Il Cross Save potrebbe essere la prossima carta vincente di Switch | Editoriale

15 Ottobre 2019 37

Nel corso degli ultimi mesi, sempre più titoli AAA hanno ricevuto un porting su Nintendo Switch, permettendo ai possessori della console ibrida di non restare tagliati fuori da molte delle esperienze più interessanti di questa generazione. Abbiamo visto come titoli del calibro di Doom e Wolfenstein siano stati convertiti con molta cura, producendo un risultato finale degno di nota, anche al netto dei limiti hardware imposti dalla macchina.

Oggi però la situazione è cambiata e con essa è mutato il significato di queste conversioni. Da un lato abbiamo visto un aumento importante della qualità delle conversioni - giusto nelle ultime ore sono arrivate le versioni Switch di The Witcher 3: Wild Hunt e di Overwatch -, mentre dall'altro Nintendo ha aggiornato la sua lineup di console introducendo Switch Lite. Come si è detto in fase di recensione, la variante Lite è classificabile come una vera e propria console portatile che si pone in alternativa al modello ibrido tradizionale; se l'utilizzo sulla TV non fa per voi, si tratta del modello più adatto alle vostre esigenze.

L'insieme di questi due fattori si unisce per creare un nuovo segmento di mercato, a cui manca ancora un tassello per potersi concretizzare: e se Switch Lite diventasse "la console da avere" per poter giocare tutti i migliori AAA in mobilità, sfruttando in particolar modo il Cross Save? I migliori controlli, la buona autonomia e la maggior portabilità rendono Switch Lite l'hardware perfetto da poter affiancare ad una console o ad un PC da gaming e questo ruolo potrebbe essere ulteriormente enfatizzato qualora Nintendo decidesse di spingere su questo aspetto e di dialogare con gli sviluppatori per convincerli ad integrare con maggior frequenza il Cross Save.


Abbiamo già alcuni esempi di titoli online che permettono di utilizzare il proprio account su tutte le piattaforme, e quindi di poter passare agevolmente da una console all'altra portando con sé i propri progressi. Ora questo passo deve essere svolto anche per tutti quei giochi single player che stanno sbarcando (o sono già sbarcati) su Switch. Un esempio virtuoso ci giunge da Divinity: Original Sin 2, il quale supporta il Cross Save con la versione Steam del gioco. Questo significa che chi possiede un PC e una Switch potrà tranquillamente portarla con sé per riprendere l'avventura dall'ultimo punto di salvataggio, dal momento che le due versioni condividono questo dato fondamentale.

Immaginate di poter applicare lo stesso concetto a molti degli altri titoli in arrivo o già disponibili: probabilmente in tanti potrebbero chiudere un occhio sui limiti grafici di Switch, se potessero riprendere in mobilità il proprio salvataggio di The Witcher 3. In un certo senso si tratterebbe di estendere anche alle altre piattaforme parte del concetto alla base di Switch, tuttavia è improbabile che il Cross Save possa intaccare negativamente le vendite della console.

Tale funzione, infatti, potrebbe essere apprezzata maggiormente proprio dal pubblico a cui si rivolge il modello Lite e non da coloro che preferiscono utilizzare la propria Switch sulla TV di casa; per loro non cambierebbe nulla, in quanto hanno già fatto la scelta di acquistare l'ibrida Nintendo come unica console. Il maggiore vantaggio sarebbe tutto per la casa di Kyoto, visto che potrebbe rivolgersi ad un pubblico ancor più vasto.

Ovviamente tutto ciò può essere applicato anche alla versione classica di Switch; mi concentro sul modello Lite in quanto quello più a fuoco per il gioco in mobilità, ma nulla esclude di applicare la stessa idea anche alla sorella maggiore.

Digital Foundry ha lodato l'ottimo lavoro di conversione svolto con The Witcher 3: Wild Hunt. Acquistereste la versione Switch se questa supportasse il Cross Save?
SFRUTTARE IL CROSS SAVE: UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Vi è poi un altro aspetto da considerare: il costo. Switch permette di effettuare la transizione tra fisso e portatile acquistando una sola copia, mentre per sfruttare il Cross Save è necessario un doppio esborso, quindi si tratta di una scelta molto consapevole. Gli sviluppatori potrebbero comunque trovare un modo per rendere appetibile la questione, ad esempio prevedendo un pacchetto "Cross Play" per i loro titoli, proposto a circa 10-20 euro in più rispetto al prezzo di listino.

Questo potrebbe includere il codice per scaricare dall'eShop una versione speciale del gioco, in grado di avviarsi solo se collegata ad un account su cui è registrata un'altra copia per altre console/pc, in modo da evitare che il codice possa essere rivenduto separatamente.

Insomma, questa semplice (per modo di dire) mossa potrebbe dare una spinta notevole a Switch, rappresentando un ulteriore valore aggiunto in grado di valorizzare le potenzialità della console. E voi cosa ne pensate? Valutereste l'acquisto di Switch nel caso in cui Nintendo riuscisse a far diffondere il Cross Save all'interno del suo ecosistema? Fatecelo sapere nei commenti.

VIDEO

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 544 euro.

37

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
WOT ITA

Almeno la parola Switch avrà un senso sulla Lite

teoteo82

Vale la pena secondo voi prendere una switch adesso? Avrei la possibilità di prenderla con 3-4 giochi custodia e qualche accessorio, ancora in garanzia a 170 euro scambio a mano

InterTriplete

Microsoft permette di giocare meglio di chiunque altro, insieme a Nintendo che con Switch sta proponendo un modo innovativo, come sempre, e altrettanto come sempre propone esclusive irrinunciabili (le uniche realmente system seller del mercato). L'azienda di Redmond è troppo avanti rispetto alla concorrenza, troppo impegnata nelle reclame per la Champions, come servizi, prestazioni. In una parola convenienza, in generale, per l'utente medio che, ricordiamolo, consuma multipiattaforma in massima parte, mentre le esclusive sono riservate a una nicchia di cui certamente noi facciamo parte, ma siamo pochi rispetto al grosso. Anche se non si deve dire ad alta voce, perchè disturba la maggioranza che tifa per una certa console blu col 4K finto, è impossibile negarlo senza contemporaneamente dire sciocchezze e/o fanboiate. Ovviamente è una cosa che disturba i suddetti, pur essendo una enorme verità, e non si deve dire! ;)

InterTriplete

Switch è già una console eccezionale. Con il cross saving sarebbe semplicemente straordinaria.

GianL

niente hardware da ricomprare ogni 4/5 anni ;-)

lars_rosenberg

Non è semplice. Microsoft lo fa coi suoi first party perché ha due piattaforme, ma comunque se guardi la lista di Play Anywhere di terze parti è piuttosto limitata.
Quando ci sono due piattaforme che devono guadagnare diventa più difficile.
Se ad esempio un gioco che costa 60€ frutta 20€ a Steam/Microsoft/Sony/Nintendo e 40 al publisher, il cross buy dovrebbe come minimo costare 80€, cioè 20+20+40 e comunque anche in questo caso al publisher potrebbe non andare bene perché si aspetterebbe che qualche giocatore acquistasse due copie per le due piattaforme.

superBoh

ed infatti giocare a casa in 4k a Cuphead per poi passare a giocarlo nella pausa lavoro su surface pro è spettacolare, tutto al prezzo di 10 €
MS in questo è troppo avanti

Gabriele_Congiu

Non è solo un problema di banda, ma di stabilità, qualità della connessione e ping. Sin quando si usa Switch nella dock con il cavo Ethernet è un conto, ma dubito che (con l’hardware attuale) girino bene in modalità portatile :/

Paperoga Fumato
Paperoga Fumato

Approvo in tutto il tuo ragionamento, Nintendo ne guadagnerebbe e basta. Devo ancora giocare Witcher 3 ma non lo prenderò su switch, aspetto il prossimo anno la versione free di stadia (uso TV 1080 con soundbar, del pro non ci faccio nulla). In questo gioco conta molto di più la grafica che la portabilità PER ME.

InterTripIete

Switch è già una console eccezionale. Con il cross saving sarebbe semplicemente straordinaria.

Chirurgo Plastico

Insomma, il futuro del gaming sRà tutto sul cloud: niente copie fisiche, niente giochi offline, niente possibilità di rivwndere i giochi usati.
Solo abbonamenti, spese di soldi continue e se un giorno disdici perdi tutto auello che hai pagato finora.
Non so voi, io non gioco (quasi) mai (dall’uscita di Rubino Omega e Dragon Ball fusions su 2DS) ma questo modus operandi non mi piace

Alex

l'idea è interessante, vedremo cosa succederà in casa N

Gabriele_Congiu

Sul cloud ci stanno già lavorando (Assassin's Creed Odyssey e Resident Evil 7 hanno una versione cloud in giappone), ma per buttarcisi al 100% devono modificare pesantemente la console, cominciando col montare moduli WiFi di ben altra qualità

B!G Ph4Rm4

Secondo me la prossima carta vincente di Nintendo potrebbe essere il cloud, la console portatile, diciamo la base d'appoggio ce l'hanno già, usando un'infrastruttura di gioco cloud potrebbero dare agli utenti il massimo della grafica sia in mobilità che a casa e strappare utenti alle console tradizionali.

Gabriele_Congiu

Al momento purtroppo sì; spetta agli sviluppatori trovare una soluzione. Nell'articolo e nei commenti ho avanzato qualche proposta per evitare di dover pagare un titolo 2 volte a prezzo pieno.

B!G Ph4Rm4

Secondo me sarebbe più fattibile far pagare un supplemento se vuoi la copia per altre piattaforme.
Ad esempio, dal momento che un gioco non viene riscritto totalmente da zero per ogni piattaforma, quindi farlo uscire per 6 piattaforme non è come far uscire 6 giochi diversi, potrebbero farti pagare la prima copia 60 e le altre 10-15-20 euro a copia.

