SK Hynix annuncia il primo chip NAND TLC 4D 128-layer da 1Tb

26 Giugno 2019 25

SK Hynix ha annunciato di aver dato il via alla produzione in volumi del primo chip NAND TLC 4D 128-layer da 1Tb. Un traguardo importante per l'azienda, molto attiva anche nel settore delle memorie DDR | SK Hynix: memorie DRAM DDR6 fino a 12 Gbps | che permetterà di aumentare nettamente la densità delle memorie NAND e di conseguenza la capacità di storage degli SSD e dei dispositivi di archiviazione che utilizzano questa tecnologia.

La nuova proposta di SK Hynix offre una densità a dir poco impressionante: ben 360 miliardi di celle NAND per singolo chip, ognuna delle quali può memorizzare 3 bit. In commercio esistono già diversi chip NAND da 1 Tb ma solo di tipo QLC (Quad-Level-Cell), SK Hynix è la prima a commercializzare una NAND da 1Tb di tipo TLC (Triple-Level-Cell).


Sk Hynix presentò la sua tecnologia NAND 4D lo scorso ottobre, proponendo una soluzione 96-layer che combinava un design 3D CTF (Charge Trap Flash) con la tecnologia PUC (Peri. Under Cell). Grazie a diverse ottimizzazioni del progetto, che prevedono un design ultra-fast/low-power in coppia con le tecnologie come ultra-homogeneous vertical etching e high-reliability multi-layer thin-film cell formation, il produttore ha potuto migliorare ulteriormente il processo di produzione fino al 5%, riuscendo di fatto a impilare ulteriori 32 strati (layer), passando da 96 agli attuali 128.

Questo chip offre una velocità di trasferimento dati di 1400 Mbps con 1,2 Volt, ma quello che più colpisce è l'impatto economico nettamente inferiore rispetto al passato registrato nella fase di transizione da 96 a 128 strati. Stando a quanto dichiara SK Hynix infatti, i costi per questa transizione sono scesi del 60%, mentre la produttività per wafer salirà del 40%.

SK Hynix inizierà le spedizioni dei primi lotti NAND TLC 4D 128-layer a partire dalla seconda metà dell'anno, al tempo stesso continuerà a sviluppare le prime soluzioni UFS 3.1 per smartphone, attese sul mercato per il primo semestre 2020.


25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
BLERY

Sicuramente.. è non solo

densou

e manco hai parlato delle 'planari' ecc :°D

c0s87

Non piu, ormai molte hanno la stessa resistenza, anche in velocità hanno pareggiato quindi la tecnologia è andata avanti, certo se poi parli delle eMLC , quelle che si usano in campo datacenter, allora siamo su un altro pianeta, ma costano anche molto di piu.

Sterium
Sterium

Se vuoi longevità so va di mlc 2bit cella

Raffaele

Comunque c'è da dire che ormai gli SSD non hanno più motivo per non essere usati a meno di non necessitare grandi quantità di dati... Ho appena preso un silicon power nvme da 1tb con nand Toshiba 64 layer e controller phison a meno di 140 euro. L endurance garantita 5 anni è impressionante, 1400 tbw.... Oltretutto ho letto ieri un articolo di un test fatto su una decina di ssd dove sono stati letti e scritti fino a 1,2 petabyte di dati... E molti degli ssd testati hanno abbondantemente superato i dati massimo di tbw dichiarati dai produttori... Un Samsung 850 evo è arrivato a 1,2 petabyte di scrittura prima di rompersi definitivamente (impossibilità di accedere ai dati) mentre fino a quel punto al massimo celle riallocate e dati sempre recuperabili. Serve solo ancora un poco di limata ai prezzi per portare 4tb di ssd a costare come 6tb di hard disk e ci siamo... Un paio di anni al massimo

Simone

ho una discreta conoscenza del campo tecnico ma non mi suono mai occupato di memorie... grazie mille.

c0s87

Sui nomi diciamo che si è fatto una piccola confusione, perchè MLC sta per multy level cell, ovvero piu bit per cella, Le SLC dei primissimi SSD davano la possibilità di una singolo Bit, MLC invece permette 2 bit per cella, ma anche TLC e QLC rientrano nelle memorie MLC essendo anche loro Multi level Cell, ma poi sono state cambiate in triple e quad per evitare problemi.

Cerco di spiegarlo in maniera semplice, oltre alla resistenza delle celle alla scrittura, devi vedere la latenza delle celle cosa importante, e qui che il discorso cambia tra MLC - TLC e QLC, perchè ogni volta che un disco QLC deve richiamare un dato è leggermente piu lento di una TLC, ma infinitamente piu lento in scrittura dovendo scrivere piu bit ( il doppio ) ,questo si traduce in prestazioni peggiori,
Difficile spiegarlo in maniera semplice semplice...

Simone

Non capisco perché una TLC sia più prestante...

MLC invece cosa sarebbe?
Grazie.

c0s87

La prima usa 4 bit per cella, la seconda 3bit..... cambia anche la velocità e la durata che le celle hanno, ma di contro è piu economico ( ancor di piu in futuro ) produrre una QLC che una TLC, permettendo l'aumento di Taglio al medesimo costo o meno....... Diciamo che ad oggi se ti serve velocità e resistenza alle scritture vai di TLC, se ti serve spazio e lo usi piu per lettura che per scrittura, allora la QLC è ottima.

Simone

Che differenza c'è tra TLC e QLC?

Simone

Che differenza c'è tra QLC e TLC?

c0s87

Come è stata pensata la rete in farm, abbiamo due dorsali proprietarie, ma si appoggiano ad apparati che non permettono lo switch automatico, quindi ogni volta ( rarissimo ) che succede dobbiamo cambiare tutto manualmente, quindi invece di metterci 1 minuto circa, che è l'up time di una 99.9, ci impieghiamo circa 4 minuti, che corrispondo al 99.7..... metre sui server a livello HW possiamo intervenire solo io e un mio collega, quindi se ci sono piu guasti, possiamo metterci qualche ora... una volta durante il turno di notte ho cambiato 21 hd su 14 server, dovendo avviare il ripristino dei dati via backup, in modo che la mattina tutto potesse funzionare senza problemi, visto che i nostri clienti sono enti, banche, società multinazionali ect....

Alessio Ferri

99.7 non l'ho mai sentito, ci sono problemi tecnici particolari per non arrivare a uno SLA del 99.9%?

c0s87

Noi non abbiamo problemi sullo storage, i nostri sistemi flash sono previsti di tutto, hanno 3 alimentatori rindondanti e due sono su una linea , il terzo su altra, oltre ad avere UPC dedicato, deve succedere una catastrofe planetaria per avere problemi.
Comunque i dischi che solitamente usiamo sui server non storage, hanno tutte le protezioni per portare a termine le operazioni e non corrompere i dati, ma non hanno nulla contro l'interruzione prolungata, ma in farm con una SLA del 99% difficilmente siamo oltre 1/2 ore di stop, anche in caso di guasto serio ( MB o altro ), avviamo una macchina simile, come tampone , per poi ridare al cliente una macchina come da richiesta, uovamente up e funzionante in meno di 1 giorno.

Alessio Ferri

Non avete i controller dedicati con batteria tampone?

Cerbero

Per carita' non viene specificato. I tagli essendo da 128GB fino a 512GB potrebbero essere benissimo MLC. Quello che mi pare strano e' che non c'e' in teoria,tecnologia di memoria flash (SLC,MLC,TLC) a non soffrire della cosi' detta mancanza di alimentazione, anche se la cosa pare esser peggiorativa con l'aumento dei bit per cella (peggiorativa sì ma non a livelli esponenziali). Nonostante cio' se la cosa fosse impattante in maniera rilevante nessuno lo proporrebbe come backup.Invece...
Consideriamo poi,che tutti noi piu' o meno abbiamo SSD di prima,seconda e terza generazione e possiamo valutare direttamente il grado di retention dei dati in esso contenuti. Personalmente avevo fatto qualcosa del genere con un SSD MLC Crucial,lasciandolo per diversi mesi senza alimentazione (proprio come si farebbe con un normale disco da 2,5") e non ho riscontrato alcun problema. I mesi credo fossero quattro o cinque.
Comunque penso che il backup classico che e' diverso dall'archiviazione dei dati (spesso la gente li confonde,gli SSD vadano benissimo.
Per l'archiviazione invece, non vedo come i dischi possano esser valutati: non hanno la caratteristica di poter essere in sola lettura (WORM),quindi sono suscettibili di modifica dei dati volontaria ed involontaria ( es. corruzione filesytem,attacco di ramsomware,ecc..), sono sensibilissimi agli urti,hanno capacita' di stoccaggio modeste e non hanno tecnologia software universalmente valida (l'accesso ai dati dipende dalla capacita' di riconoscimento del file system da parte del sistema).
In generale comunque anche Seagate e Western Digital ci credono a tal punto nei dischi che pure le linee dedicate allo storage online dei dati e dei backup (vedi ad esempio Ironwolf) comincia ad essere proposto con tecnologia SSD.... la cosa fa riflettere parecchio.

c0s87

Secondo report che abbiamo in farm, MLC inizia a corrompere i dati dopo quasi 2 mesi senza alimentazione, mentre TLC dopo 20/25 giorni ( inizialmente entro 8 giorni ), quindi come storage cold non sono indicati, ma a storage clado vanno benone, in nessun scenario rimani senza il pc acceso per 25 giorni ( almeno a me non succede anche facendo molti viaggi all'anno ).
Non ho dati su QLC ma credo si assesti sui 10/12 giorni...

P.s. le eMLC dlle versioni datacenter hanno quasi 4 mesi senza alimentazioni, differente invece la perdita di dati durante la scrittura per mancanza di corrente, in quel caso solo poche unità riescono a non corrompere i dati.

Account Anniversario

I TLC?

Cerbero

Comincio ad avere qualche dubbio sull'effettiva fragilità degli SSD non alimentati. Vengono oramai tranquillamente proposti come cartucce di backup negli RDX.

Cerbero

Beh mi pare che con queste memorie si macinino record su record!
Avanti di questo passo e per i dischi rigidi ci sarà ben poco da fare anche al netto delle futuribili innovazioni,intendo MAMR e HAMR.

Account Anniversario

Certo... Ti spacca i dati se non alimentato. Letteralmente. LoL

Super Rich Vintage

Ahia sono rimasto abbagliato!!!

BLERY

Bei piatti per servire chitarrine alla zingara

Nicola Casu

Se il prezzo è conveniente, direi che come archivio spacca alla grande

Asus

Asus Rog Phone 2 ufficiale: il miglior gaming phone ora ha 6000mAh | Anteprima

Samsung

Xiaomi Mi 9T VS Samsung Galaxy A50: confronto fra best buy

HDMotori.it

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A80 (2019): la fotocamera rotante non basta