PlayStation VR 2 senza fili e dotato di più telecamere in un nuovo brevetto

10 Ottobre 2019 52

Un inedito visore PlayStation VR wireless di nuova generazione potrebbe fare il suo debutto a fianco di PlayStation 5, attesa per le festività di fine 2020. Secondo quanto descritto in un brevetto depositato da Sony (link in FONTE), il colosso giapponese sarebbe infatti al lavoro su un nuovo visore VR senza fili e dotato di più telecamere rispetto a quelle presenti nell'attuale PlayStation VR.

In base alle immagini e alla descrizione, il visore dovrebbe incorporare un microfono, due camere frontali e una posteriore, mentre sembrano essere stati mantenuti i LED colorati, già presenti sull'attuale visore, il tutto per migliorare l'esperienza VR - specie riguardo il tracciamento dei movimenti. Una camera extra potrebbe inoltre essere integrata nella nuova versione del PlayStation Move.


Il visore di nuova generazione descritto nel brevetto sarà inoltre wireless. Non manca poi una sorta di "modalità/visuale trasparente" che consentirebbe all'utente di vedere l'ambiente circostante una volta indossato il visore prima di iniziare a giocare.

Vedremo se effettivamente questo brevetto si tradurrà davvero in un prodotto commerciale.


52

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tanaka Yuji

Per quanto io sia appossionato di VR ti devo dar ragione.
Tra l'altro nonostante la mia fortissima passione, non riesco a giocare più di 5 minuti perché provo strane sensazioni, mi causa tipo un malessere da estreneazione della relatà, ogni volta che tolgo il visore sto malissimo fuori.

InterTriplete

Dopo il flop del primo modello, possono solo migliorare.

Antsm90

Eh infatti, suona strano anche a me il discorso wireless
(sulla inside-out comunque ci spero, è perfetta per chi non vuole antiestetiche telecamere in giro, e soprattutto ti permette di non uscire mai dalla scena, come invece accade pressochè sempre con la PS Camera...)

www.vr-italia.org

Può essere, certo il PSVR odierno sarà parecchio anacronistico già a Natale 2020. Credo anche io che non presenterà gli accessori insieme alla console, ma tenere quel visore per così tanto tempo, mentre la proposta su PC sarà così tanto superiore, la vedo complicata. La VR non è certamente strategica per Sony, però ci ha investito tanto con gli sviluppatori, non penso voglia perdere tutto e ripartire da zero.

www.vr-italia.org

Sul fatto che sia inside-out ci possiamo scommettere, è la soluzione più economica e che stanno adottando un po' tutti i visori che puntano alla fascia consumer (mentre la high-end continua con le soluzioni esterne, più precise e flessibili). Sul wireless è lecito dubitare, ad oggi solo HTC offre un adattatore wireless (a 345 euro), gli altri produttori se ne tengono lontani, compresa Valve che ha un prodotto da 1000 euro sul mercato.

Antsm90

Perchè se non hai la doppia immagine non vedi nulla (o meglio, gli occhi vedono 2 cose diverse e il cervello non riesce a ricostruire l'immagine finale) anche senza stereoscopia (il discorso degli occhialini attivi che fai tu è differente, lì il televisore è a diversi metri di distanza, per cui gli occhi vedono comunque la stessa cosa, tra l'altro gli occhialini attivi per forza di cose generavano flickering, cosa che causava mal di testa in molte persone)

LoWR1D3R

Non credo il prossimo psvr uscirà a natale 2020...Sony credo abbia ribadito che all'inizio continuerà con psvr1. Il prossimo psvr 2 arriverà qualche annetto dopo e sarà come dal brevetto. Ciao

www.vr-italia.org

Non parla di cose fuori dal mondo, anzi... Ma parla di cose costose, e a Natale 2020 o poco dopo non lo saranno molto meno. Sony ha l'obbligo di offrire la periferica meno costosa, è per questo che la gente compra le console al posto dei PC, perché c'è tanto valore (ma meno che in un pc di fascia alta) in poco prezzo (molto più conveniente rispetto ad un pc di pari potenza). Sony non può uscire con soluzioni che oggi vengono offerte a non meno di 1000 euro (un Vive Cosmos + adattatore wireless). I 299 euro al lancio penso siano ancora la barriera che Sony non può permettersi di superare, e un visore VR wireless con 299 euro non lo fai. Fatichi anche a farlo cablato con quella cifra, ma mettiamo in conto che Sony può permettersi di vendere l'hardware al costo, rifacendosi con i diritti sui giochi.

LoWR1D3R

Il brevetto non parla di cose fuori da questo mondo, ma di più fotocamere.. Esattamente come accade con HTC vive ad esempio. É proprio come sarà psvr2 non ho il minimo dubbio

www.vr-italia.org

Farà anche quello di terza generazione prima o poi. E' il quando e il come, però, a fare la differenza. Difficile che questi brevetti si traducano pienamente in prodotti commerciali, un po' come tutti quei brevetti di Samsung con telefoni che si arrotolano al polso o diventano grandi come una matita... solo una frazione di quelle idee diventa un prodotto.

www.vr-italia.org

Mah, considera che esiste il Quest, che gira con uno Snapdragon 835, e la gente è contenta. I contenuti, pur con tutti i limiti, sono molto curati e quindi molto apprezzati. Tra la potenza di una PS5 e uno Snapdragon 835 ci sarà un abisso. Penso anche io che il problema siano i costi, la periferica di una console non può costare 600 euro (non che oggi tu possa trovare un visore PC wireless a 600 euro, le radio a 60Ghz costano ancora parecchio)

www.vr-italia.org

Mah, probabilmente ogni persona percepisce il 3D in modo diverso, che è una ricostruzione del cervello, come l'udito, non è uguale per tutti. Personalmente l'ho sempre trovato fantastico, non sopporterei la VR senza 3D. I film 3D non hanno preso perché non è adatto al media, in un film il regista gioca con la profondità di campo e questo stona nelle scene 3D, inoltre non puoi chiedere alle persone di spendere 25 euro per un blue ray 3D ogni volta che vogliono valorizzare il loro televisore, la gente guarda trasmissioni generaliste dove il 3D non c'è, e non sarebbe utile. La mancanza di contenuti ha fatto morire i televisori 3D, non il fatto che la tecnologia di per sé non piacesse. Al cinema, per altro, il 3D continua a funzionare, per questo si continua a produrre contenuti (trovi sempre la versione 3D dei film d'azione ad alto budget)

Con i giochi, però, le cose cambiano, con la grafica 3D la stereoscopia diventa molto più semplice e molto più appagante. Non riuscirei davvero ad immaginare No Man's Sky VR senza percepire la profondità della scena

www.vr-italia.org

Non so che campo visivo potresti ottenere al massimo con quel tipo di soluzioni a singolo schermo. Lo shutter inoltre porta problemi di flickering e perdita di luminosità. E' una strada con pochi sbocchi, al contrario la soluzione a due display ha margini di crescita illimitati. Tieni presente che il motivo per cui i visori non sono nati con display da 4K per occhio non è stata tanto la mancanza di display, ma anche la quantità di risorse necessarie a gestirli. La tecnologia deve crescere tutta insieme, aumenta la risoluzione mentre aumenta la potenza dei computer, altrimenti è inutile.

LaVeraVerità

Personalmente trovo che il 3D contribuisca ben poco alla percezione. Il nostro cervello è già capace di ricostruire la tridimensionalità di una scena 2D. Questo è il motivo, non sofismi tecnologici, che ha portato al fallimento del 3D ogni volta che si è cercato di portarlo in auge; semplicemente non serve.
D'altra parte anche quando si guarda un film in 3D, girato per il 3D, passato l'effetto wow dei primi momenti ci si dimentica del tutto della novità. Ciò che veramente contribuisce al 90% alla sensazione di immersione è la corrispondenza tra i movimenti del corpo e il cambio dell'angolo visuale che ci da la possibiltà di esplorare la scena.

