Libra di Facebook dopo Visa, Mastercard ed Ebay esce anche Booking

15 Ottobre 2019 182

AGGIORNAMENTO:

Poco prima della formalizzazione del Libra Council, un'altro membro della Libra Association ha deciso di ritirarsi. Si tratta di Booking Holding, l'azienda a cui fanno capo Booking.com, Kayak e Priceline. Restano così 21 i membri iniziali, tra cui Calibra, Lyft, Uber, Spotify, Iliad e Vodafone. La formalizzazione lascia comunque supporre che l'Associazione possa essere più stabile in futuro dato che i restanti membri hanno ancora un notevole peso.

Articolo Originale del 14/10

Oggi si terrà il primo Libra Council, un incontro importantissimo che produrrà il white paper destinato a regolamentare Libra e il ruolo di tutti i partecipanti alla Libra Association.

Un passo fondamentale quindi, ostacolato subito della recenti decisioni di tutti i maggiori istituti di credito, società finanziarie e non solo che avevano inizialmente aderito con entusiasmo al progetto di Zuckerberg. Durante il weekend infatti, nel corso di poche ore, molti dei partner iniziali hanno seguito l'esempio di PayPal e si sono chiamati fuori dal progetto. Realtà come Visa, Mastercard, Stripe, Mercado Pago e persino eBay, hanno ritirato la propria partecipazione quasi contemporaneamente.

Cosa significa tutto ciò? Come mai questo tempismo?

All'ultima domanda è facile dare risposta: il Libra Council è il primo atto formale che metterà ogni partecipante al progetto davanti ai propri obblighi e responsabilità, quindi è stato necessario evitare di prendere parte all'appuntamento per potersi allontanare da Libra prima che fosse troppo tardi. Sebbene il white paper che verrà prodotto non sarà un documento definitivo - dal momento che non sarà facile dare risposta (con la prima stesura) ai tantissimi dubbi degli enti governativi di tutto il mondo -, si tratterà comunque di un impegno formale tra i membri della Libra Association.


Ciò che è meno chiaro - almeno in apparenza - è il motivo per cui alcune delle più importanti società finanziarie al mondo abbiano deciso di fare dietrofront e quindi di non restare coinvolte nello sviluppo e nella gestione della nuova criptovaluta di Facebook.

Tale scelta appare comprensibile nel momento in cui si guarda al progetto nel suo complesso e al fatto che tutti coloro che si sono tirati indietro - ad eccezione di eBay - svolgono anche il ruolo di Payment Processor. Si tratta quindi di società che sottostanno a regole internazionali molto severe per quanto riguarda il monitoraggio delle transazioni, dovendo in qualche modo agire da garanti per certificare che la transazione tra due soggetti non sia legata ad aspetti come frodi, riciclaggio di denaro o altre attività illecite.

Al momento società come Visa e Mastercard vigilano all'interno dei loro circuiti, tuttavia la loro eventuale presenza in Libra le avrebbe rese responsabili anche per le transazioni svolte con questa criptovaluta. Come rimarcato dai senatori USA Brian Schatz e Sherrod Brown, sembra che Facebook voglia evitare di attirare su di sé queste responsabilità, traendo solo i benefici derivanti dall'essere una società finanziaria, senza però diventarlo realmente (e quindi essere soggetta agli obblighi derivanti).


Ora Libra si ritrova quasi sprovvista di Payment Processor, visto che all'interno dell'alleanza è rimasta solo PayU in grado di svolgere questo ruolo. Tuttavia la società non ha rilasciato commenti in seguito ai chiarimenti richiesti da The Verge; possibile quindi che anche PayU stia valutando bene il da farsi. In ogni caso, allo stato attuale, Libra non si presenta in forma smagliante e sembra sempre meno in grado di garantire sicurezza e legalità all'interno della piattaforma.

I Payment Processor che hanno lasciato Libra temevano che eventuali attività illecite svolte usando la criptovaluta potessero essere imputate al loro mancato controllo, attirando su di sé le ire (e le sanzioni) degli enti regolatori. Questi avrebbero potuto minacciare tutto il business delle aziende in questione; un rischio troppo grande per un progetto con ancora molte luci e ombre.


Stando così le cose, pare che Libra dovrà adeguarsi agli altri sistemi di certificazione implementati da altri sistemi di pagamento basati sulla blockhain. Negli Stati Uniti, ad esempio, tutti i servizi che offrono l'accesso ad un portafoglio per le criptovalute devono integrare il sistema Know Your Customer, al fine di certificare l'identità dei soggetti coinvolti nelle transazioni. La prima versione di Libra non provvedeva un sistema simile, dal momento che l'alleanza contava sulla presenza di Payment Processor in grado di offrire garanzie sotto questo aspetto.

Ora che Libra sembra scricchiolare, sarà molto più difficile trovare una società che scelga di svolgere questo ruolo e di fare da garante davanti agli enti regolatori mondiali, convincendoli della sicurezza della piattaforma. Non ci resta che attendere di scoprire come evolverà la vicenda; il percorso per Facebook è più in salita che mai.


182

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
frenky991

anzi se volessimo dirla con ancora più precisione, gli interessi che si sono accumulati sul debito, visto che la BI non permetteva più il contenimento dei tassi d'interesse, questo ha fatto si che il valore del debito crebbe in maniera più che maggiore in relazione al PIL, quindi il debito è esploso termini anche in rapporto al PIL.

Lupo1

Vabbe i 2 termini vanno a braccetto, c'è la criminalità oraganizzata, mafie eh, mica sono da meno dei terroristi

hammyboy

Si ma attenzione son scappati tutti alla parola "terroristi" non criminali ;) in america esser complice di un criminale e' ua brutta figura di un terrorista è tutto un altro problema.

Lupo1

In effetti, la possibilità che venga usata da criminali al posto delle valute tradizionali è concreta.

hammyboy

In quel caso si, la cordata di aziende non credono in Libra, non per la sua poca bontà, ma perche' boicottatta dagli stati... Il discorso è complesso con libra sopratutto perche' sovvenzionato da operatori del settore carte di credito , è bastato un rumor sul fatto che potrebbe essere usata dai terroristi per finanziamenti illegali a far sparire tutti...

Lupo1

Io parlo di cose inerenti l'articolo, non mi addentro in argomenti riguardanti criptovalute, in quanto consco poco la materia.

hammyboy

stavate paragando le criptovalute in maniera generica alle azioni. Che poi si voglia a ritornare a parlare di libra ok, tutti la stanno mollando ma a poco a che vedere con le argomentazioni di prima. Libra è un prodotto, puoi abbandonarlo per virare su altro ma è bene non generalizzare. Le criptovalute riconosciute dal mercato sono 3 o 4...

Lupo1

Stiamo parlando del consorzio che ha aderito (o stava) al progetto libra o no?

hammyboy

vabbe' Libra nemmeno esiste ancora cosa centra con le altre cripto, vi attaccate a tutto pur di cercare di avere ragione...

Yafusata

Ah il debito e' esploso in se... capisco prof.

frenky991

hahahahahahhahahhahahahahaa almeno studiate le serie storiche, il debito è esploso in se, non tanto per il debito, ma per gli interessi sul debito che la BI teneva bassi, #LEBASI almeno quelle vi prego >.<

hammyboy

certo, come i pos negli anni 70, 2/3 negozi.

hammyboy

Quindi, abbandonano una criptovaluta che non esiste nemmeno e vale per tutte? Il cervello va usato ragazzi.

Francesco Renato

Mi pare che confondi il conto in
blockchain con la valuta dei conti, comunque il meccanismo della validazione delle transazioni è troppo complesso e quindi troppo costoso anche in termini di tempo.

Stefano

Come razzo fai ad usare blockchain su una valuta FIAT?!?!? Mi sa che non hai molto idea di come funzioni. Comunque vabè, se è un meccanismo troppo complesso mi fermo qui. Tanto io non ho nessunissima intenzione di utilizzare questo obbrobrio. (che però è legale e non presenta alcun rischio superiore ad utilizzare altri circuiti privati, se non quello della privacy)

Francesco Renato

Cambia il... cambio! Secondo te perché le criptovalute non utilizzano il dollaro o l'euro? Non sarebbe più semplice utilizzare le blockchain con le valute esistenti?

Stefano

ok, questa è una cripto, ma essendo stable poco cambia.

NICO CONSOLI

il token non è una criptovaluta ma un device elettronico

Stefano

Certo, sono Token.

NICO CONSOLI

Quindi sono come gettoni da sala giochi.
Posso utilizzarli solo in determinati ambiti ed in circuiti chiusi.
Per comprarli ho sempre bisogno di pagarli in moneta reale non certo con altro.

Stefano

La legge non c'entra. Non c'è nulla di illegale.

NICO CONSOLI

Si ma questo "buono" poi alla fine sarà sempre convertito in moneta corrente spendibile ovunque.
Io in America non accetterei al momento Libra ma solo Dollari sonanti.
Se cambierà la legge,ci sarà una rivoluzione monetaria o altro se ne riparlerà.

Stefano

No, trasferisci un "buono" garantito da loro. Saranno loro poi a pagare il ricevente, così come avverrebbe con Libra.

Stefano

Cosa cambia scusa? Tu credi che quando carichi il conto PayPal, loro ti aprano un conto corrente con su i tuoi bei 100 euro? Semplicemente ti assegnano un "buono" del valore di 100 euro e poi lo girano al destinatario che, se vorrà, li potrà ritirare.
Che il passaggio venga fatto su blockchain non cambia assolutamente nulla all'utilizzatore. La cripto libra sarà una STABLECOIN, quindi se tu cambi 5 euro in Libra, alla fine ri otterrai i tuoi 5 euro meno le spese. E chi lo garantisce? La fondazione Libra, così come sugli altri conti garantiscono PayPal, Moneygram, etc..

Per assurdo potrebbero usare blockchain e cripromoneta senza dir niente all'utilizzatore. Tu carichi 5 euro ed avrai sempre un valore di 5 euro.

La comodità è la loro che, solo se sarà adottata in grandi quantità, non dovranno movimentare alcunchè (in soldi FIAT) per effettuare le transazioni.

Lupo1

Quindi tutte le multinazionali che stanno abbandonamdo libra non capiscono un ca zzo?
Ok sei intelligente solo tu

Lupo1

Sono pochissimi

NICO CONSOLI

Con PayPal o MoneyGram trasferisci cmq Dollari o Euro,non libra o bitcoin

hammyboy

https : / / www . agi .it / economia/comprare_casa_bitcoin-3415428/news/2018-01-26/

hammyboy

Se non l'hi trovato tu allora non esistono... Ti do un suggerimeto da vero Hacker, vai su google e cerca "negozi che accettano bitcoin" no, troppo difficile.

hammyboy

Vai in banca QUALSIASI o un cambia valuta e la converti al volo senza problemi, fallo con le azioni. Ma perchè volete mettere in vista la vostra ignoranza a tutti i costi? Vi pagano? :D

hammyboy

qualcuno lo ha già fatto..

hammyboy

Lo stanno facendo Cina e Russia comprando tonnellate di oro e svendendo Dollari, ti ripeto, o mastichi finanza tutti i gg o lascia perdere.

Francesco Renato

Basta una fluttuazione dell'uno per cento per arricchire i gestori e danneggiare gli utenti, peraltro i consumatori non hanno alcun vantaggio dall'uso di criptovalute, anzi hanno il problema del calcolo del cambio oltre al danno derivante da possibili fluttuazioni speculative.

