Philips presenta gli OLED 754: Smart TV Ultra HD con HDR universale

06 Settembre 2019 35

Aggiornamento 06/09:

La serie OLED 754 è stata ufficialmente presentata a IFA 2019. Le specifiche sono quelle che avevamo precedentemente riportato. Sono però emersi alcuni particolari aggiuntivi. Per i pannelli OLED vengono utilizzate unità del 2018, un particolare che in effetti tende a risultare rilevante più per la completezza dell'informazione. Le recensioni dei TV del 2019 hanno infatti mostrato ben poche differenze tra i pannelli 2018 e quelli del 2019. Il processore video è il P5 di seconda generazione, la versione precedente rispetto a quella montata sulle serie OLED 804, OLED 854 (dettagli), OLED+ 934 e OLED+ 954 (dettagli).

In attesa dei prezzi italiani riportiamo quelli relativi al mercato britannico:

  • OLED 754 da 55": 1.500 sterline, circa 1.660 euro
  • OLED 754 da 65": 2.300 sterline, circa 2.500 euro

Articolo originale - 27/08/2019

Le specifiche complete dei TV OLED 754 di Philips sono disponibili sul sito ufficiale italiano. Sono confermati i due tagli da 55" (55OLED754) e 65" (65OLED754) , entrambi provvisti di un pannello OLED WRGB Ultra HD prodotto da LG Display. Il design è molto simile a quello della serie OLED 804 | Philips TV OLED 854 e 804: Android TV Pie con HDR "universale" |. Troviamo quindi linee minimaliste e un piedistallo costituito da due piccoli elementi posizionati verso i lati.

Il processore video è il P5 Perfect Picture, una versione differente da quella che troviamo sui top di gamma come la serie OLED 984 | Philips OLED 984: l'ammiraglia Android TV Pie con HDR "universale" e audio B&W |. Le elaborazioni disponibili includono Ultra Resolution (migliora il livello di dettaglio), Micro Dimming Perfect (effettua un bilanciamento sul gamma) e il Perfect Natural Motion (migliora le immagini in rapido movimento). Philips parla inoltre di 4500 PPI (Picture Performance Index) e dichiara una copertura dello spazio colore DCI-P3 pari al 99%.


Il supporto a HDR è universale, una caratteristica che del resto accomuna molti TV Philips della gamma 2019. OLED 754 può quindi gestire HDR10, HDR10+, Dolby Vision e HLG. Nelle specifiche non si fa menzione del picco di luminosità. Su altri modelli 2019 viene dichiarato un massimo di circa 1.000 cd/m2 - nits sul bianco al 2-5% dello schermo.

OLED 754 offre anche una sezione audio interessante. La configurazione utilizzata è a 2.1 canali con 2 speaker da 8 W ciascuno e un subwoofer da 24 W (40 W complessivi). Si possono riprodurre tracce in AC-4, Dolby Atmos, Dolby Digital e DTS-HD.

Ovviamente non poteva mancare la tecnologia Ambilight, una soluzione proprietaria che sfrutta i LED posti lungo i lati per creare giochi di luce sincronizzati con le immagini su schermo. Sulla serie OLED 754 è presente la versione con LED lungo 3 lati (superiore, destro e sinistro). É inoltre supportata la modalità Ambilight + Hue, capace di estendere l'effetto a tutto l'ambiente tramite le lampadine a LED.


La piattaforma Smart TV è costituita da Saphi, qui installato in luogo di Android TV. A gestire tutte le funzioni è un non meglio precisato processore quad-core abbinato a 4 GB per l'archiviazione dei dati. Tra le applicazioni disponibili citiamo Netflix, Amazon Prime Video, Rakuten TV e YouTube. Il telecomando fornito in dotazione è dotato dei pulsanti per accedere direttamente a Netflix e Rakuten TV. Il microfono integrato permette di interagire direttamente con l'assistente vocale Alexa.

