Facebook Portal di seconda generazione si farà: arriverà in autunno

11 Giugno 2019 30

I Facebook Portal di seconda generazione arriveranno quest'autunno: l'ha confermato Andrew "Boz" Bosworth, uno dei luogotenenti di Mark Zuckerberg, nel corso della Code Conference 2019, evento annuale organizzato dalla testata Recode. Bosworth dice anche che arriveranno form factor inediti e che, in generale, saranno presentati molti nuovi prodotti.

Portal è il tentativo da parte del social network di entrare nel mercato degli smart display: la prima generazione è stata lanciata lo scorso autunno, dopo un rinvio di qualche mese causato dall'esplosione dello scandalo Cambridge Analytica. Hanno un'impostazione leggermente diversa rispetto ai principali concorrenti del settore, come Amazon Echo Show e Nest Hub (da poco arrivato in Italia, tra l'altro): la loro caratteristica principale è la video chat. Ciò significa, ovviamente, che hanno una videocamera: per proteggere la privacy, Facebook ha implementato un pulsante che la oscura (disattivando anche il microfono) quando non serve.

Non abbiamo dati esatti sulle vendite dei dispositivi, ma i nuovi modelli potrebbero avere un appeal maggiore. Qualche mese fa Mark Zuckerberg ha annunciato che Facebook si sarebbe trasformato in modo radicale, puntando più sulle conversazioni private che su quelle pubbliche. In questa ottica, uno strumento per le videochat è calzante.

Per chi fosse interessato, lasciamo l'intervista integrale con Bosworth qui di seguito. C'è anche Adam Mosseri, il capo di Instagram.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sopaug

ti ringrazio ma non sono interessato

Sandro Pignatti

Probabilmente hai ragione sulla pubblicità.
Comunque se non hai capito la disciplina, è Scienza della natura. Che è formata da numerose discipline che si legano tra loro e studiano gli aspetti del pianeta terrestre. Solo così si può avere una visione globale e al contempo sistematica del pianeta.

Comunque il fatto che sia partito da un telecomando per finire in altri discorsi, questo è una caratteristica un pò nostra ma soprattutto degli ecologisti. Se vuoi ti riporto un testo eloquente su come ad esempio le donne inglesi influenzano l'ecosistema della gran Bretagna perchè hanno una smisurata passione per i gatti.
Il concetto è "tutto è collegato". Per me ti metteresti a ridere, però ha un suo perchè quel testo. Vuoi leggerlo? (provo a cercarlo, non è lungo).

sopaug

e tutta questa pippa a partire da un assistente vocale che fa telecomando? Hai davvero hai un'ossessione, l'impressione è che tu voglia semplicemente a tutti i costi pubblicizzare il tuo mantra ecologista.

Io sono certamente fuori dall' "affascinante mondo naturale" (che non si capisce che disciplina sia oltretutto) ma di sicuro non mi faccio tirare in mezzo nei deliri di uno che si professa esperto mondiale di nonsisabene cosa e viene a pontificare su accadiblog contro la tecnologia. Aspetto che ti diano il nobel per i tuoi studi, poi leggerò ciò che scrivi.

Fino ad allora per me ti mancherà una rotella e basta, quelli come te una volta andavano al bar e venivano derisi, adesso ampliano la loro platea. Questo semmai è un problema della tecnologia :)

Sandro Pignatti

Il salto logico é che tu devi considerare la somma dei singoli elementi usati dalla società umana per i suoi scopi.
Per cui praticamente devi avere sfiducia in quasi tutto del genere umano cercando di essere lungimirante, responsabile e poco esoso di risorse (se sei un consumista sfrenato ad esempio, stai gia sbagliando.
Poi, riguardo al progresso siamo davanti si a salti tecnologici e innovazioni, ma tra un'innovazione e l'altra si genera un inquinamento abnorme di prodotti assolutamente incompatibili con l'ambiente. Il che comporta a un sempre maggiore contaminazione degli ambienti natuali che si modificheranno profondamente o addirittura collasseranno (vedi il disastro ambientale in Sardegna o in mille altri posti da attività minerarie). Tutti questi cambiamenti porteranno a nuovi adattamenti sconvolgenti, perché velocissimi e non seguendo la cronologia geologica della Terra il che comporterá all'estinzione di molte specie attualmente viventi. D'altronde é un processo stra e ristra registrato, ormai evidente per la comunità scientifica e inconfutabile.
Capisco che per uno che sta fuori dall'affascinante mondo naturale non ne capisca nulla, ma non ti permetto di darmi del passo o malato perche sono una vita che studio materie scientifiche con uno sguardo attento agli ambienti terrestri e marini e alle loro trasformazioni.

