Google: il futuro è "verde". Materiali riciclati in tutti i prodotti entro il 2022

05 Agosto 2019 18

Tutti i prodotti Made by Google saranno realizzati utilizzando materiali riciclati entro il 2022. Ad annunciarlo è la stessa azienda di Mountain View che, attraverso un post pubblicato su Fast Company, ha confermato il proprio nuovo impegno "verde" che consentirà di realizzare prodotti ancora più eco-sostenibili e duraturi nel tempo.

Le novità, tuttavia, non si fermano al solo utilizzo di materiali riciclati. Entro la fine del 2020, infatti, il colosso della ricerca ha confermato che tutte le spedizioni dei propri prodotti avranno impatto ambientale zero. Le due promesse fanno parte di un ampio progetto che proverà a garantire la sostenibilità di ogni prodotto futuro.

Al team di progettazione verrà chiesto di pensare a come realizzare prodotti che durino il più a lungo possibile, che siano facili da smontare per il riciclo e che utilizzino i materiali più eco-sostenibili.


Secondo quanto descritto, il team hardware di Google è già a lavoro su un nuovo prodotto - ancora senza nome - che verrà lanciato entro la fine dell'anno e che sarà caratterizzato dalla presenza di un tessuto realizzato con bottiglie riciclate, piuttosto che poliestere standard. Le indiscrezioni fanno riferimento ad una possibile nuova generazione di Google Home (sarà il dispositivo con nome in codice YBD?), ma mancano ancora conferme a riguardo.

Di seguito la dichiarazione di Ivy Ross, capo del team di progettazione hardware di Google:

Alcune persone pensano che il design significhi rendere le cose più carine o più accattivanti. Ho detto al team, aspetta un minuto, [la sostenibilità] è solo un altro problema ed è probabilmente il più importante della nostra vita. Non ci sentiremo grandi come designer se affronteremo questa situazione?


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gis80

Ricordo una puntata dei Simpson in cui in visita al giornale cittadino la PR che accompagnava i bambini per la sede arrivata alla tipografia diceva : il nostro giornale utilizza una percentuale di carta riciclata, quindi Lisa chiede : che percentuale ? E la PR risponde lo 0% e aggiunge 0 è una percentuale

Alessio Ferri

Non è la critica che ho fatto, se ti degni di leggere prima di commentare fai un favore a tutti.

lore_rock

Ma se Apple costruisce i nuovi air partendo da alluminio riciclato, oltretutto é tra le più verdi

Alessio Ferri

Il contrario di quello che fa Apple, che si assicura di saldare tutto in modo smontare sia impossibile. Però comunque ci credo solo quando lo vedo che Google è seria in questo proposito.

LOL

I picidi (Picidae Vigors, 1825) sono una famiglia di uccelli dell'ordine dei Piciformi, comprendente oltre duecento specie.[1]

BiologiaModifica

I picidi sono ben conosciuti per la loro tecnica di martellare con il becco il tronco degli alberi, sia per alimentarsi con larve di insetti che per creare cavità dove nidificare. Il martellamento ha anche una funzione territoriale, per segnalare la propria presenza a possibili rivali.

Andredory

Rendere difficoltoso intendi a livello costruttivo per la colla e le viti? Beh, tanto se lo porti in assistenza cavoli loro di come lo smontano. Per fare smartphone più sottili e senza avere rogne per l'impermeabilità hanno tolto l'opzione della sostituzione della batteria da parte dell'utente. Questo ha comportato l'aumento spropositato del prezzo del cambio batteria. È obsolescenza programmata a livello commerciale però, non a livello fisico dello smartphone.

Depas

Ma il tipo che ti beccava sempre che fine ha fatto?

LegatusOnoris

Beh ma rendere difficoltoso il cambio batteria dopo due anni non è obsolescenza programmata?

LOL
LOL

Con il robottino che mangerà il contenuto della differenziata.

Andredory

Mah, mica tanto. Cambiare il telefono sta al consumatore onestamente, che attualmente è generalmente capriccioso e consumista. Cambia prodotto per moda e non per reale necessità (sto parlando di smartphone ovviamente). Ci sono persone normali che hanno Xiaomi anche di 4 anni e funzionano comunque senza problemi e non sto neanche parlando dei top di gamma che tendenzialmente durano più delle fasce più basse ovviamente. Al massimo cambi la batteria ogni due anni. Il problema è che gli utenti che se ne fregano del telefono lo trattano male e rompono lo schermo poco dopo per esempio mentre l'assistenza fa pagare molto la riparazione del dispositivo rendendo quasi sconveniente ripararlo (e conveniente comprarne uno nuovo). In più i componenti sono abbastanza fragili, display in primis.

Tony Carichi

Il futuro è verde. https://media3.giphy.com/me...

Depas

L’obsolescenza programmata in un mondo supercompetitivo come quello smartphone suona male, al massimo nel mondo dei micro componenti, ma li sa di teoria del complotto

Depas

Rimandiamo al 2024?

Andredory

Quindi adesso siccome usano materia riciclata avranno la scusa per aumentare i prezzi e cercare di giustificarli in qualche modo (riferito a smartphone come i pixel 3 che e sfiorano i 1000€)?

eL_JaiK

Android 11 R-iciclo.

Cerbero

basterebbe che sistemassero la questione obsolescenza programmata che i produttori a cui e' concesso in licenza il sistema,applicano pesantemente. ma naturalmente non conviente a nessuno far durare un telefono troppi anni......

LOL
Xiaomi

Xiaomi Mi 9 Lite ufficiale in Italia, in vendita da ottobre | Video

Apple

iPhone 11 e iPhone Pro: l'innovazione è (anche) nel prezzo #prospettive

Google

Android 10: ecco le novità più interessanti | VIDEO

Apple

iPhone 11 Pro e Pro Max ufficiali con tripla fotocamera | da 1.189 euro il 20/9