio da 64gb, c'è anche quella da 128 però la normale, quella che la maggior parte delle persone andranno ad acquistare, è quella da 64 che sinceramente nel 2019 per uno smartphone top di gamma a parer mio non bastano e soprattutto non si dovrebbe inserire un taglio di memoria così tanto piccolo"
se la maggior parte delle persone acquisteranno il taglio da 64gb, perchè google non dovrebbe proporre questo taglio di memoria? il ragionamento non torna.
poi sinceramente sono più contento di poter scegliera tra 64gb a 759€ e 128gb a 859€, piuttosto che dover per forza optare per il 128gb che a me non serve e dover spendere di più.
aggiungo anche un altro dato: lo scorso anno pixel 3 partiva da 899€ per la versione da 64gb, quest'anno partiamo da 759€; 3XL partiva da 999€ mentre 4XL parte da 899€.
per quanto non siano prezzi concorrenziali, credo che ci sia poco da lamentarsi sul prezzo, soprattutto se facciamo il confronto coi listini della concorrenza.
altro appunto che faccio al recensore: giusto che si dica per completezza che le memorie sono ufs2.1 e non 3.0 come alcuni rivali, però dire che sono molto più veloci non è totalmente corretto. bisognerebbe specificare che il numerino che si vede nel bench è più alto, ma poi nel reale utilizzo il pixel risulta più reattivo.
sono certo poi che se invece della 2x avessero implementato sta benedetta grandangolare che adesso pare indispensabile, il giudizio sarebbe totalmente cambiato (ormai basta veramente poco per etichettare uno smartphone come incompleto o completo a seconda dei casi)

Depas

O sony o samsung, c’è poco da fare

Michele

Hahahah fai come credi, certo sicuramente è il miglior display a 8bit con 326 ppi, su questo non ci piove

efremis
kkk66

*modalità complottismo attivata*: non si tratta solo di un buon telefono con pochi difetti, si tratta di un terminale perfetto e innovativo, che se ben recensito avrebbe portato la maggior parte dei consumatori ad acquistarlo. Gli altri produttori dopo averci messo mano tramite i vari recensori che l'hanno avuto in anticipo sono andati nel panico. Si sono quindi riuniti e hanno avviato una forte pressione verso i recensori chiedendo la massima severità, in quanto ci si trovava di fronte a un terminale che avrebbe sconvolto completamente il mercato, portando di conseguenza problemi anche ai recensori stessi. I recensori quindi, impauriti, sono stati severi e superficiali, ognuno di loro l'ha comunque acquistato. https://uploads.disquscdn.c...

Mr. Robot

I neri non saranno mai neri profondi quindi tanto vale

Michele
efremis
Michele
phin3as

È per questo che girano brevetti di un certo anello Apple

efremis

Lo so, è che faccio una lotta invana alla disinformazione che fanno questi pseudo esperti, a fare danni in giro a quelli che invece sono onestamente e consapevolmente ignoranti (la massa).

Ma se qualcuno dorme con gli occhi aperti come Gandalf, neanche l'iPhone è sicuro

Rubenalf

un discorso troppo tecnico per un publico mediocre come quello di questo blog...

Jack XForbes

OT
Ragazzi ma installando la gcam su un s10 si ottengono risultati più simili a quelli dei pixel nelle foto?
Parlo soprattutto della fotocamera frontale, odio quell'effetto beauty con il viso di porcellana dei galaxy, usando la gcam cambia qualcosa secondo voi? Qualcuno ha già provato?

Andrea

dipende, se sei abituato con iphone si xk trovi xr 128 a 789€ e 11 128 a 889€ quindi a prezzi simili, se sei abituato con android non è detto xk l'abitudine ad un sistema incide molto nella scelta

efremis

Guarda caso hai tirato fuori un Sony tipico da f4nboy Sony quale sei e non sai di cosa parli come spesso accade.
Guarda, fortunatamente, a differenza di te, io i telefoni li provo. LCD i migliori che ci sono sono LG G7 e iPhone XR/11.
Lo schermo raggiunge quasi i 700 nits già su XR (piuttosto che parlare a vanvera guardati l'analisi seria di dday dello schermo dell'XR "iPhone XR, come si vede lo schermo LCD. La nostra analisi"). Altro che HDR, basterebbe solo che prima di parlare apriate Google o guardiate le cose 1 volta dal vivo. Tra l'altro i ppi sono 326 e il termine Liquid si riferisce alla vicinanza dei subpixel per creare una risoluzione (quasi FHD che nulla a che fare con l'HD, basta che moltiplichi 1792 x 828 e vedi la differenza con il risultato di 1280 x 720)...

theMANoftheFate_

Probabilmente hai la fortuna di avere una buona copertura nel 90% delle situazioni, mentre io nel 70% delle situazioni ho una scarsa copertura, e nel 20% sono ancora in edge, purtroppo la mia esigenza è spesso quella di trasferire foto e documenti di diverse dimensioni.
Periodicamente sposto tutto sulla microsd che a sua volta viene alleggerita su pc o hdd.
E ripeto, personalmente, su xz1c con 32gb saturi, pur avendo solo le app essenziali ad uso quotidiano, in una settimana di utilizzo, privato e lavorativo, capita almeno 1 volta al giorno di dover/voler usare quella app che ho disinstallato per motivi di spazio.

Michele

Anche un display di android che si trova a 200 euro ora, per dirne uno xz1, è superiore a quello ridicolo di iphone 11. Per essere superiore è sufficiente che superi i 400 ppi e che si veda bene al sole. Con la calibrazione perfetta ti ci puoi pulire il c u l o, se poi non hai HDR e una definizione adeguata

Sam

Il lettore di impronte digitali incide eccome...

Rispetto allo sblocco col volto ha il vantaggio di essere un'azione esclusivamente volontaria e quindi molto più sicura

Esempio banale, un amico per scherzare mi ruba il cellulare, lo accende e lo punta verso il mio volto, ed ecco che senza il mio consenso si sblocca... Questo con l'impronta digitale non può succedere, o quantomeno è molto più difficile che succeda (sfido l'amico a prendere il mio dito e Poggiarlo sul lettore senza il mio consenso)

Non sto dicendo che capita ogni giorno, ma è per fare capire che il livello di sicurezza si abbassa con lo sblocco tramite riconoscimento facciale in quanto perde la volontarietà dell'azione di sblocco

Dongiovanni82

Chi ha un top di gamma 2017/18 può saltare questo deludente 2019

efremis

Perché la sola risoluzione vale come i megapixel nella fotocamera. Molto poco visto che miliardi di altri fattori in cui l'LCD di iPhone è da riferimento

Mr. Robot

Bhe diciamo che trovo singolare decidere di spendere un patrimonio per un ecosistema che odio ed una tecnologia che assolutamente non vale quel prezzo.
P.s. il mio pannello, di un telefono da 200€, é più risoluto di iPhone con pannello LCD. Fai te...

Mr. Robot
Mr. Robot

Al di là che, per i miei gusti sia chiaro, costa un patrimonio, per il resto credo che siano i creatori stessi a volerlo così "imperfetto".
Il motivo? Non lo so, sembra assurdo ma é così.
Davvero é possibile che degli sviluppatori così capaci ed esperti non siano in grado di comprendere queste criticità prima di farlo uscire?

ilmondobrucia

altra cosa... quando cerco di disinstallare magisk.... si riavvia e cè un schermata nera con il robottino sdraiato e un punto esclamativo ...con scritto "no comand"..

prima non succedeva

ilmondobrucia

si con root... quando apro un app che ha bisogno di root mi dice che i permessi sono stati eseguiti .... sarà la nuova versione di magisk?

Felk

Ma con un classico root checker ti legge il root?
Comunque così stai come all'inizio, senza ota.

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Xiaomi Mi Note 10: live batteria (5260 mAh) | Fine ore 22:45 con il 14% rimanente

Samsung Galaxy M30s: live batteria (6000 mAh) | Fine ore 23 con il 32% rimanente