Recensione Crash Team Racing: Nitro-Fueled: Potere di Bandicoot!

21 Giugno 2019 139

Crash Team Racing è stato per lungo tempo uno dei migliori party-game dell'era PlayStation. Attenzione, non parlo di party-game nel senso letterale del termine; quel ruolo è stato ricoperto da Crash Bash, il primo di una lunga serie a non essere più curato e seguito da mamma Naughty Dog.

Quando dico che CTR è un party-game mi riferisco all'atmosfera festosa che accompagnava l'inserimento del CD nella PlayStation, specialmente quando di fianco a noi ci stava un amico o un'amica con cui condividere questa fantastica esperienza di gioco. Per non parlare poi di quando qualcuno nel gruppo - solitamente l'amico più esperto - arrivava a casa nostra portando i suoi joypad e un Multitap, accessorio - al tempo - quasi del tutto sconosciuto ai più, ma che permetteva di collegare sino a 4 pad in una sola porta, moltiplicando il divertimento in maniera esponenziale.

Darsi battaglia lungo le tubazioni che compongono Pista Cloaca, cercare di non cadere dai bordi di Via Aria Calda, o ancora evitare l'odioso fango di Arena Piccola; tutto ciò aveva sicuramente un altro sapore se fatto con tanti amici al proprio fianco. Ecco perché CTR è stato senza dubbio un party-game, un gioco attorno al quale era impossibile che non si creasse una festa.

Quando Activision ha reso noto di essere pronta a riportare la trilogia originale sull'attuale generazione - realizzando quella piccola perla che è N. Sane Trilogy -, in tanti hanno chiesto a gran voce che anche CTR non fosse lasciato fuori dall'operazione. L'accorato appello dei fan è stato accolto solo in seguito e forse è meglio così: Crash Team Racing meritava senza dubbio di essere trattato come un titolo a sé.

Eccoci quindi giunti al momento tanto atteso: a 20 anni dall'originale del 1999, siamo pronti a metterci nuovamente al volante del kart in questo nuovo Crash Team Racing: Nitro-Fueled. Non ci resta che scoprire quanto dello spirito del primo CTR sia sopravvissuto dopo ben due decadi.

UNA VALANGA DI CONTENUTI

L'edizione Nitro-Fueled ripropone lo stesso tipo di lavoro svolto sulla N. Sane Trilogy e ci offre quindi un gioco il più fedele possibile all'originale, arricchendolo con alcuni elementi di personalizzazione del tutto opzionali.

I puristi potranno infatti scegliere se utilizzare la colonna sonora remixata o quella classica, potranno affrontare la campagna in modalità "classica" o Nitro-Fueled, potranno persino scegliere i modelli poligonali originali per i kart e i personaggi principali, rinunciando a qualsiasi orpello estetico che possa alterare l'esperienza. A questo grande richiamo al passato si contrappone l'aggiunta di personaggi del tutto inediti (alcuni in arrivo) per il titolo, una nuova schermata di personalizzazione del kart e persino un negozio giornaliero dove spendere le monete accumulate con le gare per poter acquistare skin, personaggi e bundle. Ma andiamo con ordine.

L'edizione che ho provato è quella per PlayStation 4, giocata su una PS4 Pro. Sia la Pro che Xbox One X, che le rispettive varianti base e Nintendo Switch si fermano sempre e comunque a 30 fps (correzione, le versioni midgen non vanno a 60 fps). Dal punto di vista tecnico i ragazzi di Beenox sono stati in grado di effettuare un lavoro di ricostruzione di livello praticamente identico a quanto fatto due anni fa dai Vicarious Vision, entrambe operanti all'interno di Activision.

Questo significa che ogni pista, ogni arma e ogni personaggio sono delle copie 1:1 di ciò che era presente nel capitolo per PlayStation, ovviamente reinterpretati e restaurati in chiave moderna. I tracciati ripropongono lo stesso feeling degli originali, con curve e dossi ricostruiti con precisione millimetrica: se avete spolpato CTR ai suoi tempi, vi basteranno pochi minuti per ritrovare le stesse sensazioni dell'epoca e se la memoria non vi inganna riuscirete anche a sfruttare tutte le scorciatoie che avevate imparato a prendere dopo aver studiato ogni millimetro di ogni tracciato.

L'effetto nostalgia per il veterano della serie è dirompente e comincia già dal menù iniziale, il quale ripropone lo stile dell'originale - a partire dal celebre jingle -, ma non rinuncia ad arricchirsi di tante voci aggiuntive che ci fanno capire di trovarci davanti a più di un semplice remake.

Nitro-Fueled, infatti, ci permetterà di giocare la classica modalità Avventura - sia in versione classica che Nitro-Fueled (ovvero con la possibilità di scegliere il livello di difficoltà e le personalizzazioni dei kart) -, ma questa non è più necessaria per poter accedere a tutti i contenuti. Se infatti non avete voglia di rivivere la trama del gioco - un semplice pretesto per affrontare una serie di tracciati di difficoltà crescente e delle sfide contro i 4 boss - potrete direttamente buttarvi nella modalità Arcade Locale.


Al suo interno troverete una vastissima gamma di modalità di gioco che vi permetteranno di accedere sin da subito a tutte e 32 le piste. Questo numero include sia tutti i tracciati originali del primo CTR che le 13 provenienti da Nitro Kart. Nitro-Fueled, infatti, non è un semplice remake dell'originale, bensì si presenta come il Crash Team Racing definitivo, vista l'inclusione di personaggi, personalizzazioni, e molto altro provenienti sia da Nitro Kart che da Tag Team Racing.

Si tratta di una scelta senza dubbio azzeccata, che permette di espandere notevolmente la longevità del titolo e che offre la possibilità - a chi aveva abbandonato la serie già da tempo - di poter affrontare dei contenuti rimasti in sospeso nel corso degli ultimi anni.

La modalità Arcade Locale è quindi quella che racchiude al suo interno la maggior parte dei contenuti del gioco e ve li offre sin da subito senza ulteriori attese. Gli unici elementi bloccati riguardano i piloti aggiuntivi (un totale di 25, tra cui i boss da sbloccare nell'Avventura) e le personalizzazioni dei kart, queste ultime puramente estetiche.

All'interno della sezione arcade potrete disputare una Gara Singola - scegliendo il numero di giocatori, di giri, il livello di difficoltà (facile, media, difficile) e se affrontarla in versione standard o speculare -, oppure potrete cimentarvi in una delle 7 coppe presenti in Gara di Coppa, prendere parte alla modalità Battaglia, partecipare alle Prove a Tempo, gareggiare nella Corsa delle Reliquie, nella Sfida CTR o nella Sfida dei Cristalli.


Chi ha giocato al capitolo del '99 avrà già riconosciuto ogni singola modalità e si sarà reso conto di come l'offerta di Nitro-Fueled sia assolutamente completa e in linea con l'originale. Per chi invece si stesse avvicinando al titolo solo ora, ricordo che la modalità Battaglia consente di combattere in una delle 12 piste/arene disponibili esclusivamente in questa sezione (non proprio, capirete più avanti). Qui si può scegliere se gareggiare a punti - colpendo i nostri avversari con le armi a disposizione -, in una versione alternativa del ruba bandiera, collezionando il maggior numero di cristalli e così via.

Insomma, la modalità Battaglia è a sua volta un gioco nel gioco ed è particolarmente adatta a tutte quelle sezioni multi player - specialmente in locale - in stile party game senza dover badare alla qualità della guida. Anche voi avete tanti amici pronti a dire "ma no, tu sei bravo e mi batteresti subito" alla prospettiva di sfidarvi in una gara di coppa? Bene, la modalità Battaglia è fatta per suonarvele di santa ragione senza troppi problemi.


La Sfida delle Reliquie è invece una variazione della Prova a Tempo, dove potrete migliorare i vostri risultati aprendo le casse bonus in grado di congelare il cronometro. La Sfida CTR è una semplice gara nella quale sarete anche chiamati a raccogliere le lettere C, T e R sparse per il tracciato, mentre la Sfida dei Cristalli vi chiamerà a raccogliere i cristalli viola sparsi nelle arene della modalità Battaglia.

Tutto ciò potrà essere giocato in multi player locale a schermo diviso sino a 4 giocatori, mentre la modalità online consente la partecipazione di sino a 8 giocatori. Purtroppo non abbiamo avuto ancora modo di poter testare la componente online in quanto non ancora perfettamente ottimizzata.

Insomma, come avrete capito, Crash Team Racing: Nitro-Fueled offre al giocatore davvero tanta carne al fuoco e un numero di contenuti estremamente elevato e variegato, in grado di adattarsi ai bisogni di chiunque. Che siate dei nostalgici o che vi avviciniate per la prima volta al titolo, questa edizione Nitro-Fueled è sicuramente la scelta giusta per coprire in un sol colpo tutto il meglio del mondo di Crash Team Racing.

A questo aggiungeteci il supporto sul lungo periodo annunciato da Activision con la modalità Grand Prix - con i primi contenuti e eventi aggiuntivi gratuiti in arrivo già nelle prossime settimane -, la possibilità di acquistare skin, kart, decalcomanie e schemi di colore tramite il menù Pit Stop (il tutto, rigorosamente, utilizzando esclusivamente le monete collezionate in gioco), ed ecco che diventa chiaro come il pacchetto offerto da Activision - proposto ad un prezzo praticamente dimezzato rispetto ad un titolo tradizionale - sia assolutamente valido e incredibilmente ricco.

SI SCENDE IN PISTA, NON SENZA QUALCHE SBAVATURA

Se quindi dal lato tecnico e dall'offerta di contenuti non si può muovere alcuna critica, lo stesso non vale per quanto riguarda il gameplay e il bilanciamento.

Nitro-Fueled mantiene i classici elementi che avevano reso il primo CTR estremamente divertente e frenetico, come ad esempio la possibilità di abusare della meccanica del turbo in derapata. Questa ritorna e diventa ancor più cruciale, non solo per poter ottenere i tempi migliori, ma anche solo per poter concludere una gara in testa. Il livello di difficoltà del gioco, infatti, impenna rapidamente già a difficoltà media.

Gli amanti delle sfide si troveranno a loro agio, in quanto riuscire a sfruttare le 3 spinte di accelerazione del turbo in derapata e il turbo post salto sono pratiche da padroneggiare immediatamente se non si vuole mangiare la polvere degli avversari. Purtroppo a questo aspetto si aggiungono 3 imperfezioni legate al bilanciamento degli oggetti, alla loro distribuzione e al sistema di collisione. Tutti e 3 sono profondamente interconnessi tra di loro e provocano un ulteriore aumento di difficoltà inaspettato, che però ci aspettiamo di vedere corretto in un futuro aggiornamento del gioco.


Prima di tutto occorre una breve premessa: al pari di altri giochi di kart, anche CTR mette a disposizione del giocatore una serie di armi offensive e difensive con cui ostacolare gli avversari o ottenere vantaggi temporanei. L'armamentario a vostra disposizione include dei missili teleguidati (ma molto imprecisi), delle bombe rotolanti con comando a distanza, casse di TNT, ampolle, nitro istantanea, maschere di protezione, scudi energetici e la potente sfera Warp. Ognuno di questi oggetti può essere potenziato una volta ottenuti 10 frutti Wumpa e tutti rappresentano il diretto corrispettivo di armi e potenziamenti presenti, ad esempio, in Mario Kart.

A differenza del titolo Nintendo, dove ogni oggetto viene assegnato in maniera precisa e rigorosa in base alla vostra posizione nel corso della gara, in CTR Nitro-Fueled il sistema casuale ha dei paletti molto meno vincolanti e vi capiterà spesso di ottenere armi e potenziamenti del tutto inappropriati per la vostra posizione.

Ad esempio, più di una volta mi è capitato di ottenere la maschera Aku-Aku (che dona velocità aumentata, invincibilità e danneggia chiunque al contatto) mentre mi trovavo in seconda posizione, o ancora di ricevere casse TNT e ampolle (oggetti tipicamente assegnati nelle prime posizioni per via del loro ruolo di blocco degli inseguitori, del tutto inutili nelle posizioni di coda) trovandomi in ultima o penultima posizione.

Non si è trattato di casi sporadici, ma di un palese problema di priorità nell'assegnazione degli oggetti, il quale porta a scompensi importanti in corsa, rendendovi o troppo avvantaggiati o addirittura impossibilitati nel colmare il divario con chi vi precede. Questi sono solo alcuni esempi, ma nel corso delle tante partite mi è parso chiaro che si tratti di un problema sistematico.


A questo si aggiunge lo sbilanciamento causato dalla modalità di interazione tra oggetti e kart, fatto che spesso vanifica l'uso di un missile o di un altro oggetto offensivo. Colpire un avversario alle spalle, infatti, lo farà inevitabilmente rotolare in avanti e lo rallenterà solo parzialmente, rendendo quasi inutile il vostro attacco se questi stava già procedendo ad una velocità elevata. In questa situazione molti oggetti offensivi perdono di efficacia.

Per finire, tra gli aspetti negativi cito anche qualche sporadica sbavatura nella gestione delle interazioni tra i kart e kart e tra kart e pista. In alcuni tracciati - l'ho trovato particolarmente evidente nei salti di Pista Cloaca -, si ha la sensazione di scontrarsi contro dei piccoli muri invisibili che portano a bruschi rallentamenti o al vanificare una particolare manovra di salto per accumulare il turbo.

Insomma, nel complesso si tratta di una serie di sbavature che rendono a tratti frustrante l'esperienza di gioco. Non avendo potuto provare la modalità online non è chiaro quanto queste possano incidere nell'aspetto competitivo, tuttavia mi aspetto una patch correttiva che possa bilanciare questi aspetti che minano la qualità complessiva di un prodotto altrimenti eccellente. D'altronde parliamo di un gioco di corse; il gameplay è centrale.

In ogni caso, eccezion fatta per queste criticità descritte, Nitro-Fueled si difende molto bene pad alla mano, regalandoci una piacevolissima sensazione di velocità e di soddisfazione non appena riusciremmo a trarre il meglio dalle caratteristiche fisiche di ogni pista. Si tratta del classico gioco molto semplice da approcciare ma più complesso da padroneggiare, dove anche la scelta del pilota gioca un ruolo importante - in quanto ognuno è dotato di proprie caratteristiche di guida -, senza però scendere nel maniacale; non sarete costretti, ad esempio, ad adottare una determinata personalizzazione del kart solo perché più performante, in questo caso si tratterà solo di semplici elementi estetici.

CONCLUSIONI

Rispondendo alla domanda iniziale, Crash Team Racing: Nitro-Fueled mantiene il 100% dello spirito dell'originale e rappresenta senza dubbio un altro centro di casa Activision, la quale riesce a fare ciò senza alterare la formula con revisioni delle piste non richieste - anche a costo di far rendere più evidente il peso degli anni per alcune - o l'introduzione di meccaniche che avrebbero potuto snaturare il gioco.

Ci troviamo davanti ad un CTR più in forma che mai, che riesce a rappresentare la miglior versione di sé stesso, anche se non manca qualche sbavatura. Giudizio estremamente positivo per quanto riguarda il lavoro sotto il profilo tecnico, il quale ci dona un gioco di corse dal frame rate granitico, con tantissimi effetti di luce e particellari a schermo e con un'ottima qualità di animazioni e modelli poligonali. C'è qualche piccola imperfezione su alcune texture, ma queste vengono letteralmente mangiate dall'azione di gioco; non avrete tempo per soffermarvi a cercare il filo d'erba fuori posto o la sbavatura di alcune rocce.

Menzione speciale merita anche il comparto audio, in grado di regalarci tutte le classiche musiche della serie sia in versione classica che aggiornata, lasciandoci liberi di passare da una versione all'altra in qualsiasi momento. Non manca anche il doppiaggio in italiano, certamente un elemento marginale, ma che contribuisce a ricreare alla perfezione l'atmosfera caciarona e giocosa che caratterizza da sempre Crash Team Racing; non a caso ho scelto una delle frasi di Coco per il titolo di questa recensione.

CTR è stato per anni l'unica reale alternativa in grado di stare sullo stesso livello di Mario Kart, da cui trae ispirazione. Con questa edizione 2019 manca di pochissimo il traguardo raggiunto dall'originale - merito anche di un 8 Deluxe praticamente ineccepibile sotto ogni punto di vista -, ma può bastare davvero la patch giusta per portarmi a cambiare questa frase finale.

VOTO

CONTENUTI/MODALITÀ DI GIOCO 8,5

GAMEPLAY 7,5

TECNICA 8,5

MULTIPLAYER - Da valutare

LONGEVITÀ' 9

GLOBALE 8

È il vero CTR, più completoUna valanga di contenutiTecnicamente ben riuscito, frame rate graniticoTante chicche per i fan, dall'audio classico ai modelli low-res
Assegnazione oggetti sbilanciataQualche problema di gestione delle interazioni
Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Phoneclick a 649 euro oppure da Amazon a 729 euro.

139

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Filippo Rossano

Eh rispondi dopo una settimana, l'offerta è finita.

DKCountry

veramente da unieuro sta a 40

mttm
PGV 2

Allora ok, la faccina finale mi aveva confuso ;).

Nalin

Non ero ironico, era proprio per esprimerti la mia solidarietà. So benissimo che al giorno d'oggi può capitare di avere difficoltà.

PGV 2

Non ci scherzare su queste cose, la mia situazione può capitare a chiunque...

Antsm90

Sì lo so, ma l'audio originale non era male, è quello italiano che è fastidioso

Nalin

Ah ecco, io sto giocando alla refueled e comunque è fattibile arrivare primo.

Enrico

In gara e abbiamo scoperto che accade in realtà nella modalità classica son dal primo mondo .
Se giochi al refueled invece la cpu si comporta a modo a secondo della difficoltà che scegli

Nalin

Veramente nell'originale mi ricordo chiaramente Cortex e dingo che parlavano surante la gara quando lanciavano le armi. Così come Coco anche così come Mr. Gin

Nalin

Ma stai parlando di tempo sul giro singolo? Oppure in gara?

Nalin

E la Sveglia non la inseriamo?? :D

Nalin

Se 30 euro sono un motivo economico mi spiace davvero per te :)

enri

aspetta e spera

Alessandro Ferrari

è vero girava questa voce prima dell'uscita, ma non è così purtroppo

Samuele Capacci

Mi sembra interessante, magari gli darò un occhiata se mi sarà possibile provarne una demo (o al massimo come faccio sempre quando non ci sono demo, scarico il gioco su PC illecitamente, lo gioco mezz'ora e decido se acquistarlo o disinstallarlo, dato che se ho capito bene uscirà anche su pc)

Trota
Alex'99

Sull articolo dicono di si per le console Pro

Alessandro Ferrari

neanche one x e ps4 pro,ma per loro scelta credo :/

Jezuuz

Le reliquie ti dirò.. le ho fatte massimo al terzo tentativo MOLTO facili IMO, le gare invece sono impegnative a difficile, hanno aumentato la difficoltà perché il difficile del vecchio gioco era come medio di ora..

Alex Dimax

ieri fatto una decina di partite a difficile... ho dovuto ricominciare a normale perché mi stavo snervando.
cmq non me lo ricordavo così impegnativo questo gioco, anche per quanto riguarda le sfide reliquie

Filippo Rossano

Per chi fosse interessato sta già a 30€ da Unieuro.

peyotefree

Quando lo troverò scontato sotto i 10eur lo comprerò

Alex'99

Le console base non riescono a far andare sta cagata di grafica a 60 fps? Ma che schifo è??

sagitt

Lo avevo. No ctr migliore

Pantheon

Peccato che ai tempi giocavo a speed punks , che reputo ancora oggi decisamente migliore. Di quello dovrebbero fare un remake D:

PGV 2

Non posso prenderlo al momento per motivi economici e tempistici, ma non vedo l'ora di averlo tra le mani per spolparlo ben benino!! *_*

Giacomo
Febiz

Quando viaggia colpisce chiunque si trovi sulla traiettoria verso il primo più o meno come fa il razzo

SONICCO

Sono oggetti rarissimi da avere.
Parliamo di una tattica basata sulla fortuna perchè se speri di evitarlo con una derapata, una guida perfetta o qualche scorciatoia caschi male.
Per fare quello che dici tu dove anche se vieni colpito non perdi assai significa che devi gareggiare contro bot a difficoltà facile o contro delle autentiche amebe.
Gioca con persone capaci e un solo guscio blu può segnare la tua fine, è stato creato a scopo di limitare la bravura per una mera questione di guadagno coi casualoni.
Crash a contrario è più soddisfacente, se vinci è perchè sei davvero il più bravo.

SONICCO

Infatti quando viaggia non danneggia nessuno, lo fa solo quando esplode sul primo in posizione ma devi esserci praticamente attaccato.
Non è un arma che si può facilmente evitare anzi si fa prima a dire che è inevitabile visto che la trombetta o il turbo nel momento giusto sono rarissimi da avere.

giorgis91

Ma ci sarà la verione pc e crossplay?

Febiz

Non vedo l'ora di riprovare la battaglia in split screen, quella modalità era il top

Febiz

Il razzo è disponibile solo quando si ha un gap elevato con il primo e per questo non aiuta molto, in generale se hai un po' di pratica col gioco arrivi a dimenticarti che esiste

Febiz

Parli come se il guscio blu non danneggiasse chi si trova nel cammino e come se non esistessero n modi per evitarlo (perdere la posizione e ripartire, usare un turbo subito prima dello schianto, romperlo un oggetto particolare)

Samuele Capacci

Il guscio blu si può fermare con il mega clacson se sei bravino a calcolare i tempi. Appena ti sta per colpire lo usi. Non è così raro da trovare, anche in prima posizione. Se hai qualcuno subito dietro rallenti, ti fai superare e il guscio becca lui. Ci sono delle tattiche. Se non hai nessuno dietro significa che non perdi posizioni anche se ti colpisce, o al massimo un paio che se eri rimasto primo tutto il tempo allora sei in grado di recuperare. Ok riconosco che è un gioco che va un po' a random, ma qualche trucchetto puoi usarlo anche lì.

Febiz

Non hai mai giocato a Mario Kart quindi

Sparda

Direi un mario kart più giusto

Sparda

La differenza non la fai con le armi ma il saper usare il sistema turbo con le derapate oltre alle scorciatoie. Vedrai come li distanzierai

Giu P
Kamgusta

E' il classico gioco dove la CPU bara, ovvero la sua velocità dipende dalla tua in modo tale che tu, per quanto perfetto faccia il giro, ce li abbia sempre al cuIo e rischi di perdere la prima posizione anche all'ultimo secondo dell'ultimo giro

Jezuuz
Yafusata

Allora Baldur's Gate 3 lo salti? :D

Jezuuz
Jezuuz
Giacomo
Stefano

Quanti ricordi,ora però voglio che qualcuno faccia il remake di Conker: Live & Reloaded

Mark

Mario Kart lo disintegra, come lo disintegrava nel '99. Carino comunque.

Jezuuz
Yafusata

Ho detto "a giochi stupidi" :D

Samsung

Xiaomi Mi 9T VS Samsung Galaxy A50: confronto fra best buy

HDMotori.it

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A80 (2019): la fotocamera rotante non basta

Amazon

Le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2019 | Martedì 16 luglio