Facebook Fashion++, IA applicata alla moda: i dettagli fanno la differenza

22 Settembre 2019 48

Facebook presenta Fashion++, sistema che sfrutta l'intelligenza artificiale per dare consigli su come migliorare il proprio modo di vestirsi. Attenzione: è diverso da soluzioni come StyleSnap, servizio che Amazon ha lanciato lo scorso giugno che suggerisce quali abiti acquistare (su Amazon, ovviamente) basandosi su un'immagine fornita dall'utente (un vestito fotografato in un negozio, ad esempio): qui l'IA viene in nostro aiuto in modo diverso, proponendo "facili modifiche all'outfit di una persona per renderlo più alla moda". Al momento si tratta di una ricerca ancora in fase di sviluppo, che Facebook presenterà più nel dettaglio nel corso della International Conference on Computer Vision - ICCV 2019 che si terrà a Seoul dal 27 ottobre al 2 novembre

In questo caso, dunque, le reti neurali vengono utilizzate per riconoscere e analizzare i capi che stiamo indossando, fornendoci piccoli suggerimenti su come migliorare il nostro look. In pratica, viene sposata la filosofia secondo cui sono i piccoli dettagli a fare la differenza. L'intelligenza artificiale sviluppata da Facebook in Fashion++ ci dice cosa sarebbe bene togliere, aggiungere o sostituire in ciò che stiamo indossando: ad esempio, può consigliarci di rimboccare le maniche della nostra camicia, di chiudere i bottoni della giacca o di sistemare la cravatta in modo diverso.

Un paio di esempi di quali potrebbero essere i suggerimenti ricevuti da Fashion++

Insomma, il nuovo progetto di Zuckerberg mette l'IA a disposizione della praticità e sfrutta migliaia di immagini caricate in rete per auto-addestrarsi e fornire utili consigli per essere più eleganti con il minimo sforzo. Niente prodotti nuovi o da vendere, ma semplicemente indicazioni.

Una volta addestrato il classificatore, il nostro sistema aggiorna gradualmente l'outfit per renderlo più alla moda. Una rete neurale di generazione di immagini renderizza il nuovo look corretto utilizzando un codificatore automatico variazionale per generare la silhouette ed un "conditional generative adversarial network" (cGAN) per generare il colore e il modello. Le codifiche latenti apprese da questo generatore vengono poi utilizzate per identificare quali capi all'interno del suo inventario otterranno meglio lo stile.

L'intento di Facebook non è solo quello di fornire un (utile?) strumento ai propri utenti, ma anche di dimostrare come l'IA sia in grado di imparare ricevendo come input una quantità relativamente piccola di dati. In questo modo l'azienda si augura di poter arrivare un giorno alla creazione di un sistema all'interno del quale le persone siano in grado di condividere stili diversi e in cui gli stilisti prendano spunti per creare - chissà - nuovi stili.

Maggiori informazioni sono disponibili in FONTE.

Credits immagine di apertura: Pixabay.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tetsuro P12

Che generazione di sfigati.

apps accaunt

Meno male che invece posso metterle senza problemi da maggio a ottobre in pieno centro citta..fai te io renderei illegale il fatto che voi brutti e/o ciccioni potete tranquillamente uscire di casa

Garrett

Esatto. Io le infradito o le ciabatte da mare, le renderei legali solo in spiaggia.
Vedi tu....

Innata. Vabbè. Ciao.

Maxim Castelli

No di certo. È una cosa che si sa in maniera innata.

PassPar2_

Bha, sempre a difendere il peggio te stai?

La civiltà di un commento non la decidi tu, quindi evita.

Maxim Castelli

Magari avessi la 104, magari! Qui a Chicago non esistono simili mezzi per tenere in vita i poveracci.

Davide

Tu eccedi in due parametri:
Tempo a disposizione
Ritardo.
Saluti cortesi a profusione a tutti.

P. S.
Tu non hai il reddito di cittadinanza ma la 208 perché la 104 ti è stata assegnata due volte.

csharpino

Non è che 2 immagini danno la visione completa di cosa potrebbe proporre l'AI... Potrebbe benissimo anche suggerire accostamenti cromatici che a talune comunità fanno schifo e ad altre vanno benissimo.. Per il resto concordo in pieno sul fatto che non esiste un concetto universale di essere alla moda e tra l'altro anche esistesse è talmente labile nel tempo che diventerebbe cmq difficile da seguire.

apps accaunt

Ma che ti frega se uno mette gli infradito 12 mesi all anno??? Anzi beato chi può farlo....pensa un po che a me da fastidio la gente brutta o quella ciccia...che fate? Facciamo che 5 miliardi di persone non le facciamo piu uscire di casa?

apps accaunt

Che non riguarda certo la moda africana

Maxim Castelli

Che c'entra la moderazione? Siamo civili o no?

ciro mito

La gente ti nota e ti sta alla larga

Da quando fai il moderatore del sito?

Maxim Castelli

No volgarità.

Maxim Castelli

Bel commento ma evitiamo volgarità.
Grazie.

Maxim Castelli

Se questa IA viene addestrata con i gusti degli americani, siamo messi bene...

antonio
PassPar2_

Bhe ci sono anche molte altre cose che si possono sbagliare nella moda. E oggettivamente è possibile strutturare una valutazione su criteri forti.

MatitaNera

Per cosa?

peyotefree

lo sanno tutti qui che hai un QI di un bimbo..

scrofalo

Povera disgustosa civiltà. In altre epoche adesso arrivava il cambio...

dario

Al di là del fatto che se questo concetto universale esistesse nessuno sbaglierebbe, dal momento che tutti sarebbero inclusi nel fare la stessa identica valutazione, se vedi le immagini esempio dell'articolo il giudizio espresso riguarda altri parametri che esulano dagli accostamenti cromatici.

PassPar2_

Invece si, esiste il concetto universale di schifezza di accostamento di colori

Dexter

La fiera della superficialità

Ho i conati di vomito.
Voglio un mondo senza Facebook, non voglio vederlo.
Non c'è una cosa, una, che apprezzo e approvo di Facebook.
Le altre super big mi stanno bene: Google, Amazon, Apple, Microsoft, va bene, fanno tante cag4te quante cose buone, compensano. Ma Facebook...

Tony Carichi

Il Codice Da Vinci.

marauder64

Questo codice che ho scritto oggi è fa-vo-lo-so

GinoGinoPilotino

Brrrr.... cioè vorrei essere nel team di sviluppo dell’IA ! Immagino che in un paio di anni disegnare vestiti sarà solo appannaggio di pochi!

NEXUS

la vostra fine è li

ciro mito

Ti capisco perché per me il curry è veleno , il solo odore mi fa stare male e non scherzo .
Lavoro a contatto con i peggiori odori che un corpo umano può creare e giusto la putrefazione mi da noia , per il resto non ho problemi , ma il curry mi uccide letteralmente

RemtonJDulyak

Questo mi sembra solo un altro modo di prolungare la vita di un altro pò a FB.

Garrett

Gli indiani, mi dispiace ma non riesci più a sopportarlo. Hanno questo odore di curry che è insostenibile per le mie narici. Non è un luogo comune perché lavorando in un contesto internazionale, quando vanno a mangiare, satura o tutto il locale.
Poi sono rimasto un po' scioccato quando ho visto che mangiano direttamente con le mani, senza posate (tipo riso con condimento). Ok, è questione di cultura e lo accetto ma da noi mangiare in quel modo viene visto male.

Quanto all'abbigliamento, il tizio arriva da un Paese della federazione russa. Non basta mettersi una giacca per essere eleganti.

Garrett

Ma a questo punto direi che anche gli africani dovrebbero imparare a usare le scarpe e non in Africa.
A me dà parecchio fastidio. 12 mesi all'anno, con infradito e ciabatte da mare, in ogni luogo.

Depas

Zitto

ciro mito

Fa' molto indiano questo abbigliamento

ciro mito

Calzino bianco e sandalo , se non vuoi rotture di palle è perfetto

dario

Al di là della battuta, la domanda non è banale: alla moda in base a chi, a cosa? Non esiste un concetto universale di moda, né tra una cultura e un'altra né all'interno di una singola cultura, dove ogni casa di moda ogni stagione tenta di imporre la sua visione che non coincide con quella dei concorrenti... me pare na cappellata sto servizio.

PassPar2_

Se poi censura i vestiti africani cosi sobri con tutti quei colori buttati a caso, risulterà razzismo?

Squak9000

regolare... sanno cosa pubblicizzarti poi...

Squak9000

se sono riusciti a sviluppare un algoritmo tale da far capire ai tedeschi che i calzini non vanno con i sandali... allora TOP

peyotefree

cosa non si fa per qualche accesso in più...

Luca Lucani

attenti all'app trekking per fortuna c'è il mate 30 che ci protegge

Stefano Baldanza

Così sapranno nello specifico che pubblicità di vestiti metterti durante ogni sessione di navigazione. Geni!

Garrett

Per esperienza posso dire che nessuno saprà mai vestire come veste in italiano.
Ne ho visto di tutti i colori ed è proprio una mancanza di senso estetico.
Un mio collega :
- camicia a quadretti bianchi e blu, tipo tovaglia, ma con fermacravatta
- scarpe da trekking con pantaloni classici
- calze nere con disegnato cerchi gialli e cerchi rosa.
Non ci siamo e questo vale anche per altri miei colleghi non italiani.

Non credo che un'app possa sopperire a certe mancanze.

Maria_Modaiola

è qui che si fa la moda??

Judas Dadaaa

vogliamo anche la versione in italiano con la voce di Enzo Miccio che dopo aver scattato la foto all'outfit urla: MA COME TI VESTIHH!!

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video

Android

Recensione OnePlus 7T Pro, lo Snapdragon 855+ non basta a fare la differenza

Asus

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione