Logitech Pro X: tastiera meccanica da gaming con switch sostituibili

01 Ottobre 2019 41

Logitech Pro X Mechanical Gaming Keyboard è la nuova tastiera meccanica che innalza ancora di più l'asticella per quanto riguarda la personalizzazione - aspetto che per i giocatori più incalliti è molto importante. La tastiera offre switch sostituibili dall'utente, con un grado di facilità paragonabile alla sostituzione dei tasti veri e propri: basta usare l'apposito attrezzo di rimozione in plastica. Non è una novità a livello assoluto: già da diverso tempo i produttori più di nicchia offrono questa opportunità.

Gli switch compatibili sono naturalmente quelli proprietari Logitech, ovvero i GX: si può scegliere tra quelli Blue Clicky, i Red Linear e i Brown Tactile. Ogni set (92 switch) costa intorno ai 50 dollari, da noi dovrebbe corrispondere a 50 euro circa. Dai nomi si capisce piuttosto chiaramente che le specifiche e la risposta replicano quelle degli switch Cherry, che secondo quanto riportato da Tom's Hardware dovrebbero comunque essere compatibili.

La tastiera è retroilluminata RGB e si collega al computer via cavo microUSB rimovibile. C'è naturalmente la retroilluminazione RGB, programmabile e sincronizzabile con altri sistemi grazie al software gestionale Logitech G Hub lanciato a giugno dello scorso anno. Il design è compatto o TKL (TenKeyLess), vale a dire senza il tastierino numerico laterale.

La tastiera è già disponibile all'acquisto sul sito italiano di Logitech (link in FONTE), ma non è ancora previsto il layout per la nostra lingua. C'è comunque l'inglese internazionale. Il prezzo della tastiera è di 154,99 euro. La pagina per comprare switch aggiuntivi non è ancora attiva.


41

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabri

Mi avevi già convinto, solo che il mio dubbio era tra i brown ed i white. Penso che prenderò la versione kailh box white per avere quel suono a mo' di "macchina da scrivere". Hai qualche sito dove prenderla? Su candykeys non è disponibile da mesi...

Ciao Fabri, mi sto trovando davvero bene e continua ad essere senz'ombra di dubbio la mia tastiera principale. Il layout ITA purtroppo non esiste.. ma in breve tempo con quello internazionale si imparano le combinazioni di tasti che ti permettono tranquillamente di ottenere le lettere accettatate (anche maiuscole). Se ti piacciono i switch "clicky" ti consiglio caldamente i i kailh box white.. hanno un feedback sonoro e tattile davvero piacevole. Rispetto ai Gateron, i Kailh box, diciamo che sono leggermente diversi a livello strutturale ma anche dal punto di vista della qualità sono superiori.. di fatti le versioni della Anne pro 2 che li montano costano qualcosina di più.

Fabri

Saber, ciao. A distanza di 8 mesi, come ti stai trovando con la anne pro 2? Domanda da "cuggino": il layout ita non esiste vero? Mi consigli ancora i kailh box white? Ho visto che ci sono anche i gateron... Buona serata.

Ciao Fabi, principalmente i Cherry MX Brown sono dei switch tattili ideali per l'utilizzo ufficio/gaming mentre i kailh box white oltre ad essere tattili sono anche cliky e risultano essere molto più rumorosi ma è questo fattore renderli particolari. Rispetto alla "controparte" clicky-tattile Cherry MX Blue hanno una realizzazione migliore che si trasmette in una maggiore piacevolezza nell'utilizzo è un suono molto più "pieno" e diciamo pure premium rispetto alla controparte Cherry.

Fabri

Ciao Saber, posso farti una domanda? Ho una Cooler Master QuickFire Ultimate, Cherry MX Brow. Non ci capisco nulla: nel senso che se non ricordo male all'epoca la presi per un uso ufficio/gaming e mi consigliarono i brown. Posso chiederti cosa cambia in merito ai kalih box white? Grazie.

Karellen

Potevano fare 150 dato che 5 € è circa il risparmio in switch e keycaps (su scocca e pcb risparmieranno centesimi, mentre il resto dell'elettronica è uguale)

Karellen

Dipende anche molto da quanto grasso hai sui polpastrelli. Ad esempio io ho una razer black widow (keycaps laser etched) usata ininterrottamente prima a casa e poi in ufficio dal 2013. Nonostante tecnologicamente non ci sia niente di peggio l'unico risultato è un po' di lucidatura sulla barra spaziatrice dove tengo il dito (e c'è gente che in una settimana aveva i tasti lucidi e in un anno ha consumato la copertura nera lasciando il buco!)

