Razzi stampati in 3D, raccolti i fondi per la prima missione

02 Ottobre 2019 19

Dopo i test effettuati qualche anno fa dalla NASA, il lancio in orbita del primo razzo completamente stampato in 3D si avvicina: a darne notizia è la startup Relativity Space, che da ormai qualche tempo sta portando avanti il progetto. Proprio in questi giorni infatti l'azienda ha annunciato di aver terminato la raccolta fondi necessaria per passare dalla teoria alla pratica: 185 milioni di dollari finanzieranno i primi voli dei loro razzi entro il 2021.

La startup, fondata da ingegneri provenienti da Blue Origin e SpaceX, insegue l'ambizione di mandare in orbita dei veicoli prodotti quasi esclusivamente tramite stampa 3D (tecnologia molto utile anche a gravità zero). Questa soluzione permetterebbe di innovare profondamente il processo di produzione dei razzi e risparmiare sui costi, poiché il processo manifatturiero sarebbe quasi interamente automatizzato.

Ogni razzo sarebbe inoltre composto da molti meno pezzi rispetto a quelli attuali, e così il processo produttivo potrebbe anche essere esportato su un altro pianeta, come ad esempio Marte, in modo da poter costruire autonomamente un mezzo per tornare indietro.


Al momento, la startup si sta concentrando sul suo primo razzo, il Terran 1, un veicolo di medie dimensioni realizzato interamente a Los Angeles grazie alle stampanti 3D Stargate ideate da Relativity Space: alto 30 metri, sarà in grado di portare un carico di 1.250 kg, cioè circa il 6% rispetto a un Falcon 9 di SpaceX, ma l'azienda promette di raddoppiarne la capacità con qualche ulteriore modifica. Per realizzarlo sono bastati meno di sessanta giorni.

Il razzo non ha ancora fatto il proprio debutto in società, ma ha già raggiunto diversi traguardi in direzione del lancio: sono state completate con successo più di 200 accensioni di prova dei motori presso lo Stennis Space Center della NASA in Mississippi, e ci si è già assicurati una base di lancio a Cape Canaveral.

Gli ultimi fondi raccolti saranno utilizzati per ristrutturare la base di lancio e ampliare gli stabilimenti di Los Angeles, oltre che per costruire una fabbrica automatizzata a Stennis. Il prossimo passo sarà testare il razzo una volta assemblato, e poi sarà la volta del lancio vero e proprio.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 268 euro oppure da Unieuro a 379 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Karellen

Qualcuno ha il link di thingiverse che ne stampo uno?

Maurizio Mugelli

credo tu stia confondendo le stampanti a deposito filamento con quelle industriali

Mirko

Io 30 anni fà volevo lavorare e prendermi anche la laurea ingegneria genetica, ho rinunciato perchè c'era l'obbligo di frequenza.

Mirko

Beh, la Ferrari SF90 di F1 di quest'anno ha gli scarichi stampati in 3d.

L'illuminato

Le stampanti 3d industriali esistono da una ventina d'anni non sono una novità... la novità è stato il marketing che ha portato inutili stampanti 3d domestiche per fare cagatine...
tutt'ora nellìindustria si lavora ancora per sottrazione quindi frese torni o stampaggio diretto ben poco in maniera additiva con le stampanti

Tito73

Cavolo...avere oggi l'età x scegliere gli studi (certo avendo la possibilità di frequentare certi istituti specializzati) ai miei tempi a Lugano sceglieva il terziario p sceglieva.... Il terziario...solo un mio ex compagno lavora a Los Angeles alla Dreamworks (già alle elementari disegnava alla a grande, oggi supervision gli effetti speciali)...oggi ci sono molte più strade con le nuove tecnologie!

Ciccio

O Pallon e Maradona fatto con la stampante 3D....

Ciccio

Non su tutto hai ragione,ci sono stampanti 3D che costruiscono prefabbricati in un giorno a 4000 euro e quelle saranno il futuro.Inoltre anche nel campo della medicina sono una rivoluzione.Poi ovvio quelle stupide da casa per stampare la statuetta,ti dò ragione.

MatitaNera

certo

Adrianob31

quello è solo l'apice, guadagni funzionalità, utilizzo di materiali innovativi, alleggerimenti eccc.....

Aristarco

no, ma come scritto nell'articolo guadagni tempo e manodopera

MatitaNera

d'accordo ma non è che premi un tasto e ti "stampa" il motore pronto all'uso

Adrianob31

Forse non hai idea del punto a cui si spinte le macchine, dal metallo alla plastica!

Aristarco

dipende, possono farci anche parti del motore

MatitaNera

Sono come le TV 3D?

MatitaNera

Sì ma quali parti? Il cassone immagino non il motore

Aristarco

hai letto l'articolo? ci fanno persino i razzi....alla faccia dei giocattoli

L'illuminato

ahh le stampanti 3D, fino a qualche anno fa erano il futuro ed hanno avuto un incredibile boom... ora si sono accorti che era tutto marketing e sono ne più ne meno che giocattoli

Tony Carichi

A Napoli a Capodanno andranno forte!
(Massimo sarcasmo!)

Android

Recensione Samsung Galaxy A21s: spender poco e avere il giusto

Alta definizione

In viaggio con Panasonic Lumix G100: più mirrorless che vlog camera | Recensione

Android

Recensione Sony Xperia 1 II: tra eccellenze e black out

Android

Realme X50 5G ufficiale in Italia | Recensione e Confronto X50 Pro