Samsung presenta il primo SSD con V-NAND di 6a generazione

06 Agosto 2019 25

Samsung ha dato il via alla produzione in volumi del primo SSD consumer basato sulle più recenti memorie V-NAND di sesta generazione, caratterizzate da una densità di 256Gb e un'architettura a oltre 100 strati. Le nuove NAND 3D di Samsung permetteranno di ottenere chip di memoria ed SSD più capienti ed efficienti, il tutto grazie alla nuova tecnologia "Channel hole etching" che, ottimizzando il design interno, offre una densità il 40% superiore rispetto alla precedente generazione.


Le V-NAND di 6a generazione rappresentano quindi un netto salto in avanti rispetto a quelle di quinta generazione, utilizzate come ricorderete sul veloce Samsung 970 EVO Plus annunciato a gennaio. Il produttore dichiara un tempo di latenza inferiore ai 45 microsecondi nelle operazioni di lettura/scrittura, affiancato da un incremento prestazionale del 10% e una riduzione dei consumi superiore al 15%.

La nuova tecnologia migliora la produttività del 20%, permettendo, in ottica futura, di creare chip 3D V-NAND di oltre 300 strati, triplicando di fatto la densità rispetto a un chip a 96 strati. Per il momento Samsung offrirà il primo SSD con V-NAND 6a gen dotato di 250GB di memoria, pianificando per la seconda metà dell'anno i primi chip da 512Gb V-NAND SSD ed eUFS per dispositivi mobili.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 419 euro oppure da Amazon a 494 euro.

25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
densou

il primo utente parlava dei 'Pro' e non del resto....che, appunto, lascerei lì dove sta [il resto] 3:)

Marco

Vai tranquillo che non si è lamentato nessuno e per fortuna non c'è solo gente come te al mondo

StadiaPlus

Non vorrei essere nei panni di chi ti porta il PC. lol

Marco

Prima cosa posso commentare quanto voglio nn mi pare ci sia un limite, non ho mancato di rispetto a nessuno, seconda cosa smonto e rimonto pc tutti i giorni e il 90% che ha ssd non ha dissipatore. Mi pare che ci siano un po' troppe paranoie qui su questo argomento

StadiaPlus

In realtà un SSD M.2 non dissipato supera le temperature di un disco meccanico di parecchio... Il fatto che vi siano o meno parti in movimento non ha alcuna influenza, penso sia palese... Nei case degli SSD da 2.5" hai un'intera scocca in alluminio che è grande oltre il doppio della dimensione effettiva del PCB dell'SSD, quindi provvede già a fare da enorme dissipatore passivo. Le temperature sono dunque più o meno identiche ad un HDD in quel caso. Comunque se invece di commentare, ti facevi un giro su YouTube o cercavi qualche recensione di SSD M.2 con e senza dissipatore, lo vedevi da te... C'è gente che manco sa di averlo a 50-60 °C e gli limita di parecchio la velocità massima.

Marco

Temperature assurde un SSD che non ha parti meccaniche in movimento?! Non arriverà comunque a raggiungere temperature di un HD meccanico quindi di cosa parliamo??

Dartagnan92

veramente in quel caso si, un SSD da 50€ non mantiene le sue prestazioni a lungo durante una scrittura, e se ad esempio all'inizio della scrittura, parte da 500 MB/s, dopo poco cala a picco sui 200 MB/s, cioè quanto gli HDD più veloci.

Zazzy

avvio del PC e caricamento nei videogiochi. La differenza e' abissale...

Boronius

Si ma si tratta di attività rare per un utente standard

Boronius

Solo lato server presumo

Cerbero

Oramai non c'è giorno che manchino notizie su miglioramenti consistenti lato densità (quindi capienza), lato controller, lato comunicazione (vedi la proposta di Toshiba). Direi che SSD è al centro di importanti investimenti, sviluppi e risultati. I dischi rigidi sono sempre più all'angolo..

Pip

Perché tu ovviamente capisci sempre se un programma di avvia un decimo di secondo prima o dopo...

Zazzy

spero tu sia in vena di battute...
Un SSD SATA da 500MB/s di lettura, contro un NVME da 2000MB/s e non noti la differenza?

Marco

Non so che uso domestico tu faccia ma semplicemente copiando un file di una certa dimensione si nota tranquillamente la differenza di velocità in scrittura. Se non la noti è preoccupante

Pip

Si, nell'uso domestico il paragone lo faccio, e ripeto che la differenza è impercettibile...

PUTinV2

Ma sono 256 Gb(bit) o GB(byte)? (azz0

StadiaPlus

Come per tutto, dipende dall'utilizzo... Eseguo operazioni che necessitano un throughput mostruoso? Rendering in 8K, editing video pesanti, enormi calcoli scientifici, velocità di compressione/decompressione di file enormi, oppure molto semplicemente, lo stesso SSD è su un server condiviso a cui accedono contemporaneamente più utenti che ci devono lavorare? Allora sicuramente inizi già a sentire la differenza, e anche avere uno dei nuovi SSD PCIe 4.0 con 5GB/s può avere molto senso. Certo se pensiamo al caso tipico di chi col PC ci lavora solo lui, o ci gioca, e fa solo operazioni comuni, ovvero la stragrande maggioranza delle persone, la differenza è pari a zero. Poi ovvio, se compri l'SSD perché ti piace fare benchmark, la differenza lì si vede.

Marco

Piano piano state mischiando la cioccolata con qualcos'altro... Volete fare un paragone tra un ssd sata e un m.2?? Siete seri

L0RE15

No beh adesso non esageriamo: tra l'ultimo degli SSD 2,5" e il più performante M.2 la differenza può cominciare talvolta a percepirsi! ;)

Pip

Non si percepiscono le differenze neanche tra il più economico ssd da 50 euro e il più costoso da 1000.
Chi è che capisce che un programma si avvia dieci millisecondi più rapidamente?

Pip

Non per essere quello pignolo, ma questa parte: "densità di 256Gb" non significa una mazza

Madfranck

sei uno dei pochi che si rende conto di questa cosa. Spero solo che con l'aumentare della densita' diminuiscano i prezzi e quindi siano piu' abbordabili i tagli piu' "pesanti".

L0RE15

Nell'utilizzo quotidiano tra un 840 Pro, un 850 Pro ed un 860 Pro non si avvertono differenze "a occhio", presumo che anche questo segua la medesima "onda".

Venom Snake

Quindi sta per uscire un 870 evo?

Aster

Vediamo gli altri

Sony

Sony Xperia XZ3: a quasi un anno di distanza resiste bene | Riprova

Nvidia

Montaggio video: il PC e i software consigliati dai professionisti

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Fit e: un notificatore con rilevamento attività

HDMotori.it

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"