I'mNotYourFatherLuke

Di sicuro una tastiera non si valuta solo dai caps, ma su un prodotto da più di 150€ di listino questi non sono accettabili.
Il fatto che sia hotswap poi sinceramente non ho capito cosa c'entri :)

Ghriewolf

Magari non sarà abs di altissima qualità, però a me sembra eccessivo giudicare una tastiera semplicemente dai keycaps. Cioè stiamo pur sempre parlando di una tastiera Hot-swappable. Poi probabilmente per questa tastiera, come per le altre logitech, si può puntare a prenderla con lo street price.
P.S. Comunque per la cronaca ho una tastiera con keycaps ABS neri e legende fatte con l'ablazione laser da un anno di uso intenso e non vedo la minima traccia di deterioramento.

I'mNotYourFatherLuke

Qualche riflessione personale:
I caps saranno i soliti vergognosi ABS 1mm che diventano lucidi solo a guardarli storti. Sarebbe anche carino vedere del PBT ogni tanto su prodotti in questa fascia di prezzo, considerando che tastiere che costano parecchio meno (Anne Pro 2, Durgod k320) montano caps in PBT.
Gli switch di ricambio hanno un prezzo inconcepibile, quasi 55 cent a switch per dei kailh (neanche BOX) non sono giustificabili.
Come connettore hanno scelto un sempreverde micro-USB che di certo non è famoso per la sua resistenza; scelta a mio avviso infelice, una type C o anche una mini-USB sarebbero stati meglio

I'mNotYourFatherLuke

È anche perché in ABS diventano lisci e lucidi in tempo un mese di uso, mentre il PBT rimane bello poroso anche dopo anni
In più non stiamo parlando certo di set GMK o SP (ABS di prima qualità, per i meno informati), ma di set ABS OEM da 1mm di spessore

P.s. il set che veniva venduto con la g910 (così come il poggiapolsi) nel mio caso ha iniziato a depolimerizzare dopo due mesi di uso blando, uno scempio veramente. Speriamo che almeno abbiano risolto con questi...

Vero, Adesso non ricordo dove l'ho visto ma in un video sul tubo hanno confrontato a parità di switch

Ghriewolf

Ah vabbè, in ogni caso i cherry sono abbastanza switch abbastanza sopravvalutati (in tutte le sue varianti, brown soprattutto) e praticamente qualsiasi forma di revisione (come i kailh) ne migliora nettamente la qualità. Per quanto riguarda i materiali si, però non modificano più di tanto il timbro del suono, quello è dato dallo switch, ma principalmente l'altezza e l'intensità

Yafusata

Si putroppo lo so.
Pero' appunto poteva anche costare un po' meno.

Lineare? Dove l'hai letto scusa? Non intendo quello.. anche la K95 aveva switch clicky.. io parlo del feeling dei materiali.. assemblaggio migliore e della piacevolezza di scrivere nettamente superiore.

Poi per quanto riguarda la differenza di suono una buona parte la fa anche lo switch ma un grande contributo arriva anche dalla scelta dei materiali sia del case che dei keycaps..

Ghriewolf

Guarda che l'unico grosso difetto degli ABS è che ingialliscono se esposti ai raggi UV, e questi qua sono neri. Senza considerare che quasi sempre gli ABS hanno anche un acustica migliore. Quindi non capisco il perché di tutto questo disprezzo, è solo perché sono più economici e quindi da poveracci che vi fanno schifo?

Ghriewolf

Non è una scelta dettata dal risparmio ma bensì perché molti giocatori (soprattutto di fps) preferiscono le TKL per avere più spazio per muovere il mouse

Ghriewolf

Molti giocatori preferiscono il layout TKL perche' permette di avere piu' spazio per muovere il mouse

Ghriewolf

Beh ti credo, sei passato da una tastiera lineare (che non ha feedback a parte quando fai bottom-out e nemmeno il click) a una tastiera clicky.

Ghriewolf

Copia e incollata da un commento nel forum geekhack

MonkeyKing GK61 - 60%, RGB - $69

GMMK - 60%, TKL, Full, RGB - $95

Hexgears GK707/705 - TKL/Full, White LED - $45/50

Hexgear Gemini/Dawn - TKL, RGB - $139

CIY Team Wolf - 60%, RGB - $60

Tofu - 65%, RGB - $150

Massdrop CTRL - TKL, RGB - $200

Geek GK61 - RGB, 60% - $53

Kira - RGB, 75% - $179

Dygma Raise - 65%, RGB, Ergo - $266

Dye Fetish GK61 - RGB, 60% - $76

Kananic DKD L82 - 75%, Backlit, PBT Keycaps - $44

AlphAtomix

centosessantaeuri senza tastierino numerico

Tolemy

Ovviamente, ma le plastiche Logitech non godono della stessa fama di quelle di una model M ed i loro keycaps sono ben lontani dai gmk che da soli costano 35€.
Vendono bene solo grazie al marketing ed alle belle lucine, chi le acquista non sa neanche chi sia iKBC e se dici model F ti indicano una Tesla...