Il media-player interno riproduce le seguenti tipologie di file:

  • Video: Contenitori: AVI, MKV, H264/MPEG-4 AVC, MPEG-1, MPEG-2, MPEG- 4, WMV9/VC1, VP9, HEVC (H.265)
  • Sottotitoli: .SRT, .SUB, .TXT, .SMI
  • Musica: AAC, MP3, WAV, WMA (v2 fino a v9.2), WMA-PRO (v9 e v10)
  • Immagini: JPEG, BMP, GIF, PNG, Foto 360, HEIF

Gli ingressi HDMI sono quattro e supportano l'l'Auto Low Latency Mode (ALLM) | Ecco le specifiche definitive di HDMI 2.1: risoluzione fino a 10K e input lag ridotto |, una funzione che seleziona automaticamente la modalità a bassa latenza quando si lancia un videogioco. A completare la dotazione sono i sintonizzatori TV DVB-T2 e DVB-S2 con HEVC.

Prezzi e disponibilità per l'Italia verranno annunciati a IFA 2019. Su alcuni negozi online europei i TV si possono già ordinare con prezzi a partire da 1.600 euro circa per il 55" e 2.500 euro per il 65".

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 610 euro oppure da Amazon a 668 euro.

35

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antsm90

Gente strana :p

kakkolamalefika

Tutto il discorso dei mesi scorsi del tv senza Android per contenere la cifra e poi escono con 1600€ di listino? Non ha senso

piervittorio

Che poi 'sti quad core A53, almeno andassero a 2Ghz o più visto che non ci sono problemi nè di dissipazione termica nè di consumi in una TV, e fossero abbinati che so, a 3/32 gb di RAM... macchè.... vanno tutti tra 1.1 ed 1.5Ghz (sono tutti a 28nm...) e sono abbinati ad 1.5/8 gb di RAM, roba che sarebbe stata imbarazzantemente sottodimensionata per Android 5, sei anni fa...

Giulk since 71'

Il mio ha android TV, e devo dire che lato sw ha tutto quello che mi serve

Giulk since 71'

Veramente Android TV lo usa anche Philips :)

matteventu

C'è gente qui che dice che un SoC 4xA53 basta e avanza su TV da 5000€, perché intanto ciò che è importante su una TV è il processore video. Ci ho anche litigato, ed aveva il coraggio di dire che siccome ritenevo tale SoC un oltraggio per una TV top gamma, "non ne capisco niente".

Robe da far venire i brividi.

Yafusata [back from HELL]

Ma che razza di gente frequenti?!

ciro mito

Ma oreo su android tv l'hai almeno provato ?

piervittorio

La velocità dipende solo dal SoC... finchè usano dei quad core A53 da 1.1 Ghz, con 1/8 Gb di memoria, il sistema è lento, ma se usi un quad core A73 anche solo ad 1.5Ghz (che è roba obsoleta per potenze e frequenze...) come nelle TV Sony, e magari ci metti quei 3/32Gb che ormai sono la dotazione minima pure sui telefoni da cestone al supermercato, allora vedi che va come un missile.
Quanto alle APP, io uso VLC, Kodi, Chromecast, File Manager (ho una rete domestica con un NAS) e magari, da novembre, pure Stadia.

Antsm90

Non so se il cambio di OS sia stato fatto per risparmiare (secondo me uno proprietario costa pure di più), di certo Android TV è pessimo sotto ogni punto di vista, lento (anche nel cambio canale!), pesante e macchinoso (per dire, Web OS e Tizen ti permettono di avere i programmi preferiti in sovrimpressione semplicemente premendo un tasto, e una volta spostato il cursore ad esempio sopra Netflix appare una seconda barra che ti mostra le ultime serie visualizzate, con Android invece devi andare nel menu, scorrere nella sottocategoria delle app streaming, selezionare netflix, aspettare che si apra, andare nelle ultime serie visualizzate e solo a quel punto finalmente sceglierla), che poi volendo guardare delle 1000 (anzi, 4 in croce) app presenti si usano sempre e solo le stesse (Netflix, Prime Video, Infinity, Now TV, Youtube, browser (tranne quello di Android TV che è pessimo) e Steam Link)

piervittorio

Come dire che su una Ferrari o su una Lamborghini vuoi la ruota di scorta...
Chi sceglie un OLED lo fa perché apprezza la qualitá dell'esperienza, di cui l'audio é parte importante almeno quanto la qualitá delle immagini.
Ovvero, nessuno vieta di avere modelli con audio integrato di qualitá decente per chi si accontenta, ma su una linea di prodotto il cui obbiettivo é concentrarsi sull'essenziale al fine di ridurre il prezzondi listino, avrei risparmiato quei venti euro sugli speker scorreggianti e gracchianti, piuttosto che risparmiarli sulla parte smart.

piervittorio

Beh, di dubbia qualitá non direi affatto, vista l'incetta di premi che continuano a fare...
In ogni caso, hanno i QLED e ritengono che il futuro sia nei miniled, non negli OLED, dunque é una scelta strategica.

