Google Foto e filtro Colorize (beta): primi test e come funziona

08 Ottobre 2019 36

Colorize è il filtro che Google ha sviluppato per l'app Foto che consente di aggiungere il colore alle immagini in bianco e nero. Era stato annunciato durante il Google I/O 2018 come dimostrazione delle potenzialità dell'intelligenza artificiale applicata alle immagini: il filtro doveva diventare accessibile a tutti nei mesi successivi all'evento, cosa che non è tuttavia ancora avvenuta a distanza di oltre un anno.

La funzione risulta essere ancora in fase di perfezionamento, ma siamo comunque in grado di vedere Colorize in azione grazie ad alcuni test effettuati dal team di 9to5Google che, con la versione 4.26 di Google Foto, è riuscito ad attivarla in beta.


L'applicazione riconosce automaticamente quando si modifica una foto in bianco e nero, proponendo di conseguenza il filtro Colorize da poter applicare. In altre parole, Google Foto analizzerà l'immagine cercando di riconoscerne il contenuto per poi colorare la foto di conseguenza.

Per poter utilizzare Colorize, la fotografia di partenza in bianco e nero dev'essere stata in primo luogo caricata sul cloud di Google Foto. Questo indica come l'attuale "restauro" avvenga lato server e non sullo smartphone stesso. Il processo impiega alcuni secondi, al termine dei quali appare un piccolo pulsante per l'invio di feedback direttamente a Google.

Com'è possibile osservare dagli esempi, le immagini tendono ad avere un tono più vintage dell'originale con colori più slavati: non è da escludere che possa trattarsi di un effetto voluto dagli sviluppatori.

La funzione Colorize è attualmente in Beta, e non è ancora disponibile per tutti gli utenti: per poterla sfruttare, dovremo probabilmente attendere una attivazione lato server.

Il miglior Xiaomi ad oggi? Xiaomi MI 9 è in offerta oggi su a 282 euro oppure da Amazon a 369 euro.

36

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
lucaschiavoni

Se usi Android e Google di roba sul server le caricano parecchia, persino le registrazioni vocali di tutto quello che diciamo a Google assistant. Andate nella sezione privacy delle impostazioni di Google e divertitevi. conserva persino tutti i tragitti che fate anche se il GPS è disattivato, e sto parlando di anni e anni di tragitti. Ogni volta che si connette ad un wi-fi Google memorizza la posizione dell' accesso. E ti stai a preoccupare per qualche foto sul server?!? , :)

Cristiano72

Se uno sta usando il tuo smartphone significa che ha già sbloccato con l’impronta. Non capisco il senso.

Tiwi

interessante

Luca Zaninello

Tuttavia se hai fotografato in bianco e nero una rosa marcia negli anni '20 ora puoi riportarla al suo antico splendore :P

Sam

Si, tra 6 anni come nuova feature unica, inventata da Apple e mai esistita

_fraa88

Con la beta 7.1 della gcamera la velocità di scatto ed elaborazione è migliorata notevolmente.

Andrea Z.

beh inventa dai nulla, mi pare ovvio che il risultato sia una delle molte possibili interpretazioni di come sarebbe quella foto a colori

Andrea Z.

non mi ha mai dato un consiglio per gli acquisti... e a te personalmente? se l'hai provata....

suneo

puoi sempre non caricarle... io il servizio lo trovo utilissimo

Andrea Z.

perchè, non devi già sbloccare il telefono per fare qualsiasi cosa? che senso ha un ulteriore blocco?

Andrea Z.

tu sai fare di meglio, si sa!

efremis

Fantastico, avevo giusto da poco conosciuto il sito ColouriseSG

Matteo
RitornoAlFuturo
Mako

si, quello ci potrebbe pure stare, però ci sta fare come fanno ora, cioè scaricarsi un "modulo" aggiuntivo, perchè a fotoscan ci puoi entrare dal menù laterale di foto

Roberto

Mmh almeno photoscan dovrebbe essere integrato però, se non in foto almeno in Fotocamera Google dato che serve ad acquisire foto, seppure in un altro modo

Mako

secondo me i vantaggi dall'avere 2 app separate superano il fatto di non dover passare da un'app all'altra

Roberto

Poco ma ribadisco che avere tutti gli strumenti insieme eviterebbe di dover passare da un'app all'altra, semplicemente

Mako

e cosa ti cambia a scaricarlo a parte?

Roberto
kedwir

a me sembra piuttosto approssimativa..da una interpretazione tutta sua, cmq migliorerà sicuramente.

GianL

"magical™"

GianL

Apple sarebbe contraria: google lens serve soprattutto per dare consigli d'acquisto per prodotti di aziende clienti di google

Mako

poi lo stesso viene qui a lamentarsi

xpy

E poi ti ritrovi un app da mezzi giga

Roberto
dicolamiasisi

app del genere create da apple?

ADM90

Io mi chiedo perché Google non crea l’app Lens per iOS (senza integrarla su google foto)

Giardiniere Willy

Ma anche no. Perché appesantirlo con funzioni che non servono a tutti?

Mako

troppo complicata

rockerey

Vero, però potrebbero semplicemente mettere una "modalità avanzata" di editing all'interno di Google Foto e integrare lì tutte le funzioni di Snapseed. Chi vuole l'editing rapido come crop, rotazione foto, ecc... si ferma alla modalità di editing semplice.

Luca Zaninello

A volte lo penso pure io, tuttavia credo che i controlli più immediati e semplici siano più adatti al pubblico generico. Chi vuole mettere mano alle foto con Snapseed non è l'utente medio ma l'appassionato di fotografia che non viene travolto dal numero di controlli presenti rimanendo spiazzato :)

asd555

Non capisco perché Google non integra Snapseed in Google Photo.

BLERY

Basta essere ottimisti

Michele

Bello schifo.

Yafusata

E' davvero un qualcosa di rivoluzionario.

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video

Android

Recensione OnePlus 7T Pro, lo Snapdragon 855+ non basta a fare la differenza

Asus

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione