Made By Google pensa anche all'ambiente: traguardi importanti e progetti ambiziosi

16 Ottobre 2019 12

I prodotti "Made by Google" - il moniker che contraddistingue tutti i dispositivi consumer del colosso di Mountain View, come i nuovissimi Pixel 4, il Nest Wifi e il Nest Mini - pensano sempre di più all'ambiente. A ridosso dell'evento di presentazione di ieri, Google ha condiviso i più importanti progressi ecologici compiuti nell'ultimo periodo, e promesso ulteriori passi avanti nell'immediato futuro.

NEST 2019: 100% PLASTICA RICICLATA E SPEDIZIONI CARBON NEUTRAL

Per cominciare, tutti i prodotti della famiglia Nest lanciati nel 2019 - e ciò include Nest WiFi, Nest Mini e Nest Hub Max (non siamo sicurissimi di Nest Hub, che tecnicamente è stato presentato in precedenza, anche se con un altro nome) sono realizzati solo con plastica riciclata. Inoltre, tutte le spedizioni dirette (vale a dire: da Google al consumatore finale) di questi prodotti (e "altri", non meglio specificati) sono carbon neutral - che non vuol dire necessariamente che non emettono anidride carbonica, ma che quella emessa viene compensata con altre iniziative ecologiche all'esterno (in genere l'immissione nella rete elettrica di energia pulita proveniente da rinnovabili).


INVESTIMENTI NELLE RINNOVABILI PER I FORNITORI

Google ha inoltre annunciato di aver stanziato 150 milioni di dollari per progetti di produzione di energia elettrica pulita nelle aree in cui i dispositivi vengono materialmente fabbricati. L'investimento, dice Google, servirà a coinvolgere altri enti, con l'obiettivo di realizzare un'operazione 10 volte più grande - 1,5 miliardi di dollari. Se avrà successo, dovrebbe riuscire a rendere carbon neutral la produzione di tutti i dispositivi Made by Google.

Google è molto attiva nella lotta all'inquinamento già da diverso tempo. I suoi uffici e datacenter sono 100% carbon neutral già da due anni, e appena un mese fa circa ha annunciato ulteriori investimenti in infrastrutture del valore di 2 miliardi di dollari.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Media World a 569 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mastruffolo

Certo come no... come il caso di Note 7 di Samsung o la TouchWiz che laggava da quel momento in poi tutti i telefoni Samsung leggano ed esplodono

JustATiredMan

poca roba rispetto agli anni passati a fare "affari". E poi la gente dimenta presto. Bastano un paio di scuse pubbliche con la promessa di "prestare più attenzione per il futuro" e dopo un paio di settimane nessuno se ne ricorda più, e tutto torna come prima.

italba

E poi ti arriva un giornalista che ti sputtana, facendoti perdere in due giorni tanti di quei soldi in pubblicità negativa che non ti immagini nemmeno. Il "gomblotto" quando non conviene non lo fa nessuno, tranquillo

Mako

made in italy = made in china

si copiano anche i motti adesso... che pena

True_ghost

made by google = designed by apple

si copiano anche i motti adesso... che pena

JustATiredMan

Scusami se sono cinico, ma ci credo poco... nel senso che una multinazionale ha tutti gli strumenti per nascondere tutto, o per scaricare la responsabilità ad altri.
Mi spiego. Se devi riciclare o trattare un certo scarto di produzione, puoi tranquillamente farlo fare a qualche azienda che ne so, in qualche paese africano o dell'est (a dirla tutta succede anche da noi). Tale azienda locale poi avrà ovviamente una certificazione la quale però e' stata ottenuta o perchè le leggi vigenti in quello stato sono blande, o perchè è stato corrotto il funzionario o politico di turno.
A quel punto la nostra bella multinazionale ha acquistato una parvenza di onorabilità green, e se anche qualche cosa in futuro salta fuori, possono sempre appellarsi al fatto che loro hanno seguito le regole di questo o quello stato o quell'ente.

rsMkII

Beh insomma. Se costano di più anche a loro e gli aumenti sono proporzionati, non è che ci guadagnino di più eh. Non dico che vogliano rimetterci per aiutare l'ambiente (anzi!), però se aumentano proporzionalmente a quanto gli costa in più la produzione, non vedo come possa essere un aspetto negativo. Semmai sono da criticare quelli che pur di vendere a prezzi inferiori (quelli che sembrano pro-acquirente, diciamo) usano le peggiori cose pur di tenere bassi i costi.

rsMkII

Vero, ma non quando le questioni ambientali diventano parte della strategia di marketing. Mi spiego: se vedi che i movimenti pro-ambiente sono sempre di più, conviene fare prodotti "green" e dimostrarlo (altrimenti ti dai una di quelle zappate sui piedi talmente grossa da ricordartela per decenni), se questo ti permette di riuscire a convincere sempre più persone a scegliere i tuoi prodotti rispetto alla concorrenza. In quest'ottica, gli importa eccome! XD

ghost

Se costano di più perché sono ecologici google ê ancora più contenta

Tony Carichi

Io ci vedo degli hamburgher rosa e tavolette di cioccolato rosa.
(Fame....)
https://uploads.disquscdn.c...

JustATiredMan

Le solite B... finalizzate al marketing.
Le aziende (tutte) e le multinazionali in particolare, importa meno di 0 dell'ambiente.

ermo87

Davvero apprezzabile, bravi.

Xiaomi Mi Note 10: live batteria (5260 mAh) | Fine ore 22:45 con il 14% rimanente

Samsung Galaxy M30s: live batteria (6000 mAh) | Fine ore 23 con il 32% rimanente

Recensione Huawei Nova 5T: il top da 429€ euro che fa gola

Samsung Galaxy S10+: tutte le novità di Android 10 e One UI 2.0 | Video