Fortnite, 3 milioni di dollari al campione del mondo Kyle "Bugha" Giersdorf

29 Luglio 2019 94

Il mondo degli eSport è stato protagonista di questo fine settimana, decretando il campione del mondo di Fortnite nella categoria "Solo" durante la finale della Fortnite World Cup all'Arthur Ashe Stadium di New York.

A vincere battendo gli Youtuber più celebri e i giocatori più quotati è stato nientemeno che un sedicenne della Pennsylvania, Stati Uniti. Conosciuto in gioco con il nickname "Bugha", nella vita reale si chiama Kyle Giersdorf ed è riuscito nell'impresa di surclassare letteralmente ben 99 giocatori nella finale. La sua impresa gli è valsa il primo premio di 3 milioni di dollari.

La competizione, in realtà, è cominciata mesi fa con diverse ondate di qualificazioni svolte settimanalmente in sessioni online. Per farvi capire l'importanza e la portata di eventi simili, vi basti pensare che circa 40 milioni di player hanno tentato di qualificarsi per la vincita della Coppa del Mondo. Solo 100 sono riusciti ad aggiudicarsi un biglietto per la finale di New York, dove si sono affrontati in 6 sessioni di battaglia con l'obiettivo di raggiungere il più alto punteggio possibile.

Stadio Arthur Ashe nel Queens, finale di Fortnite

Bugha è immediatamente balzato al primo posto durante il primo round, accumulando nove eliminazioni e sopravvivendo a tutti gli altri giocatori. Sebbene nei turni successivi non abbia brillato rispetto ad altri player, è riuscito a crescere costantemente nel punteggio realizzando dozzine di uccisioni, chiudendo infine l'ultimo round senza vincere ma restando saldamente nella top 10. A conti fatti è riuscito a realizzare 59 punti in totale, il doppio rispetto al secondo classificato.

Sono così felice. Tutto ciò che ho fatto, il duro lavoro, è stato ripagato.

Queste le parole di Bugha nell'intervista post-partita, l'adolescente statunitense si è portato a casa il massimo montepremi di 3 milioni di dollari. Al secondo posto si è piazzato il 24enne Harrison "Psalm" Chang - ex giocatore professionista di Heroes of the Storm - che ha vinto 1,8 milioni di dollari. Non è noto il nome reale del terzo classificato che ha voluto restare nel'anonimato, sappiamo solo che il suo nickname è Epikwhale e la medaglia di bronzo gli è valsa una vincita da 1,2 milioni di dollari.

Ora, il futuro per Kyle Giersdorf è sempre più roseo, i suoi account social media hanno aumentato i follower in maniera esponenziale dopo la vittoria, avrebbe inoltre già firmato un contratto con Sentinels, un'organizzazione di eSport con sede a Los Angeles.


94

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
lukaip

Giocare e vincere soldi. Beato lui.

sgru

coetaneo eh? eheh

Luca 343

Nel calcio ci girano cifre enormi di soldi, c'è corruzione, doping...

SalvaJu29ro

Buon per lui

Andrea1234567

Ok, ma non c'entra niente con statistiche e altro. Hanno solo da imparare a giocare champ nuovi. E già di base li sanno giocare piu o meno tutti, devono "solo" affinarli per poterli giocare in competitive.

Bruce Wayne

Si devi giocare in soloQ.
Se hai contro un'altro professionista e la tua zona di confort sono solo una determinata tipologia di champ se esci fuori da questa zona di confort ( in una singola corsia possiamo avere bruiser , tank , mage , ranger, ecc..) perdi.

I g2 stanno vincendo perchè hanno reso inefficace la fase di draft contro di loro perchè finchè non vedi l'ultimo pick non hai idea di chi giocherà qualche champ e in quale lane.
Tutti i player possono cambiare lane, possono giocare con o senza tiratore, possono giocare gold funnelling ecc...

Quindi essere pronti al cambiamento li ha resi i migliori al mondo.

