Microsoft come Apple, Google e Amazon: accusata di spiare gli utenti

08 Agosto 2019 95

Dopo i casi che hanno riguardato Amazon con Alexa, Google con Assistant e Apple con Siri, non poteva mancare all'appello l'ultimo grande player del mondo tech: Microsoft, anch'essa accusata di ascoltare le registrazioni delle chiamate effettuate con Skype e i dialoghi con l'assistente virtuale Cortana. Secondo quanto riportato da Motherboard, anche in questo caso la volontà dell'azienda sarebbe solamente quella di raccogliere il maggior numero di dati per migliorare i servizi basati sull'intelligenza artificiale. Google, giusto per fare un esempio, ha ammesso di analizzare lo 0,2% delle conversazioni al fine di insegnare all'IA i diversi modi di parlare delle persone, intonazioni e dialetti inclusi.

SKYPE

In questo caso il problema riguarda essenzialmente le chiamate che gli utenti registrano per poterle tradurre con lo strumento integrato nell'app. Chi ascolta i frammenti di queste registrazioni sono persone in carne ed ossa, esperti pagati da Microsoft per fornire alla società di Redmond un costante feedback sulla qualità dello strumento di traduzione. Andando a scorrere le policy sulla riservatezza di Skype, si legge che Microsoft può "legalmente" ascoltare frammenti di conversazioni al fine di migliorare il servizio. Non è però espressamente indicato che questo ascolto possa essere effettuato da una persona fisica.

CORTANA

Stesso discorso vale per Cortana, l'assistente virtuale di Microsoft. Anche qui sono persone fisiche ad analizzare i dialoghi e gli ordini impartiti, spesso contenenti informazioni private dell'utente e dunque a rischio di violazione della privacy. Lo scopo è quello di migliorare le funzioni, e nelle policy è scritto che è tutto consentito, ma - di nuovo - non viene fatta menzione della possibilità che sia una persona "reale" a "spiare" ciò che viene detto.

COSA DICE MICROSOFT

Ecco la dichiarazione di Microsoft sull'argomento:

Microsoft raccoglie dati vocali per offrire e migliorare servizi vocali come la ricerca, i comandi vocali, la dettatura o i servizi di traduzione. Ci battiamo per essere trasparenti sulla nostra raccolta e uso dei dati vocali per garantire che i clienti possano fare scelte consapevoli su quando e come i loro dati vocali vengono utilizzati. Microsoft ottiene l'autorizzazione da parte dei clienti prima di raccogliere e usare i loro dati vocali. Mettiamo anche in atto diverse procedure progettate per dare la priorità alla privacy degli utenti prima di condividere questi dati con i nostri fornitori, inclusi i dati di de-identificazione, che richiedono accordi di non divulgazione con i fornitori e i loro dipendenti e che richiedono che i fornitori soddisfino gli elevati standard di privacy stabiliti dalla legislazione europea. Continuiamo a revisionare il modo in cui gestiamo i dati vocali per assicurare di rendere le opzioni il più chiaro possibili e di fornire una forte protezione della privacy.


95

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ema

Forse chi raccoglie i dati, lo fa per migliorare la vita di tutti e quindi, alla fine, ci guadagnano un po' tutti. Consumatori che usufruiscono di servizi e prodotti più "centrati", aziende che crescono grazie a dati che le "instradano" meglio...

teob

Ma seriamente ha letto l'articolo ? Ha capito cosa fanno ?? Poi magari lei ha un account Google,uno fb, wa, Twitter e Instagram e vive felice

teob

Anche le TV Samsung nti spiano attenzione

Prelevare campioni d'audio != spiare
Forse é ora di capire questo concetto... Ogni pagina visitata viene registrata sia dal provider che dal browser.
QUESTO NON E' SPIARE.

Veniva definita così a partire dagli anni 90. Oggi direi che ognuno dovrebbe capire la differenza tra spiare e raccogliere dati. 2 cose ben distinte.

Quello che non mi va giù é che grazie ai miei dati poi possano guadagnare 100-1000€ all'anno senza che mi venga in tasca niente. Questo é il mio problema.

O vogliamo spiegare agli utenti come HDBLOG Spia gli utenti? Perché se prelevare campioni e memorizzare dati significa spiare, dovreste essere i primi a far mea culpa!

Federico

Evidentemente non hai compreso cosa ho scritto.
Quanto al cedere la specie umana come limite evolutivo, ti consiglio il mio articolo "IA come superamento di un capolinea evolutivo" su Uncino.

Kevin

Falso, porre gli umani come limite al grado di intelligenza che una macchina potrà raggiungere è una visione antropocentrica completamente irrazionale. Già dal 2017 ci sono IA che riescono a costruire una semantica partendo solo da dei testi senza nessun intervento umano. Se vuoi approfondire ti consiglio gli episodi 21-23 sull'intelligenza artificiale di Science4All, un divulgatore scientifico del politecnico di Losanna

bondocks

Concordo, tanto più che anche io ascolto le conversazioni telefoniche in spiaggia e nessuno mi paga per farlo... Devo trovare un modo per rivendere quei dati dannazione!

Andrea Z.

le intelligenze artificiali al momento sono meno intelligenti degli scarafaggi, mica si programmano da sè, hanno bisogno di costante miglioria umana per migliorare

Andrea Z.

ma dai, vuoi un servizio di traduzioni e non vuoi che esseri umani ci lavorino a migliorarlo, è ridicolo, è così da sempre, è giusto che sia così, la legge lo prevede ampiamente, non c'è nulla di male!

Andrea Z.

si, ci scriveranno 666 sulla fronte, me l'ha detto la b1bbia
vabbeeeh

Andrea Z.

siamo contenti di farlo, lasciateci in pace!

Andrea Z.

non c'è niente di illegale in queste cose... ma ormai c'è la follia collettiva.

franky29

Infatti non spiano proprio niente dato che quando accetti di usare i loro servizi gratuiti sai che questi ultimi ti tracciano

dav

Il punto è che le persone non parlano un linguaggio sconosciuto, nè i programmi di ai debbono ricostruire alberi di alcun tipo.
I programmi di ai sono banali operazioni algebriche tra tensori sistemati in una determinata maniera.
Per fare un programma di trascrizione dell'audio basta sottoporgli tantissime ore di audio trascritte, per fare un programma che risponde alle richieste dell'utente basta fargli vedere miliardi di richieste scritte con risposte, per fare un programma che risponde vocalmente basta fargli vedere tantissime ore di testo associato al parlato. Fine, ecco il tuo assistente virtuale (ovviamente quello delle grandi aziende potrà prevedere più passi, ma concettualmente siamo lì). L'uomo attualmente deve solo fornire i dati etichettati (e ci sono casi dove si puo' addirittura imparare da dati non etichettati)

Vid eos

Ormai non mi stupisco più di niente, tanto su qualsiasi cosa sanno tutto e di tutti...la privacy non esiste più...ti fanno credere ma non è così. Pace

Stefano

Linux, SailfishOS (o Ubuntu Touch), Fairphone (o PinePhone quando è pronto), Sandbox per qualche social se proprio non se ne può fare a meno e due gambe per accendersi la luce da solo. Risolto.

FirstFist

Persone che danno via la privacy delle loro case solo per non dovere fare un passo in più per accendere la luce

Ikaro

Bah, IA è un nome commerciale e ok... Però alla fine anche l'uomo non nasce imparato, a te che un pezzo di carne macinata si chiama hamburger qualcuno lo avrà detto... Che questa "IA" Abbia bisogno di aiuto è ovvio, e ne avrebbe bisogno anche se fosse una vera IA

Rick Deckard®

Va beh la questione dei dati praticamente l'ha inventata Microsoft nei primi 2000... Ogni volta che esce una nuova versione di Windows c'è un mezzo scandalo ma alla fine l'utente medio si dimentica sempre del passato

Max Severest

Tutti si adeguano al modello commerciale che la massa ha definito migliore (Google).
Tutto (apparentemente ) gratis.

La moneta oggi è la privacy.
Poi ognuno gli da il valore che vuole.

Detto questo, apparentemente ne fanno un uso legale per migliorare il servizio.

Federico

Non è questione di meglio, peggio o uguale, è che è proprio impossibile sotto il profilo teorico derivare corrispondenze semantiche da alberi sintattici appartenenti ad un linguaggio sconosciuto senza input forniti da chi quel linguaggio lo conosce.
Tu confondi la trascrizione dell'audio (e magari anche il ricavare le regole sintattiche del linguaggio, che è possibile senza interventi esterni) dal ricavare il contenuto semantico, che al contrario è impossibile.
Gli assistenti vocali operano sulla semantica, non sono semplici riconoscitori vocali che si fermano al massimo alla sintassi.

Bruce Wayne

Amy Long

Un giorno ci marchieranno come il bestiame.

sMattoZ1

penso che neanche disattivando il disattivabile relativamente alla telemetria di w10 si possa essere al "sicuro"

Robylyon93

Non necessariamente :)
Gli algoritmi usati non sono poi così complessi.
E il fatto che si usino macchine in cloud è solo per garantire la fruibilità del servizio a migliaia o milioni di persone contemporaneamente.
Ma l'addestramento di questi algoritmi potrebbe essere fatto su un PC di fascia medio-alta, a patto di avere sufficiente pazienza.

GTX88

Che non è altro che un programma molto elaborato gestito da un supercomputer

Robylyon93

Il problema è che c'è molta confusione sul termine "intelligenza artificiale".
Al giorno d'oggi una IA si fa con un buon algoritmo e una montagna di dati accuramente etichettati (da cui la questione dell'articolo).
Ho semplificato, ma in soldoni è così ;)

Alessio Ferri

Chi è?

Account Anniversario

Continuate ad usare tutti sti strumenti mi raccomando... Poi non lamentatevi.

Spark

Ehm, ok. Anche se non so cosa ci sia da cvddare esattamente.

perfetto. Mi segno il tuo commento.
Presto risponderò con un bel CVD.

Spark

Meh, uno dei commenti più stereotipati che abbia letto fino ad ora. E sono tipo che segue M90 per vedere se ha la schedina del totocalcio in testa o se fa finta per fare un leggero flame.
Anche se con lui la certezza della prima diventa... Certa, appunto.

sìsì... gnegne... non è un bene primario quindi se ti dicono che possono asportarti un rene va bene!

Lasciamogli fare quello che vogliono, non mettiamogli mai paletti, sono sicuro che non andrà storto nulla! ahahahahahah

Sandro Pignatti

Ma per favore, non diciamo cavolate.

Si ma solo quelle che vengono tradotte, appunto per migliorare la traduzione.

dav

Non ci fossilizziamo sulla stele di rosetta, dato che le persone non parlano un linguaggio sconosciuto.
In questo caso le persone trascrivono le registrazioni (e questo lo puo' fare benissimo un uomo) in modo da avere dati etichettati da dare in pasto al programma. Successivamente il programma (con adeguata capacità, architettura e tempo di calcolo) apprenderà a tascrivere l'audio.
Tutto ciò verrà fatto dalla macchina meglio di quanto faccia l'uomo.

Marco SoC

Questa cosa dell'audio delle chiamate Skype è ben più grave della storia degli assistenti vocali. Agghiacciante direi.

Spark

Non confondiamo le cose.
Una cosa è parlare di prodotti OPZIONALI, che tu scegli di attivare per tua volontà come ho fatto io per echo (amazon mi ha chiesto se volevo aderire alla beta, non mi ha imposto di farlo, ho accettato io di avere il box a casa), l'altra è parlare di OBBLIGO, dove tu non puoi rifiutare.

Nel caso che hai citato tu, se devo per forza prendere una casa con telecamere posso protestare e far valere il mio diritto, ma se invece sono io che la scelgo in mezzo a tutte le opzioni presenti non posso poi rompere le @@ al tipo che ha messo le telecamere e la domotica. Sarei un fesso se lo facessi.

PassPar2_

Uguale ai cinesi quindi

Raiden

Diciamo che questo articolo serve per trollare i soliti M$ Fan che ogni tanto scrivono nei commenti che Google spia e Microsoft invece no (e ci sono).. d'ora in poi basterà linkargli questo articolo per farli rimettere la testa apposto.

Federico

Ti ripeto, neppure l'uomo potrebbe farlo.
L'intervento umano serve a migliorare la capacità di derivazione delle corrispondenze semantiche a partire dai costrutti sintattici.
La IA è in grado di migliorare autonomamente la creazione ed il rafforzamento degli alberi di derivazione, ma commette degli errori.
Inoltre non tutte le derivazioni hanno casistica sufficientemente frequente da consentire uno sviluppo autonomo.

E quando per affittare o comprare casa ti obbligheranno a lasciare le videocamere accese 24/7 e connesse al sistema di controllo del proprietario/costruttore, "se la privacy è un problema" sarai sempre libero di farti la tua capanna, ROTFL

Daniele Gigantino

oh ok

Daniele Gigantino

I ciqque gini fa Malle ti viene i caccr0!!1

-Inviato dal mio iPhone collegato al 4G ed allo stesso tempo collegato in dual-wifi al router

sì la costituzione prevede diritti uguali per tutti e chi vuole fare cose contro la costituzione è un individuo pericoloso che va tenuto d'occhio.

Bruce Wayne

https://uploads.disquscdn.c...

asd555

Poverino.

Edoardo Motta

Google vive letteralmente sui tuoi dati, Apple no. Sta qui la differenza.

Desmond Hume

multe e rimborsi ai clienti

Ai pizzini preferisco le pizze.

Huawei

Il mare tra foca Monaca, granchi e capre con Huawei P30 Pro | Recensione Case Sub

Sony

Sony Xperia XZ3: a quasi un anno di distanza resiste bene | Riprova

Nvidia

Montaggio video: il PC e i software consigliati dai professionisti

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Fit e: un notificatore con rilevamento attività