La resistenza ai liquidi degli smartphone vale poco o niente, secondo iFixit

10 Luglio 2019 403

Negli ultimi anni la resistenza all'acqua degli smartphone è diventata una caratteristica sempre più diffusa e sempre più considerata, soprattutto dagli appassionati; ma secondo iFixit, la società specializzata nella riparazione dei prodotti di elettronica di consumo, le certificazioni IP che i produttori espongono significano poco o niente.

O meglio: significano qualcosa quando il dispositivo è nuovo e non ha subìto i primi piccoli incidenti/maltrattamenti (non necessariamente cadute o urti, ma anche esposizione prolungata a temperature estreme o al sole). Il punto è che i produttori usano principalmente la colla per sigillare i dispositivi: questa si consuma nel tempo, si può seccare e quindi crepare, e la sua efficacia può essere alterata nel tempo se entra in contatto con sostanze chimiche come il sale o il cloro. Secondo un dipendente di iFixit, Jeff Suovanen, la resistenza ai liquidi di uno smartphone viene pressoché del tutto meno entro uno o due anni di vita; l'amministratore delegato Kyle Wiens è anche più drastico, dicendo che "le certificazioni IP degli smartphone sono valide il primo giorno dall'acquisto, dopodiché non valgono più niente".

Ci sono altri produttori che sigillano i loro dispositivi con guarnizioni di silicone, come Apple (i cui iPhone sono certificati IP dai tempi di iPhone 7 e 7 Plus). Questo favorisce la riparabilità dei dispositivi, ma continua a non garantire che il dispositivo sopravvivrà a un'immersione in piscina, al mare o nel lavandino. È bene ricordare che le certificazioni IP, inoltre, vengono svolte in ambienti controllati con acqua distillata: birra, acqua di mare, caffé e altri liquidi contengono altre sostanze che potrebbero risultare ben più dannose. Spesso il guasto causato dall'acqua non è un corto circuito, ma la corrosione. Una goccia di liquido potrebbe passare inosservata nell'immediato, ma dare il via a reazioni chimiche che con il tempo decreteranno la morte del device.

Quindi, in concreto: per cominciare, impariamo a distinguere tra "impermeabile" e "resistente all'acqua". A prodotti di elettronica come gli smartphone si applica il secondo aggettivo, mai il primo. Secondo, trattiamo il device come se non avesse nessuna certificazione di resistenza ai liquidi, e ringraziamo se una caduta accidentale in piscina si risolve senza conseguenze. Anche in questo caso, comunque, è bene asciugare con la massima cura e la massima tempestività il dispositivo. Ah, e il riso non serve a niente: l'ideale sarebbe smontare il dispositivo e pulire con cura le parti esposte all'acqua con l'alcool.


403

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lino

Apro dispositivi Apple e Samsung tutti i giorni.
Gli Apple hanno un biadesivo poco resistente pertanto si aprono molto facilmente.

I samsung sono sigillati cento volte meglio, per aprirli bisogna ogni volta prima riscaldarli per 15 minuti (diffidate dai video YouTube) e sono molto tosti da aprire proprio perché ben sigillati.

A mio avviso i Samsung restano impermeabili finché non prendono un urto che crea un varco per il passaggio di liquidi. Il produttore non può fare più di quanto faccia Samsung per renderli impermeabili, oltretutto aumentando costi interni di garanzia e tempi per le riparazioni.

Negli Apple può entrare acqua anche per usura del biadesivo scadente utilizzato

Tetsuro P12

Io l'ho vista in diretta una caduta dentro il cesso, fortunatamente non era il mio. Al malcapitato si è rotto un iPhone (6 mi pare, non certificato per resistere all'immersione). Io li ho quasi sempre comprati resistenti all'acqua; anche sotto la pioggia non si sa mai, meglio avere una garanzia in più che in meno.

vince

Sai com'è, quando ti informi e cerchi bene puoi cambiare opinione.

Ad oggi però, appunto perché non tutti gli smartphone con barometro sono impermeabili, il test che indichi è inutile.

Chi è lo schizofrenico? Io ammetto di aver scritto quelle cose prima e dopo una ricerca, non ho problemi a farlo.

Ma te continui a dire che il test verifica se lo smartphone è ancora impermeabile. Non è vero.

Amedeo Masia

Risposto sopra :)

Amedeo Masia

Con l'acqua dolce nessun problema.
Ho anche fatto alcune foto sotto il pelo dell'acqua, usando i tasti volume per scattare (sempre in acqua dolce).

Invece una volta una grande onda su è infranta sugli scogli e gli schizzi hanno fatto una doccia completa al mio S7... Per quasi 24 ore rifiutava di caricarsi lamentando umidità nella porta microusb.

L'ho venduto dopo quasi 2 anni e mezzo

Gark121

https://uploads.disquscdn.c...

il barometro non è indice di impermeabilità. le letture che fai usando il barometro ti permettono di valutare lo stato dell'impermeabilità.

per altro, mi sembri schizofrenico, qualche post più in là scrivi:

https://uploads.disquscdn.c...

fai pace con te stesso: il sensore di pressione (che ripeto, nel caso di uno smartphone impermeabile NON è un barometro), lo hanno solo i telefoni impermeabili o no?

Gark121

salvati questo di screenshot campione, che l'umidità l'hai tirata fuori te e ti stavo smentendo... https://uploads.disquscdn.c...

vince
vince

Non capisci ancora che le due cose non sono correlate...e ti ho spiegato perché. Evidentemente non comprendi (o non vuoi comprendere..ma lì non si può far nulla...)

E inizi ad insultare pure, perché hai capito che finora hai sparato solo notizie false.

Ciao campione.

Gark121

L'umidità non è un problema, o quantomeno non uno insormontabile, altrimenti tutti i telefoni non impermeabili si romperebbero dopo mezza giornata di pioggia per l'umidità atmosferica.
Con ciò, cerca su google la differenza tra "condizione necessaria" e "condizione sufficiente".
Se tiene l'aria, è impermeabile (condizioni sufficiente).
Se non tiene l'aria, non è detto che l'impermeabilità sia compromessa (condizione [non] necessaria).
Non sai l'italiano, prima ancora della fisica.

Gark121
vince

Ci sono smartphone con barometro ma senza essere impermeabili.
Occhio....
Tipo il Pixel 3a, il Mi8, etc etc

Occhio ai commenti assurdi e falsi come sopra.

vince

Il barometro non è indice di impermeabilità.
Non divulghiamo notizie false.

Esistono smartphone con barometro ma non impermeabili, come il Piexel 3a, il Mi8, etc etc

vince

sono tutti telefoni impermeabili a memoria...quindi hanno il BAROMETRO...

vince
Gark121

Adesso ho un Xz1c, ma è così con qualunque telefono io abbia provato (elenco non completo: s5/s7/s8/s9/s10e, z2, z3, z3c, Xz1, Xz1c, g7).

Gark121
Vive

Lo sostengo da anni, quando Sony si faceva bella per l'impermeabilità che nessun altro smartphone (all'epoca) aveva: vai a provare questi device che sono finiti in piscina o che altro e c'erano sempre problemi, quasi sempre al display e alla sensitività del touchscreen.

sagitt

Il sito ha ragione ma estremizza.

Dwarven Defender

e, come già detto, non è quello il senso...

Depas

Come dice l’articolo, apple non sigilla i telefoni con colla ma con guarnizioni in silicone e funzionano pure dai test che ho fatto...

venom

questi di ifixt dicono che dopo un pò la certificazione perde efficacia dato che dovresti cambiare dei componenti che con il tempo si usurano o non rendono la stessa protezione di prima quindi quando te lo vendono è certificato

venom

se uno fa lavori in casa tipo pulizie o altro capita che cade in posti impensabili

venom

su molti modelli senza certificazione ip già mettevano la batteria non rimovibile

Ray Allen

Cerco Mistress disposta a provare a urinare sul suo iPhone Xs, che mi dica se resiste nell'urina più di 15 minuti

met

Esatto..ma qui tutti ti danno dell'1d1ota se affermi una cosa del genere.. "vuoi saperne più di un sito che da decenni analizza prodotti tecnologici, li smonta ecc"

Dwarven Defender

Very good ! bravi davvero !

SteDS

Si, ritirato in assistenza e sostituito con uno nuovo, non mi hanno fatto problemi

Dwarven Defender

quanto costa su ogni dispositivo questa certificazione ?

