Nintendo conferma: parte della produzione di Switch lascerà la Cina

09 Luglio 2019 21

Nintendo ha confermato a Reuters la sua intenzione di spostare parte della filiera produttiva di Switch al di fuori della Cina. La notizia era emersa come indiscrezione già nelle scorse settimane, tuttavia oggi assume carattere di ufficialità, dal momento che un portavoce della casa di Kyoto ha dichiarato che Nintendo ha scelto di diversificare la produzione affidandosi alle fabbriche presenti in Vietnam.

Lo scontro commerciale tra Stati Uniti e Cina continua ad offrire momenti che alternano fasi di tregua ad altre di conflitto intenso, dando origine ad una situazione che non fa che aumentare l'incertezza. Questa è senza dubbio la peggior nemica delle aziende, le quali desiderano operare in contesti prevedibili e facilmente gestibili; quando la calma non è più garantita, ecco che vengono messe in atto manovre di delocalizzazione verso lidi più sicuri.

Il Vietnam rappresenta certamente una delle mete preferite di colossi dell'elettronica che cercano riparo dall'incertezza che ormai caratterizza il contesto cinese; non solo si tratta di una regione totalmente estranea allo scontro commerciale, ma presenta anche un costo del lavoro tra i più bassi al mondo.

Nintendo - più precisamente i suoi partner, dal momento che la società non produce direttamente il suo hardware - dovrebbe completare la transizione entro l'estate, anche se non è chiaro per quale percentuale della sua produzione totale. Un caso simile a questo è quello di Apple, la quale sta lavorando per portare fuori dalla Cina almeno il 15-30% della sua produzione; non sappiamo se anche per la casa di Kyoto siano in ballo percentuali simili o addirittura superiori.


21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ste

Be in realtà le multinazionali sarebbero costrette ad abbassare i margini e gli stipendi dei dirigenti. Ma questo solo se in Tutto l'occidente funzionasse così. Utopia

BLERY
BLERY

Vedi Huawei Xiaomi Meizu

Andrej Peribar

Concordo.

Infatti È esattamente quello che chiedevo (pensavo ironicamente) al mio interlocutore con la frase "cosa credi sia più probabile?!"

Dark!tetto

Veramente credo che ormai sia impossibile se non portando al collasso l'intero globo. È anche una questione di numeri, la popolazione globale è cresciuta un bel pò da quando produciamo in Cina, e le società "civili" che usufruiscono della loro forza lavoro (e risorse ovviamente) sono aumentate pure. Tutto (o quasi) è costruito in cina ed è su quello che si basa il mercato per come lo conosciamo, dalle pompe di benzina alle sirene dei pompieri, dalle barelle in ambulanza ai monitor di wallstreet. Purtroppo anche limitando gli acquisti la crescita demografica annullerà l'effetto e al massimo credo (io personalmente) che se va bene riusciamo a non peggiorare troppo la situazione, ma per invertire il trend si dovrebbe sterminare il 30/40% della popolazione, quello che consuma di più ovviamente...

Andrej Peribar

Esattamente.

Sperando che il paragone sia chiaro, noi siamo il dr. Frankenstein e vogliamo fare finta che il mostro non sia nostro.

Ma il mostro vuole solo una ruolo nel mondo.

Andrej Peribar

Grazie :)

Vive

esatto bisognerebbe gradualmente abituarci all'idea che la produzione costa in un paese dove la schiavitù é illegale.

Va anche detto che nel caso della Cina, noi sotto molti aspetti abbiamo sostenuto la loro crescita nella speranza/convinzione che con standard di vita più alti, anche da loro sarebbe arrivata una democrazia, cosi non é stato.

Dark!tetto

Insomma sai, temo che semplicemente non ci si renda nemmeno conto di quanto in realtà consumiamo e sprechiamo. Sono un appassionato di tecnologia, e la tecnologia è il mio lavoro da oltre 20 anni, ma mi rendo conto di quanto spreco ci sia nella vita di tutti. Comodità futili che hanno però un impatto ambientale distruttivo, e questa cosa purtroppo ci colpice tutti, che poi solo una minima parte lo ignora/nega e fa molto rumore sono d'accordissimo.

SuperDuo

Va beh, hai ragione tu.

Andrej Peribar

Cosa non ti è chiaro del mio messaggio?!

L'economia viaggiava bene ma a ritmi meno intensi.

Ecco perché se vuoi "liberare" la produzione dal terzo mondo devi limitare i tuoi acquisti.

Non ho detto che è impossibile, ho detto che è improbabile

SuperDuo

Quando in realtà più consumano e più sono poveri e viceversa.

Per fortuna, solo una piccola parte è così (anche se è la più rumorosa). Gli altri sono ancora esseri intelligenti

SuperDuo

L'economia viaggiava bene in europa e USA quando in cina, vietnam, india non avevano nemmeno la carta igienica e morivano di fame per strada.
NOI gli abbiamo dato il potere concedendo alle multinazionali di fare i loro por*i comodi importando qui roba fatta dall'altra parte del mondo.

In nome del libero commercio e della stabilizzazione mondiale che, alla fine, nemmeno ha funzionato dato che le dittature accrescono il loro potere e le democrazie lo perdono.

E se l'economia crolla per qualche anno pazienza. L'abbiamo fatta crollare per arricchire qualche grasso banchiere americano con subprime, possiamo anche farlo per riprendere il controllo dell'economia e della produzione.

Tuone

Si perche il restante 99,99% di produttori mondiali invece operano diversamente...

Andrej Peribar

Certo e poi collassa l'economia mondiale.

Ma non l'avete capito che le chiacchiere sul "nemico orientale" sono solo demagogia per prendere voti?!

Noi occidentali sfruttiamo questi paesi per mantenere il nostro stile di vita.

Già questo è il nostro vantaggio.

Vogliamo non dipendere da loro.
Perfetto, mi inviti a nozze.

Ma dobbiamo rivalutare la nostra brama di consumi e riappropriarci della equità d'acquisto.

Cosa ti sembra più probabile?

E anche l'avere umano.

Andrej Peribar

M'è piaciuta

Dark!tetto

Troppo tardi, ormai l'europeo medio è sempre più simile al americano medio e fa del consumismo l'unico modo per non sentirsi povero...

SuperDuo

Tutti invietnam vanno. Altra nazione con un singolo partito e libertà discutibili.

Non sarebbe complicato: o produci in paesi che hanno standard sociali e ambientali uguali o superiori ai miei, oppure non importi nemmeno un cavetto.

L'europa dovrebbe fare così.

BLERY

Brava Nintendo cercate sempre mercati dove sfruttare l'essere umano

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A80 (2019): la fotocamera rotante non basta

Amazon

Le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2019 | Martedì 16 luglio

Amazon

Le migliori offerte del Prime Day 2019 Amazon | Smart Home, TV, audio e foto

LG

Recensione LG V50 ThinQ 5G: concreto apripista, ma le reti?