sopaug

eh ci mancava l'oscurantista tecnologico sul blog. Secondo quale assurdo teorema il progresso porta all'estinzione? E soprattutto, qual è il salto logico che da ALEXA e GOOGLE HOME porta al'estinzione?

Pentitevi! Ravveddetevi!

Ripeto, cerca aiuto, e qui sono serio.

Sandro Pignatti

Se non ci sono freni nel progresso, significa che stai firmando un biglietto per l'estinzione.
Perché piegare il mondo per funzionare per l'uomo, significa modificarlo profondamente il che significa (visti i tempi velocissimi di cambiamento) che non avrà un futuro felice, l'essere umano.
I tempi biologici, sono ben diversi da quelli artificiali.
Per fortuna, i freni ci sono e li stiamo mettendo noi del settore naturalistico.
É per questo che ancora si sta relativamente bene, per ora.
Io non dico di ritornare al pre elettrico, ma dovremmo avanzare molto cautamente

sopaug

Hai scritto una marea di fesserie. Cosa vuoi dire quindi? Dobbiamo tornare all'epoca pre-elettrica? E perchè esattamente? Per una non ben precisata elettro-crazia che ti disturba? Il telecomando come mezzo per l'oppressione delle masse rendendolo indispensabile attraverso le diaboliche nuove funzioni che ci propinano?

Fatti vedere, ma da uno bravo.

E comunque no, anche le tv dove potevi solo cambiare canale avevano già il telecomando. Il telecomando è utile per tutte le funzioni, ma non è che hanno messo il telecomando per poter inventare funzioni nuove nè hanno messo le funzioni nuove per far usare il telecomando.

E ancora no, non ci sono freni al progresso. E per fortuna.

sopaug

I dati di vendita dicono esattamente questo, la storia degli anziani con disabilità è un' idea sbagliata che ti sei fatto solo tu. La pubblicità a tema sono per far veder che è così semplice usarli che ANCHE gli anziani possono usarli, mica che sono dedicati solo o principalmente a loro.
Questi assistenti vocali sono il telecomando 2.0 , immagino all'epoca dell'invenzione del telecomando a infrarossi frotte di gente come te pronte a indinnnniarsi e farsi ridere dietro.

The_Th

vero, diciamo che prime music è incluso in prime, per 40 ore/mese...se uno lo usa poco può essere valido...

Inoltre leggevo che è possibile associare via BT il telefono ad Echo, e usarlo come cassa...ma non ho provato, stasera quando arrivo a casa ci provo...

Idkfa

Credo che dipenda da una questione personale, io tra spotify free e prime music preferisco il primo anche grazie alle playlist generate sulle preferenze. Con prime puoi creare tu delle playlist personalizzate, ma alla fine ascolti sempre le stesse canzoni e difficilmente ne ascolterai di nuove

The_Th

Sinceramente non ho mai provato a trasmettere qualcosa dal telefono, proprio perchè usando lo streaming mi trovo decisamente meglio...

The_Th

dici che è stato friendzonato anche da Alexa?

sopaug

Non perdere tempo, é fissato con sta cosa, al prossimo reply ti insulta. Ha dei problemi.

Idkfa

Col telefono puoi riprodurre la musica in locale, con Echo non puoi trasmetterla. Io ho due Echo per la comunicazione, ma sulla fruizione di contenuti personalmente é molto meglio Google con Chromecast e home

The_Th

concordo...
di alexa ne senti parlare un pò da tutti, alla fine metà della gente penso abbia preso il dot, per il costo basso, anche se lo usi poco sono 30€ in offerta (50 al massimo)

Inoltre c'è maggiore fiducia in Amazon rispetto a Facebook...

The_Th

la tua mi sembra una critica senza conoscere il prodotto...
Possono avere molto senso, se ne hai ad esempio 2 puoi parlare tra i due, con il drop in usarlo come baby monitor, puoi usarlo per chiamare un amico, puoi usarlo per accendere il riscaldamento/climatizzatore poco prima di rientrare, puoi usarlo per ascoltare musica...
La qualità non è pessima, se lo usi per ascoltare musica "di sottofondo" va come una cassa BT qualsiasi, se vuoi qualcosa di meglio basta collegarlo ad un impianto decente, puoi usarlo come timer, come sveglia, puoi fare la lista della spesa (ogni volta che ti accorgi che manca qualcosa la fai aggiungere), puoi farti ricordare qualcosa...
Ci sono altri sistemi per fare le stesse cose? per molte si, ma avere un cosino che le fa tutte e costa 30€ non è per nulla male...prima una cassa BT ti costava comunque un 20€ e faceva solo ascoltare la musica dal cellulare...questa fa molto di più...

Possono essere utili, non indispensabili, ma utili...

Sandro Pignatti

Cavolata? E' rivolto principalmente a questa categoria di persone perchè sono appunto comandi vocali per: alzare volume, alzare tapparelle, accendere spegnere qualcosa. A meno che uno non abbia una villona, è rivolto principalmente a queste persone. Vedi anche l'ultimo spot su amazon echo per esempio come protagonista un vecchio.
Il resto della gente normale, non li usa perchè è limitatissimo a queste cosette. Inoltre chi vuole ascoltare musica sicuramente non si compra uno speaker ma un vero e proprio impianto stereo o ancora meglio va direttamente ai concerti.
La questione quindi è di rassegnarsi ad avere un oggettino per dire due caxxate.
Poi per carità, magari tra 10 anni avranno un senso e un'utilità diversa ma finchè rimangono a questi comandi non ha veramente senso consumare energia per roba del genere.

The_Th

fonte di questa tua cavolata delle 15.30 del pomeriggio?

Sandro Pignatti

Tantissime?
Sono tutti anziani e con gente con problemi motori a quanto pare, dove stai tu.

Salvatore Esposito

non siamo tutti come max che comprerebbe roba inutile solo per il marchio ma consapevole che è inutile

Salvatore Esposito
Alessio Alessio

per quello c'è già cam4

Jeson Turner

Guarda lo spero tantissimo. Già che sia la seconda generazione e non ho mai visto nessuno che ne parlasse a parte i blog informatici è un buon segno.

ci manca solo che facebook mi osservi mentre sono stravaccato sul divano che mi sego sulla regina Elsa mentre guardo Frozen

eL_JaiK

Un nome adatto. Come nel gioco, le tue info entrano da una parte ed escono dall'altra.

The_Th

penso che ormai la gente conosca molto più amazon echo ed Alexa, vedo tantissime persone che lo hanno...
la loro forza è stato il prezzo di lancio contenuto...

Paolo Toriello

farà la stessa fine dello smartphone facebook...flop

pollopopo

è veramente triste questa affermazione purtroppo

Facebook ha implementato un pulsante che la oscura (disattivando anche il microfono) quando non serve

Andee Kcapp

Le ultime parole famose!!!
L'Italia, e il mondo ingenerale, è pieno di clienti facebook che lo acquisteranno in massa se non avrà un costo esagerato.

Paolo Toriello

non lo comprerà nessuno

Recensione Oculus Rift S: la Realtà Virtuale per tutti è arrivata

Oppo

Recensione Oppo Reno 10x Zoom: C’è tanta potenza oltre il SUPER ZOOM

Abbiamo provato il 5G per le strade di Milano, vediamo come va | Video

Xiaomi

Recensione Xiaomi Mi Band 4, difficile chiedere di più a 35 euro