Karellen

Eppure vendono bene! Non faccio fatica però ad immaginare che la iKBC sia una tastiera migliore in tutto, quasi sempre il prezzo lo fa il product placement.
Comunque i case in plastica non devono essere per forza plastiche di derivazione kinder, ho una ibm model M ed una model F, soprattutto la F da una sensazione di solidità che una k-type in alluminio per dire non da. Stessa cosa per keycap gmk (in abs) confrontati con i pbt che aveva la k-type.

Io l'ho presa da banggood a quel prezzo ed è arrivata in una settimana.. in alternativa su candykeys la trovi intorno ai 80€ quando disponibile ma è più difficoltoso trovare le varie disponibilità di switch

Tolemy

155€ per una tastiera Logitech è completamente fuori mercato, così come lo sono per Corsair e Razer.
Con 150€ ti compri una iKBC MF87 completamente in alluminio con switch lubrificati e keycaps in PBT non questo pezzo di plastica con keycaps in ABS.

Massimo

i soliti cinesi oppure candykeys dall'europa per un prezzo un poco più alto

Massimo

cerca glorious gmmk vede anche in italia è la soluzione più facile per chi non è addentro alla realizzazione di tastiere custom

Stewie

Dove si acquista? Voglio vendere la mia K95 perchè banalmente col pc non ci gioco più e vorrei qualcosa di più compatto ma comunque qualitativamente fatto bene.

Maledetto

Ci sono altri brand affidabili che offrono questa possibilità? o anche solo la tastiera senza switch?

Ne ho visti parecchi cinesi ma l'affidabilità rimane sempre l'incognita principale

Karellen

Vero, già il fatto che abbiano usato dei kailh generici anzichè i box mi fa pensare che tutta la tastiera sia fatta cercando più di ottimizzare il prezzo che di sfidare le custom.
Comunque c'è anche da ricordare che i socket hot swappable incidono sul costo, immagino sui 15-20€.

Massimo

ce l'ho anch'io, bellissima...

Massimo

diciamo che sui 150 euro si comincia ad andare nel territorio di tastiere di un certo livello costruttivo che sono ben al di sopra degli standard logitech.
Poi questo è il listino, al primo black Friday magari si trova a 100 euro

Ne ho provate tante di tastiera .. tra le tante sono giunto anche alla K95 Platinum (150€) che avrebbe dovuto rappresenta il top dal brand ma in realtà lasciava davvero molto a desiderare sia dal punto di vista della realizzazione che del feeling tattile e sonoro che trasmetteva..
Ora ho una Anne pro 2 con kailh box White (60€) e non sono mai stato così felice di una tastiera! Sia la realizzazione che il feeling è un altro mondo rispetto al "prodotto di punta" Corsair..

Karellen

Non è che risparmiando 5 cm di pcb e 17 switch (a 25 cent l'uno sarebbero 4.25€) possano vendertela a metà prezzo... Non mi pare un prezzo totalmente fuori mercato, ma bisognerebbe capire meglio cosa offre in termini di switch, keycaps, costruzione, etc.

F0x

Io ho appena sostituito la Pro con la G915, un altro pianeta in tutto, oltre ad essere molto più bella. Se non si cerca la compattezza chiaramente.

Massimo

in questo caso allora si

Yafusata

Certo che 155 euro per una tenkeyless so davvero bastardi forte.

Ghriewolf

Gli switch Logitech sono dei Kailh ribrandizzati, e i Kailh sono basati sui Cherry. Quindi in sostanza sono compatibili tutti gli switch Cherry-compatibili

Ghriewolf

Qualcuno ha già fatto notare che questo tipo di tastiere con switch "hot swappable" già esistevano. Tuttavia il fatto che un brand mainstream come Logitech abbia iniziato a fare così è un buon segnale

frollo

Penso sia difficile, facilmente cambiano i punti di contatto sulla scheda.

Massimo

bisogna vedere come è costruita e se effettivamente è compatibile con altri switch non logitech, in questo caso potrebbe anche essere interessante.

Asus

La nostra redazione è un po' più smart: luci, postazioni e tanta tecnologia | Video

HDMotori.it

Tesla Model 3 2021 Long Range: pregi, difetti, autonomia e test ricarica V3 | Video

Windows

Migliori Notebook, Portatili e Ultrabook: i top 5 fino a 600 euro | Marzo 2021

Tecnologia

Perseverance si è mosso, primo obiettivo scientifico trovato | Foto e dettagli