Kano PC, il "Surface Go fai-da-te" per insegnare ai bambini a programmare

20 Giugno 2019 39

Kano PC è un computer fai-da-te pensato per i bambini. È sviluppato in collaborazione con Microsoft da Kano, nota finora per progetti analoghi ma basati in genere su schede Raspberry Pi; questa volta, invece, il "cuore" è un processore Intel Atom x5-Z8350, quad-core a 1,44 GHz, accoppiato a 4 GB di RAM e 64 GB di archiviazione interna, espandibile via scheda microSD.

Il sistema operativo è, naturalmente, Windows 10, in "S Mode" - senza possibilità di installare app esterne al Microsoft Store. Oltre agli immancabili Minecraft Education e suite Office, sono inclusi software educativi che insegnano in modo semplice a programmare e avvicinano i giovani al mondo dell'informatica. Kano e Microsoft promettono "centinaia di ore" di contenuti di questo tipo; ma al tempo stesso, gli utenti avranno la possibilità di personalizzare i sistemi con i propri software preferiti, come Netflix o Fortnite.



Kano PC, osservano i colleghi di Engadget, assomiglia molto a un Surface Go per bambini. È sempre un "tablet", ma molto più spesso di quanto siamo abituati e realizzato per lo più in plastica. Ha un display touch screen da 11,6" (risoluzione per ora ignota), tante porte (HDMI, 2x USB Type A, jack audio) e una tastiera-cover. Il dispositivo viene consegnato parzialmente smontato: schermo, motherboard e chassis formano un blocco unico, poi l'utente deve collegare componenti accessori come pacco batterie, altoparlante e tastiera esterna. Questo permetterà alle scuole di risparmiare denaro in caso di guasti e rotture.

Kano PC è disponibile al preordine già da ora sul sito ufficiale, per ora solo in USA, Canada e UK: il prezzo è di 299 dollari o 299 sterline. Presto arriverà anche sul Microsoft Store. Le vendite inizieranno dal 21 ottobre.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Piereligio

Tutto corretto,ma penso che la documentazione parli di servizi in background e non app perché é preferibile usare i servizi, per il semplice fatto che usano meno risorse e hai la garanzia che continuino a girare. Le notifiche fcm non sono l'unico tipo di servizio che puoi avere. Puoi anche avere servizi personalizzati, perciò sono comunque servizi proprietari. Per quanto riguarda l'uso del multithreading, ora non so dirti che uso né fa android, ma monitorando il carico sui thread, si può notare che non ne usa solo uno. Magari usa la parallelizzazione piu per I processi in foreground, ma questo non so dirtelo. Però mi sembra un discorso che poco c'entra con quello iniziale

Guarda che Android non é tanto più evoluto rispetto a iOS o Windows Mobile. E' vero che ti da più possibilità, ma ha il controllo assoluto su quello che ogni app fa o vuole fare. E per avercelo deve gestire ogni cosa.
Forse sei giovane e non hai mai usato DOS o Windows 3.11. 2 sistemi che permettevano il multitasking. Ed é qui che é nata la discussione: cosa vuol dire multitasking? Anche RTOS per i microprocessori allora é multitasking? Ci sono 2 tipi di multitasking:
- più processi vengono eseguiti, uno alla volta (un po' per uno). Ovvero l'OS esegue 5-10 istruzioni di un processo, poi del prossimo e poi del prossimo ancora. Questo era il caso di DOS (aveva solo 64kb, quindi non andavi oltre a 2 processi) o Windows, dove l'OS non reagiva più quando una applicazione non rilasciava le risorse.
- Il secondo invece permette di eseguire più processi contemporaneamente. L'OS più evoluto in questo campo é indubbiamente Windows 10, dove i programmi addirittura vengono suddivisi su più processori dall'OS, quando su QUASI tutti gli altri sistemi é lo sviluppatore che deve gestire il processore multicore.

Ora, possiamo stare qua a discutere in eterno, so cosa sia un multitasking vero. Fatto sta, che per chi come me arriva da un OS come DOS e i suoi 640kb di memoria gestibili con autoexec e system ini, il multitasking vero é cominciato con Windows 95, non con DOS!
Android invece é strutturato simile a Windows 3.11, dove hai un OS che sa gestire più processori ma esegue le apps gestendole (vedi virtual machine) e non permettendole di eseguirsi liberamente pur controllandoli come invece accade su sistemi evoluti come Windows XP e successivi.

Guarda questo documento sui servizi di Google:
developer. android. com/about/versions/oreo/background

Non si parla mai di app eseguita in background, ma sempre e solo di servizi in background! I servizi sono gestiti (quelli sì in multitasking se così lo vuoi chiamare) dall'OS. E spiega anche molto bene quali servizi puoi usare per impedire che la tua app viene terminata: FCM, ovvero le notifiche push (e come forse sai, una app le riceve dall'OS queste notifiche, mai dal web perché é l'OS che ogni secondo richiede ad un server se sono arrivate notifiche) e altri servizi che non usano risorse oppure risorse gestite dall'OS. In quel lasso di tempo, l'app dorme e basta... Invece in una app multitasking VERA, l'app continua a funzionare.

E' chiaro che ci sono vantaggi e svantaggi e che su un OS mobile vuoi che l'app non consumi la batteria. Pensa a Symbian, riusciva ad eseguirti 30 apps contemporaneamente senza sospenderli e senza laggare usando solo 512MB di RAM ed era intelligente abbastanza da capire se "renderizzare" l'activity o meno, ma l'app continuava a funzionare in background veramente! Il mio Nokia N8 lo caricavo una volta a settimana! Quindi gestiva bene sia la batteria che i processi. Android gestisce male le apps e malissimo le risorse, ecco perché ha bisogno di un octacore e 8GB di RAM per funzionare.

Però appunto, possiamo discutere per ore e ore. Oggigiorno riuscire ad eseguire 2 apps una dopo l'altra vuol dire già multitasking. Il multitasking vero é un altro.

Piereligio

Solid explorer per evitare di venire terminata usa una notifica con progresso, che ha anche molto senso per monitorare il progresso del processo. Android termina le app dopo minuti indefiniti, penso 10 minuti per alcuni tipi di processi, che però ora onestamente non ricordo. 10 secondi sarebbe veramente un tempo irragionevolmente basso. In passato era più semplice, ma anche più incontrollato e più pericoloso per la privacy. É vero che ora bisogna tenere conto di diverse cose, ma non é impossibile avere un procedimento che continui in background. E non si tratta di procedimenti per forza delegati al sistema, perciò si tratta comunque di multitasking reale. Controllato sì, ma non per questo farlocco come quello di iOS per dirne una.

Io ora non so a memoria i tempi di esecuzione prima che un processo venga ucciso.
Posso però immaginarmi che Solid Explorer si metta in "background" e si faccia eseguire ogni 10-30 secondi. Una volta che l'app viene chiusa o ibernata, il sistema (grazie al servizio richiesto), eseguirà una parte del codice ogni 10-30 secondi in cui l'app potrà svolgere il suo compito in background.

Se però, nello stesso identico momento hai un Solid Explorer 2 che comprime in background, questo processo non verrà eseguito dopo 10-30 secondi, ma solo quando il primo processo ha finito il suo tempo.

Se non erro, una app può eseguire un codice per 10 secondi al massimo, poi viene forzatamente chiuso dall'os. Quindi, il secondo processo, viene eseguito quando vuole l'OS, non quando vuole l'app. E questo non é multitasking.

Ci ho perso ore e ore a scrivere un semplice allarme per Android. Come API hai 0 supporto per gli allarmi e ho dovuto anche io inserirmi in un "Service" per farmi riaprire ad un certo orario. Orario che può anche non avvenire da Android 8.0 per colpa del Doze, che può chiuderti il servizio quando c'è poca batteria, o di notte o quando vuole lui… Certo, ci sono sempre i workarounds… Infatti se non lavori con quelli non combini mai niente :/

Piereligio

Ascolta, secondo il tuo ragionamento, Solid Explorer non potrebbe fare una compressione di una cartella nel suo formato crittografato in background, cosa che invece fa senza alcun problema. Ora comunque stai cambiando discorso, a basso livello onestamente no, ancora non ho studiato il multitasking, ma entrambi i meccanismi sono di multitasking. Tu hai affermato una cosa estremamente falsa (e continui con quella dei servizi), e stai cercando di sminuire il ragionamento altrui con piccolezze che sono fuori dall'argomento.

Piereligio

Il sistema ê completamente multitasking, e decide quando terminare le app in base alla low memory killer e ai limiti sulla sensoristica per la privacy e autonomia. Come hai detto tu, dopo che ti ho corretto io, con un servizio, che sì, è un processo che richiede multitasking reale, non essendo di sistema, mio caro, si risolve ogni problema. LA ACTIVITY viene sospesa, ma si riferisce alla parte grafica di essa! Se non ê visibile, a che c**** serve che continui a renderizzare? Cioè io davvero non ho parole. Il cronometro è del tutto fattibile, solo che ti devi aspettare che prima o poi venga terminato da altre app o da ibernazioni dovute al risparmio energetico.

Salvatore Esposito

è chiaramente un troll e la sua ignoranza è evidente.

Allora cominciamo a capirci... L'activity te la congela, ok? Ed é peggio, tu come sviluppatore Non hai nessun controllo di farlo continuare. Quindi evitiamo frasi del tipo: esegue sempre in background a meno che lo sviluppatore non chieda il contrario. Perché al limite é il contrario.

Mi dici che conosci la lifecycle, allora sai bene che hai solo 6-8 funzioni in cui puoi eseguire ancora qualcosina prima che l'os ti chiude, ti sospende o quando ti riavvia. Se vuoi essere ESEGUITO IN Background ti tocca usare i Services, che non fanno parte della life cycle.

2 App facilissimo da fare:
Cronometro
Allarme

Ora, prova a scrivermi un cronometro che funzioni in background. Vedrai che non c'è la farai senza services. E ricordati che services é gestito al 100% dall'os ed é lui che decide quando svegliare la tua app per eseguire quello che vuoi.
Stessa cosa per un allarme, se non usi un Intent in cui dici esplicitamente quando riavviare l'app, la tua app non verrà mai più eseguita e il tuo allarme non partirà mai.

Anche DOS era Multitasking allora, perché potevo ascoltare musica ed eseguire altri comandi.. Multitasking é ben altro caro mio...

Piereligio

Lui ritiene che le app praticamente vengano SEMPRE messe in pausa appena le lasci in background, cosa tremendamente falsa e di cui è dimostrabile l'opposto con tantissimi esempi. Ci sono casi in cui le app decidono di passare la riproduzione di media, o che il sistema impone l'impossibilità di accedere a determinati sensori (tipo la fotocamera) quando l'app non è in background, e lui confonde questi comportamenti con limitazioni alle capacità di multitasking di android che si estendono a tutto. Cosa che ovviamente, vera non è.

Piereligio

Stai facendo una confusione straordinaria, prendendo casi limite non concessi dall'os (per risparmio energetico) per trarne conclusioni distorte. Non parlo di download dei file, che si, solitamente vengono gestiti dall'os, bensì da download del sito, che no, non vengono delegati all'os, affatto. Ho visto decine e decine di dirette di HDblog, scritte, trovandomi sempre il sito aggiornato con le nuove aggiunte al blog in diretta, senza aspettare nulla. Perché è avvenuto in background. Posso comprimere file in una zip con solid explorer, e lui continuerà a farlo, e sarà lui ad usare la CPU, ed utilizzare il suo algoritmo di compressione. Ho studiato il lifecycle delle app android, e tu non hai idea di come funzioni. Hai tratto conclusioni tue sulla base di qualche caso in cui c'è un limite per motivazioni energetiche.

Salvatore Esposito
equalizer

Ehm si, a parte il prezzo, questo lo si dovrebbe vedere come un ingresso soft...raspberry sarebbe molto più rognoso per un bambino, e poi cosa scusa gli si fa un corso per imparare ad usare il terminale e tutto il resto? Quella è l'età in cui si dovrebbe imparare divertendosi, ed avendo usato raspberry dubito che a 6/7 anni un cinnetto possa divertirsi. L'unico vantaggio che ha è il prezzo, senza contare che sull'hw di questo surface go almeno windows dovrebbe andare con performance dignitose. Le distro linux non le vedo idonee per quella età, per ogni problema (anche quelli più facili) c'è sempre da avere una chiara idea sul come utilizzare il terminale, e ripeto a quell'età mi sembra irragionevole...più che insegnargli a programmare si finirebbe con il fargli odiare la programmazione

Hai scritto un paio di apps? Allora come fai a scrivermi che una app scarica in background? Sai benissimo che devi farlo scaricare all'OS e sarà l'OS a "svegliare" la tua app quando il download é completo.
Se vuoi scaricare byte per byte attraverso la tua app, non appena cambi app, il processo di download si ferma.

Stesso discorso per il GPS, la tua app MAI potrà usarlo in background. Sono i limiti di un OS che non é multitasking. L'unico OS per telefoni in grado di farlo era Symbian. Come ho scritto prima, il termine giusto é delegare al sistema. Prova a scrivere una app che usa il GPS, l'unico modo é far gestire tutto all'OS il quale a sua volta eseguirà una parte del tuo codice ogni volta che avviene un evento, ma il resto non viene eseguito.

Come detto, l'OS non é in grado di eseguire contemporaneamente più apps. Ma le apps possono delegare l'esecuzione di alcune cose all'OS. Quindi, un audio nel browser può continuare ad essere riprodotto se e solo se, al congelamento dell'app, questo inoltra all'OS l'audio da riprodurre. E' difficile da capire, ma se hai sviluppato della apps dovrebbe esserti chiaro il concetto.

In un OS multitasking, il sistema se ne frega di cosa fai e ti lascia fare tutto, senza "congelarti" quando cambi finestra. Su Android, il multitasking é virtuale, ovvero gestisce tutto l'OS (audio, GPS, video, download, upload, sveglie, ecc). La tua app non può fare altro che chiedere di essere "svegliato" dall'OS.

