Golden Power e 5G: nuovi obblighi per le imprese nel decreto-legge approvato

12 Luglio 2019 2

Il Golden Power - che consente allo Stato di esercitare poteri speciali in settori chiave come la difesa, la sicurezza nazionale e in alcuni ambiti di settori come quelli dell'energia, dei traporti e delle comunicazioni - è tornato sul tavolo del Consiglio dei Ministri, il quale ha approvato un decreto-legge che introduce modifiche alla relativa disciplina e rende più efficace la sua attuazione al fine di garantire la sicurezza nazionale, specialmente per quanto riguarda lo sviluppo delle infrastrutture 5G. Il comunicato stampa diffuso al termine del CdM riporta:

"Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge recante modifiche alla disciplina sostanziale e procedurale in materia di poteri speciali sugli assetti societari nei settori della difesa e della sicurezza nazionale, nonché per le attività di rilevanza strategica nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni."

La nuova modifica ai poteri speciali - che in passato sono stati già esercitati, si veda il caso Samsung-Fastweb - impone alle aziende 10 giorni di tempo per notificare al Governo la chiusura di un accordo con altre società e fornitori extra-UE. La notifica dovrà includere un'informativa completa che consenta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri di poter verificare se sia il caso o meno di esercitare i poteri speciali tramite l'imposizione di un veto o di specifiche prescrizioni o condizioni, che varieranno caso per caso.

Una volta notificata, la Presidenza del Consiglio dei Ministri avrà a disposizione 45 giorni per comunicare l'eventuale applicazione dei poteri speciali e le modalità di intervento. Se non giungerà risposta entro questa finestra temporale, le parti potranno procedere come stabilito, dal momento che si intenderà la volontà da parte del Governo di non applicare i poteri speciali.

Qualora l'intervento del Governo dovesse avvenire in una fase dei lavori già avanzata, il Golden Power consente ora di imporre alle imprese il ripristino della situazione precedente a proprie spese, qualora venissero rilevate delle irregolarità, e nel caso in cui non vengano rispettati gli obblighi si potrà ricevere una sanzione amministrativa pecuniaria non inferiore all'1% del valore dell'operazione e con un massimo del 200% della stessa. Per maggiori dettagli potete trovare il decreto-legge in Fonte.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus è in offerta oggi su a 649 euro oppure da Yeppon a 771 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sartauser

Siamo in due :D

migliorare

...e niente... avevo letto Golden Shower... ^^'
...e non riuscivo a caprine l'associazione al 5G... al 5 quantomeno... ah no, ora sì... ^^

Xiaomi

Recensione Amazfit Bip Lite: display sempre visibile e batteria incredibile

Huawei

Il mare tra foca Monaca, granchi e capre con Huawei P30 Pro | Recensione Case Sub

Sony

Sony Xperia XZ3: a quasi un anno di distanza resiste bene | Riprova

Nvidia

Montaggio video: il PC e i software consigliati dai professionisti