Idkfa

Lo so bene, ma Facebook secondo me rimarrebbe la piattaforma più adatta per legarla ad un account monetario. WhatsApp e Instagram sono utilizzate per lo più come app sul telefono ed hanno una struttura semplificata. WhatsApp in particolare è ancora legato alla sim ed al telefono... Instagram è una app per vedere foto degli amici e personaggi che poco c'entra con un portafoglio elettronico

Bad Mad Lad™

https://uploads.disquscdn.c...

Yafusata

Penso proprio di si.

John117

Ma non ha fluttuazioni cosi alte come le normali cripto.

Tiwi

ogni tanto qualche buona notizia

NICO CONSOLI

Con PayPal o MoneyGram trasferisci cmq Dollari o Euro,non libra o bitcoin

StriderWhite

Bello vedere ogni tanto mr Zuck che se la piglia in...

NICO CONSOLI

Lo Stato le tasse le vuole pagate in Dollari o Euro o Sterline.
Si potranno fare innumerevoli passaggi di denaro in un circuito chiuso ma alla fine quei soldi diventeranno moneta corrente o saranno inutili o persi.
A me sembra solo un gioco da illusionisti o un voler creare un mercato nero o parallelo.
Inoltre non sono sicuro al 100% dell'inattaccabilità della BC.
L'uomo col tempo trova mille backdoor o falle.

Raphael DeLaghetto

Libra , the sliding doors!

Raphael DeLaghetto

Un antibiotico l ha spazzata via !

Francesco Renato

Con Paypal hai un conto in euro, non in una valuta inventata che comporta quindi un rapporto di cambio, peraltro la gratuità del pagamento non è esclusiva delle criptovalute, anche paypal e alcune banche offrono pagamenti gratuiti ai consumatori, a pagare commissioni sono solo i venditori.

Stefano

Questa è solo una tecnologia. Anche con PayPal, se usi il loro conto, dovrai fare degli scambi.
La differenza con PayPal è che devi passare per forza da una banca e pagare commissioni, qui no.

Tutto sta nella fiducia in chi trattiene il tuo denaro. C'è un sacco di gente che si fida di PayPal, di Moneygram, di prepagate dai nomi strani... ci sarà pure qualcuno che si fiderà della libra foundation.

L'unica differenza sta nella tecnologia utilizzata, cosa di cui l'utente finale potrebbe anche non interessarsi.

Stefano

Dunque, assolutamente nulla di illegale. Non c'è nessun obbligo di utilizzare valuta nazionale. Se dobbiamo fare molti scambi non è necessario continuare a passare da una valuta all'altra, si continuano ad utilizzare le cripto mentre i soldi "veri" son bloccati da qualche parte.
Ogni transizione è scritta sulla blockchain ed inattaccabile (e tracciabile).

Francesco Renato

Nessun peccato, comporta anch'essa il problema del cambio che complica i pagamenti e si presta a manovre speculative.

Troglodita

Fu la Banca d'I-taglia!

Troglodita

Ma parliamo di Booking, quello degli hotel?

NICO CONSOLI

Ad occhio non mi pare una cosa attuabile a legislazione vigente.
Perchè credo che a prescindere da tutte le transazioni virtuali si arriverà ad un punto che il tutto si deve "convertire" e palesare per esigenze fiscali e legislative nella valuta ufficiale ed istituzionale.
A me sembra solo un ulteriore passaggio oltre a quello bancario per fare ricavi.
A meno che non valga più nessuna legge e tutti possano "battere moneta" seppur virtuale e le grandi Società agiscano come Stati sovrani.
Ma sembra un film distopico

Amazon

Regali di Natale Last Minute nelle migliori offerte Week End: smartphone, portatili, TV

Video recensione

Recensione Amazon Echo Flex: piccolo, comodo ed espandibile

Tecnologia

Homix: domotica economica e facile di Enel X. Il termostato con Alexa | Video

Amazon

Offerte di Natale Amazon: dal 9 al 22 dicembre sconti su tantissimi prodotti