Raspberry Pi 4: non tutti i cavi USB-C funzionano correttamente

10 Luglio 2019 45

La notizia sintetizzata nel titolo potrebbe sembrare una banalità agli utenti più esperti che conoscono abbastanza bene l'intricato settore del connettore e dei cavi USB-C | qui una nostra sintesi: USB Type-C: il connettore dai mille volti #report | Non sono infatti rare le incompatibilità tra uno dei tanti cavi in commercio e gli altrettanto numerosi dispositivi dotati di connettore USB-C. Nel caso del Raspberry Pi 4, tuttavia, a determinare il problema è stata una progettazione del connettore non in linea con gli standard USB-C e un'attività di test evidentemente poco accurata.

Raspberry Pi 4, annunciato a fine giugno, è il primo modello delle dev-board Raspberry alimentabile tramite connettore USB-C, ma non tutti gli utenti potrebbero essere in grado di sfruttarlo con qualsiasi cavo. Nello specifico il problema nasce con i cavi USB-C e-marked, ovvero quelli dotati di chip che rileva la tipologia di dispositivo a cui è connesso e comunica al caricabatterie se è in grado di ricevere la corretta tensione di alimentazione. Sono cavi USB-C e-marked, ad esempio, quelli forniti in dotazione con i MacBook Pro o altri portatili che si ricaricano tramite porta USB-C Thunderbolt.


La causa del problema è legata alla realizzazione del connettore USB-C della Raspberry Pi 4: in sintesi, rispetto allo schema standard manca un resistore. Ciò non consente al chip presente nel cavo di rilevare correttamente la scheda che viene identificata come adattatore audio e che, come tale, non viene alimentata. Non c'è alcun rischio per l'utente finale - a scanso di equivoci, nessun pericolo di surriscaldamento o, peggio ancora, di incendio - semplicemente il dispositivo non si accende. L'aspetto negativo è che, trattandosi di un problema di natura hardware, bisognerà attendere una revisione della scheda per risolverlo.

Il fondatore della Raspberry Foundation, Eben Upton, ha ammesso l'errore, confermando che le prossime versioni della Raspberry Pi 4 lo cancelleranno. Per ora gli utenti dovranno semplicemente utilizzare o il connettore USB-C originale, oppure uno non e-marked. In termini pratici, nulla di drammatico - come detto le incompatibilità sono all'ordine del giorno tra connettori e cavi UBS-C - ma un piccolo scivolone per la Raspberry Foundation che, evidentemente, in fase di test della nuova scheda ha usato solo i cavi UBS-C più basilari e non quelli dotati di chip, senza dimenticare l'errore progettuale di fondo.


45

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicolò Veronese

Allora perdonami, ho interpretato male il tono del tuo commento.

Omtomamp

Io non stavo facendo nessuna polemica, volevo solo agganciarmi al tuo commento per dare una risposta più completa a chi a differenza mia e tua non sa tutta la storia, visto che la tua risposta, per quanto giusta, secondo me non copriva tutto lo spettro di utilizzo del termine.

Francesco Russo

E fa bene

MasterBlatter

Dell come hp ha solo un chip con connessione a 1 cavo che ritorna un codice, se il caricatore non è originale o il codice non è giusto (o non li ritorna proprio) ti blocca le frequenze di CPU e GPU per demotivare l'uso di brick compatibili

Maledetto

Sì ma non vedo il senso di fare la scenata che alcuni stanno facendo, non è un problema enorme rispetto ad altri errori che potevano fare

c1p8HD

Non è vero... sono troppi, difficili da capire per gli utenti comuni e in più hanno fatto la scelta disastrosa di permettere più standard con lo stesso spinotto senza neanche obbligare i produttori a rendere chiaramente riconoscibili gli standard supportati dal quel cavetto... peggio di così non potevano fare :D

Nicolò Veronese

Lo so benissimo che sono intercambiati nel linguaggio comune, proprio per questo mi è rimasto impresso il fatto. Io ho usato e uso tuttora il termine "resistenza". In inglese invece i termini sono usati correnttamente.