Andrea1234567

Beh insomma, al massimo cambiano i champ che devono allenare. Ma in generale li sanno giocare piu o meno tutti quelli della loro corsia.

MattLevine

A 15 anni ogni giorno litigavo con il mio patrigno (classico imprenditore cliché italiano) e venivo preso a pugni da gente che credeva fossi gay perché ero molto timido fuori dal mio gruppo di amici. Sono cose che se affrontate nel modo giusto tendono a farti aprire la mente. A 18 anni mi sono fidanzato e il mio patrigno faceva solo battute sul fatto che dovevo avere più ragazze alla mia età o sulle origini di lei (la madre è delle Filippine). A 23 anni non ne potevamo più di quella ignoranza soffocante e siamo scappati in inghilterra. Ora di anni ne ho 29, ho festeggiato l' undicesimo anniversario il mese scorso e sono felice. Si, a 16 anni andavo in giro con la maglia della Lega e bevevo come una spugna per farmi vedere quindi in parte ho rischiato ma nel periodo più sensibile a livello psicologico sono successe cose che anche se negative mi hanno salvato. In Inghilterra mi sono ambientato quasi subito anche se certe volte vanno effettivamente oltre ai miei limiti di sopportazione. E se pensi che ho pure fatto le scuole medie in una scuola cattolica privata il rischio era enorme ahah

Nicola

Sono curioso di domandarti se prima di andare all'estero,avevi già questa mentalità oppure (senza offesa) eri un bigotto italiano e andando all'estero ti ha fatto capire tante cose

MattLevine

In Italia abbiamo due grandi problemi (presenti in altri paesi ma che ho notato in maniera minore).
1) Siamo uno stato culturalmente conservatore. Lo sport ai tempi era più bello, la musica era migliore, i film più emozionanti. Quando qualcosa di nuovo si presenta siamo in generale diffidenti e questo a causa del punto 2.
2) l'opinione pubblica. Ronaldo alla Juve viene messa su come invece i dipendenti della FIAT siano sottopagati. Il nuovo film americano viene messo su come sia femminista o contro Trump. Ora gli E-sports puntano sul fatto che i giovani studiano meno per giocare, guadagnano cifre per loro ingestibili e vengono messi articoli a caso sulla pessima moralità dei genitori.

Questi due problemi sono normalmente il motivo per cui spesso siamo indietro su alcune cose. Vivo in Inghilterra, uso Google pay e le carte contactless da 5 anni e la prima volta che ho spiegato tanto tempo fa (prima che prendesse piede in Italia) il pagamento con NFC alla gente in Italia non sapevano dire altro che "è pericoloso, c è la gente che va in giro nella metro con macchine che ti rubano i soldi" perché questo dicevano i TG e internet. Ed era il telefono, figurati la carta. Ora in Italia c è ma ci sono voluti molti più anni che in altri paesi. Sugli E-sports è ancora più difficile data la nostra idea che a 15 anni devi essere un ragazzino in crescita ormonale (vai a leggere i commenti della gente che si vanta di come ai suoi tempi a lui interessasse solo uscire con ragazze e non detto in maniera così pulita).

Luca 343

Ma quanto sei ignorante :)

Nicola

Concordo,ci fossero piu persone in Italia con questo giudizio e questa capacità di pensiero.Sarebbe un Italia piu evoluta

MattLevine

Si parlavo di sport nel significato della parola, se ne parliamo per cosa è riconosciuto come sport è un casino (golf sport riconosciuto, mini golf no. Tennis riconosciuto e squash anche... Racchettoni no. Capisci? Il frisbee è riconosciuto come sport) Fortnite ha la strategia degli scacchi quando devi prevedere le mosse avversarie, la precisione degli sport da tiro, la probabilità di loot che può essere paragonata al clima di una partita (hai mai tirato con l'arco in presenza di vento?). Credo che i giocatori professionali inoltre abbiano un allenamento di respirazione e cardiologico che magari suona assurdo ma non lo è. Dividerei gli sport dagli E-sport per motivi di pubblico e sociali perché diciamolo, nessuno paragonerà mai un Bolt al campione di Fortnite o il Real Madrid al miglior team di LOL.

Nicola

Gli scacchi sono uno sport riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale.
il tiro a volo(tiro al piattello) è anche lui considerato uno sport,dove si sta fermi e si spara.
In molti casi c'e una preparazione atletica,per questi appunti cyber atleti
ma non perché serve una preparazione atletica per competere,ma stando bene fisicamente lo stress dato da queste competizioni viene scaricato meglio
Anche il biliardo è considerato uno sport

sgru

intanto è sicuramente una persona più utile per l'umanità rispetto ad un totale inutile elemento che nella vita videogioca e basta. E per diventare dottore ha fatto un determinato percorso che gli ha dato la possibilità di acculturarsi non solo su ciò che fa. Per caso sto parlando con un adolescente? ;-)

MattLevine

Gli E-sport sono effettivamente sport? No. È una competizione ma manca nettamente il lato fisico, cosa che definisce metà della parola stessa "sport". Sul livello psicologico nulla da dire, gli allenamenti sul pensiero rapido e i riflessi esistono e nei giochi di squadra c è lo studio di una tattica. Qualcuno ha nominato gli scacchi qui sotto? È un gioco di strategia, non uno sport. Questo è il punto, gli E-sport non possono essere considerati eventi sportivi ma campionati di giochi strategici (lol, fortnite, cod ecc) per la mancanza della preparazione fisica che è troppo minima.
Ora, nulla contro i campionati di videogiochi così come quelli di magic o persino risiko ma dire come qualcuno che sono superiori o "più nobili" di uno sport non esiste. I 100m hanno in 30 secondi tra partenza e gara uno stress psicologico nettamente superiore ad una battle Royale di 10 minuti. Sono due cose diverse e lo saranno sempre.
Per chi tira fuori la solita cosa dei soldi vorrei fare un paragone più azzeccato del classico calcio, prendendone però un esempio: La squadra di calcio del Brighton al momento è in premier league. Sapete che lavoro fa il presidente? Gioca a poker come professionista. Poker. Ora vi chiedo, perché il poker dove girano anche più milioni è comunemente accettato e un fortnite no? Perché ci sono ragazzini di mezzo? Però il poker amatoriale (da casinò) è un gioco d'azzardo, illegale in certi paesi e vietato ai minori in quasi tutti gli altri. Capite come è difficile definire la situazione degli E-Sports nel mondo? Aspettate. Un giorno diventerà normale e nessuno ne parlerà più. Seguite cosa vi piace e non state troppo a pensarci o fare la guerra online per una passione. Io mi guarderei i tornei di civilization se li facessero e me li godrei più del superbowl.

il Gorilla con gli Occhiali

Si.

WOT ITA

Sono troppo vecchio per questo

WOT ITA

ahahahahaaaaa

Bruce Wayne

Ovvio. Però deve adattarsi a cambiare il proprio modo di giocare spessissimo.

Aizen

Ho aperto l'articolo solo per quello.

Giulk since 71'

Infatti spesso molti sportivi, di sport non remunerativi come il calcio ad esempio, sono quasi tutti militari, carabinieri, finanza etc etc, in questo modo possono allenarsi e hanno uno stipendio, ma se passi 12 ore al giorno a giocare per allenarti come ti mantieni?

Igi

... molto importante?

franky29

A fa bucchinnn munnezz puuuu its fake

franky29
franky29
FreeEnd

E uno che fa il dottore cosa altro sa fare? Il filosofo, il meccanico, l'ingegnere?

Babi
Andrea1234567

Per queste cose ci sono membri del team a posta che analizzano statistiche e tutto. Non lo fa il giocatore.

il Gorilla con gli Occhiali

Ma cosa dici, prendi ad esempio il miglior calciatore esistente, Cristiano Ronaldo. Vive in grande salute e nemmemo fuma, guadagna tanto è vero ma è uno dei migliori sportivi viventi e non uno che gioca ad un videogioco come Fortnite.

Cloud387

Per migliorare le articolazioni ci dono siti appositi.

Cloud387

Io accetto che esistano gli "escort"

Ragazzo il correttore ti ha triggerato.

Cloud387

Fermati qui, i calciatori professionisti sono strapagati come lo sono questi che giocano ai videogiochi.

Guarda che belle vite in salute fanno i professionisti del calcio, con bibitoni e punturoni entro il limite del doping.
Poi spuntano infarti leucemie e company.

Nel calcio delle serie minori possiamo parlare di passione d salute, in serie A c'è lo schifo.

il Gorilla con gli Occhiali

No perchè quello è uno sporto seguito da non si sa quante persone e fa anche bene alla salute mentre qui si parla di un misero videogioco anche brutto secondo me.

sgru

talmente sani che l'unica cosa che saprà fare quel bimbo è videogiocare ;-)

Gabriele Mura

Si anche io mi stupisco per tutti questi milioni, di solito vedo cose come 200k da dividere nel team che sono 5/6 persone

FreeEnd

Perché ovviamente chi vive videogicando non può categoricamente insegnare sani valori a suo figlio

Desmond Hume

sono già arrivati quelli che si lamentano delle vincite nei videogiochi o degli stipendi dei calciatori?

Jam

Sei un turbocaz#aro, perché se tu fossi veramente un futuro ingegnere aerospaziale saremmo messi malissimo.
Ma forse bisognerebbe contestualizzarti in effetti. Piccolo esile gracile nerd e col complesso di inferiorità per i fisici migliori del suo. Da sempre chiuso nel buio della sua stanzetta, senza amici, a giocare ai videogiochi in quanto negato negli sport veri.
Da qui il senso di superiorità che lo spinge a fare affermazioni ridicole su cose che non é in grado di capire e comprendere.
Da sempre vissuto nella sua piccola pozza, non ha mai visto l'oceano.

Luca 343

C'entrano, il discorso è lo stesso.

Giorgio Pb Rossi

Se proprio ti interessa sono un ingegnere areospaziale laurea triennale e sto studiando per la magistrale. Vedo nei videogiochi un grande futuro.

Andrea1234567

Io pensavo non si potesse creare un gameplay peggiore di quello delle casual di fortnite. Invece mi sbagliavo, il "competitive" è ancora peggio, molto peggio. Non si finisce mai di scavare in fondo alla fossa ahah

Giacomo

Ma ninja?

Darkat

Anche io mi sono soffermato su questa frase, ancora ci sto riflettendo

il Gorilla con gli Occhiali

Cosa c'entrano i calciatori (se ti riferisci a loro) che praticano uno sport molto importante.

giovaaa

Allora ritorniamo al discorso dei giocatori che guadagnano una barca di soldi per rincorrere un pallone.
Fortnite, che per inciso a me fa schifo, smuove container di soldi tra la casa madre, gadget, youtuber e streamer. 3 milioni non sono niente in confronto.

il Gorilla con gli Occhiali

Ma non si possono vedere queste cose, per un videogioco poi...

giovaaa

Sono soldi privati. Possono fare quello che vogliono

il Gorilla con gli Occhiali

Ma roba da matti, tutta questa gente (ragazzini) ad assistere ad un videogioco del genere e tutti quei soldi buttati via quando nel mondo si potrebbero sistemare tante cose molto più importanti.

nessuno29

propriocezione, logica e istinto, acquisizione del gesto motorio, gioco di squadra, intelligenza nel capire la situazione o anticipare l'avversario o rischiare o dare il massimo, resistenza fisica, coordinazione, ma vai a cagar3 che discorso del caxxo prima prova uno sport vero e poi giudica, sport non nobile tse sto nerd

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video

Android

Recensione OnePlus 7T Pro, lo Snapdragon 855+ non basta a fare la differenza

Asus

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione