Chrome OS 76 Beta inizia a supportare il protocollo Fast Pair

22 Luglio 2019 10

Chrome OS 76 Beta inizia a supportare il Fast Pair: un utente ha condiviso su Reddit uno screenshot che lo dimostra. Non è chiaro quante persone l'abbiano ricevuto finora, ma a quanto pare si tratta solo di un sottoinsieme degli utenti registrati nel canale Beta. Lato Google non ci sono aggiornamenti o annunci ufficiali.


Il Fast Pair è un protocollo presentato da Google due anni fa, in occasione del lancio degli auricolari Pixel Buds e degli smartphone Pixel di seconda generazione. Sostanzialmente è la controparte "made in Mountain View" del protocollo introdotto da Apple con i suoi AirPods, che permette un accoppiamento degli accessori wireless Bluetooth ultra-rapido e notevolmente semplificato rispetto al sistema tradizionale. Non solo: la visione di Google prevede anche la sincronizzazione degli accessori tra tutti i dispositivi associati a un account Google (almeno, quelli compatibili, naturalmente). Questo è, nello specifico, il caso che vediamo nello screenshot condiviso dal redditor: i suoi auricolari sono stati associati attraverso Fast Pair su uno smartphone (un Pixel 3, per la cronaca), e grazie alla sincronizzazione anche il suo tablet Chrome OS (un Pixel Slate) sa che sono nelle vicinanze e pronte a connettersi - anche se non sono mai state associate con questo dispositivo.

Google ha molte ambizioni per il Fast Pair, e sta spingendo per far sì che diventi uno standard per tutto il settore. Poco più di un paio di mesi fa, la società ha annunciato in collaborazione con Qualcomm che il protocollo farà parte del kit di sviluppo per la produzione di cuffie con Assistant integrato. Il Fast Pair fa parte di Android, ora Chrome OS e in futuro dovrebbe arrivare anche su smart speaker/display e indossabili Wear OS.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da tech in shop a 635 euro oppure da Amazon a 748 euro.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
nutci

Ma diciamo che non ha come obbiettivo quello di avere una linearità nel suo reparto consumer di prodotti. Peccato.

Virkash

Ah, in effetti sul Google store non ci sono più, forse presentano una nuova versione. O forse no, Google fa un po' come capita.

nutci

Beh effettivamente quelle wireless sono unite da un filo :)
Io le avevo viste nel loro store ma le ho trovato soltanto con il traduttore simultaneo incorporato e chiedono 250 euro.

Virkash

Lavate e disinfettate

Virkash

Per quanto possa sembrare paradossale la domanda la risposta è si

nutci

Sono quelle con filo wireless?

Francesco Vitti

Bleah, cuffie usate

Virkash

Prese usate insieme ad un telefono, quindi boh, molto poco

nutci

Domanda OT: quanto le hai pagate le buds?

Virkash

Curioso, io non sono riuscito a farlo funzionare con pixel Buda e Google pixel 2. Ho dovuto usare il metodo normale.

Nvidia

Montaggio video: il PC e i software consigliati dai professionisti

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Fit e: un notificatore con rilevamento attività

HDMotori.it

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Huawei

EMUI 10 e Huawei P30 PRO: primo sguardo alla nuova interfaccia Android Q | Video