Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Philips PicoPix Max: proiettore portatile Full HD a LED con Android a 400 euro

23 Agosto 2019 31

Philips Projection ha avviato una campagna di raccolta fondi su Indiegogo per finanziare il proiettore PicoPix Max (PPX620). Il prodotto rientra nella categoria dei pico-proiettori, dispositivi caratterizzati da dimensioni molto compatte, come ad esempio l'Epson EF-100 | Epson EF-100: il proiettore 3LCD Laser più piccolo al mondo |. PicoPix Max misura 136 x 134 x 47,5 mm e pesa 850 grammi. Il "cuore" di questo modello è costituito da un chip DMD (quasi sicuramente da 0,47") Full HD abbinato ad una sorgente luminosa a LED RGB-B. Si parla di una luminosità fino a 800 lumen (nello specifico di Color Lumen) e di una durata pari ad almeno 30.000 ore di funzionamento.

Il rapporto di tiro è 1,21:1 e permette di riempire schermi dai 30" ai 120" a distanze comprese tra i 75 e i 305 centimetri. Il proiettore può gestire in ingresso anche i segnali a risoluzione Ultra HD (che vengono scalati in Full HD). I suoni vengono riprodotti tramite due speaker da 4 W.

La connettività è piuttosto ampia per questa tipologia di prodotti. Troviamo un ingresso HDMI in versione 1.4, il Bluetooth 4.1, il Wi-Fi 802.11 ac dual-band, due porte USB Type-C (una gestisce il video e l'altra fornisce alimentazione), una porta USB Type-A e un alloggiamento per le memorie MicroSD. Sono inoltre supportati Miracast e AirPlay.


PicoPix Max non si limita a riprodurre le sorgenti collegate. Alla base del prodotto c'è un sistema operativo basato su Android. Tutte le operazioni sono affidate da un non meglio precisato processore quad-core da 1,5 GHz abbinato a 16 GB di memoria. Le applicazioni integrate includono Netflix, YouTube, VLC, Kodi eccetera. Altre app si possono scaricare tramite Aptoide. Il sistema di controllo è duplice: il telecomando AirMote può essere sostituito dal touchpad collocato sul lato superiore del proiettore.

Il media-player interno può riprodurre le seguenti tipologie di file:

  • Video (in Full HD e Ultra HD): AVC/H.264, MPEG-2, MPEG-4 (Visual XviD), HEVC, H.263, WMV2, WMV3 (VC-1), REALVIDEO 4, XVID, M-JPEG, V_VP8, HDR10
  • Audio: MPEGAudio, FLAC, AAC, AC-3, MPEG-1, AMR,, MONKEY'S AUDIO, PCM, WMA, OGG Vorbis

PicoPix Max integra una batteria da 16.500 mAh capace di garantire fino a 3 ore di funzionamento. Tramite la porta USB Type-C si possono anche ricaricare altri dispositivi mobili. In dotazione vengono forniti un treppiede da tavolo, una custodia per il trasporto e un alimentatore universale con spine EU, UK e US.

La campagna di raccolta fondi ha già ampiamente superato l'obiettivo prefissato di 50.000 euro. Nel momento in cui scriviamo questo articolo sono stati raccolti oltre 600.000 euro. Per entrare in possesso di un PicoPix Max è necessario investire 419 euro. Il prezzo finale del prodotto è fissato a 899 euro. Le spedizioni partiranno a ottobre 2019.


31

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sergio Pantaleo

È un prodotto Philips a tutti gli effetti, anche se prodotto da un'azienda Svizzera (Svizzera, non Cina o Korea). Philips e la serie PicoPix è sinonimo di garanzia. Io avuto proiettori di ogni tipo e marca e i PicoPix sono sempre stati il top dei peoiettori portatili, a parità di lumens e risoluzione facevano impallidire anche i più blasonati proiettori shorthrow standard. Ho avuto due Picopix, il secondo un upgrade del primo dopo essermi trovato benissimo, poi venduto per poter avere un full HD ma me ne sono pentito amaramente. Appena ho visto la campagna del primo pico proiettore FullHD (reale, no upscaling) in commercio e per di più un PicoPix della Philips non ci ho pensato due volte. Lo avrei preso a prezzo pieno, figuriamoci come early adopter al 51% di sconto. Non vedo l'ora di averlo tra le mani.

Andrea Z.

per me è una idea fallimentare, vuol dire che devi cambiare nello stesso momento due cose che prima erano libere di essere cambiate in modi e tempi diversi.
stai certo che philips lo fa per convenienza, non per praticità.
a philips conviene che cambi tutto se android tv preinstallato diventa troppo obsoleto, o se si rompe il proiettore. Che cambi solo uno dei due non è un affare.

Andrea Z.

puoi sempre non usarlo o bloccarlo...

Andrea Z.

perchè? è uno store di app specifiche per android tv, mi sembra normale trovarlo in un android tv

Andrea Z.

conviene sempre separare le cose, proiettore E android box.... così aggiorni/sostituisci uno senza essere costretto a buttare l'altro...

TecR6

Teli ad alto guadagno ma hanno i loro contro (fai una ricerca in rete).

Li consiglio solo se sono davvero necessari.

TecR6

Sotto gli € 800 non troverai mai nulla di buono.

Ti consiglio Benq e sconsiglio Optoma (che comunque è un buon marchio ma i suoi modelli più economici hanno problemi con la ruota colori, in particolare presentano un effetto rainbow visibile anche a persone non molto sensibili).

Al massimo puoi prendere un buon usato, ad esempio un Benq W1110 lo trovi anche a € 430/500.

Storm937

cercando online ne ho trovati diversi di proiettori FHD da più di 3000 lumen, attorno ai 200 euro, ma i marchi sono per me sconosciuti.
più o meno quanto dovrei spendere per una buona qualità con quelle caratteristiche, e che marchi mi suggerisci?

Storm937

come si chiamano questi teli?

TecR6

Almeno 2000.

Se comunque già sai che avrai problemi di fonti luminose puoi optare per teli che aumentino la luminosita del "segnale".

Maxim Castelli

Esattamente.

Nicola Buriani

Mi hai scoperto, mai visto uno!
Comunque no, il minimo per non usare schermi ad alto guadagno sono circa 10.000 lumen, che non a caso è la soglia che generalmente si usa per i proiettori professionali per schermi molto ampi e/o per l'uso in ambienti con luminosità non controllata.
Non si usano invece proiettori per home cinema con luminosità così elevata perché il rapporto di contrasto precipita, a causa dell'impossibilità di ottenere un buon nero con quantità così elevata di luce e la rumorosità che ne consegue, oltre all'ingombro necessario per il raffreddamento.
Tra l'altro farei notare che non è molto logico aspettarsi almeno 5.000 lumen da prodotti che ti tengono con una mano e che vanno alimentati a batteria.

matteventu

Certo, stesso username di Disqus.

Maxim Castelli

Vedo non li conosci. Dai 5000 puoi vedere in stanza con finestre non chiuse da tapparelle. Senza problema.

Porco Zio

Matte hai telegram
Volevo chiederti una cosa

PiXeLRED

Ho i mei dubbi...

Nicola Buriani

Infatti mi pareva di ricordare che fosse tutto esternalizzato, del resto è così per tutto l'audio-video a marchio Philips.

Dark!tetto

Non ricordo nemmeno io, ma è gestita da società esterna.

Dark!tetto

Perchè no ? Nel senso se non usi i play service è un'alternativa al playstore, Aptoide non è più quello che era prima, e la versione TV è ancora più sicura.

matteventu

Come detto da Nicola, non é Philips.
É una società svizzera che ha la licenza per utilizzare il marchio Philips per i proiettori che produce. Assistenza, supporto, ecc, vengono tutti effettuati da questa società terza.

In ogni caso, se anche fosse stata la "vera" Philips (e non lo é), un'operazione di pseudo-crowdfounding sarebbe potuta servire per tastare il mercato, e minimizzare i rischi di flop quando si entra in un nuovo campo.

Ultimamente anche molte aziende grandi (proprio loro stesse, non come in questo caso che parliamo di un'altra società che usa il brand Philips) fanno "crowdfounding" non perché gli "serva" raccogliere soldi per finanziare un progetto, ma perché così capiscono quanto un prodotto può effettivamente interessare la gente, quanto sono disposti a spendere, se hanno richieste particolari (che a volte possono essere implementate nel prodotto finale, se la fase di progettazione non é ancora troppo avanti), ecc ecc.

Storm937

no un telo normale può andare bene lol

italba

Se vuoi proiettare sul palazzo di fronte direi parecchi...

Nicola Buriani

Come tutti i proiettori al mondo, non molto sorprendente direi ;) .

Nicola Buriani

Non è "quella" Philips, è praticamente una branca indipendente (non ricordo da chi sia gestita, se internamente, ma ne dubito, o se da terzi) che non ha dietro le risorse di un colosso.

Storm937

ragazzi secondo voi quanti lumen sono necessari per un proiettore da usare su una terrazza in città, quindi con un buon livello di inquinamento luminoso?

PiXeLRED

Quell'Aptoide TV nella home non restituisce molta fiducia..

jonname84

Interessante, io uso un modello ASUS di qualche anno per fare i corsi di formazione questi affari salvano la vita, basta trovare un muro dove proiettare ed il gioco è fatto! Poi con Miracast proiettare le presentazioni è un plus non da poco per non essere vincolato a cavi vari.

1984

molto figo usarlo per far ginnastica in salotto, se in salotto hai la tv e potresti usar quella! lo spot avrebbe dovuto puntar solo sulla mobilità, invece a tratti risulta ridicolo.

Maxim Castelli

800 lumen: ovvero con il buio più totale vedi.

E pensare che io qualche anno fa comprai un Vivitek Qumi Q2 allo stesso prezzo.

Nicolò D.

Bella l'idea di integrare tutto in uno, vediamo la qualità di riproduzione quando uscirà

Tecnologia

Recensione SwitchBot K10+: il robot aspirapolvere più piccolo al mondo

Tecnologia

Ericsson immagina lo stadio del futuro: le novità del MWC | VIDEO

Recensione

Recensione Corsair MP700, il prezzo dell'alta velocità

Tecnologia

AI PIN, abbiamo provato l'anti smartphone al MWC. Eccolo in VIDEO