Sony Xperia XZ3: a quasi un anno di distanza resiste bene | Riprova

18 Agosto 2019 530

In questi ultimi mesi ho avuto la possibilità di provare Sony Xperia XZ3 (Recensione), l'ex top di gamma dell'azienda giapponese annunciato durante l'edizione IFA 2018 e basato sulla piattaforma hardware Snapdragon 845 - la medesima presente sul predecessore Xperia XZ2 annunciato al MWC 2018.

Nonostante le premesse più che positive, Xperia XZ3 sente la concorrenza dell'ultimo anno, mostrandosi ai miei occhi come un prodotto eccellente, sempre pronto e reattivo ma con quel qualcosa "in meno" che non me lo fa completamente amare.

In questa riprova cercherò di spiegarvi il mio punto di vista, ciò che mi è piaciuto e cosa invece oggi ritengo essere un peccato.

LE SPECIFICHE TECNICHE
  • Sistema operativo: Android Pie 9.0
  • Display 6 pollici 1440 x 2880 in 18:9 Triluminos OLED touchscreen
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 845 octa-core 2.7 GHz
  • GPU: Adreno 630
  • Memoria: 4GB RAM / 64GB UFS storage (espandibile fino a 512GB)
  • Fotocamera posterore: 19 MP Motion Eye F2.0, video max 4K @30fps HDR
  • Fotocamera frontale: 13 MP
  • Connettività: 802.11 a/b/g/n/ac Wi-Fi (5 GHz), Bluetooth 5.0, AGPS/Glonass, 4G+, USB Type-C
  • Batteria: 3.300mAh / ricarica wireless Qi
  • Altro: lettore impronte posteriore, bussola, sensore di prossimità. luminosità
  • Dimensioni e peso: 158 x 73 x 9,9 mm / 193g
DESIGN

NOTA BENE:

In questa sezione parlerò di un argomento assolutamente soggettivo: il mio parere, quello di altri recensori, colleghi o utenti in possesso di questo smartphone non può - ma soprattutto - non deve essere interpretato come universalmente corretto.

Fin dalla sua presentazione Xperia XZ3 ha dato l'impressione di essere un dispositivo molto classico, e con dimensioni non certo contenute. Il confronto a seguire tra un top gamma della stessa generazione e due dei maggiori esponenti 2019, mostra in modo chiaro come il Sony abbia dimensioni molto simili a scapito di un display più piccolo e cornici più pronunciate.

73 x 158 x 9.9 mm
6 pollici - 2880x1440 px
72.3 x 157.8 x 8.6 mm
6.39 pollici - 3120x1440 px
74.1 x 157.6 x 7.8 mm
6.4 pollici - 3040x1440 px
73 x 158 x 8 mm
6.47 pollici - 2340x1080 px

Le motivazioni sono le più ovvie:

  • Assenza del notch: un elemento ormai presente su numerosi smartphone attuali che - a differenza di quanto proposto da quasi tutti gli OEM nell'ultimo periodo - non ritroviamo a bordo di Xperia XZ3. Un pregio per alcuni, un difetto o una mancanza importante per altri.
  • Cornici troppo spesse: display da 6" in una scocca alta 158mm oggi stonano e anche all'uscita lo scorso anno non tutti hanno apprezzato l'iconico design Xperia. Usandolo insieme ad un S10+ la maneggevolezza è molto simile e anzi S10+ risulta più leggero e quasi piu facile da tenere in mano nonostante il display sia più ampio.

I 193 grammi sono infatti tanti se consideriamo che all'interno di questo sono non ci sono "tante fotocamere", non c'è una batteria enorme o elementi che facciano salire il peso con una motivazione apparente. Inoltre ho notato una scivolosità notevole che non mi ricordavo di aver letto nella prima recensione e che, sebbene normale visto il retro in vetro, non è comunque da sottovalutare.

L'assemblaggio di XZ3 è realizzato a regola d'arte, i materiali utilizzati sono di ottima qualità e non si ha alcuna vibrazione anche con il volume degli altoparlanti regolato al massimo (una cosa che, ad esempio, ho fastidiosamente constatato sulla back cover del mio S10+, fin troppo sensibile ai suoni provenienti dagli speaker).

Ho trovato anche io un po' scomodo il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, posizionato leggermente più in basso rispetto allo 'standard' e non certo rapidissimo rispetto ai diretti concorrenti (il sensore è sì preciso, ma ci mette qualche attimo di troppo per poter sbloccare il dispositivo).

SOFTWARE

Il binomio hardware e software di questo Xperia XZ3 non mi ha colpito eccessivamente in questi mesi di prova. Sony avrebbe tutte le carte in regola per poter sbaragliare la concorrenza: una personalizzazione software proprietaria leggera e acclamata da tutti come una delle migliori disponibili nel panorama Android, SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 845 e 4GB di memoria RAM.


Ho sempre sentito parlare bene del software utilizzato da Sony a bordo dei suoi smartphone ma, a parte qualche prova rapida di un, due giorni con prodotti in test o "rubati" in redazione, non avendo mai avuto la possibilità di testare su un lungo periodo un Xperia e ho atteso con ansia questa riprova.

Premesso che in generale XZ3 va molto bene e che i 4GB di RAM, sebbene oggi considerati pochi, riescono a far girare tutto in modo gradevole e che solo un utilizzatore particolarmente smart e alla ricerca del massimo multitasking potrebbe trovare stretti, ecco cosa ho notato:

  • Assenza delle gesture di Android Pie: come confermato dalla stessa Sony in un thread sul proprio forum ufficiale, l'assenza delle gesture di sistema è stata una rinuncia voluta. Essere uno dei primi smartphone a ricevere l'ultima versione della distribuzione software, ma non avere la possibilità di sfruttarne alcune delle sue principali peculiarità, tuttavia, non è una scelta che condivido. L'implementazione delle gesture avrebbe inoltre consentito di "modernizzare" ulteriormente la UI e recuperare uno spazio importante nel display;
  • Pulsante 'Cancella tutto' nella schermata app recenti: ok mantenere la personalizzazione software ridotta al minimo, ma perché inserire un pulsante "fondamentale" nell'utilizzo di tutti i giorni così in alto all'interno della UI? Il display da 6 pollici incluso da Sony non è uno dei più grandi in commercio, sia chiaro, ma non consente ad ogni modo di raggiungere agevolmente quell'altezza con l'utilizzo di una mano (a meno che voi non siate il Gianni Morandi di turno);
  • Launcher: la "scarsa attenzione software" offerta da Sony la si può riscontrare anche in questo elemento, dove non è presente alcuna opzione che consenta di abbassare la tendina delle notifiche tramite una semplice gesture dalla schermata home. Una funzionalità piuttosto comoda che avrei preferito trovare nel launcher pre-installato dall'azienda senza dover ricorrere necessariamente ad altre app di terze parti (vedi Nova Launcher) - (critica che facciamo da tempo anche nella EMUI di Huawei).
  • Gesture sensore impronte: possedere un sensore di impronte digitali posteriore e non poter sfruttare le gesture è un peccato, posono tornare utili, vedi anche solo per abbassare tendina notifiche.
  • Piccoli Lag: ebbene sì, Sony Xperia XZ3 in tutti i mesi di prova ha sofferto di numerosi rallentamenti che ne hanno compromesso l'usabilità. Non si parla ovviamente di lag clamorosi, bensì di perdita di fluidità generale dell'interfaccia utente causata probabilmente da una "precoce" saturazione della RAM e una (possibile) mancata ottimizzazione software. Va specificato che - sin da quando l'ho ricevuto - ho effettuato un hard reset per ogni aggiornamento software ricevuto (3) senza però mai riuscire a risolvere il problema. Specifico infine che non ho installato alcuna "app poco affidabile" che potesse in qualche modo comprometterne le prestazioni o la stabilità del sistema;


Una menzione positiva, tuttavia, va fatta proprio per il supporto software offerto dall'azienda giapponese. Sotto questo punto di vista, infatti, Sony non ha fatto altro che confermarsi attenta ai dispositivi commercializzati, distribuendo con una puntualità svizzera le patch di sicurezza del sistema operativo Android - quelle di agosto, le più recenti, sono già disponibili da diversi giorni.

DISPLAY

Il display è una delle conferme positive trovate su questo smartphone e non posso che condividere quanto già descritto a a suo tempo da Gabriele Arestivo nella recensione completa. Ci troviamo davanti ad un bellissimo pannello OLED Triluminos da 6 pollici con risoluzione QHD+ (2880 x 1440 pixel) HDR, uno schermo in formato 18:9 con bordi leggermente curvi che vanta una ottima luminosità massima, colori vividi (è possibile scegliere tra tre diversi profili colore) e una buona visibilità sotto la luce diretta del sole.

Neri profondi, comodissimo Always On Display che limita i risvegli del dispositivo (riducendo così il consumo energetico generale) ed una fedeltà cromatica di tutto rispetto. Comodo il doppio tap e la possibilità di accendere il display attraverso un semplice sollevamento del dispositivo da un piano di appoggio.

Durante i test Calman effettuati nella recensione completa, Gabriele affermava:

Di seguito trovate la tabelle generate con le nostre misurazioni Calman, valori non certo entusiasmanti con delta E dei grigi pari a 9,1 e soli 375 nits, delta E colori anch'esso alto a 9,05 e copertura RGB del 100%. Ci sono tre profili colore e questi numeri si basano su quello "Standard", a mio avviso più bilanciato e soddisfacente. La verità è che la resa è più che ottima, il pannello tocca picchi ben più alti di quelli descritti sotto luce diretta del sole e vanta colori vividi, eccellente visibilità anche di giorno.

AUTONOMIA

Come già specificato nelle ulteriori due riprove (trovate il link in apertura articolo), il fattore autonomia in uno smartphone può dipendere da tantissimi elementi. Si tratta comunque di un'esperienza soggettiva che, lo ribadisco, potrebbe non corrispondere a quella di altri utenti in possesso del medesimo smartphone.

Per poter offrire una dinamica più precisa di quello che è il mio utilizzo, ad ogni modo, ho preferito inserire un piccolo elenco di ciò che è stato ed è attualmente presente sullo smartphone.

  • 4 account gmail con notifiche push e sincronizzazione attiva;
  • account facebook aziendale e privato;
  • 3 account Instagram con notifiche push attive (tranne per il profilo HDblog);
  • Connettività dati e/o Wi-Fi sempre attiva;
  • Bluetooth (con smartwatch o smartband sempre collegati) e NFC attivi;
  • oltre 70 app installate;

Sony Xperia XZ3 è dotato di una batteria da 3300 mAh. Anche in questo caso non posso che trovarmi d'accordo con quanto constatato da Gabriele: la batteria non fa miracoli, ma ci porta comunque a fine serata senza troppi affanni. Per essere un po' più precisi, durante questi mesi di prova ho superato raramente le 4:30h di schermo attivo anche in giornate piuttosto blande in cui ho tenuto principalmente la connettività Wi-Fi attiva fino alle ore 19:30 per poi passare alla connessione dati fino alle ore 22:30 circa.

I recenti aggiornamenti, sfortunatamente, non hanno introdotto alcun miglioramento in tal senso. Durante la fase di stand-by, in particolare, ho riscontrato dei consumi piuttosto elevati che ne hanno compromesso l'autonomia complessiva. A correrci in aiuto è la modalità STAMINA, il sistema avanzato di risparmio energetico della casa giapponese. Si tratta di una funzione davvero ben fatta che limita le prestazioni e alcune feature del dispositivo per ridurre il consumo di batteria.

Precisi ed utili, infine, i suggerimenti integrati da Sony che notificano in anticipo l'orario in cui potrebbe scaricarsi completamente la batteria e il momento in cui verrà attivata la suddetta modalità STAMINA. Che peccato non aver potuto contare su una batteria con amperaggio più elevato!

FOTOCAMERA

E concludiamo infine con il comparto fotografico di questo Xperia XZ3 composto da una singola fotocamera posteriore da 19MP con ottica f/2.0 e una frontale da 13MP. Le foto acquisite con il top di gamma di Sony sono di ottima qualità in quasi tutti i contesti di utilizzo:

  • scatti diurni: le fotografie acquisite in condizioni di buona luminosità sono decisamente convincenti. Ottima la copertura cromatica, i dettagli catturati e la fedeltà dei colori. Egregio lavoro dell'HDR automatico che migliora ulteriormente lo scatto anche in controluce. Comoda la possibilità di poter sfruttare un tasto fisico dedicato a doppia corsa posizionato nella parte laterale della scocca;
  • scatti notturni: sorprendenti, invece, le fotografie acquisite in notturna. Xperia XZ3 riesce a tirare fuori degli scatti davvero ottimi catturando una buona luce senza una eccessiva perdita di dettagli;
  • selfie: davvero convincente la fotocamera anteriore integrata sull'Xperia XZ3. Come affermato da Gabriele, anche io - pur non essendo un amante degli autoscatti - ho particolarmente apprezzato la qualità del sensore da 13 MP che acquisisce delle immagini con dettaglio elevato e colori molto fedeli alla realtà;

