Fox ci ripensa: solo HDR10+ per l'UHD Blu-ray di X-Men: Dark Phoenix

03 Agosto 2019 97

L'edizione Ultra HD Blu-ray del film "X-Men: Dark Phoenix" offrirà il supporto al formato HDR10+ e non al Dolby Vision. La decisione della major è di fatto un passo indietro che incrementa la frammentazione del mercato. Lo scorso maggio era stata proprio Fox ad annunciare la compatibilità con entrambi i formati di HDR per l'Ultra HD Blu-ray di "Alita: Angelo della battaglia" | Anche Fox "si piega" al Dolby Vision sugli Ultra HD Blu-ray |.

L'apparente cambio di strategia rivela probabilmente che l'approccio multi-standard non è mai stata una vera e propria strategia di lungo periodo. É infatti probabile che le decisioni vengano prese volta per volta a seconda dei titoli e delle persone coinvolte (magari su pressione dei registi o dei fan). Resta quindi il rammarico per un mercato dei contenuti che non sembra capace di imporre regole comuni, di buon senso, atte ad evitare una frammentazione sempre meno giustificata.

Un sempre più cospicuo numero di produttori di TV sta infatti progressivamente abbracciando entrambe le soluzioni. Sono ben 4 marchi che offriranno televisori capaci di gestire sia HDR10+ sia Dolby Vision sulla gamma 2019: si tratta di Panasonic, Philips, TCL e Hisense. Lo stesso approccio è stato largamente adottato dai lettori: Panasonic, Oppo, Cambridge Audio e anche Pioneer (dall'autunno) non fanno distinzione tra i formati con metadati dinamici.


Perché le tecnologie con metadati dinamici sono considerate Importanti? La risposta si può riassumere in questi termini: le informazioni contenute in HDR10+ e Dolby Vision consentono di ottimizzare la resa di chiari e scuri intervenendo in modo molto più fine. I metadati statici di HDR10 fissano una media identica per tutta la lunghezza del video, mentre i metadati dinamici consentono modifiche che possono arrivare a migliorare la resa fotogramma per fotogramma (maggiori informazioni qui | Samsung illustra le caratteristiche di HDR10+ con metadati dinamici |).

La decisione di Fox impone ora un'attenta analisi delle mosse che adotteranno altre major. Ci riferiamo in particolare a Universal | Anche Universal realizzerà UHD Blu-ray con HDR10+ e Dolby Vision | e Warner | Warner: in arrivo il primo UHD Blu-ray con HDR10+ e Dolby Vision |, che hanno recentemente annunciato l'uscita di alcuni dischi con HDR10+ e Dolby Vision. Sarà una politica di lunga durata?

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 582 euro oppure da ePrice a 689 euro.

97

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
M C

Purtroppo anche Warner è tornata sui suoi passi....... mercato inesistente

sbiki85

Io la penso proprio al contrario di te, meglio il primo deadpool, apocalypse non mi è dispiaciuto, la cosa brutta di giorni di un futuro passato è stato vedere wolverine mansueto come un gattino.

A me apocalypse è sembrato un film sui Power Rangers, ti dico la verità.
Days of future past, è vero, è decente e non mi è dispiaciuto. I due Deadpool mi è piaciuto molto più il secondo del primo .

StriderWhite

Non era facile cannare un altro film degli X-Men, ma la Fox c'è riuscita alla grande! :D

Darkat
Desmond Hume

aaah sorry avevo capito male

Desmond Hume

Logan è bellissimo

sbiki85

Anche no.

sbiki85

A me anche apocalypse non è dispiaciuto. E Logan lo trovo forse il miglior film su i supereroi marvel in assoluto.

sbiki85

Per cronologicamente intendo come data di uscita. Logan è uscito nel '17, apocayipse '16, giorni di un futuro passato '14, e first class nel 2012 mi pare.

Desmond Hume

ma se in Logan sti qui son già morti tutti...

Desmond Hume

bah a me first class e days of a future past non mi sono dispiaciuti.
Il pelato e Magneto sono molto carismatici anche con i nuovi attori.

Desmond Hume
Danitkd

Dai un impianto 5.1 ormai non è cosa così rara. Specialmente considerando che qui si parla di gente che spende soldi per film in max qualità, quindi a casa avrà sicuramente tutto il necessario per una esperienza decente e tra cui un buon impianto 5.1 è d'obbligo!!

Darkat

Si, per guardare Sophie Turner che distrugge il personaggio di Fenice, contento te

Darkat

E ne venderanno 10 visto lo squallore del film e della protagonista.

azze

Hanno rotto proprio i Maroni con questi x men dovevano fermarsi al 3, tutto il resto è fuffa

S8C BLOG

ahah pensa che alla prima visione (a casa) a me era pure piaciuto l'ultimo f4...prendeva molto dall'ultimate universe, questo per i fumettari è palese, e cercava di puntare più ad essere un film di fantascienza che un film cinecomic supereroistico secondo me e questo gli ha un pò tagliato le gambe....poi vabbè: inutile la questione etnica/raziale di Sue e Jonnhy, ma pace... a me non è dispiaciuto onestamente, visivamente è carino ma buona parte delle scene veramente clu sono al buio quindi è tutto più "oscuro" in generale ed anche per questo gli vedo un taglio noir..un tentativo lo merita secondo me, anche perchè di fatto è l'ultimo della serie...ok, arriverà nuovi mutanti, ma o ha già subito scossoni importanti come stile per essere unito al mcu o, se non ne farà parte, sarà comunque uno spin off parecchio slegato dagli altri e quindi di fatto questo è il capitolo finale della saga

Carlo

Anche 9.2

sbiki85

Dopo Logan cronologicamente c'è stato solo questo. XD

Non c'entra nulla ma lo dico lo stesso: l'ultimo film decente degli X-Men è stato Logan.
Il resto è davvero penoso.

ferrara89

Ma ci mancherebbe ed infatti io non mi sbilancio ne da una parte ne dall'altra ma quando sento un'argomentazione impostata sul fatto che è free royalty divento matto, allora come hai già citato l'HEVC dovrebbe essere estinto da un pezzo in favore del VP9 che può essere usato dal "lontano" 2014 ma eppure non è stato cosi. Poi fare il funerale alla Dolby sinceramente a me viene da ridere, poi mi sbaglierò ma io ribadisco che il mondo gira tramite i soldi e non perchè è gratis.

Nicola Buriani

Beh, è una discussione interessante e non pretendo di avere la verità in tasca.
Certe dinamiche però mi sembrano abbastanza evidenti e per altre posso confermare che, come del resto ha fatto anche il consorzio HEVC, si gioca anche sui costi di licenza per invogliare i produttori.
Del resto è evidente che se praticamente tutti i produttori di hardware supportano il Dolby Vision (praticamente è rimasta fuori solo Samsung) e anche molti servizi streaming hanno scelto quel formato, qualcosa vorrà pur dire, non è un caso isolato o un 50/50.
Poi ripeto: nel breve periodo secondo me il supporto sarà per entrambi (e se sempre più marchi spingono per il supporto universale può essere un'ottima cosa, i promotori dei formati dovranno trovare un modo per prevalere e la concorrenza potrebbe portare risvolti positivi), più avanti si vedrà anche perché interverranno ulteriori variabili (nuovi codec, potenzialmente anche i 12-bit magari, 8K eccetera).
Di due cose però sono sicuro: Dolby Vision al momento è più avanti (infatti mi stupisce chi lo vede addirittura prossimo a sparire) e HDR10+ deve accelerare sui contenuti e deve farlo il più in fretta possibile.

ferrara89

Nicola ti stimo per la pazienza che riponi nel rispondere a tutti questi "terrapiattisti". Ma voi veramente pensate che nel mondo cinematografico si creano alleanze, ci si fanno nemici, si rompono accordi decennali solo per non pagare 2 spiccioli di royalty che tanto paga l'utente finale??? Se l'HDR10+ dovesse averla vinta sarà per altri motivi che certo non verranno a dircelo a noi, ma almeno finiamola con sta barzelletta che l'HDR10+ è migliore e vincerà perchè E' GRATIS.

Nicola Buriani

Se ci fossero differenze così rilevanti nei costi dei film uscirebbero tutti in HDR10+ da parecchio tempo (HDR10+ si utilizza in streaming dalla fine del 2017 e dal 2018 anche tramite HDMI), invece sono molti di più quelli in Dolby Vision.
Se conti anche i servizi streaming (Hulu, iTunes eccetera) c'è una differenza enorme.
Attenzione anche a valutare i costi di licenza perché dentro ci finisce anche il Dolby Atmos, lo standard di fatto per l'audio premium.

Nicola Buriani

Indubbiamente l'Ultra HD Blu-ray è un formato di nicchia e non credo avrà un successore, si passerà tutto in streaming e si spera che, grazie ai codec migliori, si elevi la qualità video.
Ma non vedo cosa abbia a che fare con HDR10+.
I servizi o supporti con cui si veicolano i contenuti sono esattamente gli stessi del Dolby Vision, se nessuno oltre ad Amazon si è interessato a HDR10+ fino ad ora e Dolby Vision intanto cresce evidentemente ci sono delle motivazioni (e alcune sono già state anche riportate).
Già solo il fatto che Apple si sia mossa a favore del Dolby Vision la dice lunga (Apple difficilmente fa da apripista per standard che non si sono imposti sul mercato, piuttosto aspetta).
Comunque Netflix ne ha parecchi di abbonamenti per l'Ultra HD anche solo per il fatto che si condividono in 4.

boosook

I blu ray non vendono e sono destinati a sparire in favore dello streaming, Netflix sarebbe utile sapere quanti in realtà pagano per l'abbonamento 4k hdr perché secondo me la stragrande maggioranza ha HD, Amazon e rakuten sono una nicchia, iTunes pure (relativamente), insomma la partita ancora è apertissima a mio avviso.

boosook

Beh, ma è così, alla fine saranno i produttori (dei film) a decidere, perché tu puoi avere tutti i TV dolby vision Che ti pare, ma se loro il film decidono di rilasciarlo solo in HDR+ perché gli costa meno, tu lo compri lo stesso perché o così o non lo guardi, e se fra qualche anno si vedrà che o contenuti sono tutti in hdr+ la gente comprerà i TV con hdr+ con buona pace di chi ha speso per il Dolby vision. Cioè, sono i contenuti a dettare lo standard che vincerà, non viceversa.

ferrara89

Niente Nicola lascia perdere, per Francesco il mondo va avanti gratis. Ma voi veramente pensate che i grandi produttori decidono di adottare un formato rispetto che un altro perchè non deve pagare le royalty?????? Ma in che mondo vivete???? Loro neanche considerano queste cose tanto questi costi le scaricano sul cliente finale.

ferrara89

Ma stai mischiando carne e pesce, già non puoi mischiare contenuti in streaming con supporto fisico. Poi tu affermi

Ansem The Seeker Of Darkness

Vorrei sapere quanti hanno davvero questi impianti 5.1 o 7.1

Desmond Hume

mi mancano da vedere anche Shazam e l'ultimo Spiderman. Sto perdendo colpi

Squak9000

ma ancora con i dischetti? Tra un poco spariranno anche quelli... che senso ha?

Nicola Buriani

Neanche la compatibilità del software.
Gli aggiornamenti per tutti i prodotti costano (sicuramente di più di una campagna per aggiornare almeno 2-3 generazioni di prodotti) e non puoi vendere milioni di dispositivi con Dolby Vision e poi mollare tutto e obbligare chi vuole i metadati dinamici a comprare prodotti con HDR10+.
Sarebbe un suicidio sotto vari punti di vista.
E infatti, a meno di sconvolgimenti che ad oggi non hanno ragione di essere prospettati, Dolby Vision è qui per restare, con buona pace di chi preferirebbe HDR10+.
Le preferenze personali sono una cosa, le tendenze del mercato sono altro.

Francesco Renato

Non confondere il software con l'hardware, le porte non si possono cambiare facilmente.

Nicola Buriani

Ma se contassero solo i costi delle royalties questo non avrebbe dovuto impedire la diffusione di DisplayPort ;) .
Avrebbero dovuto abbandonare HDMI per risparmiare.

Francesco Renato

Disgraziatamente HDMI si era intanto già affermato nell'industria televisiva sbarrando di fatto il passo a DisplayPort anche nei PC.

Actarus71

Non dico quello, è che sono professionisti mannaggia.

Actarus71
Francesco Renato

Il DisplayPort appartiene al mondo dei pc e si sarebbe senz'altro affermato se l'industria cinematografica non avesse imposto HDMI per impedire la copia abusiva.

Nicola Buriani

DisplayPort supporta HDCP, le protezioni non incidono minimamente.

Nicola Buriani

Come Dolby Vision è stato adottato largamente in quanto formato premium per HDR, come vedi il non aver royalties da pagare non basta per imporre uno standard o una tecnologia, altrimenti non avremmo né HDMI né HEVC, dato che c'erano alternative che però avrebbero comportato costi indiretti e altre problematiche.
Dolby sulle licenze ha già fatto quello che doveva fare, non è un caso se oltre al Dolby Vision è sempre più diffuso anche Dolby Atmos (evidentemente Dolby spinge entrambi e sicuramente lo fa anche tramite costi di licenza più contenuti per il pacchetto completo), infatti anche quello può essere un vantaggio.
HDR10+ non ha un formato audio da includere nel pacchetto e chi vende hardware ha interesse a spingere i prodotti con Dolby Atmos (perché offrono qualcosa in più).
Capisci perché ridurre tutto alle royalties è troppo semplicistico?
Se bastasse quello HDR10+ avrebbe già ingranato la marcia, cosa che non solo non è avvenuta, ma non si vede nemmeno all'orizzonte (i film su disco erano 7 a dicembre 2018, ora sono una ventina contando anche quelli annunciati e multi-formato, è un po' poco).

Francesco Renato

H265 è la naturale evoluzione di H264, HDMI è stato imposto dall'industria cinematografica, 10+ ha le stesse prestazioni di Dolby ma è gratis, la tentazione di passare a 10+ sarà quindi molto forte e Dolby dovrà impegnarsi molto nella negoziazione delle licenze per non soccombere in un futuro non troppo lontano, la decisione odierma di Fox è il primo segnale di allarme anche perché solo lo scorso maggio aveva detto il contrario.

Lorenzo Poli

C'è il DisplayPort

Nicola Buriani

Certo, come era segnato il destino di HEVC e HDMI perché c'erano le alternative senza royalties, infatti oggi usiamo tutti VP9 (o altro codec "open") e DisplayPort no ;) ?
In tutto questo io però non ho capito quali sono i segni che dimostrano il destino ormai segnato di Dolby.
Cresce il supporto hardware, il supporto software è molto ampio e intanto in HDR10+ il materiale è molto poco e mancano anche gli annunci.
Però chiaramente è HDR10+ che sta uccidendo Dolby Vision.

Francesco Renato

Appunto, è per questo che ci sarà una lunga fase di transizione, ma il destino di Dolby è segnato se non rimedia fornendolo, magari gratis, insieme ad altre licenze a pagamento

Nicola Buriani

Non credo che esistano contratti che impediscono di realizzare i contenuti anche in HDR10+ (anche perché avrebbero dovuto siglarli quando HDR10+ nemmeno esisteva), infatti Amazon lo ha fatto subito (gli altri erano tutti impossibilitati e solo Amazon era libera? Non è molto credibile, tanto più che Amazon supportava già Dolby Vision, quindi a rigor di logica avrebbe dovuto sottostare alle stesse regole).
Ma anche se valessero per le terze parti, nulla impedisce di decidere come si preferisce per le proprie produzioni, cosa che nessuno ha fatto o sta facendo nemmeno ora.
É la stessa storia di HEVC e HDMI: se un formato si afferma e viene largamente adottato non si cambia solo perché esistono alternative dal costo minore.
Tra l'altro anche qui ci sarebbe da discutere: quanto costerebbe al mercato abbandonare tutta la base installata di prodotti con Dolby Vision? Vai a dire a chi ha un TV Dolby Vision con Apple TV che vuoi passare tutto a HDR10+ e chiedigli se è disposto a cambiare quello che ha per vedere con la stessa identica qualità, quindi senza avere alcun vantaggio.

massimo mondelli

E già, perché gli artisti pensano solo ai soldi...

Francesco Renato

Non è solo questione di volontà, è anche questione di contratti che vanno rispettati fino alla scadenza.

Huawei

Il mare tra foca Monaca, granchi e capre con Huawei P30 Pro | Recensione Case Sub

Sony

Sony Xperia XZ3: a quasi un anno di distanza resiste bene | Riprova

Nvidia

Montaggio video: il PC e i software consigliati dai professionisti

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Fit e: un notificatore con rilevamento attività