Huawei Ban: Micron riprende parte delle forniture

26 Giugno 2019 24

Micron ha confermato di aver riattivato le forniture di alcuni componenti a Huawei nelle ultime due settimane. La decisione è stata adottata dopo aver valutato che le spedizioni di tali prodotti non violano il ban posto a carico del produttore cinese. A confermare la notizia è il CEO di Micron, Sanjay Mehrotra:

Abbiamo stabilito che possiamo legittimamente riprendere le consegne di un sottoinsieme degli attuali prodotti perché non sono soggetti alle norme sulla gestione delle esportazioni e alle limitazioni relative alla ''entity list".

Si ricorda che in base alle norme imposte dal governo statunitense, Huawei non può ricevere forniture di prodotti realizzati con il 25% (o più) di materiali o tecnologie provenienti dagli Stati Uniti. Micron ha evidentemente trovato il modo di non far ricadere le merci in oggetto in tali restrizioni - secondo quanto riporta il New York Times, sfruttando a suo vantaggio la normativa sull'etichettatura dei prodotti fabbricati negli Stati Uniti.

Il produttore di chip di memoria ha riattivato parte delle forniture a Huawei nelle ultime due settimane

Un segnale positivo per Huawei, anche se l'evoluzione della vicenda presenta ancora margini di incertezza, come la stessa Micron sottolinea:

C'è tuttavia un persistente e notevole grado di incertezza sulla situazione di Huawei e non siamo in grado di prevedere né i volumi, né per quanto tempo saremo in grado di consegnare prodotti a Huawei.

Il produttore di chip di memoria ha ricordato che Huawei rappresenta il suo principale cliente e che l'impatto del ban potrebbe tradursi in 200 milioni di dollari di mancati ricavi nel terzo trimestre.

Nei giorni scorsi importanti protagonisti del mercato hi-tech hanno chiesto agli Stati Uniti di riconsiderare le sanzioni e si sono registrati altri segnali di ''disgelo'' tra le aziende statunitensi e Huawei. La situazione resta delicata, anche tenuto conto che per stabilire se il ban verrà riconfermato o meno bisognerà attendere il 19 agosto - al netto di eventuali accordi tra Stati Uniti e Cina che potrebbero ribaltare la situazione anche prima di tale data.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 709 euro.

24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrea Z.

no, cerca autonomamente così non c'è il rischio che ti mando materiale contestabile, ma ci sono report di tante testate giornalistiche, della rai, di tutti. Ci sono stati enormi sequestri più volte in più posti. Avviene giornalmente. Il marchio è finto, non garantisce nulla, i controlli vengono giornalmente aggirati.
E' tutto filmato, cerca e vedi.

Frazzngarth

il prosciutto di Parma per avere etichetta prosciutto di Parma deve essere per forza prodotto entro tot km. da Parma, se no non è prosciutto di Parma.

non c'è niente da cercare o linkare... quello che dici tu è una minuscola minoranza

Andrea Z.

Vero.
Poi ci sono i casi opposti ovvero il il grana padano che è davvero italianissimo fatto in italia con materie prime italiane, ma è fatto al 100% da personale di nascita, origine e nazionalità indiana e religione sikh.
Insomma per quanto mi riguarda, non so se s'era capito, il "made in...." non ha proprio alcun senso di esistere come etichetta, non ha un significato davvero chiaro, non serve a niente.
Tornando ad huawei, paradossalmente se huawei si fa una sotto società con sede a new york può fabbricare lì i suoi apparati e venderli in america... non lo fa perchè non conviene economicamente, ma trump sotto sotto è semplicemente questo che vorrebbe... che si facessero soldi in america.

TLC 2.0

Purtroppo per i prodotti a consumo mondiale (come Parma, Grana Padano, Parmigiano, Mozzarella di bufala campana, ecc) è facile che accada. Tempo fa si scoprì che molte forme di Parmigiano erano in realtà rumene e slovacche rimarchiate. Per i prodotti a elevata diffusione è così, fortunatamente di meno sui prodotti radicati nel territorio come per esempio il San Daniele, il Norcino, il prosciutto di Cinta Senese e Nero di Calabria, il Trentingrana, ecc...

Andrea Z.

esattamente quanto gli iphone sono americani.
ovvero... no.
cerca su google, oppure guarda i link che ho già fornito nei commenti qua sopra

Frazzngarth

il concetto...

il prosciutto di Parma è italiano.

Andrea Z.

ovvero in olanda.... come gli iphone sono cinesi... dai non ci illudiamo con queste storielle...

Andrea Z.

https :// ilfattoalimentare . it/prosciutti-controlli-prosciuttopoli-maiali . html

Andrea Z.

https :// parma. repubblica. it/cronaca/2010/07/06/news/coldiretti_made_in_italy_dall_estero-5432308/

Andrea Z.

giusto.
io aggiungevo che come da molti reportage anche rai poi di fatto queste regole non vengono mai rispettate, e una bestia vissuta alla periferia di tirana sui balcani può farsi una settimana "di vacanza" a parma e diventare un prosciutto di parma

Andrea Z.

cosa non ti è chiaro, la terminologia, la grammatica o il concetto?

Andrea Z.

si magari, sono usciti molti reportage che dimostrano il contrario

Giuseppe Pippo

che buffoni….!!!! non hanno neppure le palle per mandare a quel paese quel bifolco del loro presidente che grazie alla ora mai espansione di ignoranza dilagante in usa e in diversi paesi come anche l'italia quel bifolco di Donald Trump e quel pirla suo sosia di Salvini questo produce una società povera di idee e ignorante...

Frazzngarth

ma che stai a dì?

TLC 2.0

DOP; Denominazione di Origine Protetta. Indica che il prodotto DOP in questione deve sottostare a rigide norme decise dal Consorzio di cui fanno parte le aziende che lo producono, ad un disciplinare di produzione rigido e può essere prodotto entro un tot di km della zona di produzione oggetto di certificazione. Per esempio, il Prosciutto di Parma è chiamato "di Parma", ma il vero nome sarebbe "di Langhirano", ma essendo DOP, può essere prodotto entro un tot di km da Parma, e Langhirano fa parte della provincia parmense. Stessa cosa si può dire per il Parmigiano Reggiano e il Granan Padano, che possono essere prodotti entro un tot di km da Parma e Reggio Emilia e solamente (per il Grana) nei comuni della Pianura Padana

Luca Lindholm

Per un attimo avevo letto "Microsoft".

O.o

Mariux Revolutions

Le pecore stanno man mano tornando all'ovile

Luca Lindholm

Posso saperne di più?

giangio87

E non e' di parma, ma deve essere fatto secondo disciplinare entro una determinata zona geografica.

Andrej Peribar

Si calcolano i brevetti.

Andrea Z.

considera che pure il prosciutto di parma ha solo l'etichetta, di parma... non è manco davvero italiano.
le etichette non valgono gran che....

momentarybliss

Che poi come si calcola il 25% di tecnologia americana all'interno di un prodotto? Ma chi va a controllare poi se se si sfora, anche di poco? E poi bisogna vedere quanta di quella tecnologia sia poi effettivamente americana e non il risultato finale di più forniture coperte anche da brevetti di paesi terzi

guari

Li hanno sbannati!

Jiek

Pure a me perderebbero le mani se da un giorno all'altro mi vedo mancare circa 200 milioni di ricavo

Android

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Amazon

Le migliori offerte Amazon, Unieuro e Mediaworld verso Black Friday 2019

Alta definizione

Samsung The Frame 2019: ecco perché è un TV differente | Video

Android

Recensione Xiaomi Mi Note 10: 5 cam posteriori e batteria grandissima