Leggere il termine corretto in un articolo o documento è la cosa giusta. Il termine resistenza è sbagliato, non è "meno giusto" come diceva alessio. Chiedeva infatti il perchè non usare resistenza, ho risposto spiegandogli differenza tra i due termini.

Ma sembra che si debba fare polemica per ogni cosa.

Francesco Russo

I telefono hanno problemi con cavi non originali o non certificati, te lo assicuro, dal IPhone da 1300€ al Huawei da 50€

Francesco Russo

Io intendo che non è grave perchè è ancora più grave se prende fuoco, una dev board serve per testare e molti la usano anche in progetti quindi non userei cavi o alimentatori a muzzo, ma cercherei il più giusto o direttamente l'alimentatore che offre il produttore, l'unica che a capito come si fa è DELL che se non usi l'alimentatore giusto te lo segnala e se è troppo ti blocca la carica del dispositivo (esperienza)

nessuno29

perchè devi difendere così...hanno sbagliato (figura di mmerda direi) uscirà una revisione

zdnko
Raspberry Pi 4: non tutti i cavi USB-C funzionano correttamente

I cavi funzionano, è il Raspberry che non va!

Omtomamp

Prima di tutto dico che hai ragione e che in questo caso è giusto dire resistore perché si parla esplicitamente del componente, però vorrei aggiungere per completezza una cosa.
In elettronica, in particolare nella progettazione o analisi di un circuito, i due termini vengono davvero intercambiati, perché a volte che tra due nodi ci sia una resistenza data da un resistore in quanto componente oppure che sia una resistenza equivalente data da chissà cosa (es. resistenze parassite o resistenza di ingresso di un transistor) è indifferente.

Chirurgo Plastico

Un emulatore hardware per giochi GBA che legga le rom e che possa usare anche le cartucce tipo super retro boy che non è più stato fatto?

Sterium

È sempre il PD il problema!

Maledetto

Sì, ho avuto problemi coi cavi specie quando usavo cavi vecchi su cellulari con la ricarica rapida, nonostante funzionassero mi davano problemi di connessione o di temperature

Senza dubbio, ho intenzione di farmi un computerino per scopi che non ho ancora ben chiaro.

The_Th

molti (io per primo) non prenderei il cavo da loro, ma essendo un connettore standard ne userei uno che ho a casa...

usare l'alimentatore di un altro portatile se è proprietario probabilmente nemmeno passa il connettore, se il portatile usa con connettore standard deve funzionare, altrimenti non è un connettore standard o non lo rispetta...
Il tuo telefono ha mai avito problemi a caricarsi con un cavo non originale?

Maledetto

Se vuoi un 4 aspetta che devono ancora aggiornare tutte le distro, se non ti serve tutta questa potenza ma solo una board per divertirti e provare prendilo che ti diverti

Maledetto

Però il cavo che non funziona non è quello che compri da loro ma uno che usi te, un po' come dire usare l'alimentatore di un portatile su un altro diverso, ci può stare che abbiamo problemi (specie se non sono gravi)

Felk

Ed ecco il motivo del perché coprare un prodotto nei primi mesi di commercializzazione è uno sbaglio colossale.

gioboni

Quindi il problema si pone solo con gli alimentatori+cavi USB-PD?

non opporre resistenza pls

Squak9000

qui proprio no...

ma comuque non conviene comprare ora per molti aspetti.

The_Th

beh, il fatto che non si accenda non mi sembra un problema trascurabile...
che non sia la fine del mondo ok, ma sicuramente è una seccatura per molti, quando vai per usarlo e non si accende...

Aster

probabile:)

Alessio Ferri

Sì, ma "questa resistenza qui quanto dissipa" o "si sono rotte le resistenze" sono più comuni da sentire. Poi in teoria si chiamano resistori

Francesco Russo

Scusa è un problema grave questo? Io sinceramente non lo vedo così sto grande problema visto il fatto che non si accende neanche è il fatto per qui non mi preoccupo, alla fine è la prima versione del dispositivo con questa porta ed è una dev board non un MacBook pagato 5000€

RiccardoC

sì appunto il gioco non vale la candela

Bello il Raspberry Pi, essendomi documentato, so che si possono fare belle cose.
Ho una mezza idea di prenderne uno.

Nicolò Veronese

Sono gli standard che le usb c seguono o che le interfacce che portano.

max

mi sono perso a USB-PD (che tra l'altro è la prima volta che leggo) XD

Thunderbolt, PCI-e, VCONN, USB BC1.2

anche questi non so cosa siano.
grazie comunque per il tempo dedicatomi

Nicolò Veronese

Non sono difficili da capire:

USB-PD -> Comunicazione digitale tra i dispositivi con negoziazione della potenza necessaria. (Segnali CC per la negoziazione e VBUS)

USB 3 -> La USB C può trasportare i segnali USB 3 oltre alla USB 2.
La USB-C Ha anche una coppia di pin per extra, queste sono le funzioni alternative (Possono essere Thunderbolt, Audio analogico, PCI-e, HDMI, DP.)
(Segnali SS-TX SS-RX e SBU a seconda di quanti ne servono)

La USB-C oltre alla alimentazione primaria è possibile anche alimentare i chip nei cavi "attivi". (Un cavo attivo è per esempio un cavo USB -> Audio) (VCONN)

Alcune funzionalità si attivano usando usando dei resistori sulla coppia segnali usata da USB-PD.

Putroppo non tutti hanno seguito lo standard e di conseguenza sono accaduti un sacco di casini.

L'ecezzione dello standard sono i cvi di ricarica rapida dei telefoni, quelli usano i segnali USB 2 per negoziare la potenza. (USB BC1.2)

Ricapitolando, la usb C fa un sacco di cose, a seconda di quante linee sono collegate e come sono collegate.

I cavi dovrebbero più o meno tutti seguire lo standard, ma la vera differenza lo fanno i dispositivi. Se non realizzati con testa possono esserci danni!.

csharpino

No il "M1nch1a" era per l'italiano usato nell'articolo non per il fatto in se....

Squak9000

che poi anche dalla cina 'sta roba costa praticamente lo stesso prezzo...

Squak9000

quale è il problema... su prende un cavo che non sia e-marked...

Aster

Valore e misura contro il componente sono due cose diverse

MasterBlatter

Niente di nuovo, anche nei precedenti modelli con micro usb i pin data non erano connessi a nulla

Nicolò Veronese

Non si tratta di di "è più corretto", una è la misura o valore l'altro è il componente. Quindi è semplicemente sbagliato chiamare resistenza un resistore..

Presi un bel 4 alla prima verifica di elettronica per questo e per altri errori, me lo ricordo ancora...

Capacità -> Condensatore
Resistenza -> Resistore
Induttanza -> Induttore

acitre

Nella maggior parte dei casi si compra un alimentatore ad hoc quindi non vedo grossi problemi. Chi va ad usare un alimentatore di un portatile molto costoso per un raspberry?

Io ho fatto 3 o 4 progetti con il pi3 e p3 b+ e sempre acquistato alimentatori insieme ai kit di accessori della board.

csharpino

"Non è infatti infrequente che..."
"il primo modello della dev-board ricaricabile..."

Mi viene solo da dire: M1nch1a...

sagitt

esatto

RiccardoC

questo è uno dei motivi per cui tendo ad acquistare lì, anche se spendo un po' di più; lo rimandi indietro e ti rimborsano, punto.

sagitt

Vai di reso ad amazon, comunque se è solo per alimentarla poco male

Alessio Ferri

Perché non scrivere resistenza invece di resistore?

max

Una volta ho provato a leggere il vostro articolo sulle usb type C.
Dopo 5 minuti non sapevo più cosa stessi leggendo xD
Rimarranno un mistero a vita per me le type C

Samsung

Xiaomi Mi 9T VS Samsung Galaxy A50: confronto fra best buy

HDMotori.it

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A80 (2019): la fotocamera rotante non basta

Amazon

Le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2019 | Martedì 16 luglio