Ciò che non mi è piaciuto, invece, è il sofware utilizzato da Sony per la fotocamera. Durante la prova ho riscontrato infatti una certa lentezza nell'acquisizione delle immagini, un auto-focus un po' pigro, alcune difficoltà nella messa a fuoco ravvicinata (specie in notturna) e nel riconoscimento automatico delle scene. Anche in questo caso, come sottolineato in linea generale, avrei preferito una maggiore attenzione da parte di Sony nello sviluppo di un software performante e in grado di soddisfare anche gli utenti pignoli (e rompi balle) come me.

Qui di seguito una galleria con alcuni scatti.

CONCLUSIONI

Tenendo in considerazione l'attuale street price (difficile trovarlo al di sotto dei 450 euro), Xperia XZ3 riesce ad essere ancora un prodotto ottimo ma che si scontra con un numero di competitor enorme. Un Mate 20 Pro oggi è difficilmente non preferibile a questo Sony (esempio preso come top gamma dello stesso periodo allo stesso prezzo oggi) anche se il disign Xperia, se piace, diventa qualcosa di iconico e distintivo.

Sony comunque si sta preparando per IFA 2019 e sono sicuro che le novità saranno molto interessanti. Da XZ3 l'azienda è cambiata e quest'anno, per la prima volta dopo anni, non è uscito un successore vero ma solo Xperia 1, prodotto molto diverso e che è considerabile più come un'ulteriore categoria che un successore di XZ3 (semmai di XZ2 Premium).

Insomma, le carte per riuscire a competere con gli avversari ci sarebbero ma Sony sembra andare molto nella sua direzione senza voler seguire le mode del momento o andare verso una scheda tecnica "commerciale" che include tante fotocamere che attirano l'utente medio. Scelte che posso capire ma che non aiutano a vendere migliaia di smartphone.

VIDEO

Sony Xperia XZ3 è disponibile su a 584 euro.
(aggiornamento del 24 settembre 2019, ore 00:11)

530

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Savio

Grazie mille

Roberto Mazza

Allora il peso non lo senti perché è ben distribuito, mentre sicuramente è grande e il design curvato non aiuta, però io sono alto e ho le mani abbastanza grandi quindi in caso di necessità riesco ad usarlo con una mano senza troppi sforzi. Io prendo sempre cover molto sottili perché in genere non mi piacciono e quindi così non ingigantiscono niente, ma sono praticamente obbligate perché quando dicono che se lo appoggi su una superficie scivola e cade non esagerano e questo anche se la superficie è piana! Per quanto riguarda il sensore io non ho neanche dovuto sforzarmi di farci l'abitudine, infatti è una critica che non capisco perché viene spontaneo e lo dico io che venivo da un Honor 8 dove il sensore è più in alto.

Savio

Ergonomia?lo vedo pesante ed enorme...certo ci fai l'abitudine ma se aggiungi una cover diventa ancor più enorme credo o no? poi il sensore dietro come ti trovi?lo vedo collocato troppo in basso.

Rob

Invece a me negli ultimi giorni sta succedendo un'altra cosa (non so se dipende dalla rete, ha cominciato da dopo il passaggio a Vodafone, prima ero TIM). Quando mi chiamano il display non si attiva e non riproduce nemmeno la suoneria. In pratica è come se non segnalasse la chiamata in arrivo. Poi appena l'altro mette giù (io ovviamente non ho risposto perché non mi sono nemmeno accorto che mi chiamavano) il display si illumina e mi notifica la chiamata appena persa. Roba da non credere, con nessun android mi era mai capitato prima d'ora!

LordMicidial

Mi sta capitando la stessa cosa su X Compact (con Oreo). Quindi temo non sia Pie il problema...

UNKNOWN

no

Mattia Cognolato
Michele
Mattia Cognolato

https://uploads.disquscdn.c...

UNKNOWN

cioè?