Dwarven Defender

oppure basta un minimo di informazione personale e sapere cosa vuol dire certificazione IP e cosa comporta... tu che decanti l'evoluzione e la consapevolezza del consumatore dovresti auspicare questo e non la rimozione dei dati di certificazione

Dwarven Defender

nonostante sulle istruzioni dei loro dispositivi escludano questo ?

Dwarven Defender

come da post sotto:
possono escludere una temperatura troppo alta o troppo bassa del dispositivo o dell'acqua ? No...
possono escludere e puoi dimostrare che il telefono non sia stato esposto per troppo tempo all'acqua o a pressioni troppo alte ? No...
possono escludere o puoi dimostrare che un urto pregresso abbia inficiato la tenuta ? No...
La certificazione significa che se togli dalla scatola un dispositivo NUOVO e lo esponi alle stesse identiche condizioni della certificazione che ha conseguito il dispositivo supererà la prova... PUNTO !
Questo vale per OGNI dispositivo di qualsiasi genere !

Dwarven Defender

possono escludere una temperatura troppo alta o troppo bassa del dispositivo o dell'acqua ? No...
possono escludere e puoi dimostrare che il telefono non sia stato esposto per troppo tempo all'acqua o a pressioni troppo alte ? No...
possono escludere o puoi dimostrare che un urto pregresso abbia inficiato la tenuta ? No...
La certificazione significa che se togli dalla scatola un dispositivo NUOVO e lo esponi alle stesse identiche condizioni della certificazione che ha conseguito il dispositivo supererà la prova... PUNTO !

Dwarven Defender

Sono i termini della certificazione stessa che danno valore limitatissimo alla certificazione IP... ed è quello che dice l'articolo e riguarda tutto ciò che è certificato IP...

Dwarven Defender

mi fanno morire da ridere e al contempo piangere per l'umanità gran parte dei commenti che leggo qua sotto... mostrano scarsa comprensione del testo dell'articolo, scarsa conoscenza di quello di cui si sta parlando e sintomi di patologie più o meno latenti...

Dwarven Defender

mi sa che non hai capito il senso dell'articolo...

Dwarven Defender

la rimozione della feature è dovuta alla corsa agli smartphone sottiletta... visto che per fare dispositivi sottili non ti puoi permettere di creare assemblaggi "nobili" con viti ecc... ma devi ricorrere a litri di colla tanto vale sigillare tutto e vendere una feature in più che è la certificazione IP che, a termini di certificazione stessa, non certifica alcuna resistenza nel mondo reale

vince

Anche il discorso impermeabilità non è corretto.
Il sensore mostra una variazione, ma non sai se la variazione è completa o ormai parziale.

Esempio.
Smartphone nuovo: variazione da 0-100
Smartphone 1 anno: variazione da 0-50

A meno che tu non abbia salvato i dati appena preso, come fai ad accorgerti che hai perso impermeabilità durante il primo anno?
:)

Quindi occhio.

vince

Ho cercato in rete e fatto un piccolo test.

Prima di iniziare 1 precisazione:
- il sensore di pressione che citi, non è in realtà il sensore di pressione ma il barometro !
Il barometro misura la pressione atmosferica, mentre il sensore di pressione (nel mondo smartphone) classico misura appunto la pressione esercitata sul display dello smartphone ed alcuni smartphone ce l'hanno (iPhone, ma anche alcuni android).

Quindi già iniziamo male su quello che vuoi affermare, viste le premesse non chiarissime....

Inoltre il test che hai descritto funziona ma non è garanzia di dispositivo impermeabile. Funziona solo perché il barometro è una membrana che cambia stato in base alla pressione esercitata su di essa. La pressione sul pannello fa cambiare il volume dello smartphone (si schiaccia) e provoca un aumento della pressione interna sulla membrana del barometro.

E fin qui tu dirai: te l'avevo detto !
Ecco, il problema è che questo non centra una mazza con la garanzia dell'impermeabilità.

Se ci rifletti ci arrivi tu stesso.
Il sensore mostra solo una variazione della pressione, ma non sa quantificare tale variazione sul fatto che lo smartphone sia completamente impermeabile o meno.

Mi spiego.
Smartphone nuovo: tutto impermeabile. Il sensore mostra una variazione quando premi sullo smartphone. La variazione va da 0-100 (esempio)

Smartphone di 6 mesi. Il sensore mostra ancora una variazione quando premi sullo smartphone. La variazione adesso va da 0-50 (esempio).

Quindi significa che il sensore funziona ancora, ma lo smartphone ha perso tenuta e quindi la garanzia sulla sua impermeabilità non c'è più al 100%.

Quindi a meno di non segnarsi sempre i numeri min-max nei test, il semplice ed isolato test del barometro tramite pressione sullo smartphone non serve ad una mazza, tranne quando la variazione è 0, ma in quel caso potrebbe trattarsi anche di un problema al sensore o alla (è stato riscontrato con alcuni aggiornamenti che non leggono più i sensori...)

Prima di iniziare a fare il bullo con frasi del tipo "studia fisica",etc
ti consiglierei di studiare l'italiano e mettere ordine nella tua testa e di chiamare le cose col proprio nome univoco, altrimenti torniamo direttamente all'età della pietra oppure ammettiamo solo il termine "coso" e "cosa" e avremo bellissime conversazioni del tipo "il coso per misurare la cosa della cosa del coso"

Ciao !

Ralu

Uno smartphone che costa! Io mi dispiacerei per aver buttato 500 euro ma oh ognuno da un valore proprio ai soldi

Alex Anyone

Diciamo che se perdessi il telefono mi dispiacerebbe, ma se non potessi permettere di ricomprarlo non piangerei se fossi costretto ad usare un telefono da 130€, cosa che faccio, dato che il mio muletto è un honor 9 lite, che fa defecare, ma se non posso usare altro, ciccia. È uno smartphone, mica un automobile.

Ralu

Ho sempre lasciato il marsupio e lo zainetto negli armadietti in parte perché sinceramente solo a pensare che il mio S9+ cadesse sotto durante il giro mi riempie di terrore! Evidentemente stai bene a soldi

vince

Oggi proverò con un Note 8 impermeabile in ufficio...

Ma la correlazione pressione>sportellino aperto> valori che non cambiano non sta in piedi.

Che cellulare usi??

eberg93

Per me la certificazione IP non serve a una mazza, ovviamente parlo del mio caso. Per quella settimana al mare NON uso il telefono in acqua (tutti rincoglion*ti con sti telefoni anche tra le onde, non bastano quelli che attraversano la strada in stato comatoso senza guardare) e NON lo uso in doccia (sul serio, che problemi avete, nemmeno quei 2 minuti tranquilli sotto l'acqua calda senza telefono riuscite a stare?).
Poi non so, leggo di tanta gente con le mani di burro (o di puina come si dice dalle mie parti) col telefono caduto dentro WC? Ma sul serio? Che poi come faccia a cadere dentro devo ancora capirlo, o lo usate mentre vi fotografate in piedi il pippolo che pisc*ia oppure da seduti boh, vi impegnate proprio.
A sto punto se tanto la garanzia non copre i danni da liquidi (e nessuno lo fa, salvo rarissimi casi in cui l'assistenza si sente in stato divino e ripara ugualmente), preferisco non avere l'IP e risparmiare quei 30€ di certificazione. In 20 anni di telefoni sotto la pioggia se ne fosse rotto uno per l'acqua. Mai. Nemmeno l'unica volta che ci è caduto sopra un boccale di birra.

Gark121

Eh, dipende dal telefono. O barometer, o pressure sensor, oppure Boh, vedi un po'. Lo riconosci perché dovrebbe darti un valore in hPa poco inferiore a 1000

franky29

Come si chiama il sensore?

franky29

La scusa della certificazione IP è stata solo quella di permettere la rimozione della batteria removibile

Però un incidente può sempre capitare e quando uno spende 1200€ di telefonino vuole tenerselo per almeno 5 anni.

Guarda che quello che trovi all'interno nei pannolini è molto più assorbente del riso.

In qualità di S7's owner, mi accodo.

Per ora lo pulisco con acqua ossigenata. Ovviamente la parte esterna.

Amazon

Le migliori offerte Amazon, Unieuro e Mediaworld verso Black Friday 2019

Android

Samsung Galaxy Fold (4.380mAh): live batteria dalle 8.00

Android

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Alta definizione

Samsung The Frame 2019: ecco perché è un TV differente | Video