Ed é qua che ti chiedi come faccia un OS che non ha un vero multitasking ad aver bisogno di 6-8GB e un octa-core per funzionare, quando Windows con 1/10 della potenza e memoria lagga meno ed é più veloce!

Piereligio

Non è vero, al limite è il browser che decide di mettere in pausa l'audio, ma non sempre è la regola. Con Chrome non succede, ad esempio. Non è un buon esempio, l'audio, dato che dipende. Se fai caricare al browser una pagina, e cambi app, il browser continuerà a caricare, ad esempio. E poi veramente, basta vedere un minimo l'elenco dei processi che stanno usando la cpu, per vedere che non è così. Volendo le app possono mettere le cose in pausa mentre le lasci in background,ma è decisione dello sviluppatore, quello. Ho sviluppato alcune app per android, so come funziona il lifecycle di un'app. Il multitasking è reale.

greyhound

In inghilterra così come in italia i prezzi sono abbligatoriamente esposti tasse incluse

Android mette tutto in stand by. Lo vedi ad esempio se esegui un audio su una pagina web. Non appena cambi app, l'audio si interrompe.
Funziona solo se deleghi le funzioni al sistema, a quel punto però non é più multitasking ..

~benzo
Bob Malo

Per "300€" è regalato...

Piereligio

Sono d'accordo, ma hai confuso iOS per Android. Android ha multitasking reale, e tende a killare app solo quando davvero a corto di memoria RAM, o dopo tanto tempo in standby, a seconda del tipo di app, e di come il produttore configura il tutto

Andrej Peribar

Adrià ma che ca§§o stai dicendo

300$? 250€ per un tablet da 11" per te sono tanti?
Neanche Samsung riesce a darti un Tablet da 11" per quel prezzo.

Inoltre c'è la cosa del "fai da te" che non é da sottovalutare. Anche se per finire sono 3 cavetti da collegare ed é fatto :P

Bertuccio

Ottimo dove? Ancora un po' e costa come il surface Microsoft

Ce l'ho già… ma mi tocca aspettare ancora 3-4 anni ;)

Windows 10 ne ha bisogno 1 per girare bene, se prendi il 32bit. Magari non hai mai sperimentato veramente quanto Windows riesca a gestire bene la memoria.

In ditta, per i nostri automatici impieghiamo ancora Windows XP, con 128MB di memoria e disco rigido da 512MB! Eh sì, 0.5GB di HDD in cui ci metti tutto il sistema operativo, tutti i drivers, DX per i giochi e pure un gioco. Il tutto riesce a farti partire un gioco (sviluppato da noi) a 60fps.

Con Windows 10 la situazione é peggiorata un po'... Ora ci vogliono 2GB e un disco da 20GB se vuoi installarlo correttamente. Ma se avvii una sola applicazione/gioco, sono più che sufficienti.

E la cosa divertente sai qual'è? Windows, contrariamente ad Android é davvero multitasking, non congela le applicazioni che non sono visibili sullo schermo!

darkn3ss1

Se lo fai adesso tra 6 anni gli regali il surface Kano 6

Windows e 2 GB.. si viaggia egregiamente non so in quale galassia
Ma forse intendi Windows 98

GiorgiGno

Fai ridere

darkn3ss1

Un PC fatto da Kano!

Bertuccio

non mi pare che siano menzionate

greyhound

Esistono le tasse

Bellissimo progetto, se avessi un figlio di 6 anni lo comprerei al 100%.
Il prezzo é ottimo direi, se la qualità del touch é in ordine.
Inoltre Windows, contrariamente ai sistemi Linux attuali, viaggia egregiamente anche con soli 2GB di RAM.

Devono solo ancora creare una interfaccia più semplice per l'Arduino e a quel punto sarebbe perfetto :)

lello

Uno Z8350 fa girare male chrome, altro che fortnite.....

Bertuccio

299 sterline in scatola di montaggio con quell'hw sarebbe economico?

asd555

Sono sympa.

Andrej Peribar

https://uploads.disquscdn.c...

Andrej Peribar

La stessa azienda (da articolo) cura progetti con raspberry.

Dici che va aggiunto altro?

asd555

Io Kano me lo ricordavo diverso...

https://uploads.disquscdn.c...

equalizer

si ok, c'è scritto che è per un pubblico di bambini, che ti aspettavi scusa?

Credo che la serie Black Mirror stia incidendo sulla realtà molto di più rispetto a quello che pensassi precedentemente.

IlFuAnd91

Windows10S e "imparare a programmare" o.o

Smartphone

Oppo Reno 2 e Reno 2 Z ufficiali: 6,5" full screen Amoled da 349 euro

Android

Recensione Honor Band 5: è la miglior smart band economica

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video