L'ho capito e ritengo appunto difficile che le aziende lo facciano, almeno nell'immediato.

Shingo Tamai

Sicuro, ma non devono essere obbligati a rilasciarlo su più piattaforme, ma se lo fanno sarebbe bello un unico acquisto con attivazione su ogni piattaforma di rilascio. Nel caso di the witcher 3 ad esempio, va ricomprato se lo vuoi su switch. Comunque lo so è un'idea che si scontra con gli interessi e quindi non realizzabile.

Ottimo articolo, è un punto interessante da analizzare, una frontiera ardua ma non impossibile, forse il futuro potrebbe andare proprio la.

Max Severest

Si tutto bello ma uno dovrebbe comprare il gioco due volte?

B!G Ph4Rm4

Rilasciare un gioco per PC, PS, Xbox, Switch, Stadia ecc. richiede lo sviluppo su ognuna di queste piattaforme, quindi attrezzatura, stipendi, tempo e investimenti.
Non è che lo scrivono una volta e poi funziona dapertutto.
Sarebbe come chiedere di comprare il libro e avere gratis il Bluray di un film, ma i bluray non vengono magicamente fuori a costo zero.

Shingo Tamai

Impossibile no, sconveniente di sicuro. Ogniuno vuole vendere software sulla sua piattaforma.

Bruce Wayne

Impossible praticamente. Ogni console ha differenti criteri per approvare i giochi.

Shingo Tamai

Anche il cross buy non sarebbe male, compro su una piattaforma e gioco dove voglio.

Mako

eh ma a dire tanto saranno 2 milioni forse 3... penso niente per cui vale la pena investire soldi, perchè significa pure far uscire i giochi nello stesso periodo di tempo, aumentando i costi, ad esempio

Nuanda

Io penso invece di si, o almeno l’ho inteso così, anche perché gli utenti con due console di cui una è una Switch ce ne sono penso già a milioni....

Mako

per doppia console non penso intenda doppia switch

Gabriele_Congiu

Allora, ho pensato alla doppia autenticazione per un motivo: distribuire un codice per scaricare il titolo dallo shop e evitare che il codice potesse essere venduto separatamente.

Il codice a cui ho pensato, infatti, ti fa scaricare una versione del gioco che non funziona se non viene autenticata una volta da una verifica online. Immagino infatti che sull'eShop possa esistere una versione indipendente del gioco, che possa essere acquistata anche da chi non vuole sfruttare il Cross Save, affiancata da quella compatibile. Effettivamente questa potrebbe anche essere scaricabile gratuitamente, tanto non può essere utilizzata in assenza di attivazione.

Riguardo l'account, dipende dal tipo di Cross Save che viene abilitato. Ad esempio, potrebbe essere Steam/Origin/Battlenet se è esteso solo al mondo PC, oppure uno creato appositamente dalla software house (tipo di CD Projekt Red sempre restando su The Witcher) in un caso più generico.

Questo significa che si dovrebbero creare account anche per i giochi offline e single player, ma penso che sia indispensabile per poter far viaggiare il salvataggio da una piattaforma all'altra.

Nuanda

Non hai capito di cosa parla l’articolo, il cross save si riferisce alla possibilità di far dialogare i salvataggi tra Switch ed altre piattaforme tipo pc, ps4 etc.... quello che dici te già c’è ed è il salvataggio cloud che ti danno con l’abbonamento online

Simone31

Il cross-save secondo me andrebbe applicato a tutti i giochi a prescindere dalla piattaforma.

L'idea è ottima, ma non credo sarà realizzata, anche perché dubito siano molti gli utenti con doppia console, anche con la Lite.

Maurizio Persico

Assolutamente d'accordo!
Per quanto riguarda la tua possibile soluzione, il codice speciale per il download ed il login con l'account d'acquisto (account di quale piattaforma poi?) sono ridondanti. In un mondo ideale i client sono scaricabili gratuitamente e tu abiliti il tuo account sul sito dello sviluppatore (o tramite la piattaforma dove hai comprato il gioco, qualunque essa sia).
Ma è utopia.

GianL

Jeson

Ottima idea!

Sarebbe bello se venisse applicato anche dalle altre aziende, o anche su mobile (utopia pura purtroppo).

Gabriele_Congiu

Ni. Ieri o domenica, non ricordo, ho visto la loro analisi video (in cui hanno accennato alla questione) e poi oggi mi è tornata in mente.

Ho pensato che l’idea alla base fosse buona e che si potesse espandere con alcune considerazioni in più, come ad esempio la questione dei costi e una possibile soluzione.

Penso che possa essere una questione interessante su cui discutere :D

Maurizio Persico

L'idea dell'articolo ti è venuta con il paragrafo di Digital Foundry, dì la verità! :D

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta