FaceApp: un po' di chiarezza sulla privacy della popolare app che invecchia

17 Luglio 2019 221

FaceApp è l'app del momento in questi giorni: esiste dall'inizio del 2017, ma solo ultimamente il mondo sembra essersi accorto (o ricordato) della sua esistenza, in particolare grazie al filtro che permette di invecchiare o ringiovanire le persone. Il risultato è particolarmente convincente, perché i filtri delle app sfruttano un'intelligenza artificiale molto evoluta.

L'app non scatta foto: elabora solo quelle già presenti sul dispositivo. Di conseguenza, molte celebrità sono state coinvolte a loro insaputa nella #AgeChallenge, grazie ai loro fan (ma ci sono anche quelle che hanno partecipato attivamente, come Gordon Ramsay).

Non c'è voluto molto perché qualcuno diffondesse "l'allarme" che FaceApp invia dati a server esteri, per la precisione russi (visto che è da lì che proviene), all'insaputa dell'utente. Alcuni hanno anche detto che l'app richiede accesso completo alle foto in modo tale da caricare l'intera galleria sui propri server.

Certe cose sono vere, altre sono infondate, e per altre ci sono dei "ma" molto importanti da tenere presente. Il succo della questione è che non c'è alcuna prova di attività sospetta, e che non ci sono grosse differenze tra il caricare foto su (esempio) Facebook o Instagram e caricarle su FaceApp; per chi vuole qualche dettaglio in più, invece, ecco un riassunto sintetico:

  • FaceApp carica effettivamente le foto su un server esterno: la società dice che le elaborazioni AI sono molto complesse e richiedono una potenza di calcolo non raggiungibile da tutti gli smartphone presenti sul mercato. I dispositivi top di gamma più moderni hanno coprocessori dedicati alle AI, ma quelli più economici e più datati no. Applicare questi filtri richiederebbe troppo tempo, quindi si ricorre ai datacenter.
  • FaceApp dice che cancella le foto dai propri server "poco dopo" averle elaborate. Su questo punto bisogna fidarsi delle parole della società, ma non c'è ragione di sospettare che stia mentendo - quantomeno non più delle altre.
  • Il ricercatore di sicurezza Will Strafach, che tra l'altro è amministratore delegato di Guardian Firewall, ha analizzato il traffico generato dall'app e non ha trovato alcuna prova che FaceApp carichi su cloud l'intero rullino del dispositivo su cui è installata, solo la foto da elaborare.
  • Tra l'altro, le foto non vengono caricare su server russi, ma americani - nello specifico Amazon AWS. Anche l'esperta "investigatrice di app" Jane Manchun Wong ha detto di non aver trovato niente di sospetto analizzando i file contenuti nel pacchetto delle app.
  • L'avvocata Elizabeth Potts Weinstein, tuttavia, osserva che l'informativa sulla privacy lascia molto a desiderare: dice che non è nemmeno lontanamente conforme alla GDPR, soprattutto perché i dati dell'utente possono essere trasferiti al di fuori dell'UE.
  • Le condizioni del servizio spiegano inoltre che (anche qui, come molte altre piattaforme) FaceApp ha molti diritti sulle foto che vengono caricate, tra cui condivisione, rielaborazione, pubblicazione e così via - senza riconoscimento di royalty.

Insomma, possiamo dire che non c'è niente di troppo grave, anche se alcuni aspetti potrebbero essere migliorati con una comunicazione più chiara e trasparente. Ma ribadiamo, la compagnia è ampia.

FaceApp è disponibile al download gratuito per Android e per iOS; tuttavia, la maggior parte dei filtri è accessibile solo agli utenti Pro, che pagano 20€ all'anno (c'è un periodo di prova di 3 giorni). In ogni caso, il filtro per invecchiare/ringiovanire è gratis. Ecco i link al download:

  • FaceApp | Android | Google Play Store, Gratis
  • FaceApp | iOS | iTunes App Store, Gratis

221

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TheFluxter

Che ricordi..il mio primo fu il 920, fenomenale, poi 1520, padellone con batteria interminabile, poi arrivò il declino, fui uno dei primi acquirenti a comprare il 950XL, a livello software un disastro totale, lo rilasciarono con una developer preview instabile, non ci volevo credere, si riavviava durante le chiamate, tastiera a schermo che giocava a nascondino e altri problemi, che io in quanto tecnico sapevo risolvere, ma la maggior parte degli utenti no. Rilasciarono il software stabile dopo mesi, ma il processore scaldava da morire, la batteria drainava in una maniera impressionante (-30% in 1 ora), il software era veramente immaturo.
Purtroppo poi per motivi lavorativi dovetti passare ad iPhone..ma il sistema a tiles era stupendo

ce l'ho da agosto 2016 e non ho mai avuto un "sto caricando" a parte con WA dove comunque è abbastanza breve quella scritta...

