Facebook: Mark Zuckerberg parla con i dipendenti, trapela l'audio

02 Ottobre 2019 145

Mark Zuckerberg ha tenuto nei giorni scorsi una riunione generale con tutti i dipendenti di Facebook in cui ha parlato di molti argomenti, tra cui le svariate controversie degli ultimi periodi - come le condizioni dei moderatori, le difficoltà della criptovaluta Libra e la campagna della democratica Elizabeth Warren per dividere la società (e gli altri grandi colossi come Apple, Google e Amazon).The Verge è riuscita a ottenere l'audio completo dell'intervento di Zuckerberg, e ha pubblicato un articolo con gli aspetti più interessanti (consultabile seguendo la voce FONTE; da lì c'è anche il link alla registrazione integrale). Ecco un'estrema sintesi dei punti di discussione più interessanti:

L'IPOTESI DI SMEMBRAMENTO

Zuckerberg crede che se Elizabeth Warren (foto sopra) sarà davvero eletta presidente degli Stati Uniti ci dovrà essere una battaglia legale per combattere lo smembramento di Facebook in più unità indipendenti, ma crede anche che la vincerà. Per Zuckerberg non è nemmeno una soluzione che potrebbe risolvere qualcosa in termini di notizie false e interferenze con le elezioni; anzi, la situazione potrebbe addirittura peggiorare, visto che le società faticherebbero a comunicare tra loro.

LIBRA

La partenza è stata percepita in salita perché, secondo Zuckerberg, l'aspetto pubblico delle cose tende ad essere un po' più drammatico. Ma l'aspetto privato, con le autorità di tutto il mondo, è più importante e sostanzioso.

LE CONDIZIONI DEI MODERATORI

Zuckerberg sostiene che i report pubblicati online tendano a esagerare un po'. E visto che si tratta di un gruppo di 30.000 dipendenti, ci saranno esperienze molto diversificate. Zuckerberg dice che è comunque importante fornire adeguato supporto psicologico e possibilità di prendersi una pausa quando necessario.

LA MINACCIA DI TIKTOK

TikTok è diventato in pochi mesi un fenomeno con cifre da capogiro: ha addirittura soffiato a WhatsApp il titolo di app più scaricata al mondo. Interrogato su come Facebook intenda affrontare questa nuova minaccia, Zuckerberg ha detto di aver già avviato la distribuzione di un'app analoga separata, chiamata Lasso, in Messico. La strategia è offrire il prodotto dove TikTok non è ancora esploso, prima di affrontarlo nei mercati in cui è più forte.

FACEBOOK E LA CHIRURGIA CEREBRALE

Dopo l'acquisto di CTRL-Labs, startup specializzata nella realizzazione di interfacce neurali, Zuckerberg ha chiarito che Facebook non ha nessuna intenzione di entrare nel campo della chirurgia neurale. La tecnologia di CTRL-Labs è utile in ottica VR/AR e pare chiaro che cervello e dispositivi dovranno interfacciarsi in qualche modo, ma Facebook intende concentrarsi su procedure non invasive.


145

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrej Peribar

Lo farò

il Gorilla con gli Occhiali

No.

mruser2

Sei tu?

Alex Dimax

qui come su fb c'è chi fa a gara a chi ce l'ha più grosso,quello maleducato e quello che non si fa li caxxi sua...quindi si è un social

Alex Dimax

credici

dario

ma guarda che te l'ho scritto dal primo messaggio che hanno abilitato al loro interno delle funzioni assimilabili al mondo del social, non mi dà affatto fastidio scriverlo! :D
ma questo non le rende dei social, tutto qua.
non è amore per le catalogazioni, ma non vedo proprio in che modo si possano considerare dei social delle app di messaggistica istantanea, per quanto possano implementare al loro interno delle attività "rubate" dal mondo dei social, marginalmente, per essere più attraenti, complete e divertenti (nelle speranze degli sviluppatori).
il confine si è fatto più labile rispetto alle origini? ma certo, è indubbio, ma neanche con un volo pindarico enorme si possono definire social app quali whatsapp e instagram, e nessuno al mondo lo fa tranne te, fattene una ragione. :)

I 15enni, oggi inutili, tra poco molto meno utili.
Facebook è nato così, Instagram anche.
Prima i 15enni, che crescono e arrivano a 20, mettono le nuove funzioni, si prendono i 30enni, ecco quindi che l'app diventa seria ed ecco tutto il mondo.

Cuj0

come "categorie in cui indicizzarle"? ma sul serio fai ? :D forse non ti è proprio chiaro il concetto. non sto dicendo non siano delle "I.M." .. ma non si limitano A. Forse ti è più chiaro. Non limitandosi A, automaticamente SFORANO dal normale utilizzo che si ha di un "I.M.". Se non mettevano tutta una serie di "funzioni", forse potevano rimanere solo "I.M". Oggi, purtroppo per te, dato che ti da tanto fastidio accettarlo, non sono SOLO delle "I.M". (virgoletto perchè mi sa tanto che ti piace l'acronimo quindi lo rimarco). E comincio a sentire stridere gli specchi. Che fai nella vita, cataloghi cose? Ora mi dirai che twitter essendo un'app di microblogging, non è un social network, perchè viene "catalogata" su microblogging. su, per favore..

dario

senza frequentare i gruppi tematici le app di IM le utilizzi ugualmente come app di IM, come faccio io e come fanno tonnellate di utenti... e per quanto un gruppo tematico sia un qualcosa che per certi versi possiamo assimilare a un social, lo fa sfruttando un sistema di IM, non un social.
il cuore delle app in questione, la loro intima natura, è essere app di IM, come si autodefiniscono loro stesse e come le definisce qualunque catalogazione un minimo autorevole.
se la cosa ti fa ridere non so che farci... sempre app di IM, come categorie in cui indicizzarle, restano.

Cuj0
dario

ma non è questione di profonda comprensione, è questione che hanno uno scopo primario, l'instant messaging, e funzioni secondarie di natura social, ma il cuore è l'aspetto IM e in tale aspetto le devi inquadrare, come fanno le app in questione stesse e qualunque sistema in cui le trovi categorizzate. in sostanza, sei l'unico a classificarle come social, trovami una sola fonte autorevole che definisce un social whatsapp e ne riparliamo...
ciò non toglie che, marginalmente, abbia piccole funzioni accostabili ai social, ma sono del tutto marginali al cuore di ciò che sono.

E K

;)
Tranquillo, vengo preso per troll quando pretendo che si ragioni.

Cuj0
dario

Sono app di messaggistica istantanea, con qualche implementazione social che non ne altera la natura primaria.
Le autorità possono dire ciò che vogliono, un im resterà sempre un im, come se le autorità sosterranno che sono un elefante non mi verrà la proboscide.
D'altronde, senza scomodare terze parti, basta leggere come si autodefiniscono nelle loro presentazioni ufficiali nello store per chiudere qua la discussione.

Andrej Peribar

Questo dipende semplicemente dal fatto che il "social" tira e quindi dichiararsi tale e abbracciarne alcuni aspetti conviene.

Ma l'uso non è finalizzato e nemmeno ottimizzato allo scopo.

La differenza tra un social vero e il resto degli strumenti che inevitabilmente ti mettono in comunicazione oltre che con un singolo anche con un gruppo è che il singolo *tu* non sei al centro del flusso di informazioni (esempio la bacheca di facebook) ed lo stesso flusso procederebbe indisturbato anche senza la tua presa visione (esempio newsletter) o riconoscimento (esempio likes)

Altrimenti anche i forum sono social.

Social letteralmente vuol dire "rapporto sociale" ma in ambito tecnico ha raggiunto, con la nascita dei primi network (esempio facebook) un concetto di rete non letterale ma legata a determinate iterazioni (come condivisione e voti)

Disqus nella fattispecie è l'evoluzione delle piattaforme di commenti prima settoriali (esempio i commenti di WordPress).

Gli i.m. alla Skype o Messanger sono sempre esistiti e nessuno li chiamava social network, almeno con l'accezione moderna.

Altrimenti si parla di tutto e di niente e si arriva al paradosso che la chiacchierata nel bar rende il bar un social network.

Moveon0783 (rhak)

Vero. Però c’è da dire che sono parecchio legate le due cose. E non mi riferisco solo a Messenger come costola di Facebook, ma al fatto che ormai tutti i servizi IM hanno un lato social. Anche Telegram che recentemente utilizza la localizzazione per cercare sconosciuti nei dintorni con cui chattare.
Anche perché se ci pensi, l’unico social network nel senso puro del termine ad essere sopravvissuto è Facebook. Google+ lo hanno chiuso, Apple ha totalmente abbandonato quel mercato e nemmeno ci prova più (se non, guarda caso, con iMessage che scimmiotta parecchi aspetti social delle app IM più celebri), i vari Snapchat e TikTok sono fuochi di paglia.
Instagram e Twitter non offrono una vera a propria interazione come quella di Facebook (se non, guarda caso, con le rispettive chat): la prima sono solo foto da commentare, la seconda con quel ridicolo numero limitato di caratteri per sua natura non può generare alcun tipo di discussione degno di nota.

Moveon0783 (rhak)

“ TikTok è diventato in pochi mesi un fenomeno con cifre da capogiro: ha addirittura soffiato a WhatsApp il titolo di app più scaricata al mondo. Interrogato su come Facebook intenda affrontare questa nuova minaccia”

Semplice, come hanno sempre fatto. O provano a comprarla o gli copiano tutte le funzioni, come Snapchat.

gtb
Tony Carichi

Appunto.

Andrej Peribar

XD

Cristian P.

In generale sei pure una bella ragazza ma hai dei piedi di m3rda, ma con un paio di calzini ti sbatterei come un martello su un chiodo

Cristian P.

Il punto della chirurgia neurale è inquietante

Ungarus

Peccato che tik tok non abbia dissing dei trapper

ghost

Perché di che colore è?

ghost

Grazie pensavo intendesse IntraMuscolo

Cuj0

nello stesso "modo" in cui puoi creare gruppi, aggiungere gente, condividendo roba ancor più velocemente che su un facebook qualcunque, condividere informazioni ed averne accesso ad altre. forse siete un rimasti un tantino indietro. sono i.m. si, ma non solo. e quel "non solo" li rende social network a tutti gli effetti. evitate frecciatine cone sms ed email, che non sono assolutamente paragonabili ad app come telegram e whatsapp. magari studiatevi la definizione di "social network", e sappiate che le autorità li considerano tali a tutti gli effetti. detto questo, siate pur liberi di pensarla come volete, magari non negando le evidenze del caso.

Luca Lindholm

Vabbeh, che c'entra?
Fessbuk lo uso anch'io per collegarmi con il mio gruppo universitario e per vedere le bellissime foto di Roma Ieri Oggi.

Zeronegativo

c'è gente che usa facebook.

Luca Lindholm

Qualcuno più normale c'è, in questo blog.

:)

Cuj0

E' l'insieme a rendere quelle app dei social network. Non sarò di certo io a spiegarti la definizione di social network, sappi solo che per le autorità, sono social a tutti gli effetti. Gruppi, condivisioni, stati, accessi diretti, informazioni e quant'altro. Gli sms e le email sono I.M., come diceva qualcuno. Whatsapp e Telegram, no.

E K

Il socialismo per funzionare presuppone un livello culturale medio improponibile nella realtá del mondo. Pertanto é un'utopia, mentre il capitalismo é molto piú semplice da attuare, ma non é un sistema sociale bensí economico, pertanto genera ingiustizie, e tutti ce ne lecchiamo le ferite.

OlioDiCozza

noi viviamo la dittatura capitalista

marco

C'è gente che usa i tiktok? Tralasciando i 15enni inutili

Yafusata

Si li scrive bene, ma non benissimo.

Yafusata

Auguri la seg... no niente.

Tony Carichi

Auguri, Zuck...ma tanti.

Andrej Peribar

Sarebbe stata la mia prossima osservazione.

Ma avrei aggiunto anche la Posta cartacea

Andrej Peribar

Contenti loro :)

Darkat

Si è creato un sistema in cui nessuno vuole ostentare il fatto di appartenere alla plebe, al contrario tutti vogliono apparire come parte di una elite, e non lo si può fare chiedendo il panem, nonostante ci sia una larga fetta di persone che lo fa (movimenti populisti), la stragrande maggioranza del popolo è guidata ormai da questo marketing selvaggio del "come devi apparire", insomma Apple ha basato tutta la sua fortuna su questo, e Facebook e altre società a ruota.

Andrej Peribar

O forse non è solo giovane (non sempre di età) e non ricorda il web pre-social

Bauscia

No, è un serizio di commenti, non ha nulla di social.
Poi che qualcuno qui si sia creato il suo angolo con nemici e amichetti virtuali perchè nella vita è solo come un cane è un altro discorso.

Bauscia

perchè è italiano e come la maggior parte degli italiani fa un'enorme fatica a categorizzare correttamente gli elementi che lo circondano.

gioboni

E in che modo? Solo per la sezione "stato"? Se WA e Telegram sono social, allora lo sono anche SMS ed email.

Bauscia

No.

Andrej Peribar

Perché?

Andrej Peribar

Che papiello.

Luca devi imparare una amara verità.
(Che con il web è divenuta ancora più veritiera e marcata)

La cultura è di tutti ma non è per tutti

Sono inutili questi poemi.
Informarsi è facile e si fa sui libri.
Poi si deduce la propria opinione.
Non sui blog.

Cuj0

ehm, sono social a tutti gli effetti.

Wex Tiller

Se la gente fosse così preoccupata basterebbe che smettesse di usarlo. Evidentemente non gliene frega nulla.

Andrej Peribar

Soprattutto grande scrittore di testi

Yafusata

Perche' in Florida il mare e' piu' bello! :D

Android

Recensione Samsung Galaxy S21 Ultra: convince praticamente su tutto

Sicurezza

Telegram, Signal ma non solo: ecco le migliori app alternative a WhatsApp

Android

Le nuove prospettive per Huawei senza Trump | Video

Mobile

Samsung Galaxy Buds Pro con ANC: che qualità! | Recensione