UNKNOWN

no negativo mi spiace

Roberto Mazza

Ho questo Sony da gennaio, e devo dire che mi trovo molto bene. Sono d'accordo su molti degli aspetti criticati (per esempio le gesture del sensore o la batteria che potrebbe durare di più). Meno sulla questione lag: non che non ci siano, anzi specie e naturalmente quest'estate ce ne sono stati quando per le alte temperature diventava bollente anche lui. Però meno rispetto per esempio ai Samsung: amici che hanno sia S9 che S10 hanno lag decisamente più importanti. La cosa che più mi è piaciuta comunque sono le foto notturne che vengono davvero molto bene, ma come detto il sensore è pigro nella messa a fuoco. Trovo però che sia comodissimo, ed è strano che non sia stato citato, il pulsante doppia corsa della fotocamera (e non mi pare che gli scatti siano così lenti, ma forse i OP7 o iPhone sono più veloci non lo so). Ad ogni modo, personale esperienza ma mi ritengo più che soddisfatto soprattutto perché conferma la mia decisione di rimanere su Sony nel mondo Android, o al massimo sui Pixel. Tutti gli altri per un motivo o per un altro non mi convincono mai :/

barello

200gr di telefono..... mhà

Desmond Hume
LucaP

Ciò non toglie che ci sia rancore...le cose si possono dire in tanti modi...

Aristarco

Io se vuoi si, in passato ho avuto un s2 e mi ha fatto schifo

Lupo1

Bravo!

Il Principe

che suo padre comprò

Il Principe

nessuno ammette che ha sbagliato acquisto su un forum di tecnologia :)

Il Principe

fatto !

Ciro

Hahahhahaha siamo vittime allora

Aviato

Lol, ti rendi conto che è la medesima batteria di cui ti ho postato l'immagine sopra, ruotata di 180°?
Si legge pure un pezzo della parola polymer lungo il bordo inferiore...

Michele

Eccoti il tear down di xz3 c0glione, ed eccotela la batteria agli ioni. Ora sopprimiti

https://uploads.disquscdn.c...

Aviato

Sai leggere? C'è scritto che 3200 è la capacità per design, 3300 quella tipica (solitamente quella che viene pubblicizzata)... Se proprio non ci credi apri un video di teardown e zoomma quando inqudrano la batteria

Michele
Aviato

https://uploads.disquscdn.c...

Michele

Non è per niente al top, è quella che vende i pannelli a sony, e sony stessa fa meglio grazie alla loro elettronica. Lo stesso processore x1 delle bravia si trova sugli xperia. Ecco perché subito fortemente di questi test

Sandro Pignatti

Il mio cell mi pare abbia 1 o 2 Giga, ha 4 quasi 5 anni di età e va tranquillamente.
Tutto marketing, per impollare le persone e imbrogliarle facendole spendere più soldi.

mttm

C'è anche da dire che pure LG in ambito TV è al top e poi su Smartphone lascia a desiderare, quindi non mi stupirei nemmeno di Sony

Tiwi

giusto, ma come la mettiamo con i caricatori e le ricariche di ultima generazione? dopo 1 anno hanno contribuito a rovinare la batteria? quanto? questo sarebbe un test interessante

Michele

No, non c'è. Xz3 fu definito il migliore in base a una prova fatta alla cieca contro IPhone e Samsung. Dove si chiedeva quale fosse il display migliore e xz3 vinse

mttm

Di xz3 mi pare ci sia, mi sembra di ricordare che lo valutarono il migliore appena uscì

Arturo Smeraldo

Esatto,secondo me anche 4 gb di ram sono eccessivi,con 2-3 gb di ram si andrebbe alla grande anche oggi!

Depas

Non ho fatto nessun discorso esplosione, semplicemente un note 7 o s7 adesso sarebbero agli sgoccioli della propria vita e del supporto software.

Sandro Pignatti

Dopo un anno di utilizzo giornaliero la batteria NON ti può durare come prima.
Sono batterie a litio...
É così per qualsiasi cosa.
Non capisco sta cosa delle batterie, se le usate molto dureranno sempre meno in poco tempo, se le usate poco dureranno sempre meno ma dopo molto tempo

Sandro Pignatti

Il mio telefono ha 4 anni, quasi 5 ed é ancora perfetto.
Per dire...
Sono assolutamente d'accordo. Se dopo un anno ha già problemi é assolutamente scandaloso

Sandro Pignatti

Un po, ormai gli é sfuggita di mano.
Non ho capito perché devo pagare uno smartphone come fosse un pc solo perché ha mille sensori inutili (es fotocamera frontale) giga su giga di ram etc.
Perché devo pagare tutta questa componente elettronica?

Michael Polisini

Guarda che quei telefoni li ho avuti anche per più di due anni e non mi hanno mai dato problemi di degrado di batteria. Poi certo, se una persona vive attaccata ad una power bank, merita con tutto il cuore la sostituzione della batteria a sue spese

dan

xz3 verde è secondo me il più bello del 2018

Michele
efremis
Michele
efremis

Ok, allora ti do ragione, Sony, colei che mette schermi più piccole in scocche più grandi, ottimizza bene gli spazi (anche se non io ma tutto il mondo afferma il contrario). Il motorino più grande ce l'ha anche iPhone, il mio V40 o LG G7. La batteria (e non ottima autonomia) conferma alcune scelte non felici di Sony.
Criteri di scelta come dimensioni è un ovvio motivo di scelta non mio (uno dei tanti, ovviamente non unico) ma di tutti, mi viene da pensare che forse è il tuo telefono da come reagisci.
Schermi molto più grandi mi riferivo a tutto, molto furbo prendere un telefono con design di 2 anni e mezzo fa nel confronto. Ciononostante, quello del design di 2 anni e mezzo fa (S9+ ha design di S8+) sembra più nuovo di XZ3 (che è anche circa 6 mesi più nuovo).
Poi se ti ha offeso il "molto" e ti vuoi attaccare a quello, nonostante a me XZ3 piaccia (ma potrei anche essere libero di non farmelo piacere), la sostanza non cambia.

Mattia Cognolato

Non esiste la brutta copia.

Moveon0783 (rhak)
Michele

Tu hai scritto molto, aggettivo che in italiano non ci azzecca nulla con il caso in questione. La differenza è minima, e fa molto ridere considerarla come criterio di scelta. Xz3 ha una batteria a gli ioni e non ai polimeri, doppio strato gorilla glass e motorino della vibrazione più grande. Ecco spiegata la differenza.

efremis

Come ogni cosa, esiste la soggettività.
Uso le gesture dai tempi di BB10 (anzi prima con BB Playbook e forse ancora prima), uso quelle di iPad, iPhone, Xiaomi, OnePlus ecc. e native Android costantemente. Per me, per quanto queste siano inferiori alla maggior parte e infatti saranno rese "uguali" ad iPhone in Android Q (ma le preferisco già a quelle di Vivo e Samsung su dispositivi grandi), le trovo comunque migliori del tastino da mirare in un piccolo punto del display che a volte mi obbligano a più passaggi, soprattutto nel multitasking che non sia un semplice passaggio tra 2 sole app (lì, anche senza gesture, mi basta 2 tap al quadratino).
Come tu stesso vedi, XZ3 ha schermo più piccolo, batteria più piccola ma arriva al cm di spessore dove S9+ con 6.2" (e non 6") ha le stesse dimensioni in altri comparti. E S9+ ha le stesse dimensioni e design di S8+ circa.
A me XZ3 tendenzialmente piace poi come scrivevo, ma l'ottimizzazione degli spazi non è mai stato un punto forte di Sony Mobile.

Il jolly matto

Infatti ho scritto che la vera differenza la fanno solo i huawei e i pixel ma per il resto se scatti con un mi9 ( ad oggi, e sottolineo ad oggi perchè ha ricevuto update correttivi dall' uscita ) e lo metti a confronto con un s10 siamo là senza ma e senza se!

Chocozell

L'assenza del notch dovrebbe essere tra i pregi, altro che difetti. Hai le casse frontali, un telefono simmetrico e non hai porzioni di schermo inutili. Comunque in generale concordo con te

AlexSnakeAznable

Con Pie laggano tutti i Sony, ottimizzato abbastanza maluccio

Apple

Apple iPhone 11: live batteria (3.100mAh) | Inizio ore 08.00

Apple

Apple iPhone 11 Pro: live batteria (3.046mAh) | Fine ore 20.13

Huawei

24 ore con Huawei Watch GT 2: più bello e rapido

Apple

Apple Watch Serie 3 42mm GPS + LTE su Amazon al super prezzo di 299 euro