TheFluxter

Lumia 950? Wow..ce l'avevo anch'io, a livello di store com'è messo? Sempre soliti problemi di "Sto caricando" tra una schermata e l'altra o l'hanno migliorato?

Andrea Z.

mi sa che tu hai problemi anche con la lingua italiana, e a seguire semplici ragionamenti elementari.
se io decido autonomamente e liberamente di prendere la mia foto e mandarla a un servizio web, e metto in conto che ne possono fare quel che voglio, ovvero in pratica la sto cedendo per libero uso, dove sarebbe la violazione della privacy qui?

GhostFox

non posso neanche pensare tu la prenda cosi superficialmente da non voler capire quindi è superfluo spiegarti cosa "c'e dietro la collina se non vedi oltre il tuo naso" .. vai sereno.

Andrea Z.

anche se mando la mia foto a facebook o facetime LO SO che sto cedendo la mia foto a quelle aziende, e allora? non c'è alcuna differenza!
per tua informazione poi io lavoro con dati sensibili aziendali, forse ste cose le ho studiate invece che leggere blog vari.

Andrea Z.

nessuno può sapere che sono realmente io neanche se la foto la metto su facebook o la invio a faceapp... anzi molti mandano foto dei vip per vedere come sono... adesso in russia penseranno che sono Sean Connery, wow.

GhostFox

se mi affaccio sul balcone, LO SO.
se la APP manda via dati senza chiederlo, NON lo so.
ergo il discorso privacy Andrea (se cosi ti chiami) ti è alquanto sconosciuto.
un manuale di 200 pagine di GDPR forse ti schiarirà le idee?

GhostFox

nessuno può sapere che sia realmente tu, la cosa è ampiamente più complessa da come la vuoi far passare.
Se uso una app, connessa a un servizio internet terzo non dichiarato, posso inviare senza saperlo la mia foto piu recente, i dati del telefono, la posizione attuale e anche i tuoi dati anagrafici... questo si che fa di te uno "schedulato" recente per scopi a noi sconosciuti e li si che non vi sono incertezze.

non è di certo una foto su un avatar che fa la certezza di chi tu sia realmente.

GhostFox

se ne fa una questione di stato perchè se lede la privacy ce ne viene un botto. già con la stronza.A di facebook ci siamo trovati un GDPR che ci fa spendere euro a mina per spiegare che ogni singolo kb in aizenda inerente a dati clienti,backup, sicurezza ecc.. sono a regola d'arte, tutto poi obbligatoriamente fatto ed eseguito da studi esterni.. tutto parte da cose che vengono dichiarate inutili.. poi invece la tua foto magari viene usata per scopi pornografici o chissà cosa.. un conto è un nome e cognome, un conto è una foto realistica aggiornata insieme a chissà quali dati spediti a chissà chi...

Lupo1
ciro

Si ma si dice anche che il mondo è piccolo. Attento

Lupo1

Risuca...

ciro

Vuoi sapere una cosa? Anni fa una persona malata, proprio come te, che dava segni di squilibrio la querelai. Vuoi sapere come andò a finire? 800 metri minimo di distanza , a 799 metri arresto. Attento, ti faccio fare io il polentone

Scarface11

paghi tu la vacanza ?

no. io uso un Lumia 950, come secondo telefono ho un iPhone.

Andrea Z.

in base a cosa ti sembra questo?

Andrea Z.

scimmie ormai anziane, grazie a questa app!

Andrea Z.

nonnominkia

Andrea Z.

e dove sarebbe il problema?

Andrea Z.

anche tu, se ti affacci sul balcone, stai rinunciando alla privacy della tua faccia.
scommetto dunque che non esci mai di casa

Andrea Z.

oh no, si tengono la mia foto!
e disqus? si sta già tenendo la mia foto da anni! e tu l'hai appena vista!

Andrea Z.

ma quante menate per una foto... se uno non vuole mandarla a questo servizio è liberissimo di non mandarla ma non rompesse le balle a noialtri

Daniele Gigantino

TI DEVI SPAVENTAREEE

Darkat

Sono stati monitorati i dati da persone esterne, hanno provato che non vengono usati server russi (prima cavolata), non vengono caricate online le foto della galleria (seconda cavolata) e che FaceApp carica le singole foto da elaborare, come qualsiasi altra app che lavora online. Di che stiamo parlando?

Fabio

L'italiano non è una lingua morta, e quindi si evolve, poi stessimo parlando di chissà quali neologismi, le forme femminili dei mestieri.
Il problema che non vedi, siccome appartieni alla parte privilegiata, è che bisogna rappresentare tutti e il fatto che si imponga è dovuto ad anni di storia in cui l'uomo è al centro della società, altrimenti si rimarrebbe bloccati al tuo ragionamento.

Stewe
Lupo1

Comincia tu, poi vediamo chi ti segue ...

Lupo1

Cmq ho controllato, avvocata è usabile, anche e di norma risulta più corretto e consono avvocatessa

Lupo1

Allora è grave XD

Lupo1

Suca...

Stewe

e ci puoi contare, amico.

Stewe

moltiplicalo x 3

ciro

Ascolta. Per me sei come la m erda, sei un fa llito e ripeto, ingnorante in materia per cui, ogni tuo commento, che sia ironia, esatto o sbagliato dalla mia parte riceverai sempre e solo disprezzo. Chiaro?

giorgio
Garrett

Ecco, lasciamo l'italiano come lo abbiamo imparato sui libri di scuola ed evitiamo neologismi solo perchè qualche malato non si sente rappresentato.
Abbiamo già pagato storture come le quote rosa
I femminicidi (e i maschicidi?)
e nelle conferenze l'obbligo di rappresentare anche la quota rosa.

Se non siamo all'assurdo....

Lupo1

Ah ok sei scem0, potevi dirlo prima, io ti ho risposto con un post ironico e tu parti con le offese, vita triste la tua...

ciro

Ho espresso semplicemente un mio punto di vista

ciro

Ci mancavi solo tu. Una persona pricologicamente instabile, ignorante in materia e pure razzista. Scappa, i terroni ti prendono a calci in cu lo

Fabio

Eppure esiste dottore/dottoressa, infermiere/infermiera, attore/attrice.
Secondo il tuo ragionamento se usassero il femminile con te non ci sarebbero problemi, giusto?

dicolamiasisi

non sono piu bimbi con quest'app

dicolamiasisi

harry potter diventa una vecchietta

NEXUS

certo, ma ne stanno facendo una cosa di stato, non fanno altro che parlare di sta app, che poi esisteva da mò

Pat16
Pat16

Ciao #NEXUS Ovvio che bisogna prenderla per quel che è, e cioè un gioco.

StriderWhite

Magari quelli che invocano la privacy non sono gli stessi che invece condividono ogni cacchiata della propria esistenza sui social network...magari ,eh!

Fabio

Eppure esistono dottore/dottoressa, infermiere/infermiera, attore/attrice, ecc.
Secondo il tuo ragionamento se usassero il femminile con te non ci sarebbero problemi, giusto?

Fabio

Tesoro, la Fallaci poteva pure scriversi in fronte scureggiona perché le andava. Se ti devi esprimere correttamente, usi il femminile.

NEXUS

app inutile e completamente sballata, che pera'altro esiste dal 2017 come molte altre; po basta prendere un anziano di oggi(provare con un vip) e
usare una sua foto da giovane con faceapp, sarà completamente divero,
idem da anziano a giovane

Tecnologia

Inspiration4 da un giorno in orbita, come procede? | Video

Alta definizione

Recensione GoPro Hero 10 Black, nuovo processore e stabilizzazione TOP!

Android

La street photography con lo smartphone: 5 consigli utili | Video

Android

Recensione vivo V21 5G: probabilmente è il miglior selfie phone sul mercato