Google citata in giudizio per utilizzo improprio di dati medici

27 Giugno 2019 25

Nuove beghe legali per Google, questa volta l'azienda di Mountain View è stata citata in giudizio attraverso una potenziale azione legale collettiva. L'accusa parla di utilizzo inappropriato di dati provenienti da migliaia di cartelle cliniche ospedaliere, dunque si parla di un possibile problema di privacy in ambiente sanitario.

La presentazione risale a ieri e rispecchia le crescenti preoccupazioni in ambito privacy, soprattutto quando di mezzo ci sono giganti della tecnologia come Google, Apple e Microsoft. L'idea di base è buona, aiutare le grandi realtà ospedaliere nell'organizzazione dei dati medici a scopo diagnostico, fornendo servizi basati sull'intelligenza artificiale per l'incrocio dei dati. Se da un lato i benefici potrebbero essere palpabili, dall'altro c'è molta preoccupazione nell'offrire a queste aziende una visione d'insieme degli utenti di questa portata.

La causa nei confronti di Google riguarda un accordo stipulato nel 2017 tra Google e il Medical Center dell'Università di Chicago, anch'esso imputato come parte in causa. Tra il 2009 e il 2016, Google ha ottenuto l'accesso alle cartelle cliniche dei pazienti, con il fine di sviluppare nuovi strumenti di gestione basati sull'intelligenza artificiale.

In un post sul blog , Google afferma che avrebbe presto potuto "prevedere con precisione eventi medici, ad esempio se i pazienti saranno ricoverati, quanto rimarranno in degenza e l'andamento della loro salute."

Google punta la sua difesa sul fatto che le cartelle cliniche utilizzate sarebbero state prive di ogni identificativo personale, l'accusa crede che il processo non sia stato così anonimo come Google vorrebbe dare a intendere. Sempre secondo la causa, queste informazioni potrebbero essere combinate con i dati sulla posizione raccolti dal sistema operativo mobile Android di Google per rivelare le identità dei singoli pazienti.

Per quanto riguarda le altre informazioni contenute nei registri, si parla di dati come altezza, peso, segni vitali delle persone, malattie in corso e recenti procedure mediche. Un portavoce di Google ha dichiarato quanto segue al New York Times :

"Riteniamo che la nostra ricerca sull'assistenza sanitaria possa contribuire a salvare vite umane in futuro, motivo per cui prendiamo sul serio la privacy e seguiamo tutte le norme e i regolamenti in materia di gestione della salute."

Google sta affrontando diverse problematiche legate alla privacy su più fronti, è recente la denuncia presso le rispettive autorità Antitrust di alcuni paesi europei, Italia inclusa, per una potenziale violazione della privacy da parte di Google, legata alla gestione dei dati relativi agli annunci pubblicitari online

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 455 euro oppure da ePrice a 539 euro.

25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Albi Veruari

Perchè è usato solo in Toscana tra le aree vaste ed è una cosa recente. Considera che quando ero in tirocinio 3 anni fa usavamo ancora il cartaceo.

auleiaauleia

non trovo niente con questo nome

Barty

I see you're a man of culture

ForTheLulz

preferisco xvideos

ForTheLulz

opera touch

Cerbero
Cerbero

Forse per la prima volta.... ma la penso esattamente come te. (non sono l'unico a quanto pare)

Ngamer

allora sono loro da denunciare :P

ErCipolla

"Sempre secondo la causa, queste informazioni potrebbero essere combinate con i dati sulla posizione raccolti dal sistema operativo mobile Android di Google per rivelare le identità dei singoli pazienti"

Questa mica l'ho capita... cioè le cartelle cliniche erano legate all'account google/dispositivo Android? Perché quelli SONO identificativi personali, se questa associazione è presente nel dataset non capisco come si possa affermare che "le cartelle cliniche utilizzate sarebbero state prive di ogni identificativo personale". Qua una delle due parti sta sparando balle spaziali...

StriderWhite

Se al medical center dell'Università di Chicago sono stati abbastanza furbi da fornire a Google i dati in forma anonima...

Ngamer

se anonime ok altrimenti non va bene

Andrej Peribar

In effetti

Andrej Peribar

Per usare un eufemismo

Andrej Peribar

Che browser usi?

Callea

Diciamo pure, senza mezzi termini, che la distruzione della privacy è il loro core busines.

Albi Veruari

Aurora/Pleiade

Bellerofonte

Il vero business lo faranno con le assicurazioni mediche che potranno contare su informazioni storicizzate. Risultato, più opportunità per contestare/rifiutare prestazioni. Della serie "ci risulta che lei ha manifestato sintomi tipici di chi era già malato di..." Etc, etc

Max

Pornhub ?

Max

La privacy non fa parte della sua cultura societaria ...

ForTheLulz

Ormai la pubblicità è sempre più mirata, per un attimo mi si era disabilitato l'adblock sul cellulare e ho rivisto in forma di pubblicità la mia cronologia di mesi

Giardiniere Willy

Le cartelle cliniche dei pazienti sono estremamente private. Salvo casi particolari non possono essere diffuse (se non erro in caso di tbc va comunicato all'asl, per esempio). Ma in genere, se non c'è rischio infettivo o la necessità di un consulto specialistico, non si può assolutamente diffondere questi dati ad altri soggetti

Giardiniere Willy

Basta leggere il terzo paragrafo.

"La causa nei confronti di Google riguarda un accordo stipulato nel 2017 tra Google e il Medical Center dell'Università di Chicago, anch'esso imputato come parte in causa. Tra il 2009 e il 2016, Google ha ottenuto l'accesso alle cartelle cliniche dei pazienti, con il fine di sviluppare nuovi strumenti di gestione basati sull'intelligenza artificiale."

auleiaauleia

quale software usate?

Albi Veruari

E come hanno fatto? Dove lavoro io si usa la cartella elettronica ma questa è straprotetta e criptata e non si usa google per accedervi.

GTX88

Hanno chiesto il permesso a zio trump?

Android

Samsung Galaxy S10e: l'ultimo immortale | La Riprova dopo 11 mesi | Video

Tecnologia

Il cellulare fa male? Ecco 8 consigli utili da HDblog | Video

Android

Recensione Samsung Galaxy A51: pronto a conquistare la fascia media

Eventi

HDblog presenta in anteprima italiana gli SSD Touch T7 | Milano, 28 gennaio