Antsm90

Sì mi sono espresso male

gioboni
Nicola Buriani

Per gli OLED utilizzano 3 cifre mentre per gli LCD 4.

Nicola Buriani

Il secondo numero può anche rappresentare una variazione nel design.
Se prendi OLED 804 e 854 sono di fatto uguali ad eccezione del piedistallo.

Antonio63333

Ma TCL non produce TV OLED, solo LCD di dubbia qualità...

Antsm90

In realtà la fascia è rappresentata dalle prime 2 cifre (quindi non sono 7, 8 e 9, ma 75, 80, 85, 90... eccetera)

Antsm90

Direi il 99.99%

Antsm90

Oddio nel caso di Panasonic non è che si possa proprio proprio parlare di pregio... (Samsung invece sì, ma solo perché ha accordi commerciali tali che le app prima escono su Tizen e poi, forse, su Android TV)

Antsm90

Vero, ho il televisore in sala che è una spanna sopra al Philips che ho in camera, eppure spesso scelgo quest'ultimo (soprattutto per gli anime) proprio per l'ambilight

Antsm90

Beh però non puoi nemmeno non metterli, se spendo 2000 euro per un televisore degli speaker interni [di scorta] mi aspetto di trovarli, che poi in realtà ho già visto gente con un OLED e nemmeno una soundbar (capisco l'impiantino dolby atmos o anche solo 5.1, per quello servono spazio e cablaggi, ma almeno la soundbar...)

piervittorio

In realtà anche TCL (quarto produttore mondiale dopo Samsung, LG e Sony) usa Android, così come lo usa Philips su tutta la gamma tranne nei modelli base, così come ha iniziato da quest'anno a proporlo HiSense (quinto produttore mondiale) su tutti i nuovi modelli...
In pratica, si può dire che a parte Samsung e LG, Panasonic, tutti gli altri usino solo (o quasi) Android...
E Panasonic, con numeri relativamente bassi che fa, sarà costretta a passare ad Android a breve, che ormai è un sistema operativo più che matura anche per le smart TV.

piervittorio

Che fesseria su un OLED spendere decine di euro per integrare altoparlanti ridicoli che nessuno userà mai, e rinunciare ad investire cifre ben più contenute per un ambiente operativo Android con SoC e memoria adeguati.

Davide Ronaldo

ah per fortuna faccio parte del 2% :D

cinghia1992

non saprei...diciamo il 98% della popolazione mondiale ?

Daeneryp

Solo Sony usa Android TV, Samsung, LG e Panasonic usano un sistema proprietario

Davide Ronaldo

E chi tiene una TV più di un anno? A me non piace Android sulle TV.

Davide Ronaldo

Anche a me. Prossimo TV sarà Philips

Aleg8

Devo dire che i Philips non sono campioni di software per le TV ma quel ambientlight mi piace un sacco.

Aleg8

Se vuoi stare al passo con le piattaforme di streaming non ha senso visto che android le ha tutte e che funzionano perfettamente.
Io per sopperire alla mia vecchia TV ho preso un box a parte. Ma ovviamente integrato alla TV è molto più comodo.

Ollie Francesco

Certo , 55 pollici . Da fine anno inizierà la produzione a 49".

axoduss

Ma ha senso comperare uno Smart tv che non abbia Android? Dovesse uscire tra qualche anno una nuova applicazione chi la integra?

Andee Kcapp

Boo!! Sempre più padelloni come gli smartphones di oggi.

gioboni

Curiosità: quale sarebbe la logica delle nomenclature degli OLED Philips? La prima cifra sembra la serie, mentre l'ultima (terza) la "generazione", ma quella in mezzo? E poi mi devono spiegare perchè nel 2016 usarono anche 4 cifre per identificare alcuni modelli… BAH

Apple

Apple iPhone 11: live batteria (3.100mAh) | Inizio ore 08.00

Apple

Apple iPhone 11 Pro: live batteria (3.046mAh) | Fine ore 20.13

Huawei

24 ore con Huawei Watch GT 2: più bello e rapido

Apple

Apple Watch Serie 3 42mm GPS + LTE su Amazon al super prezzo di 299 euro