Il problema della risoluzione si risolve semplicemente con display migliori

Oppure con degli shutter a cristalli liquidi come ho scritto sotto, soluzione che però non è implementata per non so quale motivo.

www.vr-italia.org

Ognuno è libero di chiamare le cose col nome che vuole finché non esistono definizioni rigorose, però Realtà Virtuale dovrebbe essere una simulazione della realtà quanto più fedele possibile. L'obbiettivo è ingannare i tuoi sensi e il tuo cervello per fargli credere di essere realmente in un luogo reale. Togliendo il senso di profondità alla scena questa sensazione, a chi è abituato ad usare entrambi gli occhi durante la giornata, viene meno. Poi ci sta tutto, c'è chi vive con un occhio solo e ci sono esperienze VR in bianco e nero che della realtà simulano ben poco, ma il visore è una cosa, i contenuti sono un'altra, il visore dovrebbe essere lo strumento che permette la massima esperienza possibile, poi sta al creatore di contenuti usare lo strumento come crede. Il problema della risoluzione si risolve semplicemente con display migliori (cerca Pimax 8KX e HP Reverb, per esempio)

www.vr-italia.org

Ma come fai a rinunciare alla tridimensionalità in VR? La realtà è tridimensionale.

LaVeraVerità

Certo. Resta il dubbio sul perchè nei visori non siano impiegate tecnologie attive con shutter a cristalli liquidi. Esse permetterebbero, come sui televisori 3D della precedente generazione, di alternare immagini a piena risoluzione anzichè dimezzarla per generarne due separate e contemporanee. Il problema del'uso degli shutter nei tv era dovuto al maggiore ingombro e peso degli occhiali necessari che qui sarebbe azzerato dalla necessità di indossare comunque un visore.

Antsm90

Non sono implicitamente connessi, ma se la si sfrutta l'effetto finale è decisamente superiore

Antsm90

Lo avrai indossato male, io ci gioco ore (in autunno e inverno) senza particolari problemi, giusto alle tempie dopo un (bel) po' perchè è un po' stretto ai lati, almeno per la mia testa

Antsm90

Il PS VR 2 lo faranno sicuramente dato il successo del primo, non è detto però che sia wireless e senza telecamere esterne (ma spero che lo sia)

Max Severest

Il loro è specifico per il gioco.
Basterebbe rendere compatibili quelli in commercio per W10

Simone

Considera che di prodotti lato hardware ne ha e funzionano (rispetto all'attuale Sony) molto meglio. È solo una questione di implementazione software.
Spero che Sony faccia un bel VR e che soprattutto sia specifico per il gioco/video

LoWR1D3R

Hai dubbi che sony fare un visore next gen? Non dovresti. Ciaoooo

InterTriplete
Luca

Sarà un bel passo avanti rispetto al modello attuale, speriamo in un prezzo non esageratamente alto.

Roberto Portnoy

Pur se non strettamente necessario, mi risulta che la quasi totalità dei contenuti sia, oltre che "immersiva", anche stereoscopica. Quindi le due immagini sono leggermente differenti per simulare la spazialità tra gli occhi e aumentare l'effetto immersione.

Antonio63333

Ti sbagli il problema è anche la console che deve generare l'immagine e nel caso del VR ne deve generare 2 in contemporanea, quindi ammesso che facessero un visore 4k effettivo per ogni occhio, la console dovrebbe gestire due frame 4k in contemporanea con almeno un refresh di 90Hz altrimenti ti viene la nausea, cosa impossibile visto l'hardware che ha.

Antonio63333

Per com'è fatto il VR della PS4 qualsiasi cosa guardi ha la risoluzione dimezzata in orizzontale visto che dentro al visore c'è un unico pannello con risoluzione 1920x1080 e questo viene diviso tra le due lenti giusto a metà, ottenendo così due immagini contemporanee di risoluzione 960x1080.

Antonio63333

Per ridurre i costi del pannello del visore e dell'hardware che lo deve pilotare.

Max Severest

MS a questo punto non può più tirarsi indietro.

Tony Carichi

Tieni vicino a te anche qualche scatola di Maalox.

MatitaNera

il futuro "dei giochi", puntualizza, nel caso. Chi non deve giocare non si mette quei cosi in testa.

Alex Dimax

eh l'ho provato un pochetto e già sentivo il collo che faceva male, è troppo grosso in avanti purtroppo

LaVeraVerità

VR e stereoscopia (3D) non hanno niente a che vedere. Il VR è la visualizzazione di immagini in forma immersiva (e questo è dato dalla maschera, il sistema di lenti e l'angolo di visione) sensibili e ricalcolate secondo lo spostamento percepito tramite gli accelerometri ed altri sensori.
Ovviamente nulla impedisce che il VR sia -anche- stereoscopico ma i due concetti non sono implicitamente connessi.

Antsm90

Anche i milioni di brevetti creati solo per chiedere le royalties qualora qualcuno dovesse crearlo davvero...

Antsm90

Sulla risoluzione maggiore è praticamente certo, sul FOV quasi sicuramente i 110° dovrebbero raggiungerli (ormai è lo standard minimo), ma spero vivamente che osino di più

Antsm90

Il VR serve a dare l'illusione di realtà, e la realtà viene vista in stereoscopia dai nostri occhi, per cui se fosse in 2D non sarebbe la stessa cosa (ma sei sicuro che si veda qualcosa senza la stereoscopia? Ho un po' i miei dubbi)

LoWR1D3R

tutto parte dalla carta ;)

Antsm90

Per carità no, già il PS VR caccia caldo ed è ingombrante, un intero casco sarebbe solo un passo indietro

LaVeraVerità

Questo è necessario solo per il 3D visto che le immagini per i due occhi devono essere differenti. Nel VR invece non è necessario.
Io ho questo e posso usare qualsiasi telefono, anche con display 4K, senza rinunciare alla piena risoluzione su ogni occhio.

https://www.indiegogo.com/projects/magimask-immersive-augmented-reality/x/4295927?utm_campaign=contribution_receipt&utm_content=receipt-campaign_link&utm_medium=email&utm_source=lifecycle#/

Simone31

In realtà viene dimezzata solo quella orizzontale. Ogni occhio vede metà dello schermo, quindi se lo schermo è full hd (1920x1080) come nel caso del ps vr vedrai la risoluzione verticale senza nessun "taglio" (in questo caso i 1080 pixel) mentre quella orizzontale sarà di 960p per occhio ovvero la metà della risoluzione orizzontale di uno schermo full hd (1920 pixel).

LaVeraVerità

Mai capito perchè la risoluzione per singolo occhio debba essere dimezzata

Kyotrix

Già i visori odierni, per quanto mi riguarda, sono grossi e fanno caldo, soprattutto se ti muovi ( ho avuto il Vive ). Con un casco, potresti usarlo solo in inverno. Per farmi tornare la voglia del VR, oltre a migliorare la qualità visiva e al wireless, dovrebbero renderli più leggeri e freschi, più simili a normali occhiali spessi.

Masterpol

per ora sulla carta però

Masterpol

ottima notizia! il VR è il futuro, specialmente dopo che giochi a simulatori di auto non torni più indietro. io ho il primo oculus e sto aspettando di cambiarlo con qualcosa di più moderno e specialmente wireless (basta cavi in giro che rompono le scatole)

Simone31

Mah, dubito fortemente che PS4 liscia possa gestire una risoluzione maggiore di quella attuale (che se non erro è di 1080p complessiva quindi la metà per occhio), tenendo conto anche che i giochi per vr devono avere un frame rate alto e solidissimo. Per quanto riguarda il prezzo c'è da dire che la tecnologia è andata avanti, un visore con schermo migliori (2160p) al prezzo di quello attuale non lo vedo impossibile.

Alex Dimax

a sto punto facciano un casco...almeno si terrebbe meglio in testa

Gianluka92

Il problema non è la console, ma mantenere il prezzo. Sony lo potrebbe tranquillamente fare, anche con l'attuale console. Il problema è conservare un prezzo a parità di hardware migliore.

Antonio63333

Concordo, dovrebbero prima di tutto aumentare la risoluzione in modo da eliminare l'effetto zanzariera che ha il visore attuale.

Simone31

Ben venga il collegamento senza fili ma io l'unica cosa che vorrei da una eventuale v2 del visore è un aumento significativo della risoluzione e magari anche del fov. La maggior potenza di PS5 dovrebbe tranquillamente permettere questi miglioramenti.

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta